DIRETTA/ Italia Svizzera (risultato finale 3-0): tris di Immobile, siamo agli ottavi!

- Claudio Franceschini

Diretta Italia Svizzera streaming video Rai: formazioni, quote e risultato live della partita valida per il gruppo A degli Europei 2020, una vittoria ci porta agli ottavi.

Italia gruppo gol Europei facebook 2021 1 640x300
Diretta Italia Svizzera, Europei 2020 gruppo A (da facebook.com/ConiNews)

DIRETTA ITALIA SVIZZERA (RISULTATO FINALE 3-0): TRIS DI IMMOBILE, SIAMO AGLI OTTAVI!

Ce l’abbiamo fatta, siamo agli ottavi di Euro 2020! Grazie alla vittoria sulla Svizzera per 3-0, l’Italia passa il turno con una giornata d’anticipo, per assicurarsi il primo posto nel girone A bisognerà comunque fare risultato domenica prossima contro il Galles, quindi Mancini non potrà far riposare tutti i titolari e qualcuno dovrà comunque stringere i denti e scendere in campo per la terza volta di fila. A ridosso del novantesimo Immobile, dopo aver sbagliato due gol facilissimi, ne segna uno bellissimo: bomba all’incrocio dove Sommer non può assolutamente arrivarci, una perla di rara bellezza che sigilla un’altra bellissima serata per gli azzurri. Nel recupero gli elvetici cercano almeno il gol della bandiera ma Sow calcia malissimo e il pallone termina allo Stadio dei Marmi. {agg. di Stefano Belli}

IMMOBILE NON LA CHIUDE

A dieci minuti dal novantesimo l’Italia sta battendo la Svizzera per 2-0. Al 73′ potremmo chiuderla con Immobile che si invola approfittando del buco di Akanji, ma l’attaccante della Lazio sbaglia completamente la conclusione mancando l’appuntamento con il tris che ci avrebbe aperto le porte degli ottavi di Euro 2020 senza dover aspettare il triplice fischio di Karasev. Poco dopo Chiesa apre splendidamente per il numero 17 azzurro che sbaglia di nuovo, anche se questa volta era in fuorigioco e anche se avesse segnato con ogni probabilità gli avrebbero annullato il gol. Gli elvetici spingono con Gavranovic che si trova davanti un muro e non riesce a passare, nell’azione Barella si scontra con Embolo, il replay mostra la sua caviglia che si gira in maniera innaturale ma per fortuna il centrocampista dell’Inter, seppur sofferente, si rialza da solo. Ci vuole ben altro per metterlo KO! {agg. di Stefano Belli}

DONNARUMMA SALVA SU ZUBER!

Ci stiamo avviando alle battute finali di Italia-Svizzera con gli azzurri che conducono sempre per 2-0. Gli elvetici tentano il tutto per tutto non avendo pù nulla da perdere a questo punto, al 61′ Shaqiri libera la conclusione che si spegne sopra la traversa. Sul capovolgimento di fronte successivo Bonucci apre il contropiede che Jorginho non sfrutta alla perfezione consentendo agli uomini di Petkovic di recuperare la posizione nella loro metà campo. Al 64′ il nuovo entrato Zuber costringe Donnarumma a timbrare il cartellino, il quasi ex portiere del Milan se la cava alla grandissima evitando persino il corner, insomma anche tra i pali stiamo tranquilli. Servono forze fresche, motivo per cui Insigne viene sostituito da Chiesa, Mancini pensa a rinforzare la difesa sacrificando un generosissimo Berardi per inserire Toloi. {agg. di Stefano Belli}

ANCORA LOCATELLI, DOPPIETTA!

Arrivano ottime notizie dall’Olimpico di Roma! L’Italia ha segnato per la seconda volta, la firma è sempre la stessa, quella di Manuel Locatelli! Serata indimenticabile per il centrocampista del Sassuolo, autore di una doppietta, che ci sta trascinando letteralmente agli ottavi di Euro 2020! Dopo un inizio di secondo tempo in cui gli azzurri faticavano a esprimersi al meglio e gli elvetici stavano alzando progressivamente il baricentro, al 51′ ci pensa il numero 5 di Mancini – su assist di Barella – a gonfiare la rete con una splendida conclusione dal limite che non lascia scampo al povero Sommer. Il 2-0 rappresenta sicuramente una grossa boccata d’ossigeno per i padroni di casa che adesso hanno i tre punti in tasca, ma occhio a non regalare occasioni agli avversari che con un episodio possono riaprire la partita e farci nuovamente soffrire! {agg. di Stefano Belli}

ELVETICI A CACCIA DEL PARI

All’Olimpico di Roma è appena cominciato il secondo tempo di Italia-Svizzera. Primo cambio nelle fila degli elvetici con il ct Petkovic che lascia in panchina Seferovic (mai sul pezzo nella prima frazione di gioco) e getta nella mischia Gavranovic – che si fa ammonire dopo pochi minuti per un’entrataccia gratuita. I rossocrociati conquistano subito un calcio d’angolo ma la loro azione offensiva sfuma in un nulla di fatto. L’assenza di Chiellini inizia a farsi sentire, senza un punto di riferimento come lui anche Bonucci sembra un po’ più incerto sul da farsi e gli avversari prendono coraggio. Punteggio che resta comunque di 1 a 0 in favore nostro ma dobbiamo cercare assolutamente il secondo gol se vogliamo mettere la gara definitivamente in discesa. {agg. di Stefano Belli}

INTERVALLO!

Squadre al riposo con l’Italia in vantaggio sulla Svizzera per 1-0. Proviamo a battere il ferro finché è caldo, continuando ad attaccare: al 34′ Immobile salta Schar ma poi si allunga troppo il pallone consentendo a Sommer di intervenire e anticiparlo, sul prosieguo dell’azione Insigne non riesce a concludere. Gli elvetici si buttano in avanti con Ricardo Rodriguez che al 36′ viene chiuso in calcio d’angolo da Di Lorenzo, sugli sviluppi del corner gli azzurri ripartono in contropiede con il tiro di Belotti che viene ribattuto dalla retroguardia avversaria. Poco dopo Spinazzola si mette in proprio ma come finalizzatore lascia parecchio a desiderare. Quarantacinque minuti comunque più che incoraggianti da parte degli uomini di Mancini che già stasera possono strappare il pass per gli ottavi di Euro 2020. Al 42′ si rinnova il duello tra il centravanti della Lazio e il portiere del Borussia Monchengladbach con il numero 17 azzurro che non riesce a gonfiare la rete da posizione troppo defilata. Nel recupero torniamo nuovamente ad attaccare con Insigne che sbaglia il tocco d’esterno per Immobile. {agg. di Stefano Belli}

LOCATELLI CI FA ESULTARE!

Italia-Svizzera 1-0 alla mezz’ora del primo tempo! Proprio così, dopo una lunga serie di tentativi gli azzurri sono riusciti a sbloccare il match e a portarsi in vantaggio. Stasera in caso di vittoria ci qualificheremmo agli ottavi di finale con una giornata d’anticipo, e domenica prossima con il Galles ci giocheremmo il primo posto nel girone. A dire il vero eravamo riusciti a trovare la via del gol al 19′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Insigne dalla bandierina pesca Chiellini che anticipa tutti e scaraventa il pallone in rete, aiutandosi però con il braccio. In un primo momento l’arbitro Karasev convalida l’1-0 ma viene richiamato all’ordine dal VAR che segnala il tocco irregolare del difensore della Juventus che poco dopo è costretto a uscire per un problema muscolare alla coscia sinistra, lasciando così il posto ad Acerbi. Come non detto, gli elvetici possono tirare un grosso sospiro di sollievo per lo scampato pericolo. Non c’è alcun motivo di mettersi le mani nei capelli, gli uomini di Mancini macinano gioco e danno l’impressione di poter segnare da un momento all’altro. E infatti al 26′ il Sassuolo “confeziona” l’azione decisiva: apertura magnifica di Locatelli per Berardi che al termine di una cavalcata trionfale restituisce la sfera al suo compagno di club che finalizza splendidamente. La nazionale di Petkovic, che si era timidamente affacciata in avanti al 23′ con un cross completamente fuori misura di Shaqiri, adesso deve reagire. {agg. di Stefano Belli}

PRIMA PALLA GOL PER IMMOBILE

Al quarto d’ora del primo tempo non si è sbloccato il match tra Italia e Svizzera con il punteggio sempre fermo sullo 0-0. Gli azzurri provano a rompere gli indugi, al 6′ Locatelli tenta di fare da sponda per Immobile ma il pallone non arriva a destinazione per l’anticipo di Sommer, che sta per diventare di nuovo papà ma non ha voluto abbandonare i suoi connazionali proprio nella partita più importante. Nell’azione successiva l’attaccante della Lazio scatta come Egan Bernal all’ultimo Giro d’Italia ma il guardalinee spegne tutti gli entusiasmi alzando la bandierina per segnalare la posizione di fuorigioco. Al 10′ sale in cattedra Embolo che viene fermato da Di Lorenzo al limite dell’area di rigore. All’11’ creiamo la nostra prima palla gol della serata: Spinazzola avanza di gran carriera sulla corsia di sinistra e pennella un cross chirurgico per il numero 17 di Mancini che di testa non riesce a inquadrare il bersaglio. Insistiamo con Berardi e Insigne che mettono a dura prova la retroguardia elvetica, sperando di indurla prima o poi all’errore con un pressing asfissiante senza soluzione di continuità. {agg. di Stefano Belli}

PRIMA INCURSIONE DI BERARDI

Allo stadio Olimpico di Roma, di fronte a oltre 15 mila fortunati spettatori (almeno ufficialmente, ma a giudicare delle immagini ce ne sono molti di più), è cominciata la sfida tra Italia e Svizzera valevole per la seconda giornata del gruppo A di Euro 2020, quando sono trascorsi cinque minuti dal fischio d’inizio del russo Karasev il punteggio è fermo sullo 0-0. C’è davvero grande attesa per la prestazione degli azzurri reduci dal trionfale 3 a 0 di venerdì scorso contro la Turchia. Quella elvetica è una formazione molto solida che non ci concederà molta iniziativa, anzi: non sarà semplice per i ragazzi di Mancini trovare varchi dove infilarsi. Al 3′ Berardi è il primo dei nostri che prova a sfondare nell’area di rigore avversaria ma si attarda troppo nello scaricare il pallone e i difensori di Petkovic glielo portano via senza troppi complimenti, prima che l’ala del Sassuolo potesse servire uno tra Insigne e Immobile. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA ITALIA SVIZZERA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come sempre quando si parla delle partite della nostra nazionale, la diretta tv di Italia Svizzera sarà trasmessa su Rai Uno: appuntamento in chiaro per tutti, naturalmente anche in mobilità visitando senza costi aggiuntivi sito o app ufficiali di Rai Play. La partita degli Europei 2020 sarà poi anche su Sky Sport Uno (numero 201 del decoder) per gli abbonati alla televisione satellitare, che potranno seguire il match anche in diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go, attivabile su apparecchi come PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

LE FORMAZIONI, SI PARTE!

Siamo finalmente al via della diretta di Italia Svizzera: una vittoria, lo abbiamo detto, ci porterebbe agli ottavi degli Europei 2020, ma questo è solo l’obiettivo minimo di una nazionale che si è presentata alla competizione con tante speranze, forte di un gruppo che dopo aver dominato le qualificazioni (dieci vittorie in altrettante partite) ha centrato la Final Four di Nations League e finalmente riesce a esprimere un calcio offensivo e propositivo. Tanti meriti a Roberto Mancini, che ha costruito un gruppo giovane andando oltre le logiche stagionali e di condizione: per esempio, ha convocato Federico Bernardeschi nonostante le comparsate alla Juventus perché lo considera importante per il cammino intrapreso, ma del suo gruppo ha subito fatto parte Nicolò Zaniolo anche prima di affermarsi con la Roma. Sarà dunque interessante scoprire quello che succederà stasera allo stadio Olimpico: noi adesso ci possiamo mettere comodi e lasciare che a parlare sia il terreno di gioco, finalmente qui è tutto pronto e allora ecco le formazioni ufficiali, la diretta di Italia Svizzera comincia!

ITALIA (4-3-3): G. Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; D. Berardi, Immobile, L. Insigne. Allenatore: Roberto Mancini SVIZZERA (3-4-2-1): Sommer; Elvedi, Schar, Akanji; Mbabu, Freuler, G. Xhaka, Ri. Rodriguez; Embolo, Shaqiri; Seferovic. Allenatore: Vladimir Petkovic (agg. di Claudio Franceschini)

IL PERSONAGGIO

Inevitabilmente il personaggio nella diretta di Italia Svizzera è Vladimir Petkovic: Commissario Tecnico della nazionale rossocrociata dal luglio 2014, ha guidato il gruppo agli ottavi degli Europei 2016 (eliminato ai rigori dalla Polonia) e del Mondiale di due anni più tardi, soprattutto è stato l’allenatore della Lazio per un anno e mezzo. Arrivato nel 2012 dopo la breve esperienza al Sion, Petkovic il primo anno ha vinto la Coppa Italia battendo la Roma in finale, cosa questa per cui tutti i tifosi biancocelesti gli sono ancora grati; settimo in campionato, ha raggiunto i quarti in Europa League e dunque ha fatto bene nella stagione inaugurale. Le cose sono peggiorate con il passare del tempo: tuttavia più che gli scarsi risultati, a fare da detonatore per l’esonero (che infatti è stato contestato) è stato l’accordo preso con la Svizzera per l’incarico federale post-Mondiale. Claudio Lotito non l’ha presa bene e ha optato per il licenziamento; questa sera Petkovic incrocia un altro personaggio che alla Lazio ha dato tantissimo, vale a dire Roberto Mancini, e dunque sarà una sorta di riunione biancoceleste nello stadio che ha visto entrambi i CT protagonisti… (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA SVIZZERA: I TESTA A TESTA

Parlare in maniera approfondita di tutti i precedenti di Italia Svizzera sarebbe quantomeno complesso: sono tantissimi, e il primo risale addirittura al maggio 1911 quando pareggiamo 2-2. Due settimane più tardi, altra sfida e questa volta un 3-0 a favore dei nostri vicini rossocrociati. L’Italia ha dovuto aspettare il maggio 1914 per vincere la prima partita (1-0), poi il gennaio seguente per il primo sigillo casalingo, a Torino: nel 3-1 aprì un’autorete di Otto Fehlmann, poi arrivarono i gol di Luigi e Aldo Cevenini. La prima sfida ufficiale, diciamo così e cioè in un torneo, è quella del 1924: erano i quarti di finale delle Olimpiadi, il temporaneo pareggio di Giuseppe Della Valle non bastò perché fummo sconfitti 2-1. La Svizzera ci ha battuto anche nel girone dei Mondiali 1954, otto anni più tardi invece siamo stati noi a vincere con un netto 3-0; le ultime tre partite (tutte amichevoli) sono terminate pari ma non incrociamo gli elvetici da ben 11 anni, non li battiamo dall’aprile 2003 (2-1 sempre in un test match) e siamo imbattuti dal maggio 1993, quando la Svizzera ci sconfisse nelle qualificazioni al Mondiale degli Stati Uniti in cui avremmo centrato la finale. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA SVIZZERA: I NOSTRI AVVERSARI

La diretta di Italia Svizzera prenderà il via tra poco: la nazionale rossocrociata ha un rapporto non esattamente favoloso con gli Europei, avendo partecipato davvero poche volte alla fase finale. Questo sarà il primo incrocio con i vicini di casa azzurri in un grande torneo – escludendo naturalmente le qualificazioni – ma è anche la quinta apparizione agli Europei: fino al 1992 la Svizzera ha sempre mancato il pass per la fase finale del torneo continentale, ce l’ha fatta per la prima volta nel 1996 ma è stata eliminata subito, pareggiando all’esordio contro l’Inghilterra padrona di casa ma poi perdendo contro Olanda e Scozia. Tornata nel 2004, ha poi giocato l’edizione 2008 avendola ospitata insieme all’Austria: in entrambi i casi la nazionale rossocrociata non ha superato il girone. Lo ha fatto finalmente nel 2016, spezzando una maledizione: seconda alle spalle della Francia e davanti ad Albania e Romania, ma agli ottavi è caduta ai rigori contro la Polonia per l’errore decisivo di Granit Xhaka, sprecando una grande occasione visto che il gruppo a disposizione di Vladimir Petkovic era di sicuro valore. Così anche oggi, ma alla prima partita degli Europei 2020 è arrivato un pareggio contro il Galles: questa sera l’Italia a Roma appare una missione particolarmente complicata… (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA SVIZZERA: UNA VITTORIA PER GLI OTTAVI!

Italia Svizzera, in diretta dallo stadio Olimpico di Roma, si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 16 giugno: gli azzurri tornano in campo agli Europei 2020, nella seconda giornata del gruppo A andiamo a caccia di una vittoria che faccia il paio con il 3-0 rifilato alla Turchia all’esordio. Una partita quella che ha presentato una nazionale in grande forma, che al netto dell’avversario ha giocato il suo calcio traendo ottime sensazioni; vincere questa sera significherebbe timbrare gli ottavi di finale, aspettando di conoscere la nostra posizione nel girone e dunque l’avversaria, ma certamente due vittorie con questa formula sarebbero una garanzia.

La Svizzera sulla carta è la nazionale che avrebbe dovuto contendere all’Italia il primo posto; sabato tuttavia è arrivato solo un pareggio contro il Galles e dunque i rossocrociati devono già inseguire, con il rischio di giocarsi tutto all’ultima giornata contro una Turchia comunque combattiva. Potrebbe essere un flop quello elvetico, ma noi guardiamo in casa nostra: aspettando che la diretta di Italia Svizzera si giochi proviamo a fare qualche valutazione circa le scelte che verranno operate dai due Commissari Tecnici, leggendo in maniera più approfondita le probabili formazioni della partita dell’Olimpico.

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA SVIZZERA

Roberto Mancini per Italia Svizzera perde Florenzi, deve monitorare le condizioni di Domenico Berardi ma ritrova Verratti. Possibili dunque tre cambi rispetto a venerdì: a centrocampo rischia Locatelli – confermati Jorginho e Barella – Di Lorenzo sarà il terzino destro e sulla sua corsia ci sarà anche Federico Chiesa. Per il resto, la stessa nazionale: Gigio Donnarumma in porta, Bonucci e Chiellini centrali con Spinazzola a completare la difesa, poi un fronte offensivo nel quale Lorenzo Insigne partirà dalla fascia sinistra lasciando a Immobile la possibilità di attaccare la profondità. Potrebbe cambiare qualcosa Vladimir Petkovic: in difesa dovremmo rivedere Schar, Akanji e Elvedi a protezione di Sommer, sulle corsie laterali si pensa a Fassnacht e Zuber anche se Mbabu e Ricardo Rodriguez comunque se la giocano, in mezzo non dovrebbero esserci problemi per Granit Xhaka e Freuler. È davanti che il CT rossocrociato potrebbe operare delle modifiche: Embolo potrebbe scalare sulla trequarti liberando un posto per l’attacco, con Gavranovic che dunque potrebbe posizionarsi al fianco di Seferovic.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Italia Svizzera possiamo consultare le quote che sono state emesse dall’agenzia Snai: secondo questo bookmaker gli azzurri sono decisamente favoriti, con un valore di 1,60 che accompagna il segno 1 per la loro vittoria. Il pareggio, eventualità regolata dal segno X, vi farebbe guadagnare una cifra corrispondente a 3,90 volte quanto messo sul piatto mentre vale molto, ovvero 6,25 volte la puntata, l’ipotesi del successo rossocrociato per il quale dovrete ovviamente giocare il segno 2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA