DIRETTA/ Juventus Milan (risultato finale 1-0) streaming tv: Juve di nuovo in vetta

- Mauro Mantegazza

Diretta Juventus Milan streaming video tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita di Serie A valida per la dodicesima giornata

Milan Juventus
Diretta Juventus Milan (LaPresse)

DIRETTA JUVENTUS MILAN (RISULTATO FINALE 1-0): JUVE DI NUOVO IN VETTA

La Juventus prosegue nell’entusiasmante testa a testa per la vetta della classifica con l’Inter andando a battere 1-0 il Milan grazie a un prodezza di Paulo Dybala, tre punti ancor più preziosi poiché arrivati con i rossoneri che hanno prodotto una prestazione gagliarda all’Allianz Stadium. Il Milan ha provato fino alla fine a riacciuffare il pari ma Szczesny si è confermato insuperabile, allungandosi anche al 39′ su una conclusione da fuori area di Calhanoglu. Nel finale ammoniti proprio il turco, Suso ed Hernandez, quindi Donnarumma ha dovuto salvare per due volte, soprattutto su Dybala alla fine dei 4′ di recupero negando all’argentino, decisivo con il suo ingresso in campo, la doppietta personale. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE JUVENTUS MILAN

La diretta tv di Juventus Milan sarà garantita in esclusiva da Sky per i propri abbonati, per la precisione sui canali Sky Sport Uno e Sky Sport Serie A, i numeri 201 e 202 della piattaforma satellitare. Di conseguenza, anche la diretta streaming video garantita tramite il servizio offerto da Sky Go sarà riservata ai soli abbonati di Sky.

SUPER DYBALA!

Al 16′ cambi da una parte e dall’altra, Pioli richiama Krunic ed inserisce Bonaventura, nella Juventus entra Douglas Costa al posto di Bernardeschi. Al 21′ Matuidi scambia bene proprio con Douglas Costa ma calcia alto di sinistro da buona posizione, subito dopo Pioli richiama in panchina Piatek e inserisce in campo Leao. Al 25′ tegola per Sarri che deve giocarsi forzatamente l’ultima sostituzione, Matuidi sembra aver subito un infortunio piuttosto serio e al suo posto entra in campo Rabiot. Alla mezz’ora ancora Milan pericoloso con una punizione di Calhanoglu da ragguardevole distanza, che Szczesny deve respingere distendendosi. Ma al 32′ la Juventus passa in vantaggio con un lampo: strepitosa giocata di Dybala che duetta con Higuain per poi saltare Romagnoli e infilare Donnarumma in diagonale. (agg. di Fabio Belli)

PIATEK PERICOLOSO

Iniziata la ripresa con la Juventus che prova a riprendere in mano le trame di gioco, ma al 5′ è di nuovo il Milan a bussare alla porta di Szczesny con una punizione di Calhanoglu che viene neutralizzata da Szczesny. Si scuote la Juventus, Bernardeschi cerca la potenza con un sinistro che non ha però precisione, poi all’8′ Higuain lavora bene un pallone per Matuidi, che cerca la conclusione a girare senza fortuna. Al 10′ Cristiano Ronaldo, apparso in condizioni precarie, alza bandiera bianca e viene sostituito da Dybala. All’11’ finisce sul fondo un destro di Higuain, quindi viene ammonito Cuadrado. Al 13′ ancora pericolosi i rossoneri con Szczesny che si oppone su un destro di Piatek servito in profondità da Paquetà, a spazzare l’area ci pensa poi De Ligt. (agg. di Fabio Belli)

ROSSONERI INTRAPRENDENTI

Si è chiusa senza reti la prima frazione di gioco tra Juventus e Milan. Al 32′ conclusione altissima di Hernandez, quindi qualche problema per Cristiano Ronaldo che sembra ancora soffrire per qualche problema fisico accusato dopo la partita contro il Genoa. La Juventus sembra avere scarsa precisione in fase offensiva e dalle tribune dell’Allianz Stadium si leva qualche fischio. Al 40′ viene ammonito Krunic per un fallo su Bernardeschi, al 43′ Donnarumma neutralizza in due tempi ma con tranquillità un destro dalla distanza di Ronaldo. Prima della chiusura di tempo altri due buoni interventi di Szczesny, su una gran botta di Hernandez e su un diagonale di Piatek che era stato bravo a penetrare in area. Nel mezzo, ammonito Bennacer per aver fermato una ripartenza di Higuain. (agg. di Fabio Belli)

SZCZESNY SALVA SU PAQUETA’

Al 17′ ancora Milan pericoloso con Piatek che arriva al colpo di testa su un cross di Suso, non inquadrando lo specchio della porta da buona posizione. La Juventus prosegue nel proporre il suo fraseggio che non regala però grande qualità, al 25′ arriva quella che finora è la miglior occasione da gol della partita ed è per i rossoneri: Bennacer serve in area Conti che forse avrebbe potuto anche concludere a rete ma scarica su Paquetà, colpo di testa ben indirizzato che Szczesny vola letteralmente a togliere dall’incrocio dei pali. Una vera prodezza, con la Juventus che prova a rialzare il baricentro e alla mezz’ora con una serpentina di Bernardeschi va vicina al gol, con una conclusione che esce di poco lontana dall’incrocio. (agg. di Fabio Belli)

HIGUAIN, PRIMO SQUILLO

Inizio con qualche sbaglio di troppo da una parte e dall’altra, al 3′ bella chiusura di Bonucci su Krunic. La Juventus prova a controllare il possesso palla, Conti anticipa Cristiano Ronaldo che si era proposto in sovrapposizione su Higuain. Romagnoli disinnesca Higuain su una verticalizzazione, bene anche De Ligt dall’altra parte su Piatek. Le conclusioni a rete scarseggiano e al 14′ Higuain prova a fare tutto da solo, allargandosi sulla destra e calciando sul primo palo, dove Donnarumma riesce comunque a chiudere in angolo. Alla fine del primo quarto d’ora il risultato non si è sbloccato all’Allianz Stadium. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Juventus Milan è il posticipo di lusso che chiude la giornata di Serie A: tra pochi minuti si comincerà a giocare all’Allians Stadium, nella breve attesa diamo ancora spazio a qualche numero. Statistiche evidentemente molto diverse per queste due big. La Juventus vola con 29 punti frutto di nove vittorie e due pareggi. I campioni d’Italia sono ancora imbattuti e vantano una differenza reti pari a +10, perché hanno segnato 19 gol mentre quelli subiti sono 9. Le difficoltà del Milan sono invece note a tutti: appena 13 punti per i rossoneri, con quattro vittorie, un pareggio e sei sconfitte, anche la differenza reti del Diavolo (-4) è negativa a causa di 11 gol segnati a fronte dei 15 incassati dalla squadra ora allenata da Stefano Pioli. Adesso però non è più tempo di numeri e parole: leggiamo le formazioni ufficiali di Juventus Milan, poi la partita comincia! JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Higuain, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Maurizio Sarri MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; A. Conti, Duarte, Al. Romagnoli, T. Hernandez; Paquetà, Bennacer, Krunic; Suso, Piatek, Calhanoglu. Allenatore: Stefano Pioli (Agg. di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Come si può condensare in pochi righe l’infinita storia della diretta di Juventus Milan? In numeri, possiamo ricordare che i precedenti ufficiali sono ben 197, con la Juventus in vantaggio grazie a 78 vittorie a fronte di 60 pareggi e 59 successi per il Milan. Il dato più impressionante tuttavia riguarda gli ultimi confronti fra questi due colossi del calcio italiano, perché la Juventus ha una striscia aperta di otto vittorie consecutive che racconta molto bene i diversi periodi storici che le due società stanno vivendo. In queste otto partite si contano anche ben due finali vinte dalla Vecchia Signora ai danni dei rossoneri. Il 9 maggio 2018 ecco la finale di Coppa Italia che la Juventus vinse allo stadio Olimpico addirittura per 4-0 e con Mehdi Benatia eroe della serata con una doppietta inusuale per il difensore marocchino. Il 16 gennaio di quest’anno ecco invece la Supercoppa Italiana vinta dalla Juventus per 1-0 con l’autorevole firma di Cristiano Ronaldo al 61’ minuto. Nelle partite a Torino, la vittoria manca al Milan addirittura dal 5 marzo 2011… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI ALLENATORI

Maurizio Sarri se la vede con Stefano Pioli in Juventus Milan: il tecnico toscano è autore di una delle migliori partenze da quando esiste la Serie A a 3 punti per vittoria, solo in altre due occasioni la Juventus aveva fatto meglio e in una di queste c’era di mezzo anche Fabio Capello, che è il grande doppio ex della sfida. Sarri adesso punta la decima vittoria in campionato: per farlo dovrà superare un Pioli che dopo aver trovato il primo successo con il Milan, piegando la Spal, è tornato a perdere incassando una sconfitta interna dalla Lazio, sua ex squadra. Ricordiamo che l’attuale allenatore dei rossoneri ha un trascorso come calciatore della Juventus: ci ha giocato tra il 1984 e il 1987 e cioè nelle ultime tre stagioni di Michel Platini, vincendo scudetto, Coppa dei Campioni, Supercoppa Europea e Coppa Interconinentale. Non era un titolare, ma ha comunque avuto il suo spazio: contando tutte le competizioni Pioli ha disputato oltre 50 partite con la maglia bianconera, a dargli fiducia è stato soprattutto Giovanni Trapattoni mentre con Rino Marchesi il campo è diventato più distante. Questa sera dunque sarà lui a provare a fare lo scherzetto a Sarri, che pur senza incantare nelle ultime giornate ha ripreso da dove Massimiliano Allegri (altro doppio ex) aveva concluso. (agg. di Claudio Franceschini)

LA SITUAZIONE DI DUE SQUADRE

Ci avviciniamo alla diretta di Juventus Milan: in questo momento i bianconeri sperano di andare a riprendersi il primo posto nella classifica di Serie A strappandolo all’Inter, che sabato ha battuto il Verona in rimonta grazie ad un grande gol di Nicolò Barella, il primo con la maglia dei nerazzurri. Juventus che vincendo il big match salirebbe a quota 32 punti, portandosi a +8 sul sorprendente Cagliari ma lasciando il Napoli a -13: forse in questo momento i partenopei non si possono più considerare in corsa per lo scudetto ma, almeno virtualmente, sarebbe comunque importante creare una grande distanza rispetto alla squadra che lo scorso anno è arrivata seconda. Il Milan, con Stefano Pioli in panchina, ha conosciuto tutti i risultati possibili: prima ha pareggiato contro il Lecce (non riuscendo a sfruttare del tutto uno straordinario primo tempo), poi ha battuto di misura la Spal e infine ha perso in casa contro la Lazio. Adesso servirà una prestazione di grande orgoglio e sostanza: andare a vincere all’Allianz Stadium, al di là di una classifica che migliorerebbe, lancerebbe anche un grande segnale da parte di tutto l’ambiente rossonero che potrebbe così rilanciarsi in vista delle prossime partita, sfruttando anche la sosta per ragionare con più calma rispetto agli impegni che verranno. Tra poco si gioca, vedremo come andranno le cose… (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Juventus Milan, diretta dall’arbitro Maresca, è il big-match che alle ore 20.45 di stasera, domenica 10 novembre, chiuderà la dodicesima giornata di Serie A. Partita naturalmente ricchissima di fascino e di tradizione all’Allianz Stadium, ma oggi l’attualità ci dice che Juventus Milan è una sfida tra due squadre separate addirittura da 16 punti in classifica, un’enormità dopo appena 11 giornate giocate. Per la Juventus tutto va bene, la squadra di Maurizio Sarri arriva dalla vittoria nel derby e dalla qualificazione agli ottavi già assicurata in Champions League, l’obiettivo naturalmente è quello di continuare a marciare a ritmi altissimi contro un Milan in palese difficoltà. Stefano Pioli vuole invece vedere una reazione dopo la sconfitta casalinga contro la Lazio: certo, fare risultato allo Stadium non sarà affatto facile, ma anche “solo” un pareggio avrebbe grande valore, pure dal punto di vista psicologico.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS MILAN

Nelle probabili formazioni di Juventus Milan bisogna naturalmente tenere conto delle condizioni di De Ligt e Cristiano Ronaldo, di conseguenza potrebbe esserci spazio per uno tra Demiral e Rugani al fianco di Bonucci. CR7 invece stringerà i denti ma per il resto in attacco è tutto da decidere, con i ballottaggi Rasmsey-Douglas Costa-Bernardeschi e Dybala-Higuain per le altre due maglie a disposizione. Un dubbio anche a centrocampo, dove le certezze sono Pjanic e Matuidi mentre Khedira sembra essere il favorito per la terza e ultima maglia a disposizione. Sono tutti ballottaggi ad altissima qualità, Stefano Pioli invece deve ancora trovare la formula giusta, in particolare in attacco dove comunque Suso, Piatek e Calhanoglu sono i favoriti per il tridente titolare. In difesa sembra tutto chiaro, con Duarte centrale al fianco di Romagnoli, molto da decidere invece a centrocampo, dove restano vivi i dubbi Kessiè-Kriunic e Bennacer-Biglia.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo anche al pronostico su Juventus Milan, basandoci sulle quote proposte dall’agenzia di scommesse Snai. Come classifica e fattore campo fanno logicamente pensare, sembra favorita la Juventus: segno 1 quotato infatti a 1,45, mentre poi si sale a quota 4,50 per il segno X ed infine a 7,25 volte la posta in palio in caso di segno 2.



© RIPRODUZIONE RISERVATA