DIRETTA/ Italia Grecia (risultato finale 2-0) video streaming: festa all’Olimpico!

- Claudio Franceschini

Diretta Italia Grecia streaming video Rai: le statistiche, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Roma, gruppo J delle qualificazioni agli Europei 2020.

Barella Jorginho Italia Finlandia gol lapresse 2019
Diretta Italia Grecia, qualificazioni Europei 2020 (Foto LaPresse)

DIRETTA ITALIA GRECIA (RISULTATO FINALE 2-0): FESTA ALL’OLIMPICO!

Festa grande all’Olimpico con l’Italia che batte 2-0 la Grecia ed è matematicamente qualificata a Euro 2020, prendendosi anche il primo posto nel girone, a +9 dalla Finlandia e +11 dalla Bosnia e dall’Armenia, fermata a sorpresa sull’1-1 dal Lichtenstein. Col doppio vantaggio Mancini inserisce Belotti e Zaniolo, mentre il tris viene sfiorato da Insigne, innescato da Bernardeschi, che trova però sulla sua botta di prima intenzione la grande risposta di Paschalakis. C’è tempo dopo 3′ di recupero solo per l’esultanza, dopo la grande delusione della qualificazione mancata a Russia 2018, l’Italia torna nell’elite del calcio internazionale con un cammino di qualificazione a Euro 2020 fatto di sole vittorie. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Italia Grecia sarà trasmessa sulla televisione di stato, come tutte le partite della nostra nazionale di calcio: appuntamento classico su Rai Uno, disponibile anche in alta definizione ed eventualmente accessibile attraverso il decoder di Sky (per gli abbonati), darà la possibilità di seguire il match anche in diretta streaming video senza costi aggiuntivi, dotandosi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone e visitando il sito www.raiplay.it.

CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

RADDOPPIA BERNARDESCHI!

Al 22′ la Grecia opera la sua prima sostituzione del match, con Donis che prende il posto di Koulouris. Lo svantaggio non fa smettere all’Italia di attaccare, al 26′ Insigne tenta la gran pennellata da fuori area, mancando d’un soffio il bersaglio col tiro che sarebbe stato imparabile per Paschalakis. Nella Grecia Giannoulis prende il posto di Bouchalakis, ma è l’Italia a sembrare ormai completamente padrona della partita, anche se al 28′ Bakasetas manca la girata vincente da buona posizione in area. Al 33′ però l’Italia trova comunque il raddoppio: Bonucci scarica su Bernardeschi che da posizione defilata sulla destra calcia potente, trovando la deviazione del neo entrato Giannoulis che mette fuori causa Paschalakis e porta l’Italia sul 2-0. (agg. di Fabio Belli)

SBLOCCA JORGINHO!

Gli azzurri iniziano in attacco il secondo tempo, al 3′ un sinistro di Bernardeschi manca il bersaglio. Verratti prova a dirigere il traffico a centrocampo ma la manovra dell’Italia resta un po’ lenta, la Grecia prova a spaventare Mancini con una ripartenza di Bouchalakis, ma al 10′ l’Italia ha finalmente una grande chance per portarsi in vantaggio. Cross dalla destra ben pennellato da D’Ambrosio, Immobile svetta di testa a centro area e Paschalakis vola a togliere il pallone dall’angolino basso. Al quarto d’ora però è la Grecia a divorare il vantaggio: brutto pallone perso da Verratti, il cross teso di Limnios trova Koulouris pronto alla deviazione con Donnarumma fuori causa, ma il pallone finisce sull’esterno della rete a porta ormai sguarnita. L’Italia però può usufruire subito dopo di un calcio di rigore: Bouchalakis ferma con un braccio un tiro di Insigne a centro area, dal dischetto va Jorginho che al 18′ porta in vantaggio gli azzurri. (agg. di Fabio Belli)

CHIESA VA KO

L’Italia prova a scuotersi, Barella piazza il destro ma una deviazione di un difensore regala solo il calcio d’angolo. La circolazione di palla della squadra di Mancini è comunque molto lenta, la difesa ellenica schierata non lascia passare nulla. Inoltre, Federico Chiesa lamenta un infortunio muscolare che lo costringe al forfait: al suo posto il CT inserisce Bernardeschi per cercare di non perdere spinta sulla destra, ma la situazione non si sblocca e la prima frazione di gioco allo stadio Olimpico si chiude senza ulteriori occasioni da gol, sullo 0-0 tra Italia e Grecia. (agg. di Fabio Belli)

AMMONITO KOULOURIS

L’Italia prova ad alzare i ritmi, al 16′ un lancio di Acerbi per Chiesa ma arriva l’anticipo di Stafilydis provvidenziale per i greci. L’Italia ha il pallino del gioco in mano ma non riesce a sfondare, al 24′ su una punizione di Insigne arriva Bonucci alla spizzata di testa, ma i difensori liberano l’area ellenica. La Grecia non disdegna il gioco duro e al 27′ subisce il secondo cartellino giallo, con l’ammonizione di Koulouris per un entrataccia alle spalle su Jorginho. Arrivati alla mezz’ora sono comunque poche le occasioni da gol da segnalare, tra Italia e Grecia allo stadio Olimpico di Roma il risultato è ancora fermo sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

DONNARUMMA ATTENTO

Italia subito aggressiva con un affondo di Verratti e un cross di Bernardeschi con Bouchalakis bravo ad anticipare Barella. Chi riesce ad affondare con maggiore continuità è Federico Chiesa, ma la Grecia è tutta raccolta nella propria metà campo e i cross non passano. Al 10′ qualche problema per D’Ambrosio che lamenta male a un ginocchio, Izzo sembra pronto per il cambio ma alla fine il terzino dell’Inter riesce a proseguire. La prima vera occasione della partita è però per la Grecia con Koulouris che, smarcato da un gran tocco di Bakasetas, calcia di prima intenzione sul primo palo trovando però la grande risposta di Donnarumma che respinge con un braccio solo. Al quarto d’ora prima ammonizione della partita, viene sanzionato Chatzidiakos per un fallo su Ciro Immobile. (agg. di Fabio Belli)

IN CAMPO!

Italia Grecia comincia: prima di leggere insieme le formazioni ufficiali – nelle quali troviamo Chiesa e Barella, ma non Bernardeschi – è giusto dire che Roberto Mancini è riuscito in breve tempo a ridare lustro ad una nazionale che arrivava dal fallimento nelle qualificazioni ai Mondiali, che aveva perso le sue certezze e che aveva la necessità di ricostruire e quasi ripartire da zero. Una situazione delicata, ma in un certo verso anche ideale per il nostro CT che, senza troppe pressioni, ha potuto aprire le porte del gruppo ai giovani: con pazienza e senza l’assillo del risultato immediato la rosa azzurra si è finalmente compattata e adesso ha assunto una precisa identità, con giocatori che possono dare a questa maglia anche oltre 10 anni di carriera. Intanto però vediamo se all’Olimpico di Roma arriverà la settima vittoria in queste qualificazioni agli Europei 2020: ecco le formazioni ufficiali di Italia Grecia, finalmente la partita prende il via! ITALIA (4-3-3): Donnarumma; D’Ambrosio, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Verratti, Jorginho, Barella; Chiesa, Immobile, Insigne. Allenatore: Roberto Mancini. GRECIA (4-3-1-2): Paschalakis; Bakakis, Chatzidiakos, Siovas, Stafylidis; Zeca, Kourbelis, Bouchalakis; Bakasetas; Limnios, Koulouris. Allenatore: John Van’t Schip. (agg. di Claudio Franceschini)

I NUMERI DI MANCINI

Italia Grecia si avvicina: possiamo allora valutare brevemente quali siano le statistiche raccolte dalle due nazionali che stanno per giocare a Roma. L’Italia è una schiacciasassi: raramente è capitato, in epoca recente, che gli azzurri riuscissero a vincere tutte le partite di qualificazione e adesso Roberto Mancini può sperare di fare 10 su 10. Grande marcia per la nostra nazionale, che ha segnato 18 gol e ne ha incassati tre; se proprio vogliamo trovare un difetto possiamo dire che questo dato era 0 nelle prime tre gare mentre nelle ultime tre la porta non è mai rimasta inviolata, ma siamo davvero ai dettagli. In casa l’Italia ha segnato 11 gol in tre partite, dato “gonfiato” dalla goleada contro il Liechtenstein; la Grecia invece ha vinto una sola volta (a Vaduz) e arriva da cinque partite in cui ha raccolto appena due pareggi. I gol segnati sono 7, quelli incassati però sono 10: ormai come detto gli ellenici non hanno più nulla da dire in queste qualificazioni. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

I precedenti di Italia Grecia sono tanti, ovviamente l’ultimo di questi è quello dello scorso giugno nell’andata di questo girone delle qualificazioni. Gli azzurri si erano imposti in trasferta con i gol di Nicolò Barella, Lorenzo Insigne e Leonardo Bonucci; in questo modo è stata prolungata una striscia di otto risultati utili, cominciata con un 3-2 del dicembre 1975 in amichevole. L’ultimo successo casalingo, arrivato a Bologna, è addirittura dell’ottobre 1986: reduce dal mediocre Mondiale messicano, l’Italia aveva vinto 2-0 con una inusuale doppietta di Giuseppe Bergomi. Si torna al 1972 per la sconfitta: il bomber Antonis Antoniadis e Spyros Pomonis avevano beffato gli azzurri di Ferruccio Valcareggi, che avevano momentaneamente pareggiato con Roberto Boninsegna. Inoltre possiamo ricordare il 4-0 nelle qualificazioni ai Mondiali 1934: la Grecia fu di buon auspicio perché poi vincemmo il titolo, quel giorno Giuseppe Meazza fece due gol e gli altri vennero garantiti da Filò (italo-brasiliano che in sei presenze segnò solo in quell’occasione) e Giovanni Ferrari. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Italia Grecia si gioca alle ore 20:45 di sabato 12 ottobre, e presso lo stadio Olimpico di Roma la nostra nazionale torna in campo per affrontare la settima giornata delle qualificazioni agli Europei 2020. Ormai, anche volendo fare tutti gli scongiuri del caso, il pass per la fase finale del torneo è cosa fatta: con sei vittorie in altrettante partite gli azzurri stanno dominando il girone, in settembre hanno ottenuto due successi esterni e messo 6 punti tra loro e la Finlandia, ma soprattutto una distanza di 9 lunghezze rispetto all’Armenia, che la coprirebbe eventualmente ottenendo 10 punti nelle ultime quattro gare (e ammettendo che l’Italia resti a secco). Discorso diverso per la Grecia, ormai eliminata: gli ellenici sono in crisi, non hanno mai trovato ritmo in queste qualificazioni e si trovano a 5 punti, ormai tagliati fuori da qualunque discorso a meno di un miracolo. Aspettando allora la diretta di Italia Grecia, valutiamo il modo in cui le due nazionali potrebbero scendere in campo all’Olimpico analizzando in maniera più approfondita le scelte dei due Commissari Tecnici in materia di probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA GRECIA

Italia Grecia sarà affrontata da Roberto Mancini con il consueto 4-3-3, modulo che sta esprimendo al massimo il valore dei giocatori: di fatto i dubbi sono due, ovvero il ruolo di terzino destro con Di Lorenzo e D’Ambrosio a giocarsela, e quello di prima punta dove il capocannoniere di Serie A Immobile è insidiato da un Belotti in buona forma. Possibile la staffetta tra una partita e l’altra, per il resto vedremo Bonucci e Alessio Romagnoli davanti a Gigio Donnarumma con Spinazzola a sinistra, il solito centrocampo comandato da Jorginho con la qualità sulle mezzali di Barella e Verratti e poi il tridente completato da Federico Chiesa e verosimilmente Lorenzo Insigne. Pochi dubbi anche per Johan Van’t Schip, soprattutto perché gli obiettivi a breve termine sono andati: dunque Barkas in porta, Siovas prenderà il posto di Manolas (assente) al fianco di Papastathopoulos al fianco di una difesa completata da Bkakais e Tsimikas sulle fasce, a centrocampo invece dovrebbe esserci la cerniera formata da Samaris (che può giocare anche più avanti) e Bouchalakis. Tre trequartisti: Fetfatzidis (visto a lungo in Italia) e Masouras larghi per favorire gli inserimenti centrali di Vrousai, Koulouris potrebbe avere la meglio per il ruolo di centravanti.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia di scommesse Snai, che ha fornito le quote per Italia Grecia, dice che gli azzurri sono nettamente favoriti: vale poco il segno 1 che identifica la vittoria, ovvero 1,19 volte la somma messa sul piatto, mentre per il successo degli ellenici (segno 2) il guadagno sarebbe corrispondente a ben 16,00 volte quanto avrete investito con questo bookmaker. L’eventualità del pareggio, regolata dal segno X, porta in dote una vincita pari a 6,25 volte la cifra puntata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA