Italia Macedonia rinviata/ Tre positivi, stop all’ultimo: quando si recupera?

- Claudio Franceschini

Italia Macedonia del Nord rinviata: la partita delle qualificazioni agli Europei 2020 non si gioca a causa della positività al Coronavirus di tre balcanici. Incertezza sul recupero.

Sacchetti Fortitudo
Diretta Italia Macedonia del Nord, qualificazioni Europei basket 2022 (Foto LaPresse)

ITALIA MACEDONIA RINVIATA: TRE POSITIVI TRA I BALCANICI

A pochissimi istanti dalla palla a due, Italia Macedonia del Nord è stata rinviata: come riportato nel comunicato ufficiale della FIBA, tre casi di positività hanno imposto lo stop nella partita valida per le qualificazioni agli Europei 2022 di basket. Il Coronavirus ha colpito all’interno della nazionale macedone; dunque l’Italia non scenderà in campo oggi e per il momento non sa quando potrà farlo, visto che per adesso la partita è stata rinviata a data da destinarsi. Salta un altro impegno internazionale, e non è certo la prima volta che in questo finale di 2020 dobbiamo assistere a casi di eventi sportivi che non riescono a disputare regolarmente; ricordiamo che, se l’Italia è già qualificata agli Europei ospitando un girone della fase finale, il match è invece importante per la Macedonia che, come Estonia e Russia che sono le altre avversarie nella bolla di Tallinn, va alla ricerca del pass che potrà ottenere anche in caso di secondo posto in classifica, naturalmente se in testa ci sarà la nostra nazionale. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA MACEDONIA (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

Siamo pronti a vivere la diretta di Italia Macedonia del Nord: a Tallinn affrontiamo la nostra terza partita nel girone delle qualificazioni agli Europei di basket 2022, torneo al quale siamo già qualificati. Le prime due ci hanno visto superare Estonia e Russia in maniera convincente; la Macedonia del Nord aveva giocato anche i primi due turni delle qualificazioni superando un primo gruppo con Svizzera e Slovacchia e poi un secondo, comprendente Romania e Kosovo. A oggi ha sempre perso, ma facendosi valere; tra i suoi punti di forza possiamo citare il veterano Vojdan Stojanovski, che oggi gioca in Francia nel Gravelines ma ha avuto esperienze passate con Alba Berlino e Siviglia, e soprattutto Shayne Whittington che è naturalizzato – qui si potrebbe aprire un capitolo a parte – e si è formato a Western Michigan giocando anche una stagione nella D-League. Di questa nazionale hanno fatto parte Petar Naumoski, straordinario playmaker visto anche in Italia (soprattutto a Treviso) e ovviamente Vlado Ilievski e l’altro naturalizzato Bo McCalebb, altri due grandi protagonisti della nostra pallacanestro. Adesso però è arrivato il momento di metterci comodi, perché sul parquet di Tallinn è tutto pronto e dunque noi possiamo finalmente lasciare che a parlare siano i protagonisti di Italia Macedonia del Nord, la cui palla a due si sta per alzare! (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ITALIA MACEDONIA DEL NORD STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Italia Macedonia del Nord sarà disponibile solo per gli abbonati alla televisione satellitare: per loro l’appuntamento è su Sky Sport Arena, canale presente al numero 204 del decoder, ed eventualmente in diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go, che viene fornita dalla stessa emittente senza costi aggiuntivi, permettendo di assistere alla partita con l’utilizzo di apparecchi mobili quali PC, tablet e smartphone.

ITALIA MACEDONIA: IL PROTAGONISTA ATTESO

Dovendo scegliere un potenziale protagonista nella diretta di Italia Macedonia del Nord, propendiamo per Amedeo Della Valle: a proposito di crescita negli Stati Uniti, la guardia piemontese ci ha passato quattro anni tra liceo e università (Ohio State) prima di tornare in Italia e diventare grande con Reggio Emilia. Scaricato dall’Olimpia Milano con cui ha giocato per due stagioni, ha scelto la via dell’estero con Gran Canaria; purtroppo la sua esperienza è durata pochissimo, dopo poche settimane infatti una polemica con il suo allenatore che lo aveva fatto sedere per 40 minuti ha portato alla rescissione del contratto. L’avventura di Della Valle prosegue così in Montenegro, con il Buducnost che sta disputando la Eurocup (ha battuto due volte Brescia in regular season); della nazionale la guardia è ancora uno dei giocatori di riferimento, dopo l’oro agli Europei Under 20 (proprio in Estonia) ha iniziato un’avventura che lo ha portato fin qui ad avere 67 presenze con una media di 4,9 punti. Ha giocato gli Europei 2015 e i Mondiali dello scorso anno, ed è stato nelle qualificazioni alla competizione iridata che ha avuto il suo grande momento. Diventando il leader tecnico del roster, ha chiuso quell’esperienza timbrando quattro partite oltre i 20 punti e alla media di 17,8 punti ad allacciata di scarpe. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA MACEDONIA: ASSENTI I DUE “USA”

Gli assenti dalle convocazioni di Italia Macedonia del Nord sono due: contesti simili ma motivazioni diverse per Nico Mannion e Paolo Banchiero. Il primo, già protagonista in nazionale, è stato scelto al draft NBA con la 48esima chiamata: iniziata la sua avventura a Golden State, giustamente si concentra sul tentativo di entrare nella Lega e avere minuti importanti con i Warriors, cosa che potrebbe avvenire visto l’altro grave infortunio occorso allo sfortunatissimo Klay Thompson. Anche Paolo Banchero si è formato negli Stati Uniti: ha 18 anni appena compiuti, gioca alla O’Dea High School (Seattle) ed è considerato uno dei primi tre prospetti che la prossima estate andranno al college. Avrebbe già scelto Duke, e Meo Sacchetti aveva deciso di inserirlo nella lista dei 16 (che poi si sarebbero ridotti a 12) per queste partite di qualificazioni agli Europei; purtroppo un componente della sua famiglia ha avuto la febbre e lui non è potuto partire. Si tratta di un’ala che ha scelto con entusiasmo la nostra nazionale – citando gli esempi di Mannion e Donte DiVincenzo “che prestò giocherà per gli azzurri” – grazie alle origini di papà Mario; la mamma invece nel mondo della pallacanestro non ha bisogno di presentazioni, Rhonda Smith infatti è miglior realizzatrice e rimbalzista nella storia dell’Università di Washington. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA MACEDONIA: FORMALITÀ PER GLI AZZURRI?

Italia Macedonia del Nord è in diretta dalla Saku Suurhall di Tallinn: siamo in Estonia, e alle ore 15:00 di sabato 28 novembre la nostra nazionale affronta il terzo impegno nelle qualificazioni agli Europei 2022 di basket. La fase finale del torneo si terrà in agosto, e curiosamente gli azzurri sono già qualificati: infatti la FIBA ha disposto che a questa competizione partecipassero anche quelle federazioni che in agosto ospiteranno i gironi, tra queste compare appunto che l’Italia che sostanzialmente disputa queste partite per pura formalità, prendendole però come un ottimo allenamento visto che le avversarie si giocano concretamente l’altro posto disponibile. Dunque, per Meo Sacchetti non ci sarà l’assillo del risultato, e diciamolo pure, la partita di oggi dovrebbe rappresentare una sorta di formalità per la nostra nazionale; come sempre però sarà il campo a fornire la sua risposta e allora noi possiamo aspettare la diretta di Italia Macedonia del Nord, cominciando magari a fare qualche analisi sui temi principali legati a questa partita.

DIRETTA ITALIA MACEDONIA DEL NORD: RISULTATI E CONTESTO

Come abbiamo già anticipato, Italia Macedonia del Nord è una partita nella quale gli azzurri non vanno a caccia del risultato a tutti i costi: questo non significa ovviamente che non proveranno a vincere (come già fatto contro Estonia e Russia, nei primi due appuntamenti delle qualificazioni) ma che potranno giocare con la mente sgombra e provando varie situazioni. Meo Sacchetti da queste qualificazioni dovrà tirar fuori il roster che affronterà il grande impegno del torneo Preolimpico, che si giocherà la prossima estate e rappresenterà il punto centrale del progetto; anche per questo motivo il gruppo partito per la bolla di Tallinn è composto da giovani e giocatori “sperimentali”, mancano i grandi nomi ed è giusto così, anche perché tra le altre cose (e questo è un problema del quale si era parlato già ai tempi della modifica ufficiale al calendario internazionale) l’Eurolega prosegue e dunque i big possono anche scegliere di continuare con le squadre di club. Manca comunque poco per l’inizio di Italia Macedonia del Nord, dunque ci mettiamo comodi per vedere quello che succederà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA