DIRETTA/ Lazio Milan (risultato finale 0-3) DAZN: tris rossonero, Lazio a -7

- Claudio Franceschini

Diretta Lazio Milan streaming video DAZN: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 30^ giornata della Serie A, il big match è allo stadio Olimpico.

Rebic Radu Milan Lazio lapresse 2020
Diretta Lazio Milan, Serie A 30^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA LAZIO MILAN (RISULTATO FINALE 0-3): TRIS ROSSONERO, LAZIO A -7

Il Milan ha chiuso con un rotondo tris la sfida dell’Olimpico. Nel finale i rossoneri hanno sfiorato il poker con Theo Hernandez che ha calciato a lato solo davanti a Strakosha, non sarebbe cambiata la sostanza di una partita che il Milan ha saputo indirizzare subito nel verso giusto. La Lazio, già in emergenza, non ha trovato le energie per reagire, troppe le assenze per gli uomini di Inzaghi che ha dovuto rinunciare anche a Correa e Milinkovic a partita in corso. Lazio ora a -7, lo Scudetto è ormai una chimera e i biancocelesti dalla trasferta di Lecce proveranno a chiudere in fretta un obiettivo Champions che manca comunque da 13 anni. Per il Milan si moltiplicano le speranze di qualificazione in Europa League, anche alla luce dello scontro diretto tra Napoli e Roma di domani. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Lazio Milan sarà disponibile al numero 209 del decoder di Sky: il canale DAZN1 è fruibile anche ai clienti della televisione satellitare che non abbiano sottoscritto un abbonamento alla piattaforma nata lo scorso anno. Naturalmente gli abbonati a quest’ultima potranno seguire la partita di Serie A attraverso il consueto servizio di diretta streaming video, attivando l’applicazione su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone oppure servendosi di una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

ROSSONERI IN CONTROLLO

Sullo 0-3 la Lazio ovviamente non ha molto da dire e il Milan gestisce in scioltezza il triplo vantaggio. Correa lascia spazio a Cataldi, poi destro di Milinkovic-Savic che non inquadra la porta. Il serbo, affaticato, chiede il cambio e Simone Inzaghi lo accontenta inserendo Djavan Anderson. Strakosha evita il poker milanista rispondendo a Theo Hernandez, quindi cambia anche Pioli inserendo Krunic e Calabria al posto di Bonaventura e Conti. Il Milan comunque è padrone del campo, nessun problema per gli uomini di Pioli che a un quarto d’ora dalla fine sono avanti di 3 gol in casa della Lazio. (agg. di Fabio Belli)

TRIS DI REBIC!

Il secondo tempo inizia con una sostituzione per parte, nel Milan Rebic prende il posto di Ibrahimovic, nella Lazio c’è Adekanye al posto di Lucas Leiva. Al 5′ un sinistro di Kessie viene bloccato da Donnarumma, poi la Lazio all’8′ spreca un gran contropiede con Correa che ritarda il passaggio per Lazzari, che va a segno ma in posizione di fuorigioco. Ancora cambi per la Lazio con Jordan Lukaku e il giovane Falbo che sostituiscono Jony e Radu, ma ad andare a segno è ancora il Milan al 14′: a firmare il tris è Ante Rebic che sfrutta un assist di Bonaventura e a tu per tu con Strakosha sigla lo 0-3. (agg. di Fabio Belli)

IBRA SU RIGORE!

La Lazio spuntata fa fatica ad reagire e il Milan prova ad approfittarne. Al 31′ affondo di Conti, Ibrahimovic insacca sul cross ma la rete viene annullata per fuorigioco. Il raddoppio milanista è solo rinviato: al 33′ il cross di Saelemaekers trova il braccio di Radu, è calcio di rigore. Strakosha arriva sulla trasformazione di Ibrahimovic ma non riesce a trattenere e il pallone si insacca per lo 0-2 rossonero. Al 38′ problema fisico per Calhanoglu, viene subito sostituito da Paquetà. Al 40′ il Milan trova un gran contropiede ma Saelemaekers si fa recuperare, Inzaghi cerca di motivare i suoi, particolarmente in difficoltà e autori di qualche errore di misura di troppo. 2′ di recupero, verticalizzazione di Luis Alberto per Correa ma l’argentino perde l’attimo al momento del tiro e il Milan arriva all’intervallo in situazione di doppio vantaggio. (agg. di Fabio Belli)

CALHANOGLU DAL LIMITE!

Al 18′ Bennacer cerca il passaggio filtrante per Calhanoglu ma il pallone sfila sul fondo, poi al 20′ è Jony ad affondare bene sulla sinistra, con un cross basso e teso sul quale Correa non arriva d’un soffio a centro area. Subito dopo fallo di Romagnoli sull’argentino, punizione per la Lazio da posizione interessante da Milinkovic-Savic calcia con poca potenza e Donnarumma neutralizza senza problemi. Al 23′ però il Milan trova il vantaggio: ancora fraseggio insistito dei rossoneri nella metà campo laziale, Calhanoglu arriva al tiro dal limite e una deviazione di Parolo rende la traiettoria imparabile per Strakosha. La Lazio prova a reagire cercano di alzare il baricentro ma il Milan difende bene, rossoneri in vantaggio di misura all’Olimpico alla mezz’ora del primo tempo. (agg. di Fabio Belli)

EQUILIBRIO INIZIALE

Iniziata nel segno dell’equilibrio la sfida tra Lazio e Milan. Si affaccia per prima in avanti la Lazio, al 5′ un tiro-cross di Luis Alberto viene deviato in angolo da Bennacer, quindi Lazzari al 10′ sfonda sulla destra ma la sua conclusione è troppo a rientrare e finisce tra le braccia di Donnarumma. Al quarto d’ora buon anticipo di Kjaer su Correa, il Milan prova ad affidarsi al fraseggio stretto ma non riesce nelle prime battute del match a sfondare ai sedici metri. Queste le formazioni ufficiali del match: Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Parolo, Jony; Luis Alberto, Correa. All.: Inzaghi. Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Conti, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer; Saelemaekers, Bonaventura, Calhanoglu; Ibrahimovic. All.: Pioli. (agg. di Fabio Belli)

PIOLI, IL GRANDE EX TORNA ALL’OLIMPICO

Per la diretta di Lazio Milan sarà utile ora fissare la nostra attenzione anche sugli allenatori, chiamati in campo questa sera per la 30^ giornata della Serie A. Padrone di casa all’Olimpico sarà naturalmente Simone Inzaghi, allenatore biancoceleste (e già colonna del club come giocatore prima) dal luglio del 2016, ma con qualche mese passato come allenatore a interim, sempre nella formazione della capitale. Il tecnico piacentino è certo uno dei protagonisti di questa stagione della Serie A, vista la bella lotta scudetto che la Lazio ha ingaggiato con la Juventus: in generale però possiamo dire che Inzaghi ha messo da parte numeri eccezionali nella panchina, vista la media punti di 1.54 registrata in 186 partite. Sono statistiche ben differenti quelle messe da parte da Stefano Pioli invece con il Milan, tenuto conto che il tecnico di Parma è alla guida della formazione del Diavolo solo dal 9 ottobre scorso. Certo l’allenatore classe 1965 ha dato una buona scossa all’ambiente dal suo arrivo, e i buoni risultati, anche dopo la ripartenza, non sono mancati: potrebbero però non essere sufficienti per riconfermarlo a fine stagione. Ricordiamo poi che Pioli è ex del match, avendo allenato la Lazio dal giugno 2014 all’aprile del 2016, prima di venir esonerato per far posto a Bielsa (che però non è mai arrivato). (agg Michela Colombo)

TESTA A TESTA

Sfida ricca di fascino e storia, Lazio Milan ha visto i biancocelesti festeggiare soltanto tre volte nelle ultime dieci: i rossoneri per esempio avevano fatto loro la semifinale di Coppa Italia nel 2018, ai calci di rigore dopo un doppio 0-0, con la Lazio che si è rifatta l’anno seguente e nello stesso identico contesto, pareggiando senza reti all’Olimpico ma espugnando San Siro. Cosa che peraltro la Lazio ha saputo replicare anche nell’ultima uscita in Serie A, quella ovviamente relativa al girone di andata; se invece vogliamo considerare l’ultimo successo interno dobbiamo tornare al settembre 2017 per un roboante 4-1 inflitto a Vincenzo Montella, segnato dal poker in 12 minuti firmato Ciro Immobile (tripletta) e Luis Alberto prima che Riccardo Montolivo realizzasse l’inutile gol rossonero. Il Milan non vince nell’Olimpico biancoceleste, escludendo appunto i rigori di Coppa Italia, dal novembre 2015: l’allenatore della Lazio era proprio Stefano Pioli, a decidere furono Andrea Bertolacci, Philippe Mexès e Carlos Bacca con gol della bandiera capitolina segnato da Ricardo Kishna, giovane olandese che ha lasciato poche tracce a Formello. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Lazio Milan, partita che sarà diretta dal signor Calvarese, rappresenta il big match della 30^ giornata per il campionato di Serie A 2019-2020: le due squadre giocano alle ore 21:45 di sabato 4 luglio presso lo stadio Olimpico, e dunque i biancocelesti conosceranno già il risultato della Juventus. La Lazio continua a inseguire lo scudetto e lo dimostra con le ultime due rimonte effettuate: prima quella contro la Fiorentina – con polemiche per un rigore dubbio – poi quella di Torino contro i granata. Questa volta però Simone Inzaghi dovrà fare a meno di due pezzi fondamentali del puzzle, e allora ci sono speranze per un Milan che vuole invece arrivare in Europa, e che mercoledì sera ha evitato una sconfitta che sembrava scritta.

Sotto di due gol e con una rete annullata loro nel primo tempo, i rossoneri hanno scalato la montagna sul campo della Spal arrivando, anche con quel pizzico di fortuna che non guasta mai, al clamoroso e insperato 2-2 all’ultimo secondo. Risultato che non era chiaramente quello sperato, ma che ci ha detto di come in questo momento il Diavolo abbia anche ritrovato carattere; certo all’Olimpico servirà ben altro stasera, e allora aspettando la diretta di Lazio Milan proviamo a indovinare le mosse da parte dei due allenatori, valutando in maniera più dettagliata le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO MILAN

Simone Inzaghi non ha attacco per Lazio Milan: sia Immobile che Caicedo sono squalificati, e nella rosa non ci sono prime punte di ruolo che li possano sostituire. La soluzione potrebbe essere quella di far giocare Joaquin Correa e Luis Alberto fianco a fianco, come attaccanti tattici; Sergej Milinkovic-Savic resterà a centrocampo, con Cataldi che agirà in cabina di regia e Parolo che dovrà essere confermato come altra mezzala. In difesa si tenta il recupero in extremis di Luiz Felipe: senza di lui, ancora Patric sul centrodestra con l’ex Acerbi centrale e Stefan Radu sull’altro versante, il portiere ovviamente sarà Strakosha.

Stefano Pioli – importante ex – ovviamente ha pochi dubbi: Andrea Conti torna titolare come terzino destro, sulla stessa fascia Saelemaekers dovrebbe sostituire Castillejo ma c’è anche l’opzione Rebic, spostato a destra per favorire l’inserimento di Ibrahimovic da prima punta e, in questo modo, anche una maglia per Bonaventura o Rafael Leao a sinistra. Calhanoglu alle spalle dell’attaccante; Kessie e Bennacer formeranno la cerniera mediana a protezione della difesa, completata da Alessio Romagnoli e Kjaer come centrali e da Theo Hernandez a sinistra, Gigio Donnarumma difenderà la porta.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai prevede che per Lazio Milan la situazione di partenza sia di grande equilibrio: i biancocelesti sono favoriti ma il valore posto sulla loro vittoria (segno 1) è di 2,35 volte la somma messa sul piatto e non è affatto distante dal 3,05 che regola invece il successo esterno dei rossoneri, per il quale dovrete puntare sul segno 2. Il pareggio, eventualità identificata dal segno X, vi permetterebbe invece di guadagnare una cifra corrispondente a 3,30 volte la puntata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA