Diretta/ Lazio Brescia (risultato finale 2-0) streaming video tv: la chiude Immobile!

- Claudio Franceschini

Diretta Lazio Brescia streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 37^ giornata della Serie A, squadre in campo allo stadio Olimpico.

Correa Lazio
Joaquin Correa (Foto LaPresse)

DIRETTA LAZIO BRESCIA (RISULTATO FINALE 2-0): LA CHIUDE IMMOBILE!

La Lazio alla fine ha rischiato di dilagare contro il Brescia. L’ha chiusa Ciro Immobile, ora virtualmente Scarpa d’Oro a quota 35 gol in campionato, a segno dopo aver sfruttato un assist di Correa, a tu per tu con Andrenacci. Quindi il portiere del Brescia è salito in cattedra, salvando due volte sull’attaccante laziale e su Milinkovic, mentre la Lazio ha colpito due legni, con Luis Alberto clamorosamente a porta spalancata e poi con lo stesso Immobile, che ha calciato da posizione defilata sul palo esterno. Il centravanti andrà a caccia dei record finali a Napoli, la Lazio resta in lizza per il secondo e il terzo posto a patto di vincere anche al San Paolo all’ultima giornata e sfruttare lo scontro diretto tra Atalanta e Inter. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Lazio Brescia sarà trasmessa dalla televisione satellitare: l’appuntamento con l’evento è dunque in esclusiva per i soli possessori di un abbonamento Sky, sui canali che vanno dal numero 251 in avanti. Servirà dunque una sottoscrizione al pacchetto Calcio; per i clienti è ovviamente disponibile l’alternativa della diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

RALLENTANO I RITMI

Il Brescia vede la partita ancora aperta e si affaccia in avanti con una certa continuità, la Lazio prova a ripartire e al 20′ Lukaku serve Milinkovic che di testa non riesce però a indirizzare il pallone in porta. La Lazio protesta per un fallo di mano di Papetti in area ma l’azione era ferma per fuorigioco, quindi coolin’ break al 27′. Subito dopo, Milinkovic-Savic serve in profondità Immobile che calcia però sull’esterno della rete. Milinkovic e Marusic successivamente non si intendono su uno scambio al limite dell’area bresciana, quindi al 32′ le Rondinelle sostituiscono Gastalello con Semprini. (agg. di Fabio Belli)

MILINKOVIC MANCA IL RADDOPPIO

Inizio di secondo tempo con la Lazio che cerca il raddoppio, una conclusione di Milinkovic-Savic viene murata da Mateju, quindi viene ammonito Papetti al 6′ per un’entrata in scivolata, fallosa, su Immobile. Luis Alberto mette a centro area un pallone che Milinkovic deve solo spingere in rete, ma il serbo sfiora appena e Andrenacci blocca. Al 9′ intervento molto duro di Tonali su Luis Alberto, c’è il giallo anche per il regista del Brescia. All’11’ Simone Inzaghi rivoluziona le fasce, entrano Marusic e Jordan Lukaku al posto di Lazzari e Jony. E’ il Brescia però a rendersi pericoloso al 14′ con un colpo di testa di Torregrossa, bravo in anticipo su Acerbi. (agg. di Fabio Belli)

ANDRENACCI DICE NO A IMMOBILE

Il Brescia prova ad affacciarsi in avanti, finisce a lato un tentativo di Zmrhal, mentre una gran botta di Luis Alberto dalla distanza costringe Andrenacci ad allungarsi per togliere il pallone dall’angolino basso. Al 40′ arriva Immobile alla conclusione in area di rigore, ma riesce solo a tirare debolmente senza creare problemi al portiere avversario che gli dice di no anche al 42′, stavolta su un tentativo ben più insidioso di testa. Viene ammonito Lazzari per un fallo su Spalek, poi arriva ancora alla conclusione Luis Alberto ma non trova lo specchio della porta. Si chiude con 2′ di recupero e una punizione sulla trequarti per il Brescia che non porta frutti, si va all’intervallo con la Lazio avanti di misura sulle Rondinelle allo stadio Olimpico. (agg. di Fabio Belli)

COLPISCE CORREA!

Al 17′ trova il vantaggio la Lazio: bravo Immobile a servire Correa che si districa bene in area e appoggia di precisione alle spalle di Andrenacci. I biancocelesti sembrano più sciolti dopo un’inizio un po’ imballato, al 21′ bell’affondo di Lazzari che trova la sponda aerea di Correa ma nessun compagno pronto ad approfittarne. Al 22′ non si chiude una combinazione interessante fra Torregrossa e Spalek, poi si arriva al coolin’ break. Alla mezz’ora un delizioso colpo di tacco di Luis Alberto mette l’accorrente Jony di battere a rete, ma l’esterno sfodera una sorta di tiro-cross che vanifica la bella azione: Lazio ora dunque avanti di misura sul Brescia allo stadio Olimpico. (agg. di Fabio Belli)

TORREGROSSA PERICOLOSO

La Lazio parte convinta in attacco, il primo a provarci è Jony dopo 2′ con una bordata che finisce alta. Il Brescia dalla sua riesce subito a guadagnare un paio di punizioni sulla trequarti, tenendo alta la squadra. All’8′ Tonali batte da posizione defilata e crea qualche difficoltà a Strakosha, costretto a respingere con i pugni. Al 10′ è il Brescia ad avere la prima, nitida occasione da gol della partita. Tonali va dalla bandierina e trova l’inserimento in area di Torregrossa, che di testa mette a lato da ottima posizione. Insistono le Rondinelle con una conclusione di Aye ribattuta, ma al 14′ c’è il primo squillo di Immobile che cerca la rasoiata dal limite dell’area, col pallone che finisce di poco a lato. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Stiamo finalmente per vivere la diretta di Lazio Brescia. Alle rondinelle non sono bastate le due vittorie casalinghe ottenute nel post-lockdown, una delle quali anche di grande qualità perché arrivata contro il Verona: la retrocessione è stata comunque sancita, anche se da quando il campionato è ripartito le rondinelle hanno ottenuto 8 punti che, si sa, sul fondo della classifica possono sempre fare comodo. Il punto è che in tutto il girone di ritorno i punti del Brescia sono stati appena 2 in più: sono ben 11 le sconfitte che la squadra di Diego Lopez ha raccolto dalla ventesima giornata a oggi, e ce ne sono cinque nelle ultime sei. La difesa ha funzionato malissimo: 24 gol incassati dal primo luglio (0-6 a San Siro, contro l’Inter), un solo clean sheet (contro il Verona, appunto) dalla doppia vittoria di metà dicembre. Con questi numeri non poteva che andare in questo modo, ora i lombardi si attrezzano per provare a tornare subito al piano di sopra ma intanto noi ci mettiamo comodi e lasciamo che, dopo aver letto le formazioni ufficiali, a parlare sia il campo perché Lazio Brescia sta per cominciare! LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Luiz Felipe, Acerbi; M. Lazzari, S. Milinkovic-Savic, Parolo, Luis Alberto, Jony; J. Correa, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi BRESCIA (4-3-1-2): Andrenacci; Sabelli, Papetti, Gastaldello, Mateju; Zmrhal, Tonali, M. Viviani; Spalek; Torregrossa, Ayé. Allenatore: Diego Lopez (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI: SIMONE INZAGHI DA RECORD

Lazio Brescia è la partita del record per Simone Inzaghi: l’allenatore dei biancocelesti raggiunge oggi Dino Zoff come tecnico più presente sulla panchina della società, toccando le 202 partite. E’ invece ancora terzo (alle spalle dello stesso Zoff e del primatista Juan Carlos Lorenzo) come gare di campionato; intanto però è riuscito a entrare ancor più nella storia del club capitolino, anche perché al record di longevità (e nel calcio moderno è sempre più difficile) è riuscito a mettere in bacheca i trofei, ovvero la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana vinta due volte. Non solo: Inzaghi ha anche riportato la Lazio in Champions League (non è ancora ufficiale visto che Napoli e Roma potrebbero vincere le rispettive coppe e cambiare lo scenario, ma comunque la Top 4 è conquistata) ed è stato l’artefice di una crescita globale e singolare di alcuni elementi, su tutti Ciro Immobile e Luis Alberto. Peccato per quello scudetto sfumato: non ci fosse stato il Coronavirus forse staremmo raccontando un’altra storia, non abbiamo la controprova ma di certo è giusto ora inserire Inzaghi tra i migliori allenatori attualmente in circolazione. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Manca poco alla diretta di Lazio Brescia, partita che allo stadio Olimpico non veniva disputata dall’ottobre 2010 visto che dalla stagione seguente i lombardi si sono ritrovati in Serie B e hanno impiegato quasi dieci anni per tornare al massimo campionato: i biancocelesti grazie a quella vittoria si erano presi il primo posto in classifica ma eravamo ancora alla sesta giornata, il gol decisivo lo aveva segnato Stefano Mauri (ex della sfida) proprio all’ultimo minuto del primo tempo. In termini generali il Brescia ha avuto ben poca fortuna contro i biancocelesti, avendo perso cinque delle ultime dieci gare; tuttavia ha vinto entrambe quelle del campionato 2003-2004, dunque riuscendo anche a passare allo stadio Olimpico. Era inizio gennaio, penultima giornata di andata dell’ultimo torneo disputato a 18 squadre: al 4’ minuto di gioco Gigi Di Biagio aveva firmato la vittoria delle rondinelle, sulla panchina della Lazio sedeva Roberto Mancini e quella era una squadra in cui giocava ancora Dejan Stankovic (che di lì a poco sarebbe passato all’Inter), così come Claudio Lopez e Stefano Fiore, ma anche Demetrio Albertini. (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA LUCA MASSIMI

Oggi la sfida di Serie A Lazio Brescia sarà diretta dal fischietto della sezione aia di Termoli Luca Massimi, il quale dei avvarrà della collaborazione degli assistenti Fiorito e Mastrodonato, come del quarto uomo Guida in questa occasione: non mancheranno Di Paolo e Longo alle postazioni Var-Avar. Volendo ora mettere sotto ai riflettori proprio il primo direttore di gara scopriamo presto che in questa stagione calcistica corrente, lo stesso arbitro ha messo a tabella 18 presenze in campo, ma nessuna di queste per il primo campionato nazionale: Massimi ha fatto invece esperienza in Coppa Italia e cadetteria in prevalenza. Va aggiunto che l’ultima presenza in Serie A del fischietto di Termoli risale però alla passata stagione, quando nel febbraio 2019 diresse il match Sampdoria-Cagliari. Va dunque ora ricordato che in carriera lo stesso signor Massimi mai ha incontrato la Lazio, pure avendo registrato 5 precedenti con la formazione primavera biancoceleste. Solo due invece i testa a testa registrati da Massimi con il Brescia, entrambi risalenti alla stagione 2018-19 della Serie B. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Lazio Brescia, che si gioca in diretta dallo stadio Olimpico, rientra nel programma della 37^ giornata per il campionato di Serie A 2019-2020: alle 19:30 di mercoledì 29 luglio i biancocelesti affrontano il penultimo turno di un torneo che speravano avesse un finale diverso ma, archiviata la lotta allo scudetto a causa di tre sconfitte consecutive alla ripresa post-lockdown, adesso ci si può giocare il secondo posto con Atalanta e Inter. Il 5-1 rifilato al Verona in trasferta ha certificato il ritorno della squadra su ottimi livelli; Simone Inzaghi diventa questa sera l’allenatore in assoluto più presente nella storia del club (staccando Dino Zoff) e ha già festeggiato l’approdo in Champions League, che pure rimane virtuale per il momento. Il Brescia ha già la testa al prossimo campionato, essendo retrocesso; sorte segnata da tempo, forse anche prima del caso Balotelli, e squadra che non è più riuscita a dare seguito a certe buone prestazioni. Sabato è arrivata una beffarda sconfitta contro il Parma, summa della stagione; ora vedremo come andranno le cose nella diretta di Lazio Brescia, aspettandone il calcio d’inizio possiamo valutare le scelte da parte dei due allenatori analizzando nel dettaglio le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO BRESCIA

Inzaghi ha recuperato parecchi dei suoi infortunati, e così in Lazio Brescia può affidarsi a una formazione vicina a quella titolare: Strakosha difende la porta, davanti a lui agiscono Patric, Acerbi e Luiz Felipe con due esterni che dovrebbero essere Manuel Lazzari e Jony, anche se Marusic e Jordan Lukaku sperano nel posto. In mezzo al campo è ballottaggio Parolo-Cataldi per il ruolo di metronomo; le due mezzali saranno verosimilmente Luis Alberto e Sergej Milinkovic-Savic, con Immobile a caccia del record di gol di Higuain (gliene mancano due per agganciare il Pipita) e Joaquin Correa favorito su Caicedo per affiancarlo.

Dessena salta la partita dell’Olimpico per squalifica, dunque Diego Lopez potrebbe affidarsi a Zmrhal e Spalek come interni per proteggere la regia di Tonali; in porta ci sarà sempre Andrenacci, con Papetti e Sabelli sulle corsie laterali e la coppia Mangraviti-Mateju messa in discussione da Chancellor, che potrebbe tornare titolare. Detto del centrocampo, in attacco come sappiamo Balotelli è sostanzialmente fuori rosa da tempo; Alfredo Donnarumma, il principale marcatore della squadra, è fuori condizione e così ad affiancare Torregrossa potrebbe essere nuovamente Ayé, con Skrabb che però potrebbe partire dal primo minuto.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha emesso un ovvio pronostico su Lazio Brescia, identificando nei biancocelesti i chiari favoriti: regolata dal segno 1, la loro vittoria vi permetterebbe di guadagnare 1,18 volte quanto messo sul tavolo, per contro l’affermazione delle rondinelle (segno 2) porta in dote una vincita che ammonta a ben 18,00 volte la vostra giocata. L’eventualità del pareggio, per la quale dovrete puntare sul segno X, vi farebbe intascare un valore corrispondente a 7,00 volte l’investimento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA