Diretta/ Lecce Parma (risultato finale 3-4) streaming tv: i salentini tornano in B

- Mauro Mantegazza

Diretta Lecce Parma streaming video tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita di Serie A per la 38^ giornata.

Liverani Lecce
Lecce Parma: Fabio Liverani (Foto LaPresse)

DIRETTA LECCE PARMA (FINALE 3-4) I SALENTINI TORNANO IN B

Il Parma chiude con una vittoria la sua stagione: 3-4 in casa del Lecce e Verona e Fiorentina agganciate a quota 49 punti in classifica. Ma la stagione del Lecce è probabilmente finita al termine del primo tempo di questo match, quando dopo la rimonta firmata Barak e Meccariello i salentini hanno saputo dei tre gol di vantaggio per il Genoa sul Verona. Il Lecce continua dunque a fare su e giù di categoria, dopo le due promozioni consecutive dalla C alla B e dalla B alla A arriva una retrocessione che riporta i pugliesi in cadetteria, nonostante un campionato chiuso a 35 punti in cui probabilmente i giallorossi hanno pagato il fatto di avere la peggior difesa del campionato, con 85 gol incassati. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LECCE PARMA

La diretta tv di Lecce Parma sarà garantita sui canali della piattaforma satellitare, dal momento che si tratta di una delle sette partite della giornata di Serie A trasmesse in esclusiva da Sky. Questo significa che pure la diretta streaming video sarà riservata agli abbonati, tramite il sito oppure l’applicazione del servizio Sky Go.

GIALLOROSSI VICINI ALLA RESA

La ripresa inizia con Dermaku in campo nel Parma al posto di Bruno Alves. Al 7′ un’azione manovrata del Parma riporta in vantaggio gli emiliani, la deviazione finale è di Cornelius. Lecce che sembra demotivato dalle notizie arrivate da Genova, c’è una girandola di cambi con Liverani che prova a scuotere i suoi ma i salentini non creano molto, il morale è veramente basso visto che i Grifoni dovrebbero subire tre gol dal Verona per rimettere in gioco i salentini. E al 21′ Barillà trova il secondo assist, dopo quello a Cornelius manda in porta Inglese che realizza il gol del 2-4 che ha il sapore della resa per il Lecce, anche se al 23′ Lapadula firma il suo undicesimo gol in campionato e il 3-4 riportando sotto i giallorossi, ribadendo in rete dopo un palo colpito da Shatov. (agg. di Fabio Belli)

RIMONTA SALENTINA!

Dopo lo 0-2 del Parma è notte fonda per il Lecce che riesce però a reagire. Dopo il coolin’ break la squadra di Liverani si getta in avanti, viene ammonito Kurtic per un fallo su Mancosu, poi lo stesso Mancosu manca una buona occasione da posizione centrale. Al 40′ i salentini accorciano le distanze con Barak che svetta su Laurini su un cross di Mancosu e sigla di testa l’1-2. Quindi a stretto giro di tempo arriva il pareggio, lo firma Meccariello, anche lui a segno di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Viene ammonito Bruno Alves, c’è spazio per un ultimo tentativo di Falco ma il primo tempo si chiude sul 2-2, anche se le speranze di salvezza del Lecce sono praticamente annullate dal 3-0 che il Genoa sta infliggendo al Verona a Marassi. (agg. di Fabio Belli)

SALENTINI, PARTENZA CHOC

Il primo affondo è del Parma con Tachtsidis che deve chiudere su Kulusevski, il Lecce ha bisogno dei tre punti e prova ovviamente a fare la partita ma la manovra degli uomini di Liverani è molto confusa. E a passare in vantaggio è il Parma all’11’: gran diagonale di Hernani che si stampa sul palo, ma il pallone carambola su Lucioni che firma uno sfortunato autogol. Da Genova arriva la notizia del vantaggio dei Grifoni e il Lecce sembra in stato confusionale. Caprari si divora il raddoppio a tu per tu con Gabriel, poi si fanno vedere i salentini con una conclusione di Saponara. Al 20′ però il Parma fa il bis: padroni di casa troppo sbilanciati, gli emiliani ripartono con Caprari che chiude il contropiede con la rete dello 0-2. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA

Eccoci al via di Lecce Parma: i ducali hanno scialacquato quella che sarebbe potuta essere una grande corsa verso l’Europa con un post-lockdown pessimo. La sconfitta casalinga contro l’Atalanta è stata la settima di questo periodo: avendo giocato 12 partite è chiaro come il quadro sia decisamente negativo, e solo i successi contro Genoa, Napoli e Brescia hanno impedito ai ducali di scendere ancora di più in classifica. Per di più il Parma ha giocato spesso e volentieri con le rimonte in estate: ha subito quelle contro Roma, Inter (incredibile, con due gol incassati nel finale), Verona e appunto Atalanta, mentre a sua volta ha miracolosamente pareggiato contro il Bologna, realizzando due volte nei minuti di recupero. Adesso vedremo come si concluderà la stagione per Roberto D’Aversa, che comunque sta confermando di poter essere l’allenatore giusto per proseguire il percorso di crescita. Mettiamoci allora comodi, e lasciamo che a parlare sia il campo: leggiamo subito quelle che sono le formazioni ufficiali della partita, finalmente la diretta di Lecce Parma comincia! LECCE: Gabriel; Donati, Lucioni, Meccariello, Dell’Orco; Mancosu, Tachtsidis, Barak; Falco, Saponara; Lapadula. All.: Liverani. PARMA: Sepe; Laurini, Bruno Alves, Gagliolo, Darmian; Hernani, Kurtic, Barillà; Kulusevski, Caprari, Cornelius. All.: D’Aversa. (agg. di Claudio Franceschini)

ALLENATORI A CONFRONTO

Siamo quasi al via della diretta di Lecce Parma. Roberto D’Aversa ha incrociato il Lecce più volte nel corso della carriera: mai da allenatore, perché ha accettato la guida del Lanciano quando gli abruzzesi erano in Serie B e i salentini nella terza divisione, poi i gialloblu sono riusciti incredibilmente a bruciare le tappe e hanno ottenuto il triplo salto tornando in Serie A nel 2018, anno in cui il Lecce ha finalmente conquistato la serie cadetta. D’Aversa allena i ducali dal dicembre 2016, quando aveva preso il posto di Stefano Morrone (di fatto di Gigi Apolloni): ha già messo insieme 149 panchine con la società e ha il 42,3% di vittorie. Una percentuale chiaramente influenzata dal percorso in Lega Pro e Serie B dove ha ottenuto un totale di 38 successi in 70 partite, ma anche nel massimo campionato l’ex centrocampista ha dimostrato di sapersela cavare: ora potrebbe diventare una bandiera dalla panchina, anche perché ha già superato i punti (41) che aveva centrato nell’ultimo torneo, a dimostrazione di come sotto il suo operato il Parma sia riuscito a crescere e lui possa essere l’uomo giusto per condurre la corsa all’Europa League. A conti fatti, a meno che la società non investa in modo da rendere il club una potenza come negli anni Novanta, a D’Aversa manca solo questo traguardo: lo raggiungerà? (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Ci stiamo avvicinando alla diretta di Lecce Parma: partita che non si gioca al Via del Mare dall’aprile 2012, nell’occasione vinta dai ducali grazie ai gol di Sebastian Giovinco e Gabriel Paletta cui i salentini di Serse Cosmi avevano risposto solo parzialmente con Nenad Tomovic. Il Lecce in termini generali ha vinto una sola volta contro il Parma nelle ultime dieci partite, e lo ha fatto al Tardini (febbraio 2011); in questo lasso di tempo i gialloblu hanno invece ottenuto sei successi (le ultime due gare al Tardini si sono risolte con un 4-0 e un 2-0), e allora per trovare l’ultima volta in cui la squadra pugliese sia riuscita a centrare una vittoria casalinga contro l’avversaria di oggi dobbiamo tornare addirittura al maggio 1991, ovvero il primo storico campionato che il Parma, allenato da Nevio Scala e arrivato in Europa, aveva giocato in Serie A lanciandosi poi verso un decennio straordinario. Il gol decisivo lo aveva segnato Paolo Benedetti; tre anni prima in Serie B i salentini guidati da Carlo Mazzone avevano vinto in casa con un emozionante 3-2, trovando il vantaggio con Marco Baroni e, dopo il pareggio di Roberto Di Nicola, allungando con Pedro Pasculli e Ezio Panero che avevano reso inutile il secondo gol emiliano messo a segno da Enzo Gambaro. Era l’ultima giornata, e il Lecce era stato promosso. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Lecce Parma sarà diretta dal signor Maurizio Mariani: una designazione significativa per il fischietto della sezione Aia di Aprilia, perché i salentini si giocano le speranze di rimanere in Serie A. Allo stadio di Via del Mare completeranno poi la squadra arbitrale i due guardalinee Preti e Longo, il quarto uomo Di Bello, il signor Maresca come addetto Var e al suo fianco il signor Fiorito, in qualità di assistente Avar. Tornando adesso a presentare il primo arbitro, ricordiamo che il signor Maurizio Mariani è nato a Roma il 25 febbraio 1982. In questo campionato di Serie A 2019-2020 che si concluderà proprio oggi le sue precedenti presenze sono ben venti, con un bilancio disciplinare caratterizzato da 95 cartellini gialli, ben undici espulsioni delle quali solo una per somma di ammonizioni e la bellezza di dieci rossi diretti, infine i calci di rigore assegnati dal signor Mariani sono sei. Con il Lecce un solo precedente stagionale, in occasione del pareggio casalingo con il Cagliari, mentre il signor Mariani ha incrociato due volte il Parma, che ha vinto con il Sassuolo e pareggiato contro il Bologna. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Lecce Parma, in diretta dallo stadio Via del Mare, vedrà alle ore 20.45 di stasera, domenica 2 agosto 2020, l’ultimo disperato assalto dei salentini di Fabio Liverani alla salvezza. La trentottesima giornata di Serie A ha infatti un solo verdetto ancora da sancire: chi si salverà fra Lecce e Genoa? La diretta di Lecce Parma ci dirà se i giallorossi possono ancora sperare: di certo sono obbligati a vincere, perché anche un pareggio li condannerebbe, sperando poi che da Marassi arrivino buone notizie. I pugliesi sono rimasti “vivi” vincendo mercoledì sul campo dell’Udinese e confermando di essere una squadra che sa giocare bene e proporre un buon calcio, il problema è la difesa peggiore del campionato, che rischia di essere una zavorra troppo pesante. Di certo oggi conta solo vincere, di fronte ad un Parma che dal canto suo proverà a chiudere bene: la sconfitta contro l’Atalanta ha comunque detto che gli emiliani di Roberto D’Aversa per un tempo hanno dominato, cosa che è riuscita a pochissimi contro la Dea. L’obiettivo potrebbe essere quello di entrare fra le prime dieci, anche se naturalmente le motivazioni saranno molto più forti per il Lecce…

PROBABILI FORMAZIONI LECCE PARMA

Parlando adesso delle probabili formazioni di Lecce Parma, osserviamo che Fabio Liverani dovrà fare a meno dello squalificato Paz. Modulo 4-3-2-1, davanti al portiere Gabriel dovrebbero giocare a destra uno fra Rispoli e Dell’Orco, in mezzo Meccariello e Lucioni e infine Donati sulla fascia sinistra, mentre a centrocampo agiranno Mancosu (se ce la farà, in pre-allarme Majer), Petriccione e Barak; infine in attacco ecco Saponara e Falco alle spalle forse di Lapadula (ma le prime punte sono tutte acciaccate), a meno che in mediana non sia scelto Tachtsidis, avanzando Mancosu a danno di uno dei due trequartisti. Nel Parma molti meno dubbi, il 4-3-3 di Roberto D’Aversa sembra già essere del tutto definito con Darmian, Dermaku, Bruno Alves e Gagliolo nella difesa a quattro davanti a Sepe; a centrocampo poi ecco Kurtic in cabina di regia affiancato da Kucka e Barillà, infine nel tridente offensivo dovrebbero essere titolari Caprari in posizione centrale e le due ali Kulusevski e Gervinho.

PRONOSTICO E QUOTE

Nettamente favoriti i padroni di casa nel pronostico di Lecce Parma secondo le quote offerte dall’agenzia Eurobet. Il segno 1 infatti è quotato a 1,55 e si fa nettamente preferire alle altre ipotesi: il segno X per il pareggio è proposto a 4,50, infine un colpaccio del Parma varrà 5,50 volte la posta in palio per chi avrà creduto nel segno 2.



© RIPRODUZIONE RISERVATA