Diretta/ Italia Macedonia del Nord (risultato finale 92-84): rimonta e vittoria!

- Claudio Franceschini

Diretta Italia Macedonia del Nord, risultato finale 92-84: la nazionale azzurra vince in rimonta la prima delle tre partite nella bolla di Perm, valida per le qualificazioni agli Europei.

Meo Sacchetti nazionale indicazioni lapresse 2020 640x300
Diretta Italia Macedonia del Nord, qualificazioni Europei 2022 basket (Foto LaPresse)

DIRETTA ITALIA MACEDONIA DEL NORD (RISULTATO FINALE 92-84)

Italia Macedona del Nord 92-84: con un ottimo quarto periodo la nostra nazionale vince la prima delle tre partite della bolla di Perm e resta imbattuta nel gruppo B delle qualificazioni agli Europei 2022. Per noi conta poco sul piano “ufficiale” ma è una bella iniezione di fiducia, mentre i balcanici che avevano chiuso in vantaggio il primo tempo subiscono un duro colpo alle ambizioni di strappare il pass per la fase finale. Una delle chiavi della rimonta è stato limitare l’operato di Nenad Dimitrijeviki, almeno offensivamente: ha messo in ritmo i compagni centrando una doppia doppia con 12 assist, ma ha segnato solo 6 punti tirando 2/8 e chiudendo a quota 24 complessivi. La Macedonia del Nord ha avuto ottime prove di Jacob Wiley e Vojdan Stojanovski, ma senza i canestri di Dimitrijeviki le cose sono cambiate; l’Italia invece ha avuto 18 punti e 6 rimbalzi di un Amedeo Tessitori sempre più leader che ha tirato 8/11 dal campo, poi doppia cifra anche per Marco Spissu (13 con 9 assist) e Giampaolo Ricci autore di 11 punti. Prossimo appuntamento l’Estonia domani, poi domenica chiuderemo ancora contro la Macedonia del Nord: come detto siamo già qualificati agli Europei 2022, ma vincere aiuta a vincere… (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA MACEDONIA DEL NORD (RISULTATO 41-43): INTERVALLO

Italia Macedonia del Nord 41-43: le motivazioni contano nello sport e la nazionale macedone, che dopo questa partita ne giocherà altre tre per le qualificazioni agli Europei 2022, spera ancora nel pass per la fase finale. Soprattutto per questo, visto che invece gli azzurri sono in campo “pro forma”, la Macedonia del Nord gioca un secondo quarto gagliardo e di grande intensità, riuscendo a mettere sotto scacco l’Italia che invece era partita meglio. Meo Sacchetti sceglie un quintetto con Marco Spissu affiancato da Leonardo Candi che lo aiuta in regia, poi Davide Alviti e Gianmarco Ricci con Amedeo Tessitori sotto canestro; Spissu e Ricci sono i due giocatori che portano energia e punti nelle battute iniziali, poi dalla panchina si alzano bene Amedeo Della Valle, Filippo Baldi Rossi e Giordano Bortolani e anche la second unit è comunque dentro la partita. I nostri avversari però, come detto, sono maggiormente in palla: guidati dal dominante Nenad Dimitrijeviki, che chiude il primo tempo con 19 punti e 6/9 dal campo, mantiene il comando delle operazioni sapendo che, dovesse perdere questa partita, sarebbe sostanzialmente eliminata. L’Italia comunque vuole chiudere il girone da imbattuta anche se conta il giusto, e allora il secondo tempo alla Molot Sports Hall di Perm potrebbe essere entusiasmante… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ITALIA MACEDONIA DEL NORD STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Italia Macedonia del Nord sarà trasmessa sui canali della televisione satellitare, dunque rappresenterà un appuntamento riservato in esclusiva agli abbonati Sky che potranno seguire questa partita come già le altre delle qualificazioni agli Europei 2022. Per chi non potesse mettersi davanti a un televisore sarà disponibile l’applicazione Sky Go, fornita dall’emittente senza costi aggiuntivi, per avere accesso alle immagini del match in diretta streaming video, utilizzando dispositivi mobili come PC, tablet o smartphone.

ITALIA MACEDONIA DEL NORD (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

Ci siamo, la diretta di Italia Macedonia del Nord sta finalmente per cominciare. Diamo uno sguardo ai 14 giocatori che Meo Sacchetti ha convocato per le tre partite delle qualificazioni agli Europei nella bolla di Perm, e che ovviamente farà ruotare: i leader sono sicuramente Marco Spissu, Amedeo Della Valle e Michele Vitali che possiamo anche considerare i veterani, non tanto per età quanto per esperienza, e al loro fianco avremo anche giovani ed elementi che in azzurro hanno giocato poco ma sperano di avere un posto anche per la fase finale. Tra questi il classe 2002 Gabriele Procida, alla prima convocazione: sta facendo molto bene a Cantù anche perché Cesare Pancotto gli sta concedendo spazio, lo stesso si può dire di Leonardo Totè che gioca per la Fortitudo Bologna e per Tommaso Baldasso, suo compagno di squadra nell’Aquila biancoblu dopo il fallimento della Virtus Roma. Avremo poi Nicola Akele (Treviso) e Fiippo Baldi Rossi che rappresenta Reggio Emilia, lui giocatore più formato ed esperto a differenza di Giordano Bortolani, che sta emergendo con Brescia, mentre è chiamato alla stagione della consacrazione Leonardo Candi. Allora, non resta che affidarci al parquet di Perm per scoprire chi tra questi giocatori sarà in grado di farsi valere: mettiamoci comodi, perché la palla a due di Italia Macedonia del Nord sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA MACEDONIA DEL NORD: LA SITUAZIONE NEL GIRONE

Si avvicina il momento di Italia Macedonia del Nord, e allora vale anche la pena ricordare quale sia la situazione nel gruppo B delle qualificazioni agli Europei di basket 2022. Come detto, gli azzurri sono già qualificati e lo sarebbero stati anche arrivando ultimi, ma stanno comunque onorando al meglio l’appuntamento e infatti occupano la prima posizione del girone con 3 partite in altrettanti impegni. Italia che domani giocherà contro l’Estonia per poi chiudere con il secondo match contro i macedoni; è invece interessante e coinvolgente la corsa al secondo posto che porta alla fase finale degli Europei. La meglio piazzata è la Russia: 2 vittorie e altrettante sconfitte, se la dovrà vedere con Estonia e Macedonia per chiudere il suo girone e dunque ha avversari abbordabili che per di più può affrontare sul parquet di casa, altro vantaggio sicuramente non di poco conto. Attenzione però, perché gli stessi estoni non sono poi messi così male: finora hanno giocato tre partite come l’Italia, chiuderanno lunedì contro la Macedonia che deve recuperare ben due gare e, qualora dovesse vincere la sfida diretta contro la Russia, avrebbe una grande possibilità di qualificarsi anche grazie alla differenza canestri. Staremo dunque a vedere come andranno le cose qui nella bolla di Perm… (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA MACEDONIA DEL NORD: UNA FORMALITÀ PER GLI AZZURRI

Italia Macedonia del Nord, in diretta dalla Molot Sports Hall di Perm, si gioca alle ore 15:30 di giovedì 18 febbraio: è il primo di tre impegni ravvicinati per gli azzurri, che oggi saranno in campo per recuperare la terza giornata nel gruppo B delle qualificazioni agli Europei 2022 di basket. Ricorderete che la partita non era stata disputata per un focolaio di Coronavirus che si era sviluppato all’interno del gruppo balcanico; in seguito gli azzurri dovranno riaffrontare questa nazionale e lo faranno domenica, mentre domani saranno impegnati con l’Estonia.

Sappiamo anche, tuttavia, che queste qualificazioni rappresentano per noi una pura formalità: infatti il regolamento prevede che vi partecipano anche quelle nazionali che ospiteranno un girone nella fase finale e che di conseguenza hanno già il pass automatico. Tra queste c’è appunto il gruppo di Meo Sacchetti, che però deve giocare e allora cercherà di onorare l’impegno nella diretta di Italia Macedonia del Nord, aspettando la quale possiamo provare a fare qualche analisi sui temi principali legati alla partita.

DIRETTA ITALIA MACEDONIA DEL NORD: RISULTATI E CONTESTO

Dunque nella diretta di Italia Macedonia del Nord assisteremo ancora una volta ad una partita che la nostra nazionale giocherà senza troppe paure dettate dal risultato. Sicuramente vincere aiuta a vincere e per questo gli azzurri scenderanno in campo nella bolla di Perm per prendersi la posta piena, anche perché chiudere il girone senza sconfitte sarebbe comunque un traguardo importante; tuttavia mancherà quella componente di agonismo e ricerca della vittoria che dà il maggiore sapore alle sfide, anche se poi nei tre precedenti abbiamo visto come l’Italia sia comunque riuscita a lottare su ogni pallone. Questo per un motivo ben preciso, ovvero che in campo vanno anche e soprattutto giocatori che Meo Sacchetti vuole testare per capire se portarli alla fase finale; loro si giocano molto, in assenza dei big che sono impegnati in Eurolega o in NBA, e dunque più che altro si apre una competizione interna tra questi elementi. Sarà allora importante capire anche quali rotazioni il nostro coach deciderà di attuare: il risultato non sarà la cosa più importante, ma chi verrà impiegato in Italia Macedonia del Nord avrà tanta voglia di mettersi in mostra e dimostrare il suo potenziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA