DIRETTA/ Irlanda Italia U21 (finale 0-0) Rai video streaming: a reti bianche

- Claudio Franceschini

Diretta Irlanda Italia U21 streaming video Rai: orario e risultato live della partita di Dublino, valida per qualificazioni agli Europei Under 21 del 2021. Il focus sugli avversari

Marchizza Locatelli Kean Scamacca Italia U21 lapresse 2019
Video Irlanda Italia U21 (Foto LaPresse)

IRLANDA ITALIA U21 (FINALE 0-0): A RETI BIANCHE

Non regala ulteriori sussulti la sfida tra Irlanda e Italia Under 21 a Dublino: nessun gol nel finale, 0-0 il risultato con i padroni di casa che ci hanno provato con tentativi di O’Shea e Masterson, mentre gli azzurrini hanno risposto con Locatelli. Conclusioni per pescare un jolly che non è mai arrivato, con l’Italia che dunque non brilla in quella che era la seconda gara di qualificazione per Euro 2021 e si stacca dal primo posto nel girone al momento occupato dall’Islanda, che ha ottenuto due vittorie nelle prime due partite affrontate in questo avvio del girone eliminatorio. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Irlanda Italia U21, come per tutte le partite degli azzurrini, sarà trasmessa dalla televisione di stato: questa volta l’appuntamento è su Rai Tre, e tutti gli appassionati potranno seguire la sfida di Dublino anche in mobilità, visitando il sito www.raiplay.it (dove selezionare il canale di riferimento) e, senza costi aggiuntivi, attivare il servizio di diretta streaming video utilizzando dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

ESPULSI KEAN E PARROTT!

Il secondo tempo inizia con un’Italia rinnovata da Nicolato che inserisce i calibri pesanti in attacco, con Kean e Cutrone che prendono il posto di Scamacca e Pinamonti. Ci prova subito Tonali, poi al 5′ c’è un cartellino giallo per Conor Coventry nell’Irlanda. Al 6′ bel cross di Tonali per la testa di Cutrone, il tentativo aereo viene bloccato da Kelleher, poi viene sanzionato con un cartellino giallo anche Adam Idah tra le fila dei padroni di casa. Kelleher si oppone anche a un tentativo da fuori area di Adjapong, poi al 17′ cambia anche l’Irlanda con Connor Ronan che lascia spazio a Jason Knight. Al 19′ sono scintille tra Kean e Parrott e stavolta l’arbitro è inflessibile: cartellino rosso per entrambi, col match dell’ex Juve che dura solo diciannove minuti. Al 23′ cambi per i due allenatori che riassestano le squadre in dieci contro dieci: l’Italia sostituisce Carraro con Sottil, l’Irlanda Elbouzedi con Obafemi. (agg. di Fabio Belli)

NERVOSISMO A FINE PRIMO TEMPO

Si è chiusa a reti bianche una prima frazione di gioco tra Irlanda e Italia Under 21 che ha fatto registrare un pizzico di nervosismo in campo nel finale. Al 22′ gli azzurrini sono stati costretti a fare i conti con l’infortunio di Marchizza che ha dovuto lasciare spazio ad Adjapong. Idah innesca Connor Ronan, la cui conclusione centrale non crea troppi grattacapi a Carnesecchi. Poi Scamacca serve un assist a Locatelli, sulla cui conclusione c’è comunque la respinta di Kelleher, al 32′. Momento di stallo che viene scosso come detto a fine primo tempo da qualche cartellino giallo di troppo: vengono sanzionati prima Tonali per scintille con Molumby, quest’ultimo avrebbe colpito con uno schiaffo il centrocampista italiano ma l’arbitro non ravvede gli estremi per l’espulsione. 4′ di recupero e anche Bastoni finisce sul taccuino degli ammoniti, poi arriva una punizione per Locatelli, l’Italia chiude all’attacco ma il risultato non si sblocca. (agg. di Fabio Belli)

CARNESECCHI ATTENTO

A metà primo tempo è ancora 0-0 a Dublino tra Irlanda e Italia Under 21. Azzurrini intraprendenti che ci provano già al 6′ con un destro da fuori area di Scamacca, servito da Manuel Locatelli. Il primo ammonito della partita è Troy Parrott per l’Irlanda, subito dopo ci prova ancora Scamacca su punizione, senza fortuna. Al 19′ il primo grande intervento della partita è di Carnesecchi, che vola a togliere dall’angolino basso a sinistra un pallone calciato forte da Parrott. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. IRLANDA U21 (3-5-2): Kelleher; Scales, O’Shea, Masterson; O’Connor, Ronan, Coventry, Molumby, Elbouzedi; Idah, Parrott.
Allenatore: Stephen Kenny. ITALIA U21 (4-3-3): Carnesecchi; Del Prato, Bastoni, Marchizza, Pellegrini; Locatelli, Tonali, Carraro; Frattesi, Pinamonti, Scamacca. Allenatore: Paolo Nicolato. (agg. di Fabio Belli)

PRONTI AL FISCHIO D’INIZIO

Si avvicina la diretta di Irlanda Italia U21: vale la pena ricordare che i nostri avversari sono più avanti nel gruppo A delle qualificazioni agli Europei Under 21, avendo già giocato tre partite. L’Irlanda le ha vinte tutte, a cominciare dal 3-0 al Lussemburgo maturato con la doppietta di Adam Uche Ida e il gol di Neil Farrugia. Poi un’altra gara casalinga e uno striminzito 1-0 all’Armenia grazie Troy Parrott; la prima trasferta, anche decisamente complicata, è stata vinta 3-1 in Svezia con la doppietta dello stesso Parrott e il sigillo finale di Conor Masterson, dopo che il centrocampista del Bologna Mattias Svanberg aveva portato in vantaggio gli scandinavi. Da una parte, possiamo dire che l’Italia U21 abbia fatto meglio per differenza reti battendo 5-0 il Lussemburgo, e che potrebbe anche aumentare il divario nella partita interna contro l’Armenia (che si giocherà a novembre); dall’altra gli irlandesi potrebbero aver sparigliato le carte vincendo a Helsingborg, e comunque questi calcoli sulla differenza reti potrebbero essere inutili qualora gli azzurrini dovessero perdere oggi, o non impattare i due risultati contro l’avversaria di Dublino. (agg. di Claudio Franceschini)

IRLANDA ITALIA, PARLA NICOLATO

Si avvicina il momento di Irlanda Italia U21: riportiamo allora, anticipando la diretta dal Tallaght Stadium di Dublino, le dichiarazioni che Paolo Nicolato ha rilasciato per commentare questa partita delle qualificazioni agli Europei 2021. Il nostro Commissario Tecnico ha parlato di una sfida dura, “perchè l’Irlanda ha buoni giocatori che stanno facendo bene”, ma ha anche detto che gli azzurrini sono pronti a giocare 90 minuti di qualità e prendersi la vittoria. “Abbiamo appena iniziato la nostra avventura e sarà un bel confronto con una realtà molto diversa, che lavora insieme dal marzo scorso”: per questo motivo, al netto del risultato, Nicolato pensa che Irlanda Italia U21 possa essere una partita importante per la crescita del suo gruppo, che ha ritrovato volenterosi e con lo spirito giusto e l’entusiasmo per affrontare al meglio i due impegni di questi giorni. “In questo momento affrontiamo il test più impegnativo e speriamo di mostrare carattere, ci vuole anche quello oltre alla qualità” ha concluso il CT. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Nei quattro precedenti recenti di Irlanda Italia U21 gli azzurrini sono leggermente in vantaggio: spiccano infatti le due vittorie che la nostra nazionale aveva centrato sulla strada verso gli Europei di categoria di due anni fa. In particolare la trasferta in terra irlandese si era risolta in un netto 4-1: dopo l’autorete di Lorenzo Rosseti l’Italia aveva risposto con i gol di Marco Benassi, dello stesso Rosseti e di Alessio Romagnoli e l’autogol di Darragh Lenihan. Impressionante leggere oggi i nomi che facevano parte di quel gruppo: Gigio Donnarumma, Andrea Conti, Mattia Caldara, i già citati Romagnoli e Benassi ma anche Rolando Mandragora, Domenico Berardi e Danilo Cataldi. L’Irlanda era rimasta imbattuta nelle qualificazioni agli Europei 2013, facendo il colpo a Casarano (doppietta di Aaron Doran, gol di Sean Murray e Conor Henderson – per noi Luca Caldirola e Stephan El Shaarawy) e pareggiando 2-2 in casa rimontando in cinque minuti, con il rigore di Robbie Brady e il gol di Greg Cunningham, l’autogol di Shane Duffy e la rete di Ciro Immobile. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Irlanda Italia U21, che sarà diretta dall’arbitro tedesco Sascha Stegemann, si gioca alle ore 21:05 (fuso orario di casa nostra) presso il Tallaght Stadium di Dublino: siamo nella seconda giornata del gruppo A per le qualificazioni agli Europei Under 21 2021, e questa è sostanzialmente la partita più importante per la nostra nazionale. Dopo l’esordio scintillante con i 5 gol segnati al Lussemburgo, Paolo Nicolato affronta una trasferta tosta contro l’avversaria che sulla carta è quello che ci contenderà il primo posto nel girone (come del resto ha già dimostrato nelle prime tre uscite). Il rischio è quello di finire secondi: se fossimo la migliore tra le altre piazze d’onore andremmo comunque direttamente alla fase finale, altrimenti dovremmo giocare il sempre complesso playoff. L’obiettivo di questo ciclo, oltre a dover formare i giocatori che tra qualche anno potranno raggiungere la nazionale maggiore e dare linfa al nostro movimento, rimane quello di riscattare l’eliminazione al primo turno della scorsa estate, e per farlo bisogna qualificarsi; vediamo dunque in che modo le due nazionali potrebbero disporsi sul terreno di gioco di Dublino, leggendo le probabili formazioni mentre aspettiamo la diretta di Irlanda Italia U21.

PROBABILI FORMAZIONI IRLANDA ITALIA U21

In Irlanda Italia U21 Stephen Kenny dovrebbe confermare il 4-2-3-1 che esattamente un mese fa ha vinto in Svezia: un possibile cambio è quello in attacco dove Troy Parrott, reduce da una doppietta, può prendere il posto di Connolly. Sulla trequarti agiranno Elbouzedi e Mandroiu come esterni con Molumby che sarà il giocatore in posizione centrale, poi una cerniera mediana con Masterson al fianco di Coventry e una difesa classica con Dara O’Shea e O’Connor a proteggere il portiere Kelleher, mentre sulle corsie agiranno Whelan e Leahy. Nicolato conferma le sue scelte all’esordio, ma potrebbe comunque modificare qualcosa: non in difesa dove Marchizza e Alessandro Bastoni proteggeranno Plizzari, con Del Prato e Sala sulle fasce, sicuramente a centrocampo dove l’assenza di Zaniolo potrebbe portare Carraro (in ballottaggio con Frattesi) a giocare mezzala con Locatelli dall’altra parte e Tonali in cabina di regia. Davanti c’è Cutrone, che dunque si gioca il posto di prima punta con Pinamonti; gli esterni dovrebbero essere ancora una volta Kean e Scamacca, ma lo stesso attaccante del Wolverhampton può allargare la sua posizione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA