Diretta/ Italia Serbia (risultato finale 65-71) gli azzurri non trovano la rimonta

- Mauro Mantegazza

Diretta Italia Serbia streaming video e tv: gli azzurri provano a ricucire contro i serbi negli ultimi minuti della sfida amichevole, test verso i Mondiali di basket.

Bogdanovic Belinelli Serbia
Diretta Serbia Spagna, Mondiali 2019 basket (Foto Lapresse)

DIRETTA ITALIA SERBIA (FINALE 65-71)

Non è riuscita la rimonta azzurra negli ultimi dieci minuti di gioco della partita di basket tra Italia e Serbia, test match per il torneo Austiger: il tabellone del risultato ha infatti sancito il successo dei serbi alla sirena con punteggio di 71-65. Eppure fino agli ultimi minuti di questo quarto quarto, i ragazzi di Meo Sacchetti parevano vicini al sorpasso, tanto che a un certo punto il gap a tabella era di appena due punti. Eppure al via di questo ultimo set sono stati gli azzurri a dominare, trascinati da Belinelli e Gallinari: il loro impeto però non si è rivelato sufficiente per affossare le ambizioni degli avversari. E’ però solo negli ultimi secondi che la squadra del ct Djordjevic riesce a riprendere il controllo del match e vanifica il tentativo di rimonta azzurro, chiudendo il match con un vantaggio di 6 lunghezze. (agg Michela Colombo)

DIRETTA TV STREAMING VIDEO, COME SEGUIRE ITALIA SERBIA

Ricordiamo che la diretta tv di Italia Serbia di basket non è prevista, perché Sky Sport Arena non copre il Torneo AusTiger. Non sarà quindi nemmeno garantita la diretta streaming video del match. Punto di riferimento fondamentale per tutti gli appassionati italiani saranno di conseguenza il sito Internet e i profili social ufficiali della Federazione Italiana.

(48-59 30′) GLI AZZURRI CI PROVANO

Brillante terzo set per gli azzurri nella diretta tra Italia e Serbia, test match di basket in terra cinese: la squadra di Meo Sacchetti si è fatta davvero ben valere dopo l’intervallo, ma purtroppo il risultato che campeggia sul tabellone al termine dei primi 30 minuti di gioco arride ancora agli avversari per 59-48. Pure al via del terzo set sono stati i ragazzi del ct Djordjevic a farsi avanti con Bjelica: ai nostri beniamini però sono bastati pochi istanti per entrare in partita, Il parziale ha quindi visto i nostri azzurri rispondere colpo su colpo agli avversari fino alla sirena: il vantaggio di 14-12 nel set però non è stato sufficiente per ricucire completamente il gap accumulato fino a qui. L’ìItalia farà però di tutto per provare la rimonta nell’ultimo quarto: che accadrà in campo?

INTERVALLO LUNGO

Intervallo lungo a Shenyang per la diretta tra Italia e Serbia, test match del torneo Austiger, con il tabellone del risultato ancora bloccato in favore dei ragazzi del ct Djordjevic, ora per 34-47. Come accaduto già nel primo quarto della partita, anche nel secondo set gli azzurri di Meo Sacchetti partono bene, ma dopo appena un paio di punti messi a segno, la squadra serba risorge e prende le redini della sfida. Al contrario però di quanto abbiamo visto negli ultimi 5 minuti del primo tempo, questa volta l’Italia reagisce e prova a tenere testa alla potenza serba, provando a impedire una fuga già pronta. Pur chiudendo il secondo quarto con il parziale di 20-17, il distacco nel tabellone del risultato è ancora ben netto in sfavore degli azzurri. Vedremo se i nostri avranno occasione di rilanciarsi dopo l’intervallo. (gg Michela Colombo)

1^ QUARTO

Un inizio complicato per la squadra azzurra di Meo Sacchetti nel test match del torneo Austiger, come ben ci testimonia il 17-27 appena subito nei primi dieci minuti di gioco. Eppure l’Italia riesce a partire benissimo quest’oggi in terra cinese e con Belinelli ci mette pochissimo a portarsi subito avanti col risultato di 5-4. Passati i primi quattro minuti di gioco del primo quarto però la Serbia si accende: Datome fa di tutto per tenerci a galla ma la formazione del ct Djordjevic ci mette poco a prendere il sopravvento. Il risultato finale del primo quarto è quindi ben pesante da digerire: sarà ben difficile infatti da recuperare il gap dei 10 punti, benchè certo il match sia ancora lungo. Staremo a vedere. (agg Michela Colombo)

PALLA A DUE

Tutto è pronto per la palla a due di Italia Serbia, ennesima amichevole per la nostra Nazionale di basket sulla strada verso i Mondiali. Sappiamo che le indicazioni emerse dal Trofeo Acropoli non sono state buone: tre sconfitte su altrettante partite disputate e in particolare il -32 incassato proprio contro gli slavi. Non c’è dubbio che la Serbia sia di un livello superiore rispetto a noi, tuttavia quella sconfitta con un passivo così pesante fu una batosta clamorosa e di conseguenza oggi ci aspettiamo qualcosa di meglio dagli azzurri, che sicuramente avranno un grande bisogno dei rientri di Gigi Datome e Danilo Gallinari per essere competitivi ai Mondiali. Resta il rebus di quale potrà essere la loro condizione fisica dopo mesi di inattività, sicuramente l’Italia ha molto più bisogno di loro di quanto la Serbia dipenda da un Milos Teodosic pur fenomenale. Adesso però sarà il campo a darci le sue risposte: Italia Serbia comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TORNANO DATOME E GALLINARI

Sempre più vicina la diretta di Italia Serbia, l’attenzione in queste ultime amichevoli in ottica azzurra è legata soprattutto al ritorno di Gigi Datome e Danilo Gallinari, naturalmente due pedine fondamentali per un’Italia che voglia essere ambiziosa agli ormai imminenti Mondiali. Anche il coach Meo Sacchetti non vede l’ora di scoprire in campo come potrà essere l’impatto dei due campioni, fermo restando che per ora la priorità è ritrovare il ritmo partita: “Finalmente possiamo inserire in squadra i due giocatori che finora non erano entrati nelle rotazioni per infortunio – si legge sul sito della Federazione -. Datome e Gallinari rientreranno contro la Serbia e dunque fin da subito in un test molto più che duro contro una formazione sulla quale non occorre spendere altre parole”. Sacchetti poi ha presentato in generale il torneo che ci attende in questi giorni e le tre avversarie: “Per noi sarà il secondo confronto con loro prima di ritrovarci a Foshan con due punti in palio. Quotatissima per un piazzamento di prestigio al Mondiale anche la Francia, ormai in pianta stabile nell’élite del basket europeo e non solo. Sarà interessante confrontarci anche con il gioco della Nuova Zelanda, che per noi rappresenta l’ultimissimo passo prima della scelta definitiva del roster. Procede bene il nostro ambientamento in Cina: abbiamo trovato un’ottima accoglienza e soprattutto un grande desiderio di pallacanestro. Mi aspetto di trovare palazzetti pieni a Shenyang e Anshan”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL CALENDARIO AI MONDIALI

Aspettando la diretta di Italia Serbia, possiamo ricordare che mancano esattamente otto giorni ai Mondiali, nei quali gli azzurri del c.t. Meo Sacchetti saranno inseriti nel girone D, che comprenderà anche Filippine, Angola e proprio la Serbia, presenza costante nell’estate dell’Italbasket 2019. Il debutto dell’Italia avrà luogo sabato 31 agosto contro le Filippine alle ore 13.30 italiane, poi gli azzurri giocheranno anche lunedì 2 settembre contro l’Angola alle ore 9.30 e mercoledì 4 settembre contro la Serbia alle ore 13.30 presso il Foshan International Sports and Cultural Center di Foshan, città della provincia cinese del Guangdong che sarà sede di tutti gli incontri del gruppo degli azzurri. Passeranno questa prima fase le prime due classificate di ciascun girone, l’auspicio è che Italia e Serbia possano già essere entrambe qualificate prima dello scontro diretto, perché giocarsi tutto contro gli slavi sarebbe pericoloso. Nella seconda fase a gironi le prime due del girone D incroceranno le squadre provenienti dal girone C, cioè due tra Spagna, Portorico, Iran e Tunisia, raggiungere questa fase garantirebbe anche un posto al pre-olimpico che è l’obiettivo minimo per l’Italia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I CONVOCATI AZZURRI

Con la diretta Italia Serbia potremo vedere in campo gli azzurri del basket per la prima volta in Cina, anche se mancano ancora otto giorni all’inizio dei Mondiali. Si avvicina sempre di più anche il momento delle ultime scelte per il commissario tecnico Meo Sacchetti, che sta ancora lavorando con quattordici uomini dopo il taglio di Pietro Aradori ma dopo le ultime tre amichevoli previste da oggi a lunedì dovrà scendere alla lista definitiva di dodici uomini con la quale affrontare i Mondiali. Ricordiamo comunque quali sono tutti i quattordici azzurri che lunedì sono sbarcati in Cina, con i rispettivi numeri di maglia: 00 Amedeo Della Valle, 3 Marco Belinelli, 5 Alessandro Gentile, 6 Paul Biligha, 7 Luca Vitali, 8 Danilo Gallinari, 10 Daniel Hackett, 12 Ariel Filloy, 15 Jeff Brooks, 16 Amedeo Tessitori, 17 Giampaolo Ricci, 23 Awudu Abass, 41 Brian Sacchetti, 70 Luigi Datome. Per due di loro purtroppo l’avventura cinese finirà ancora prima dell’inizio dei Mondiali. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Italia Serbia, in diretta dal Liaoning Gymnasium di Shenyang, è la partita di basket in programma oggi pomeriggio, venerdì 23 agosto 2019, alle ore 13.30 italiane (le 19.30 locali) come primo impegno per queste due Nazionali nel Torneo AusTiger, che si disputa nella città cinese in avvicinamento al grande evento che caratterizza il 2019 del basket, che quest’anno sono naturalmente i Mondiali ospitati appunto in Cina. Italia Serbia è un po’ il ‘tormentone’ di questo periodo: le due Nazionali si sono affrontate settimana scorsa ad Atene, si ritrovano oggi e poi si affronteranno anche nel girone della prima fase dei Mondiali. Per l’Italia di coach Meo Sacchetti un altro test durissimo, dal momento che nel Trofeo Acropoli abbiamo incassato un passivo di addirittura 32 punti: l’obiettivo fondamentale sarà mostrare dei miglioramenti, difficile dire se invece potremmo sperare in un ribaltone.

DIRETTA ITALIA SERBIA: IL CONTESTO

Con la diretta Italia Serbia dunque comincia per l’Italbasket di Meo Sacchetti l’ultimo torneo amichevole prima del debutto iridato fissato per sabato 31 agosto. Siamo reduci da tre sconfitte su altrettante partite giocate ad Atene, dove oltre alla batosta contro la Serbia abbiamo rimediato una netta sconfitta anche contro i padroni di casa e un k.o. in volata contro la Turchia, partita nella quale gli azzurri a lungo hanno fatto bene, crollando però nel finale. Negli ultimi giorni c’è stato il trasferimento per tutti in Cina, l’esordio iridato è sempre più vicino e resta poco tempo per aggiustare ciò che non funziona. Oggi, a prescindere dal risultato (perdere contro la Serbia di per sé non sarebbe un dramma), servirà mettere in mostra una prestazione più convincente, puntando poi a tornare alla vittoria nelle prossime amichevoli per ritrovare serenità in vista del debutto ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA