DIRETTA/ Liechtenstein-Italia (risultato finale 0-5): otto su otto per gli azzurri!

- Claudio Franceschini

Diretta Liechtenstein Italia streaming video Rai: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il gruppo J delle qualificazioni agli Europei 2020.

Italia Finlandia gol gruppo lapresse 2019
Diretta Liechtenstein Italia, Qualificazioni Europei 2020 (Foto LaPresse)

DIRETTA LIECHTENSTEIN-ITALIA (RISULTATO FINALE 0-5): OTTO SU OTTO PER GLI AZZURRI!

Come da pronostico l’Italia passeggia a Vaduz: gli azzurri annientano il Liechtenstein per 5 a 0 e restano a punteggio pieno, nei gironi delle European Qualifiers gli unici a non lasciato punti per strada assieme al Belgio. Nel finale c’è gloria anche per El Shaarawy che su assist di Cristante cala il poker e ritrova il gol in nazionale, l’ultima presenza per il Faraone risaliva a quel maledetto 13 novembre 2017, quando la Svezia ci buttò fuori dalla fase finale del mondiale in Russia. Nel recupero Di Lorenzo pennella un cross perfetto per la testa di Belotti che fa doppietta e chiude in bellezza la serata confermandosi il miglior marcatore per la nazionale di Mancini con quattro centri all’attivo. {agg. di Stefano Belli}

A SEGNO ANCHE BELOTTI E ROMAGNOLI

A poco meno di quindici minuti dal novantesimo è aumentato il vantaggio dell’Italia sul Liechtenstein con gli azzurri che ora conducono per 3 a 0. Alla fine il gol del raddoppio è arrivato al 70′ con l’incornata vincente di Belotti che sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Grifo riesce a battere Buchel (con il quale sembrava avere un conto aperto) e a restituire un po’ di tranquillità al ct Mancini che qualche minuto prima aveva tremato quando Salanovic – sempre lui – per poco non inquadra il bersaglio con un destro a giro che Sirigu è riuscito a intercettare con un colpo di reni. In precedenza ci aveva pensato Yildiz a negare il gol a Cristante con un salvataggio sulla linea. Da segnalare gli ingressi sul terreno di gioco dei due figli di Mario, Frick, Noah e Yanik, nonché di Tonali che veste per la prima volta la maglia azzurra. Al 77′ Romagnoli firma il tris, primo centro in nazionale per il centrale del Milan.
{agg. di Stefano Belli}

MANCA UN RIGORE AGLI AZZURRI

Allo stadio Rheinpark di Vaduz è ricominciato dopo l’intervallo il match tra Liechtenstein e Italia che si affrontano nell’ottava giornata del girone J di qualificazione a Euro 2020, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede gli ospiti sempre in vantaggio per 1 a 0. Azzurri che continuano a cercare il gol del raddoppio, al 49′ gli uomini di Mancini si lamentano per un mancato calcio di rigore: Belotti viene spinto a terra da Kaufmann all’interno dell’area, l’arbitro Treimanis non si accorge di nulla e fa proseguire il gioco – ricordiamo che nelle European Qualifiers il VAR non c’è. Sessanta secondi più tardi il Gallo libera il destro senza trovare la porta difesa da Benjamin Buchel, soltanto l’esterno della rete per la punta del Torino che stasera funge da terminale offensivo di riferimento visto che Immobile è comodamente in panchina. Al 54′ Zaniolo viene murato dalla retroguardia avversaria, si gioca in una sola metà campo e non è la nostra. {agg. di Stefano Belli}

INTERVALLO

Liechtenstein e Italia vanno al riposo sul punteggio di 1 a 0 in favore della nazionale di Roberto Mancini. Poche emozioni in campo – reso pesante dalla pioggia – con gli azzurri che controllano la partita senza strafare, non c’è alcun bisogno di fare fuori giri con il primo posto e la qualificazione a Euro 2020 in tasca. Un’ulteriore vittoria ci consentirebbe comunque di migliorare il nostro ranking UEFA e accrescere così le chance di essere teste di serie nel sorteggio dei gironi della fase finale, motivo per cui il ct italiano tiene i suoi sulle spine. Salanovic è di gran lunga l’uomo più pericoloso per Sirigu che al 42′ deve rifugiarsi in calcio d’angolo. Momenti di apprensione per Zaniolo che cade male facendosi male alla spalla, il talento della Roma viene immediatamente soccorso ma non sembra nulla di grave per lui, o almeno se lo augura la società giallorossa che già ora si ritrova con l’infermeria strabordante. {agg. di Stefano Belli}

AZZURRI A CACCIA DEL RADDOPPIO

Alla mezz’ora del primo tempo resiste il vantaggio dell’Italia sul Liechtenstein con gli azzurri sempre avanti per 1 a 0. Prosegue il tiro al bersaglio dei ragazzi di Mancini verso la porta di Benjamin Buchel che fa il possibile per limitare i danni e tenere a galla i suoi – nel vero senso della parola vista la tantissima pioggia che sta cadendo a Vaduz. Al quarto d’ora Bernardeschi cerca la doppietta personale ma il suo sinistro si spegne tra le braccia del numero 1 di Kolvidsson che successivamente si fa riconsegnare il pallone da Zaniolo che aveva cercato di sorprendere la retroguardia avversaria. Al netto delle fiammate iniziali di Salanovic, i padroni di casa non hanno prodotto chissà quali pericoli dalle parti di Sirigu, bravissimo a farsi valere quando è stato chiamato in causa. {agg. di Stefano Belli}

LA SBLOCCA BERNARDESCHI!

Allo stadio Rheinpark di Vaduz è cominciato il match tra Liechtenstein e Italia, il risultato è già cambiato con gli azzurri che conducono per 1 a 0. Inizio gara frizzante con i padroni di casa che fanno subito prendere un bello spavento a Sirigu che deve abbassare la saracinesca per negare il gol a Salanovic. Sul ribaltamento di fronte successivo Bernardeschi non lascia scampo a Buchel e mette in chiaro le cose considerata la partenza a dir poco aggressiva degli uomini di Kolvidsson. Che tornano a farsi minacciosi nella nostra area di rigore ancora con Salanovic, questa volta il numero 11 non riesce a mettere in difficoltà l’estremo difensore del Torino che in tuffo blocca la sfera. Problemi per Belotti che è stato colpito duramente da Rechsteiner, il Gallo si è rialzato zoppicando e ha intenzione di rimanere in campo, per precauzione Mancini ha ordinato a Immobile di scaldarsi e tenersi pronto. Si gioca sotto una pioggia battente, per adesso il manto erboso resta in perfette condizioni. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Liechtenstein Italia, come tutte le partite della nostra nazionale, sarà trasmessa su Rai Uno: appuntamento dunque in chiaro per tutti sulla televisione di stato, il canale è disponibile anche in alta definizione e si potrà ovviamente seguire la sfida in diretta streaming video, attraverso il sito ufficiale www.raiplay.it e dotandosi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

FORMAZIONI UFFICIALI!

Liechtenstein Italia sta finalmente per cominciare. E’ curioso notare che rispetto a tre anni fa, ovvero nel precedente giocato al Rheinpark Stadion di Vaduz, gli azzurri erano ben diversi rispetto a quelli di oggi. Intanto il Commissario Tecnico era Giampiero Ventura; in campo c’erano giocatori come Gigi Buffon e Daniele De Rossi che hanno salutato la nazionale dopo il playoff contro la Svezia, e poi ancora Davide Zappacosta e Mattia De Sciglio, Antonio Candreva e Giacomo Bonaventura con in panchina Mattia Perin, Luca Antonelli, Matteo Darmian, Daniele Rugani, Danilo Cataldi, Roberto Gagliardini ed Eder. In più, era presente il compianto Davide Astori: avrebbe giocato altre due partite in nazionale, ovvero un’amichevole contro la Germania e la sfida delle qualificazioni ai Mondiali nel settembre 2017, a Reggio Emilia, contro Israele. Questa sera dunque gli azzurri, profondamente rinnovati, giocano per confermarsi a punteggio pieno nel gruppo J e fare un altro passo avanti: ecco le formazioni ufficiali di Liechtenstein Italia, la partita comincia! LIECHTENSTEIN (4-1-4-1): B. Buchel; Rechsteiner, Kaufmann, Hofer, Goppel; Mart. Buchel; Yildiz, Polverino, Hasler, Salanovic; Gubser. Allenatore: Helgi Kolvidsson ITALIA (4-3-3): Sirigu; Di Lorenzo, G. Mancini, A. Romagnoli, Biraghi; Zaniolo, Cristante, Verratti; Bernardeschi, Belotti, Grifo. Allenatore: Roberto Mancini (agg. di Claudio Franceschini)

MANCINI CERCA IL PUNTEGGIO PIENO!

Liechtenstein Italia è l’ottava partita nelle qualificazioni agli Europei 2020, e potrebbe rappresentare l’ottava vittoria: gli azzurri a questo punto cercheranno di chiudere il gruppo J a punteggio pieno. Sarebbe un risultato di prestigio per quanto detto in precedenza, e un traguardo non troppo scontato nella nostra storia; per arrivare a dieci vittorie in altrettante gare di qualificazione l’Italia dovrà vincere al Rheinpark Stadion questa sera e poi, nelle partite di novembre, avere ragione di Bosnia (in trasferta) e Armenia in casa. Due nazionali che potrebbero essere ancora in corsa per il secondo posto e dunque la qualificazione diretta agli Europei 2020; l’Armenia già questa sera potrebbe essere tagliata fuori se perdesse in Finlandia, anche i balcanici però rischiano perchè un ko in Grecia rappresenterebbe quasi la parola fine sulle loro ambizioni, anche se rimane il salvagente dei playoff. L’Italia giocherà senza pressioni, consapevole di poter centrare questo traguardo ma senza l’assillo del risultato ad ogni costo, intanto vedremo come andranno le cose questa sera. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Nei tre precedenti di Liechtenstein Italia la nostra nazionale ha sempre vinto, e non ha mai subito gol: spicca questo dato sugli altri, un clamoroso 15-0 per quanto riguarda le reti centrate nella sfida diretta. Gli azzurri peraltro hanno costantemente migliorato i numeri: nel novembre di tre anni fa un 4-0 esterno con doppietta di Andrea Belotti e reti di Ciro Immobile e Antonio Candreva per aprire questa rivalità, il ritorno di Udine si era risolto in 5-0 con le marcature di Lorenzo Insigne, Belotti, Eder, Federico Bernardeschi e Manolo Gabbiadini. Infine, almeno per il momento, il 6-0 di Parma andato in scena lo scorso marzo: realizzazioni di Stefano Sensi, Marco Verratti, Fabio Quagliarella con due rigori, Moise Kean e Leonardo Pavoletti che dopo pochi minuti aveva trovato il primo gol con la magia dell’Italia. A questo punto il 7-0 sarebbe il prossimo risultato; vale anche la pena ricordare che l’ultima volta le due goleade non ci avevano portato bene, visto che il contesto era quello delle qualificazioni ai Mondiali 2018 dai quali eravamo rimasti esclusi dopo aver perso il playoff contro la Svezia; adesso invece abbiamo chiuso i conti con tre giornate di anticipo… (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Liechtenstein Italia, partita che sarà diretta dall’arbitro lettone Andris Treimanis, si gioca alle ore 20:45 di martedì 15 ottobre presso il Rheinpark Stadion di Vaduz: ottava giornata del gruppo J nelle qualificazioni agli Europei 2020, e gara che ormai per entrambe le nazionali significa poco. Battendo la Grecia all’Olimpico, gli azzurri si sono assicurati qualificazione e primo posto nel girone con tre turni di anticipo: al netto degli avversari un ottimo risultato che ha rilanciato un gruppo reduce dal fallimento Mondiale e che ha dimostrato di poter ripartire con il vento in poppa, grazie ad un progetto concreto e di qualità sviluppato da Roberto Mancini. Ora si tratta di provare a chiudere a punteggio pieno, senza troppi affanni e provando a inserire giocatori che hanno visto meno il campo e potrebbero entrare nella rosa per la fase finale; il Liechtenstein è comunque reduce da due pareggi positivi con i quali ha mosso la classifica e fatto qualche passo avanti. Vediamo allora quali sono le scelte dei due Commissari Tecnici analizzando le probabili formazioni della partita, mentre aspettiamo che abbia il via la diretta di Liechtenstein Italia.

PROBABILI FORMAZIONI LIECHTENSTEIN ITALIA

In Liechtenstein Italia, Helgi Kolvidsson dovrebbe puntare sul 3-4-1-2 che si è preso il pareggio in Armenia: Yanick Frick se non altro potrebbe essere titolare dopo il gol di sabato, al fianco di uno tra Salanovic e Gubser. A centrocampo invece agiranno Martin Buchel e Polverino, con Hasler sulla trequarti; sugli esterni Rechsteiner e Meier saranno chiamati a percorrere tutta la fascia dando una mano ai tre difensori centrali, che dovrebbero essere Malin, Kaufmann e Goppel schierati in linea a protezione del portiere Benjamin Buchel. Possibile turnover per Mancini, che ha poco da giocarsi: Sirigu in porta, Alessio Romagnoli e Gianluca Mancini i centrali di difesa mentre i terzini potrebbero essere Di Lorenzo e Biraghi. In mediana la regia può essere affidata a Tonali che è stato “promosso” dall’Under 21; ai suoi lati si candidano i due giocatori della Roma Cristante e Zaniolo, nel reparto avanzato invece potremmo rivedere titolare El Shaarawy che farebbe compagina a Belotti, pronto a vincere il ballottaggio con Immobile, e Bernardeschi che sarà confermato a destra.

QUOTE E PRONOSTICO

Azzurri chiaramente favoriti secondo le quote che, per Liechtenstein Italia, sono state fornite dall’agenzia di scommesse Snai: il segno 2 per la loro vittoria vale appena 1,01 volte la puntata e dunque il guadagno sarà minimo, a differenza dell’incredibile 45,00 che accompagna l’ipotesi del successo interno che è regolata dal segno 1. Il pareggio, eventualità per la quale dovrete scommettere sul segno X, vi permetterebbe di intascare una vincita comunque ottima, ovvero corrispondente a 22,00 volte la somma giocata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA