Diretta/ Italia Olanda (risultato finale 1-1) Rai1: ancora un pari per gli Azzurri

- Claudio Franceschini

Diretta Italia Olanda streaming video Rai: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Bergamo valida per la Nations League, una grande occasione per gli azzurri.

Barella Italia
Nicolò Barella in gol in Olanda Italia (Foto LaPresse)

DIRETTA ITALIA OLANDA (RISULTATO FINALE 1-1): ANCORA UN PARI PER GLI AZZURRI

Terminato il match di Nations League al Gewiss Stadium di Bergamo tra Italia e Olanda, 1-1 con gli Azzurri che incappano nel secondo pareggio consecutivo dopo quello ottenuto in Polonia domenica scorsa. Chiusura con le ammonizioni di D’Ambrosio e Kean e ancora un affondo di Immobile che nonostante una grande generosità non ha trovato il gol. Dall’altra parte l’Olanda è sempre stata pericolosa in contropiede, ma ai sedici metri l’attenta difesa azzurra ha sempre soffocato le iniziative offensive avversarie. Italia ora al secondo posto nella classifica del girone di Champions League, sorpassata dalla Polonia che ha battuto 3-0 la Bosnia. Per qualificarsi alla finale four saranno decisive le ultime due partite, contro la Bosnia in trasferta e contro la Polonia in casa, scontro diretto che potrebbe essere decisivo per il primo posto. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA ITALIA OLANDA IN STREAMING VIDEO SU RAI 1: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Italia Olanda, come tutte le partite che riguardano la nostra nazionale, sarà trasmessa sulla televisione di stato e più precisamente su Rai Uno: questo canale è disponibile anche in alta definizione e accessibile dal satellite di Sky, ma soprattutto ci sarà la possibilità di seguire la sfida di Nations League anche in diretta streaming video, un servizio fornito dall’emittente stessa e che sarà utilizzabile con apparecchi mobili quali PC, tablet e smartphone visitando il sito Rai Play.

CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

IMMOBILE CI PROVA

Il secondo tempo parte con un bell’anticipo di Ake su D’Ambrosio su una punizione tagliata di Depay. L’Italia prova comunque a tenere alta la linea d’attacco, all’11’ Roberto Mancini opera un doppio cambio con Chiesa e Verratti che lasciano spazio a Kean e Locatelli, quindi al 13′ un errore di Hateboer manda alla conclusione Immobile, con Cillessen che riesce però di nuovo a neutralizzare. Al 14′ Bonucci non riesce a inserirsi su una punizione di Pellegrini, quindi bella giocata di Kean, chiuso però da Hateboer. L’Italia cresce dopo aver iniziato il secondo tempo a ritmi non forsennati, al 25′ gran percussione di Immobile, ma non arriva il cross a centro area. Scintille a centrocampo, la partita è agonisticamente accesa e a metà ripresa Italia e Olanda sono ancora sull’1-1 nel match di Nations League al Gewiss Stadium. (agg. di Fabio Belli)

AZZURRI, FINALE DI TEMPO IN CRESCENDO

Al Gewiss Stadium di Bergamo, Italia e Olanda vanno a riposo sull’1-1 nel match di UEFA Nations League. Momento di difficoltà per gli Azzurri dopo il gol olandese, gli Orange arrivano con grande facilità ai sedici metri ma fortunatamente la difesa della Nazionale riesce sempre a chiudere in area di rigore. Qualche problema per Federico Chiesa, Kean sembra in due occasioni in procinto di entrare in campo, ma il neo juventino riesce a stringere i denti, le sue condizioni saranno comunque valutate durante l’intervallo. L’Olanda è comunque pericolosa con una rasoiata di De Jong che finisce di poco a lato, il finale di tempo però è tutto di marca azzurra sul fronte offensivo. Prima Spinazzola impegna Cillessen con una gran botta in diagonale, poi il portiere olandese deve deviare in angolo un colpo di testa di Pellegrini, a caccia della doppietta. Quindi al 41′ anche Bonucci arriva al colpo di testa che finisce di poco alto: si va al riposo in parità, ma con l’Italia in crescita. (agg. di Fabio Belli)

VAN DE BEEK RISPONDE A PELLEGRINI

L’Italia inizia a buon ritmo, l’Olanda difende corta in un fazzoletto di 20 metri e gli Azzurri provano a mettere in difficoltà gli avversari in velocità, al 7′ buona chiusura di Blind su un’incursione di Chiesa. Gli Orange protestano per un presunto fallo di mano di Chiellini su conclusione di Luuk De Jong, al 16′ però sono gli Azzurri a passare: pallone pazzesco servito col contagiri da Barella, che dal versante di destra pesca l’inserimento centrale di Pellegrini, gran controllo e gol del vantaggio firmato dal centrocampista. L’Italia al 22′ ha l’occasione per il raddoppio con Immobile che calcia di potenza da posizione defilata sulla sinistra, trovando però la grande risposta di Cilessen che respinge, quindi il primo ammonito della partita è Marco Verratti. Al 25′ però Memphis Depay semina il panico nella difesa Azzurra, un rimpallo favorisce Van de Beek che, a due passi da Donnarumma, scarica sotto la traversa siglando il suo primo gol in carriera con la maglia dell’Olanda. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta finalmente per iniziare la diretta di Italia Olanda: Roberto Mancini aveva vinto 11 partite consecutive prima del pareggio di Firenze contro la Bosnia, poi c’è stato anche lo 0-0 di Danzica che ha leggermente frenato il ritmo del Commissario Tecnico che ha di fatto preso il posto di Giampiero Ventura (con in mezzo l’interregno di Gigi Di Biagio) dopo il fallimentare playoff mondiale. Il bilancio dell’ex allenatore dell’Inter rimane però più che positivo: è imbattuto da 18 gare e non perde dal settembre di due anni fa, quando era caduto per mano del Portogallo in Nations League. L’altra sconfitta risale al giugno dello stesso anno nell’amichevole contro la Francia; il dato complessivo ci parla di 15 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte ma bisogna anche ricordare che Mancini era partito vincendo una sola delle prime sei gare (peraltro un modesto 2-1 contro l’Arabia Saudita), da allora ha infilato 14 successi e 3 pareggi. Cosa succederà invece questa sera al Gewiss Stadium? Scopriamolo insieme, ma non prima di aver letto le formazioni ufficiali della partita: mettiamoci comodi, la diretta di Italia Olanda comincia! ITALIA (4-3-3): G. Donnarumma; D’Ambrosio, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Verratti, Jorginho, Barella; F. Chiesa, Immobile, Lo. Pellegrini. Allenatore: Roberto Mancini OLANDA (4-3-3): Cillessen; Hateboer, De Vrij, Van Dijk, Aké; Van de Beek, F. De Jong, Daley Blind; Wijnaldum, L. De Jong, Depay. Allenatore: Frank De Boer (agg. di Claudio Franceschini)

BERGAMO AZZURRA PER LA TERZA VOLTA

La diretta di Italia Olanda si gioca come detto a Bergamo: sarà la prima volta nella storia che gli azzurri scenderanno in campo nel rinnovato Gewiss Stadium, ancora conosciuto come Atleti Azzurri d’Italia ma la cui proprietà è passata nelle mani dell’Atalanta da poco tempo. In termini generali, la nostra nazionale gioca a Bergamo per la terza volta: l’esordio assoluto risale al gennaio 1987 in una sfida valida per le qualificazioni agli Europei 1988, il Commissario Tecnico era Azeglio Vicini e avevamo schiantato Malta con un netto 5-0, trovando tutte le reti nel primo tempo. Salvatore Bagni aveva sbloccato la gara, poi gol di Giuseppe Bergomi e doppietta di Alessandro Altobelli, a chiudere i conti era stato Gianluca Vialli. L’ultima apparizione dell’Italia nella città lombarda è invece di 14 anni fa: novembre 2006, ci eravamo da poco laureati campioni del mondo ma Marcello Lippi aveva lasciato la federazione venendo sostituito da Roberto Donadoni. Il quale era tornato nella sua città di origine per sfidare la Turchia in amichevole: ne era venuto fuori un pareggio, anche in questo caso con gol solo nella prima frazione. Vantaggio azzurro con Antonio Di Natale, a due minuti dall’intervallo Marco Materazzi aveva infilato il pallone nella porta sbagliata e quello era stato il risultato definitivo. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Italia Olanda ha avuto il suo ultimo episodio il 7 settembre, vittoria firmata da Nicolò Barella alla Johan Cruyff Arena di Amsterdam; tuttavia ci sono tanti incroci tra queste due nazionali che per la prima volta hanno diviso il campo addirittura nel maggio 1920 a Genova, ne era scaturito un pareggio per 1-1 con i gol di Dé Kessler e Enrico Sardi. Il primo incrocio valevole per un torneo p andato in scena invece nel novembre 1974, per le qualificazioni agli Europei di due anni più tardi: gli orange avevano avuto la meglio in generale anche se noi ci eravamo presi la vittoria all’Olimpico di Roma, rete messa a segno da Fabio Capello al 20’ minuto. Tra gli altri episodi storici naturalmente spicca la semifinale dell’Europeo 2000, vinta dall’Italia ai rigori dopo una prestazione eroica e un’Olanda che aveva sbagliato due penalty nei tempi regolamentari, contro gli azzurri ridotti in 9. La doppietta di Arie Haan con due tiri da casa sua avevano invece stabilito che gli orange fossero la finalista del Mondiale 1978, ma anche quella partita sarebbe stata persa, come quattro anni prima, contro la nazionale di casa che in quel caso era l’Argentina. (agg. di Claudio Franceschini)

MANCINI, UN’OCCASIONE DI ALLUNGARE!

Italia Olanda, che verrà diretta dall’arbitro inglese Anthony Taylor, si gioca al Gewiss Stadium di Bergamo con calcio d’inizio alle ore 20:45 di mercoledì 14 ottobre: nella quarta giornata del gruppo 1 di Lega A, ovviamente per la Nations League 2020-2021, gli azzurri hanno la grande occasione di mettere 4 punti tra sé e gli orange e fare il passo forse decisivo verso la qualificazione alla Final Four. La vittoria di Amsterdam segna la differenza in classifica, perché per il resto la nostra nazionale ha pareggiato sia contro la Bosnia (in casa) che in Polonia, dunque non ha particolarmente brillato ma ha anche vinto la partita più importante. Domenica invece ha dovuto ringraziare la Bosnia, che ha fermato la corsa degli orange impedendo il sorpasso in classifica; questa sera bisogna sfruttare al meglio l’occasione e questo vuol dire centrare i 3 punti. Vedremo come andranno le cose nella diretta di Italia Olanda; mentre aspettiamo che le due squadre scendano sul terreno di gioco proviamo a ipotizzare quali potrebbero essere le scelte da parte dei due Commissari Tecnici, leggendo in maniera più dettagliata le probabili formazioni della partita di Bergamo.

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA OLANDA

Guardando le probabili formazioni di Italia Olanda, scopriamo che Roberto Mancini punterà sul 4-3-3 che ha sempre utilizzato come modulo di riferimento nella sua avventura azzurra: la squadra sarà la migliore possibile in questo momento con Gigio Donnarumma che va a occupare la porta, davanti a lui la rodatissima coppia centrale formata da Bonucci e Chiellini con la spinta di due terzini come Florenzi e Spinazzola. Il centrocampo sarà impostato sui due giovani dell’Inter: sia Barella che Sensi dovrebbero essere titolari con Jorginho che agirà in cabina di regia, nel tridente offensivo invece attenzione alla soluzione Lorenzo Pellegrini come finto esterno, Federico Chiesa e Immobile dovrebbero completare lo schieramento.

Ci sarà un modulo speculare per Frank De Boer, che non ha nemmeno troppi dubbi nel costruire la sua Olanda: i ballottaggi sulle fasce sono Hateboer-Tete e Aké-Veltman, mentre De Vrij e Van Dijk compongono la coppia centrale davanti al portiere Cillessen. A centrocampo la regia sarà quella di Frenkie De Jong, che opera con Wijnaldum o De Roon; con la seconda soluzione sarà Babel a completare il tridente, la posizione di Van de Beek oscilla tra la mediana e la trequarti come accadeva ai tempi dell’Ajax. Depay sarà la prima punta designata ma occhio anche a Luuk De Jong, sulla corsia destra dovrebbe invece operare Berghuis.

QUOTE E PRONOSTICO

In Italia Olanda sono gli azzurri ad avere il favore del pronostico, almeno secondo le quote che sono state fissate dall’agenzia Snai: il segno 1 infatti vi farebbe guadagnare una somma corrispondente a 2,10 volte quanto messo sul piatto, con il pareggio (regolato dal segno X) la vincita ammonta a 3,30 volte la puntata mentre il segno 2 per il successo degli orange, per il quale dovrete investire sul segno 2, porterebbe in dote 3,50 volte la giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA