Diretta Liegi Bastogne Liegi 2021/ Vince Tadej Pogacar: Alaphilippe beffato!

- Mauro Mantegazza

Diretta Liegi Bastogne Liegi 2021 streaming video Rai: orario, percorso e favoriti dell’ultima classica Monumento primaverile del ciclismo (oggi 25 aprile).

tadej pogacar tirreno lapresse 640x300
Diretta Liegi Bastogne Liegi 2021: vince Tadej Pogacar (foto archivio - Lapresse)

DIRETTA LIEGI BASTOGNE LIEGI 2021: VINCE TADEJ POGACAR!

E’ Tadej Pogacar il vincitore della Liegi Bastogne Liegi 2021. Per lo sloveno della UEA Emirates un trionfo eccezionale, arrivato solo negli ultimi metri, quando con uno scatto pazzesco è riuscito a beffare l’iridato Alaphilippe e dunque a fare suo il primo gradino del podio, completato poi da Gaudu. Raccontando dunque delle ultime emozioni di questa magnifica edizione della Liegi Bastogne Liegi 2021, va detto che proprio sulla Cote de la Redoute, mentre i primi fuggitivi scollinavano, è stata frattura all’interno del gruppo, con davanti un drappello di big composto tra l’altro da Pogacar, Valverde, Woods, Yates e Carapaz. Sono stati però subito attacchi e contrattacchi ed è stata gran battaglia in strada: quando mancavano trenta km pure si è finalmente esaurita anche la fuga dei sette occorsa al via. Al Cote des Forges sono poi nuove scintille con l’attacco di Geoghegan Hart e Vigegaard, con Yates che subito li segue a ruota: alle loro spalle il gruppo è frantumato e son in dodici ad andare in avanti. Pur approfittando di un leggero tratto in discesa Richard Carapaz tenta l’allungo in solitaria: a meno di 17 km dal traguardo della Liegi Bastogne Liegi  2021 abbiamo dunque il ciclista della Ineos davanti, con un gap di meno di 19 secondi da un gruppone, molto allungato, dove è gran battaglia per occupare i migliori piazzamenti. Sulla Cote de la Roche aux Faucons, Carapaz fa di tutto per proseguire nella sua azione, ma le energie cominciano a mancare e i rivali si fanno sempre più vicini. E’ poi Formolo a lanciare l’azione sul ciclista della Inoes, seguito da Woods, Gaudu, Pogacar, Alaphilippe e Valverde: Carapaz si arrende e a meno di otto km al traguardo ecco che si forma un drappello di cinque uomini in testa, dove l’ecuadoriano non ha posto. Negli ultimi km sono in cinque a lottarsi il successo e dunque Alaphilippe, Gaudu, Pogacar, Valverde e Woods: i cinque si tengono ben d’occhio ma attendono solo gli ultimi metri per fa partire la volata. È lotta furente ma sul traguardo è Tadej Pogacar a trionfare alle spalle di Alaphilippe, beffato per un nulla: per lo sloveno un grande trionfo dopo il podio occorso nel 2019. (agg Michela Colombo)

VERSO IL GRAN FINALE

Siamo ormai ben indirizzati al gran finale della diretta della Liegi Bastogne Liegi 2021 e pure al traguardo finale mancano appena 35 km: siamo ormai alla Reduote e dunque ci attendiamo ora gran scintille in strada. Raccontando che sta accadendo ora, possiamo dire che proprio sulla salita del Cote de la Redoute, il drappello dei sette fuggitivi si è spezzettato e ora i ciclisti distano l’un con l’altro di appena pochi secondi. Alle loro spalle il gruppo si è però notevolmente riavvicinato e ora il gap è di appena due minuti e 20 secondi scarsi: in mezzo appena tre ciclisti andati all’attacco pochi km fa e dunque Donovam, Padun e Vanhoucke, che fanno un po’ da elastico tra i due tronconi della corsa. Va poi segnalato che in coda il ritmo, nonostante la feroce salita (al Cote de la Redoute sono due km con pendenza media del 8.9%, ma punte fino al 20%) i big si stanno muovendo con celerità e in primis sono gli uomini della Deceuninck Quick Step (per Alaphilippe) a mettersi in mostra in questi frangenti : ci attende un gran finale! (Agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA LIEGI BASTOGNE LIEGI 2021

Per seguire la diretta tv della Liegi Bastogne Liegi 2021 ci sarà l’appuntamento che avrà inizio alle ore 11.20 su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando) in chiaro per tutti, coprendo nella prima parte del collegamento anche la gara femminile per poi dedicarsi interamente alla Doyenne maschile. Diretta disponibile anche su Eurosport, il canale tematico europeo dello sport su abbonamento. Per chi invece non potesse mettersi davanti a un televisore oggi pomeriggio, ricordiamo anche la possibilità di seguire la Liegi Bastogne Liegi in diretta streaming video sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it) oppure – per gli abbonati – tramite il servizio offerto da Eurosport Player. Infine i social network, dove segnaliamo in particolare la pagina Facebook ufficiale Liège-Bastogne-Liège e il profilo Twitter ufficiale @LiegeBastogne…

CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING SU RAI PLAY

MENO 70 KM!

Meno di settanta km alla conclusione della diretta della Liegi Bastogne Liegi 2021 e mentre è continuo saliscendi in strada, ecco che a breve la corsa potrebbe infiammarsi, con i big del gruppo stanno cominciando a spingere. Pure troviamo ancora in testa il solito drappello di sette corridori volati in fuga al via, dove vi contiamo ancora l’azzurro Lorenzo Rota. Alle loro spalle però il gruppo ha alzato notevolmente i ritmi, ricucendo parzialmente il gap, che ora si attesta sui 4 minuti e 10 secondi, in diminuzione. Sono dunque continue accelerazioni nel gruppo (l’ultimo è stato l’olimpico Greg Van Avermaet), con gli uomini dell’Astana e Lotto Soudal che spingono parecchio: tanto che giù qualche ciclista come Armirail, Bennet, Mcnulty, e Nakane stanno perdendo terreno. Nel mentre ecco che sono diverse le salite finora affrontate: mentre è ormai in vista il Col du Rosier, ricordiamo che la corsa ha già superato il Cote de le Monte le Soie, il Cote de Wanne, il Cote de Stockeu e il Cote de la Haute Levée. Ma ora diamo attenzione alla strada: la diretta della Liegi Bastogne Liegi 2021 sta finalmente entrando nel vivo!.

IN FONDO SI ALZANO I RITMI

Siamo a circa metà della diretta della Liegi Bastogne Liegi 2021 e quando mancano 117 km al traguardo finale vediamo che ancora una volta non vi sono grandi novità in strada, benchè pure la corsa abbia cominciato ad affrontare le prime salite. Ecco che allora ancora una volta troviamo in testa il solito drappello con sette fuggitivi: alle loro spalle però il gruppo ha alzato il ritmo e sta cominciando a rosicchiare secondi importanti, tanto che ora il gap è di sei minuti e mezzo. Va poi ricordato che ormai il muro di Cote de Mont le Soie non è lontano (1.7 km con una pendenza media di 7.9%) e che solo poco fa i corridori hanno affrontato anche il Cote de Saint Roch (pendenza media dell’11.2%), dove il primo a scollinare è stato Paasschens. (agg Michela Colombo)

SUPERATI I PRIMI 100 KM

Abbiamo superato già il km 100, ma altri 158 mancano per giungere a conclusione della diretta della Liegi  Bastogne Liegi 2021: e pure ancora sono scarsi movimenti in strada. Pur superata la prima ascesa della giornata, la Cote  de la Roche en Ardenne, ecco che di fatto ben poco è cambiato nello schieramento: ancora in avanti abbiamo i soliti sette uomini andati in fuga al via dove certo spicca la maglia dell’italiano Lorenzo Rota, della Intermarché Wanty Gobert Materiaux, mentre alle spalle di questo drappello il gruppo rimane distante, registrando un ritardo di otto minuti abbondanti (hanno comunque ricucito un poco). Va poi aggiunto che alla Cote posta al km numero 76 il primo a transitare è stato Laurens Hays. (agg Michela Colombo)

GRUPPO ANCORA LONTANO

In diretta per la Liegi Bastogne Liegi 2021, ecco che superati anche i primi 60 km della grande classifica ben vediamo che in strada ben poco è occorso di nuovo all’ultima oretta di corsa. Quando ormai siamo in vista del Cote de la Roche en Ardenne, salita di appena 2.8 km ma dove la pendenza media sarà del 6.2%, ecco che sono ancora i soliti sette andati in fuga al via a tenere saldo il comando della corsa. Alle loro spalle e ancora con un ritardo importante il gruppo, che al momento registra un gap di 9 minuti e mezzo dalla testa. L’ipotesi è che già nei prossimi km e con la prima ascesa di giornata qualcosa possa muoversi sia in testa alla corsa che nel gruppo: staremo a vedere. (agg Michela Colombo)

SETTE IN FUGA

Siamo finalmente nel vivo della diretta della Liegi Bastogne Liegi 2021 e dopo circa un’oretta dal via, ecco che i corridori hanno già percorso i primi 40 km dalla partenza di Liegi. Venendo dunque subito a quanto sta accadendo in strada, possiamo dire che al momento è un drappello di sette corridori a comandare, vantando un vantaggio di già dieci minuti abbondanti sul resto del gruppo. Nonostante l’ampia distanza, al momento la situazione in strada pare cristallizzata: ecco che allora abbiamo Chernetskii, Hays, Marczynski, Paasschens, Rota, Van Poucke e Vliegen in avanti, andati in fuga già nelle prime battute della corsa. Al via dunque il gruppo ha subito dato spazio ai fuggitivi che tempo pochissimi minuti hanno messo alle spalle un gap importante. Dietro il ritmo è ben tranquillo, con gli uomini della UAE Team Emirates che per il momento si portano in testa al gruppo. (agg Michela Colombo)

SI COMINCIA

Pochi minuti alla partenza della Liegi Bastogne Liegi 2021, tutto è dunque pronto per dare via alla grande classica che chiude la stagione delle celebri corse di un giorno di primavera. La Doyenne si presenta con tutto il suo fascino di corsa simbolo del Belgio vallone e con il fresco ricordo del clamoroso epilogo dell’edizione 2020, che sarebbe in ogni caso passata alla storia in quanto disputata ad ottobre a causa della pandemia di Coronavirus. Gli appassionati ricorderanno che l’anno scorso erano arrivati a giocarsi la vittoria cinque uomini: Primoz Roglic, Tadej Pogacar, Matej Mohoric (addirittura tre sloveni), Marc Hirschi e Julian Alaphilippe, fresco vincitore del Mondiale a Imola. Il francese alzò le braccia mettendo in bella mostra la sua maglia iridata, ma fu beffato da Roglic che lo scavalcò negli ultimi centimetri, poi la giuria lo declassò al quinto posto per una scorrettezza in volata. Domenica dunque da dimenticare per Alaphilippe, memorabile invece per Roglic che vinse la sua prima classica Monumento in carriera precedendo Hirschi, Pogacar, Mohoric e appunto Alaphilippe, con Mathieu Van der Poel a vincere la volata del secondo gruppetto a 14″ per prendersi il sesto posto. Oggi invece che cosa potrà succedere? Per scoprirlo, parola alla strada, perché la Liegi Bastogne Liegi 2021 sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA GRANDE CLASSICA!

Oggi, domenica 25 aprile, appuntamento da non perdere con la diretta della Liegi Bastogne Liegi 2021, edizione numero 107 della classica belga di ciclismo, la più antica fra le cinque ‘classiche Monumento’, che proprio per questo motivo è soprannominata ‘Doyenne’ (decana). Siamo dunque al culmine del cosiddetto ‘Trittico delle Ardenne’ che in questo 2021 è tornato nei limiti del possibile alla normalità della tradizione: dopo l’Amstel Gold Race vinta da Wout Van Aert e la Freccia Vallone che mercoledì ha visto il successo del campione iridato Julian Alaphilippe, eccoci finalmente alla Liegi Bastogne Liegi, l’appuntamento più atteso fra queste ultime grandi classiche di primavera.

Siamo di fatto alla chiusura della prima parte della stagione: da lunedì si penserà soprattutto al Giro d’Italia, ma prima c’è una chiusura di lusso per le settimane dedicate alle più belle corse di un giorno. Bando dunque alle parole, andiamo a vedere che cosa ci proporrà la diretta Liegi Bastogne Liegi 2021 per quanto riguarda percorso, protagonisti e modalità per seguire questa gara sempre emozionante. L’anno scorso vinse ad ottobre Primoz Roglic in un finale beffardo per Alaphilippe, due anni fa invece l’ultima edizione primaverile della corsa vide il successo di Jakob Fuglsang: solo nomi di grande prestigio, come naturalmente è giusto che sia per la Liegi Bastogne Liegi...

DIRETTA LIEGI BASTOGNE LIEGI 2021: IL PERCORSO E I PROTAGONISTI

Eccoci dunque, in sede di presentazione della diretta della Liegi Bastogne Liegi 2021, ad esaminare il percorso di questa grande classica, prevista stavolta sulla distanza di 259,5 km ricchi di insidie. La partenza avrà luogo naturalmente a Liegi ed è in programma alle ore 10.15. Nella prima parte del percorso si pedalerà verso sud fino a raggiungere dopo 100,2 km Bastogne, quando si tornerà indietro verso il capoluogo della Vallonia. Il ritorno verso Liegi presenterà però molte più insidie: detto che le strade delle Ardenne sono sempre ricche di saliscendi, si identificano lungo il percorso undici salite vere e proprie, di questa una sola è collocata prima del passaggio da Bastogne, la Côte de La Roche en Ardenne (km 76).

Tornando dunque da Bastogne verso Liegi ci saranno da affrontare tutte le altre difficoltà che rendono sempre durissima la Doyenne. Avremo dunque la Côte de Saint Roch al km 123,3, la Côte de Mont le Soie al km 164,1, la Côte de Wanne al km 172,4, subito dopo la quale si entrerà davvero nel vivo con la Côte de Stockeu (km 179), un solo chilometro di salita ma al 12,5%, ascesa dedicata a un certo Eddy Merckx, seguita immediatamente dopo dalla Côte de la Haute Levée (km 183,2), il cui primo chilometro è all’11,9%.

A seguire ecco il Col du Rosier al km 197,4, la Côte de Desnié al km 210,8 e finalmente la Côte de La Redoute (km 223,9), la salita simbolo della Liegi che qui entra decisamente nel vivo: 2 km al 9% di pendenza media e punte al 13%. Siamo ormai a meno di 40 km dall’arrivo, per cui qui forse non si decide la corsa, tuttavia sulla Redoute la Liegi Bastogne Liegi vive la sua svolta decisiva. Si prosegue poi con la Côte des Forges (km 235,8), 1300 metri con pendenza media al 7,8%, infine l’ultima salita “ufficiale” sarà la Côte de La Roche-aux-Faucons (km 245,8), salita di soli 1,3 km ma con pendenza media dell’11% e punte oltre il 13%, dunque molto impegnativa anche perché siamo ormai a meno di 15 km dal traguardo.

Come già nelle ultime due edizioni, sarà più semplice il tratto finale della Liegi Bastogne Liegi: ci sarà ancora una leggera salita verso Boncelles a 10 km dall’arrivo, ma non ci saranno la Côte de Saint-Nicolas e la salita verso Ans, perché l’arrivo è tornato ad essere collocato nel cuore di Liegi. Bisognerà dunque fare prima la selezione, ma per gli inseguitori potrebbe esserci il tempo di rientrare. Quanto ai protagonisti, è doveroso citare Primoz Roglic e Julian Alaphilippe, grandi protagonisti della scorsa edizione, altri che l’hanno già vinta come Jakob Fuglsang e naturalmente Alejandro Valverde e moltissimi altri pretendenti a cominciare da Tadej Pogacar. Ne vedremo delle belle…

© RIPRODUZIONE RISERVATA