Diretta/ Italia Estonia (risultato finale 4-0) streaming Rai 1: poker Azzurro!

- Claudio Franceschini

Diretta Italia Estonia streaming video Rai 1: probabili formazioni, quote, orario, risultato live della partita amichevole che si gioca all’Artemio Franchi, in panchina ci sarà Chicco Evani

Stepham El Shaarawy Italia esultanza lapresse 2020 640x300
Video Italia Estonia, amichevole (Foto LaPresse)

DIRETTA ITALIA ESTONIA (RISULTATO FINALE 4-0): POKER AZZURRO!

Secondo tempo non memorabile in quanto a ritmi, ma l’Italia riesce a chiudere il poker con un finale che porta in gol per il tris Azzurro Grifo, che realizza la doppietta personale su calcio di rigore. Penalty trasformato alla mezz’ora e fischiato per un fallo di Tunjov su Gagliardini, bravo in percussione centrale. L’Italia però al 41′ della ripresa può usufruire di un secondo calcio di rigore, dal dischetto va stavolta Orsolini che realizza il secondo gol in altrettante apparizioni con la maglia della Nazionale. Rigore che in questo caso era stato assegnato per un fallo di Jarvelaid sullo stesso Orsolini. 4-0 finale e Mancini, seppur da casa e a distanza, che può essere soddisfatto delle indicazioni fornite dalle sue seconde linee. (agg. di Fabio Belli)

ITALIA ESTONIA IN STREAMING VIDEO E DIRETTA RAI 1: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Italia Estonia sarà trasmessa da Rai Uno, come tutte le partite che riguardano la nostra nazionale: dunque l’appuntamento sarà in chiaro per tutti sul digitale terrestre o, eventualmente, attraverso il decoder Sky per quanto riguarda gli abbonati. In assenza di un televisore sarà poi possibile seguire questa partita anche in diretta streaming video, visitando senza costi aggiuntivi il sito Rai Play con dispositivi mobili quali PC, tablet o smartphone.
CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

EMERSON SPRECA

L’Italia inizia il secondo tempo con Pessina in campo al posto di Tonali. Cerca di fare qualcosa di più sul fronte offensivo rispetto al primo tempo l’Estonia, l’Italia si fa vedere in avanti con due incursioni di Soriano sulle quali gli avversari si rifugiano in calcio d’angolo. I ritmi sembrano comunque sensibilmente più bassi rispetto alla prima frazione di gioco. Al 12′ un tiro-cross di Liivak impegna Sirigu sul primo palo, insistono gli ospiti che al 18′ si fanno vedere in avanti con Tunjov che raccoglie una corta respinta di D’Ambrosio ma calcia alle stelle. Sul capovolgimento di fronte dialogano in avanti Grifo ed Emerson Palmieri, ma l’esterno strozza malamente la conclusione da posizione interessante. (agg. di Fabio Belli)

CI PROVA LASAGNA

Dopo il 2-0 l’Italia gestisce al meglio il possesso di palla, l’Estonia non rinuncia comunque a cercare di distendersi e rendersi pericolosa, ma non sono arrivati i risultati sperati anche grazie all’attenzione di una linea difensiva Azzurra che, seppur sperimentale, è riuscita sicuramente a rischiare il meno possibile. Finale di partita con una doppia incursione di Kevin Lasagna, che prima però non riesce a controllare un assist di Grifo colpendo il pallone con un braccio, quindi arriva in ritardo su un’incertezza di Soomets che poteva offrire una chance. Ultimo tentativo, uan combinazione tra Soriano e Bernardeschi che trova la chiusura in calcio d’angolo di Pikk. (agg. di Fabio Belli)

RADDOPPIA BERNARDESCHI!

Arrivati al 35′ del secondo tempo, l’Italia conduce 2-0 sull’Estonia nell’amichevole allo stadio Artemio Franchi. Rete segnata al 27′ da Federico Bernardeschi che parte dal versante di destra, si accentra e lascia partire una rasoiata imparabile per Meerits. Al 18′ era stato ammonito D’Ambrosio per un fallo di mano, mentre subito dopo il gol del raddoppio azzurro anche l’Estonia ha la sua prima vera occasione della partita con un palo colpito da Liivak grazie a una deviazione di Bastoni che aveva messo fuori causa Sirigu. L’Italia è comunque saldamente in controllo del match. (agg. di Fabio Belli)

EUROGOL DI GRIFO!

Non si parte a ritmi particolarmente elevati, ma l’Italia cerca comunque di mettere subito in difficoltà gli avversari. All’8′ Bernardeschi prova ad aprire le danze con una conclusione dalla lunga distanza che non crea però particolari problemi a Meerits. L’esterno offensivo della Juventus è comunque il più attivo sul fronte offensivo con le sue giocate, al 14′ l’Italia riesce comunque a portarsi in vantaggio proprio con un tiro da lontano. Lasagna lavora bene un pallone servendolo a Grifo, che da circa venti metri lascia partire un bolide imparabile per Meerits: un vero e proprio eurogol che vale il vantaggio per gli Azzurri. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Siamo finalmente al via della diretta di Italia Estonia. Roberto Mancini, lo abbiamo accennato, aveva iniziato la sua esperienza sulla panchina della nazionale con un grande rendimento, tanto da vincere 11 partite consecutive tra 2018 e 2019 (sempre a novembre), comprese le dieci delle qualificazioni agli Europei; tuttavia, dopo il 9-1 all’Armenia (eravamo a Palermo) è arrivato l’inatteso stop proprio qui a Firenze, nel pareggio interno contro la Bosnia con cui è stata aperta la Nations League. La vittoria in Olanda ha fatto ripartire alla grande il progetto e in seguito c’è stato il 6-0 alla Moldavia, ma da quel momento l’Italia non ha più vinto: sono infatti arrivati i pareggi contro Polonia e Olanda, che hanno portato a complicare la strada verso la Final Four. Nella gestione Mancini l’unica sconfitta resta quella di Nizza in amichevole contro la Francia – giugno 2018 – questo impegno del Franchi ufficialmente andrà a statistica come una partita sotto la sua guida tecnica anche se l’allenatore a tutti gli effetti sarà Evani. Vedremo allora quello che succederà: il risultato conta il giusto anche per le considerazioni fatte in materia di convocati e assenti, dunque noi rivolgiamoci immediatamente al campo e mettiamoci comodi, leggiamo le formazioni ufficiali di Italia Estonia perché finalmente l’amichevole comincia! ITALIA (4-3-3): Sirigu; Di Lorenzo, D’Ambrosio, A. Bastoni, Emerson P.; Gagliardini, Tonali, Soriano; Bernardeschi, Lasagna, Grifo. Allenatore: Alberigo Evani ESTONIA (4-2-3-1): Meerits; Teniste, Baranov, Mets, Pikk; Ainsalu, Soomets; Liivak, Miller, Marin; Sappinen. Allenatore: Karel Voolaid (Agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA ESTONIA: IL PROTAGONISTA

Non può che essere Alberigo Evani il grande protagonista di Italia Estonia: sarà il tecnico toscano a prendere il posto di Roberto Mancini, bloccato in isolamento fiduciario a casa e dunque impossibilitato a sedere in panchina. All’Artemio Franchi Evani avrà la sua prima esperienza con la nazionale maggiore, almeno da allenatore: è infatti collaboratore tecnico di Mancini da quando lo jesino si è insediato in federazione, ma aveva già lavorato con Giampiero Ventura e, curiosamente, era stato traghettatore della Under 21 quando Gigi Di Biagio era stato “promosso” ad interim per guidare due amichevoli in attesa che lo stesso Mancini ufficializzasse il suo arrivo. Da calciatore Evani ha preso parte ai Mondiali 1994, ma dopo essere stato sostituto all’intervallo durante l’esordio (sconfitta contro l’Irlanda) non ha più giocato sino alla finale, entrando in campo nei supplementari; eppure con Arrigo Sacchi aveva vissuto i grandi successi di un Milan del quale ha vestito la maglia per ben 13 anni e 393 partite, vincendo due volte la Coppa dei Campioni oltre a tutto il resto. Dal 1993 al 1997 ha giocato con la Sampdoria: è qui che si è cementato il rapporto con Mancini, compagno di squadra per quattro stagioni e vincitori della Coppa Italia al primo anno insieme in blucerchiato. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA ESTONIA: I TESTA A TESTA

Non sono troppi i precedenti di Italia Estonia; la particolarità di questa partita di Firenze risiede nel fatto che per la prima volta le due nazionali si incroceranno in amichevole, dopo averlo fatto solo per qualificazioni a Mondiali o Europei. Il bilancio racconta di sei vittorie azzurre in altrettante gare; tra il 1993 e il 1995 abbiamo avuto quattro incroci con l’Italia che ha segnato un totale di 11 gol incassandone soltanto uno, quello di Martin Reim a Salerno in un 4-1 firmato da Gianfranco Zola – doppietta – Demetrio Albertini e Fabrizio Ravanelli. E’ stato Arrigo Sacchi a sfidare per quattro anni i baltici, prendendosi anche un 2-0 a Trieste nel primo episodio di sempre (Roberto Baggio e Giuseppe Signori i marcatori) sulla strada verso quella che sarebbe stata la finale del Mondiale 1994 persa ai rigori. All’inizio del decennio in corso invece la sfida è toccata a Cesare Prandelli, per le qualificazioni agli Europei 2012: anche qui saremmo arrivati in finale, a Tallinn l’Estonia ci aveva fatto gol alla mezz’ora con Sergei Zenjov – ma Antonio Cassano e Leonardo Bonucci l’avevano ribaltata – mentre era stata netta la vittoria di Modena nella partita di ritorno, a segno ancora il talento barese in mezzo alle marcature di Giuseppe Rossi e Giampaolo Pazzini. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA ESTONIA: A RANGHI RIDOTTI PER IL COVID

Italia Estonia è l’amichevole che, mercoledì 11 novembre alle ore 20:45, riguarda la nostra nazionale: siamo all’Artemio Franchi di Firenze, sede scelta per evitare spostamenti in tempo di Coronavirus. Gli azzurri si preparano alle partite decisive per la Nations League, perché si giocheranno l’accesso alla Final Four; in panchina però non ci sarà Roberto Mancini che, risultato positivo al Covid e dunque in isolamento fiduciario, lascerà il posto ad Alberigo Evani. Il quale si troverà a dover schierare una squadra partendo da 41 convocati, ma non li avrà tutti a disposizione: anzi, l’alto numero dei selezionati da parte di Mancini risponde proprio ad alcune esigenze e limitazioni sanitarie, oltre al fatto che qualche giocatore sarà disponibile solo per la Nations League. Dunque, la diretta di Italia Estonia servirà soprattutto per far giocare i giovani o comunque testare qualche elemento che ancora non è già certo del posto in rosa pensando agli Europei del prossimo anno; comunque un test da non sottovalutare, perché la nostra nazionale non vince da tempo e ha bisogno anche di ritrovare fiducia e autostima. A tale proposito allora vediamo in che modo Evani potrebbe schierare il suo undici sul terreno di gioco, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA ESTONIA

E’ davvero complesso ipotizzare le probabili formazioni di Italia Estonia, tenuto conto di tutte le restrizioni del caso: proviamo allora a dire che in porta ci sarà Cragno che avrà la sua grande occasione, in mezzo alla difesa potremmo vedere Ogbonna e Calabria (che ha giocato in questa posizione alcune amichevoli del Milan in estate) o magari Gianluca Mancini, con Emerson Palmieri o Luca Pellegrini a sinistra e un terzino destro che potrebbe essere Di Lorenzo. In mezzo al campo scalpita il giovane Pessina: facile che sia lui ad avere una maglia, eventuale Tonali potrebbe occuparsi della regia mentre Roberto Soriano, tornato tra i convocati a quattro anni e mezzo dall’ultima volta, giocherebbe come interno offensivo con il compito di fare da raccordo con il tridente. Nel quale possiamo già ipotizzare le maglie per Orsolini e El Shaarawy come laterali, con Belotti prima punta; in realtà qui bisogna fare attenzione anche a Pellegri, Lasagna e Grifo, da valutare poi se Bernardeschi possa tornare utile più come esterno nel reparto avanzato che come mezzala, ma in questo momento non attraversa un periodo di forma e fiducia troppo scintillante.

QUOTE E PRONOSTICO

Andiamo ora a vedere quello che le quote fornite dall’agenzia Snai indicano per Italia Estonia: il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa vi permetterà di incassare una vincita corrispondente a 1,09 volte quello che avrete pensato di mettere sul piatto, contro il valore di 18,00 che accompagna l’eventualità del segno 2, per il successo della nazionale ospite. L’ipotesi del pareggio, regolata come sempre dal segno X, porta in dote un guadagno che ammonta a 8,75 volte la giocata con questo bookmaker. Come da copione dunque gli azzurri sono nettamente favoriti, poi sarà il campo a parlare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA