Diretta/ Italia Armenia (risultato finale 9-1): goleada storica a Palermo!

- Fabio Belli

Diretta Italia Armenia. Streaming video Rai, orario, quote e risultato live del match valevole per l’ultima giornata delle qualificazioni a Euro 2020.

nicolò barella inter Italia
Diretta Italia Armenia (repertorio LaPresse)

DIRETTA ITALIA ARMENIA (RISULTATO FINALE 9-1): GOLEADA STORICA A PALERMO!

Non poteva finire in maniera migliore la fase di qualificazione a Euro 2020 per l’Italia che travolge l’Armenia per 9-1 e chiude il 2019 con dieci vittorie su altrettante gare disputate, gli azzurri inoltre stravincono il gruppo J conquistando tutti i 30 punti disponibili. Il pubblico del Barbera chiede il decimo gol che però non arriva, poco male: nove bastano e avanzano, una punizione davvero severa per gli uomini di Khashmanyan, orfani di Mkhitaryan, che stasera hanno fatto più danni della grandine in fase difensiva. Un attaccante come Immobile aveva il sacrosanto dovere di approfittare degli enormi spazi concessi al capocannoniere della Serie A che si conferma in grandissima forma. {agg. di Stefano Belli}

GLI AZZURRI DILAGANO

A dieci minuti dal novantesimo l’Italia è avanti sull’Armenia per 9-1, dominio totale e incontrastato degli azzurri che continuano a dare spettacolo in quel di Palermo. Al 57′ Chiesa colpisce il secondo legno della serata, sette minuti più tardi arriva la doppietta anche per Zaniolo, Jorginho gli regala un cioccolatino che il giocatore della Roma non può assolutamente sciupare. Successivamente ci sarà gloria pure per Romagnoli che grazie a un rimpallo fortunato batte il povero Ayrapetyan e aggiorna il parziale per la sesta volta. Al 75′ segna il centrocampista del Chelsea su calcio di rigore, nemmeno il tempo di rendersi conto dell’esordio con la maglia azzurra di Meret che il punteggio cambia per l’ottava volta, primo gol in nazionale per Orsolini. All’80’ Babayan salva l’onore dell’Armenia e interrompe momentaneamente il tiro al bersaglio dei nostri. Momentaneaente, perché all’81’ si sblocca anche l’ala della Fiorentina con un gran colpo di testa. {agg. di Stefano Belli}

PALLA GOL PER DI LORENZO

Al decimo minuto del secondo tempo il punteggio di Italia-Armenia è sempre di 4-0 in favore degli azzurri. Alla ripresa del gioco il ct Mancini ha gettato nella mischia Orsolini richiamando in panchina Barella, autore del terzo gol. Il giovane talento del Bologna ha provato a salire subito in cattedra cercando un varco per far male agli avversari che hanno alzato bandiera bianca da un pezzo. Chiesa deve nuovamente rimandare l’appuntamento con il primo gol in nazionale, al 51′ Ayrapeytan si oppone all’ala della Fiorentina con un’uscita provvidenziale sventando l’ennesima minaccia dalle sue parti. Gara a senso unico a Palermo con l’Italia padrona assoluta del campo e che ha abbassato un po’ i ritmi per far rifiatare i giocatori che a breve torneranno a disposizione dei club. Al 55′ Jorginho pennella un cross per Di Lorenzo che non trova la manita per centimetri. {agg. di Stefano Belli}

DOPPIETTA DI IMMOBILE!

Il primo tempo di Italia-Armenia va in archivio sul punteggio di 4-0 in favore degli azzurri, quarantacinque minuti da applausi per la nazionale di Mancini che esalta il pubblico di Palermo bisognoso di una serata di festa dopo il fallimento del club costretto a ripartire dalla Serie D. I difensori armeni non sanno assolutamente cosa sia il fuorigioco e ogni volta i nostri attaccanti hanno la possibilità di presentarsi davanti ad Ayrapetyan completamente indisturbati. Sfortunatissimo Chiesa che al 31′ scheggia il palo, due minuti più tardi va decisamente meglio a Immobile che fa doppietta (19 gol per lui in questa prima parte di stagione, niente male) e cala il poker, Italia straripante e potrebbe non essere finita qui, a ridosso dell’intervallo il capocannoniere della Serie A sfiora addirittura la tripletta con il legno che salva gli ospiti dallo 0-5. {agg. di Stefano Belli}

TRIS DI BARELLA!

Alla mezz’ora del primo tempo è aumentato il vantaggio dell’Italia che sta battendo l’Armenia per 3-0. Nonostante il doppio vantaggio gli azzurri continuano ad attaccare tra gli applausi dei palermitani che stasera hanno riempito il Barbera per ammirare dal vivo la nazionale di Mancini, già qualificata alla fase finale di Euro 2020 e a caccia dell’undicesima vittoria di fila. Al quarto d’ora Chiesa prova a mettere il pallone al centro dell’area di rigore, il giocatore della Fiorentina si deve accontentare del calcio d’angolo. I difensori armeni concedono enormi spazi ai nostri attaccanti, al 18′ Immobile si divora la doppietta con il portiere Ayrapetyan che esce dai pali e gli sradica il pallone dai piedi. Al 22′ leggerezza di Bonucci che regala il pallone a Karapetyan, il numero 20 di Khashmanyan prova a sorprendere Sirigu con un pallonetto dalla distanza che sbatte sulla traversa, ce la caviamo con uno spavento ma questa è la riprova che non bisogna mai abbassare la guardia nemmeno quando tutto gira per il verso giusto. Al 29′ il difensore della Juventus si fa perdonare con un lancio lungo chirurgico per Barella che si fa trovare al posto giusto nel momento giusto, palla in rete per la terza volta! {agg. di Stefano Belli}

UNO-DUE IMMOBILE-ZANIOLO!

Al Barbera è cominciato il match valevole per l’ultima giornata della fase di qualificazione a Euro 2020 tra Italia e Armenia, quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio dell’arbitro Martins siamo in vantaggio per 2 a 0! Clima di grande festa a Palermo per salutare la nazionale di Mancini che si è assicurata da tempo il pass per la fase finale e cerca l’undicesima vittoria consecutiva per chiudere in bellezza il 2019. Azzurri subito aggressivi nella metà campo avversaria con Immobile che vuole immediatamente rompere il ghiaccio e ripagare la fiducia del ct che stasera gli ha concesso una maglia da titolare dopo averlo tenuto a riposo venerdì scorso contro la Bosnia. L’appuntamento con il gol non tarda ad arrivare per l’attaccante della Lazio che all’8′ deposita il pallone in rete con un bel colpo di testa, assist di Chiesa bravo a tenere vivo il pallone sugli sviluppi di una punizione battuta da Tonali. Nemmeno il tempo di tornare a centrocampo e l’Italia piazza un altro colpo da KO con il primo gol in azzurro di Zaniolo. In precedenza gli ospiti si erano resi pericolosi al 5′ con Babayan che dopo essere sfuggito a Jorginho si è presentato davanti a Sirigu che ha saputo abbassare la saracinesca, conclusione tesa ma centrale del numero 9 di Khashmanyan. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO RAI: COME VEDERE ITALIA ARMENIA

Italia Armenia sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai 1 sul digitale terrestre: naturalmente il riferimento sarà il canale numero 1 del telecomando. Inoltre ci sarà anche la possibilità di vedere il match diretta streaming video via internet: collegandosi attraverso l’app Rai Play tramite smart tv, smartphone e tablet, oppure collegandosi tramite pc sul sito raiplay.it. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO DEL MATCH SU RAIPLAY.IT

FORMAZIONI UFFICIALI!

Italia Armenia sta per cominciare e negli ultimi minuti prima del fischio d’inizio andiamo volentieri ad analizzare le statistiche delle due Nazionali nel girone J delle qualificazioni agli Europei 2020. L’Italia ha letteralmente dominato questo gruppo: nove vittorie su altrettante partite disputate hanno portato logicamente 27 punti in classifica, con una differenza reti straordinaria, pari cioè a +25 in virtù di ben 28 gol segnati a fronte invece degli appena 3 subiti. Tutto bene dunque per gli azzurri di Roberto Mancini, che ha aperta una striscia di dieci vittorie consecutive (compresa l’amichevole con gli Usa a novembre 2018), mentre i numeri dell’Armenia sono molto diversi. Per gli ospiti 10 punti in classifica con tre vittorie, un pareggio e cinque sconfitte, differenza reti pari a -3 con 13 gol segnati e 16 invece subiti. Adesso però è giunto il momento di leggere le formazioni ufficiali di Italia Armenia, poi la parola passerà al campo! ITALIA (4-3-3): Sirigu; Di Lorenzo, Bonucci, Al. Romagnoli, Biraghi; Tonali, Jorginho, Barella; Zaniolo, Immobile, F. Chiesa. ARMENIA (5-4-1): Airapetyan; Hambartsumyan, Haroyan, Calisir, Ishkhanyan, Hovhannisyan; Babayan, Grigoryan, Edigaryan, Barseghyan; Karapetyan. (Agg. di Mauro Mantegazza)

ITALIA, 15 VOLTE AL BARBERA

Sempre più vicina la diretta di Italia Armenia, che seguiremo dallo stadio Renzo Barbera di Palermo. La Nazionale maggiore ha già disputato altre 14 partite alla Favorita, con un eccellente bilancio caratterizzato da dodici vittorie, un pareggio e una sconfitta. La prima volta risale al 28 dicembre 1952, quando gli azzurri vinsero per 2-0 contro la Svizzera una partita valida per l’allora Coppa Internazionale. L’Italia poi tornerà a Palermo solamente nel 1990, ma da allora le visite nel capoluogo siciliano sono diventate frequenti, addirittura doppia nel 2014 mentre questa sarà la quinta dal 2013. L’unica sconfitta risale al 16 novembre 1994, 1-2 contro la Croazia nelle qualificazioni per gli Europei 1996, mentre il pareggio fu il 18 febbraio 2004 per 2-2 in un’amichevole contro la Repubblica Ceca. L’ultimo precedente invece risale a circa due anni e mezzo fa, cioè al 24 marzo 2017, quando l’Italia vinse per 2-0 contro l’Albania un incontro valido per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ARBITRA TIAGO MARTINS

Abbiamo già accennato al fatto che Italia Armenia sarà diretta dall’arbitro portoghese Tiago Martins. La squadra arbitrale per la partita allo stadio Renzo Barbera di Palermo sarà di conseguenza tutta lusitana, perché Martins sarà assistito dai due guardalinee Luis Campos e Pedro Almeida più il quarto uomo Antonio Emanuel Carvalho Nobre. Tornando al primo arbitro, possiamo aggiungere che il signor Tiago Martins è nato il 29 maggio 1980 a Oeiras, ha debuttato nel massimo campionato portoghese nel 2014 e già dal 2015 ha ottenuto la qualifica di arbitro internazionale Fifa. In questa stagione forse qualcuno lo ricorderà come l’arbitro di Wolfsberger Roma di Europa League il 3 ottobre scorso, partita nella quale Martins comminò cinque cartellini gialli, ma nessuna espulsione né calci di rigore. Nelle qualificazioni agli Europei questa invece sarà la terza apparizione di Martins dopo Israele Slovenia (quattro ammonizioni) e Far Oer Svezia, partita con un solo cartellino giallo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

In vista delle diretta di Italia Armenia, possiamo ricordare che questa partita vanta solamente tre precedenti e che curiosamente gli azzurri hanno vinto per due volte in Armenia, ma l’unica partita disputata in Italia è terminata con un pareggio. Nata dalla dissoluzione dell’Unione Sovietica come Stato indipendente, l’Armenia ha incrociato per la prima volta l’Italia in occasione delle qualificazioni per i Mondiali 2014. Allora gli azzurri vinsero per 1-3 in Armenia la partita d’andata, disputata il 12 ottobre 2012, mentre un anno dopo quasi esatto (il 15 ottobre 2013) al ritorno l’Armenia si prese la soddisfazione di pareggiare per 2-2 al San Paolo di Napoli. Il precedente più recente però è freschissimo: il 5 settembre di quest’anno l’Italia ha vinto a Yerevan di nuovo per 1-3, come sette anni prima. Gol azzurri di Andrea Belotti e Lorenzo Pellegrini più un’autorete di Aram Hayrapetyan, per ribaltare l’iniziale vantaggio armeno che era stato segnato da Aleksandr Karapetyan. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Italia Armenia, diretta dall’arbitro portoghese Tiago Martins questa sera, lunedì 18 novembre alle ore 20.45 presso lo stadio Renzo Barbera di Palermo, sarà una sfida valevole per l’ultima giornata delle qualificazioni a Euro 2020. Gli azzurri salutano il pubblico in attesa del sorteggio e di quello che, come è già stato deciso, sarà l’esordio a Roma nella fase finale di Euro 2020: Italia Armenia è l’occasione per completare un cammino perfetto dopo il successo in Bosnia. La squadra di Roberto Mancini con nove vittorie su altrettante partite è riuscita a riconquistare l’amore dei tifosi dopo la cocente eliminazione da Russia 2018, primo Mondiale saltato in 60 anni dall’Italia. L’Armenia è stata un osso duro ma in queste qualificazioni può nutrire diversi rimpianti in chiave secondo posto, con le speranze di qualificazione sfumate dopo la sconfitta subita nello scontro diretto contro la Finlandia nell’ottobre scorso, poi venerdì ha perso pure con la Grecia. Mancini potrebbe rimescolare molto la formazione per dare spazio a giocatori spesso presenti nelle qualificazioni tra le convocazioni, ma che hanno trovato poco minutaggio in campo.

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA ARMENIA

Andiamo adesso a leggere le probabili formazioni che scenderanno in campo in Italia Armenia, lunedì 18 novembre alle ore 20.45 presso lo stadio Renzo Barbera di Palermo, sfida valevole per l’ultima giornata delle qualificazioni a Euro 2020 e nella quale come già accennato potrebbe esserci molto turnover. Italia del CT Roberto Mancini schierata in campo con un 4-3-3: Sirigu; Di Lorenzo, Izzo, Romagnoli, Biraghi; Zaniolo, Jorginho, Barella; Chiesa, Immobile, El Shaarawy. Risponderà l’Armenia del CT Kanerva con un 4-2-3-1: Airapetyan; Hambartsumyan, Ishkhanyan, Haroyan, Hovhannisyan; Grigoryan, Hovsepyan; Barseghyan, Ghazaryan, Adamyan, Karapetyan.

PRONOSTICO E QUOTE

Pronostico a senso unico per Italia Armenia, come ci dicono anche le quote offerte sul match dall’agenzia di scommesse sportive Snai. Il segno 1 è dato quasi per certo ed è quotato a 1,18. Si sale poi di moltissimo, fino a 7,25, già per il pareggio e dunque per il segno X. Infine, un colpaccio dell’Armenia varrebbe 14,00 volte la posta in palio per chi avrà osato scommettere sul segno 2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA