Diretta/ Macedonia del Nord Italia (risultato finale 87-78): altro ko per gli azzurri

- Claudio Franceschini

Diretta Macedonia del Nord Italia, risultato finale 87-78: gli azzurri segnano solo 26 punti nel secondo tempo e vengono battuti dai balcanici, sconfitta comunque indolore quella di Perm.

Sacchetti Fortitudo
Diretta Macedonia del Nord Italia, qualificazioni Europei basket 2022 (Foto LaPresse)

DIRETTA MACEDONIA DEL NORD ITALIA (RISULTATO FINALE 87-78)

Macedonia del Nord Italia 87-78: seconda sconfitta consecutiva, indolore, per la nostra nazionale nel gruppo B delle qualificazioni agli Europei di basket 2022. Chiudiamo l’appuntamento nella bolla di Perm con una sola vittoria, e dunque nel girone siamo 4-2: come detto però il fatto di ospitare uno dei raggruppamenti nella fase finale ci aveva già dato il pass automatico, dunque eravamo impegnati “pro forma” e ci può stare che, senza troppi big in campo e con un gruppo ampiamente sperimentale, nelle ultime gare la tensione sia un po’ calata. La Macedonia del Nord ha giocato oggi un secondo tempo da 46-26 di parziale: di fatto gli azzurri sono offensivamente spariti concedendo una grande rimonta ai nostri avversari, che sono riusciti a prendersi la vittoria con 20 punti e il 70% dal campo (su 10 tentativi) di Andrej Magdevski, mentre alla fine Nenad Dimitrijevikj è risultato determinante segnando 22 punti, con 6/9 dal campo nel secondo tempo. Per l’Italia 17 punti e 8 assist di Marco Spissu, miglior realizzatore di una nazionale che ha anche avuto 11 punti da Michele Vitali e 10 dal sempre più concreto Gabriele Procida, uno dei tanti che si sono messi in mostra e che ora sperano in una convocazione non solo per la fase finale degli Europei 2022, ma anche e soprattutto per il grande appuntamento del torneo preolimpico. (agg. di Claudio Franceschini)

MACEDONIA DEL NORD ITALIA (RISULTATO 41-52): INTERVALLO

Macedonia del Nord Italia 41-52: è una partita senza storia, almeno per il momento, quella della Molot Sports Hall di Perm. Gli azzurri, a differenza di quanto avevano fatto giovedì contro lo stesso avversario, partono lanciati e non si guardano indietro, facendo valere da subito la loro superiorità. Il primo quarto si conclude con un vantaggio di 10 punti, nonostante un Andrej Magdevski che sembra poter fare quello che nel primo incrocio era stato di competenza di Nenad Dimitrijevikj, oggi invece impreciso al tiro; giocano una partita solida il giovanissimo Gabriele Procida, Giordano Bortolani partito in quintetto e Davide Alviti che si dimostra perfetto nelle percentuali dal campo, mentre Marco Spissu e Michele Vitali portano il loro contributo in termini di leadership non disdegnando qualche conclusione personale. Il playmaker di Sassari viaggia verso una doppia doppia con gli assist, tutta l’Italia tira divinamente e per il momento sembra che questo match possa avere una rapida conclusione dal punto di vista dell’esito; staremo a vedere se il secondo tempo a Perm confermerà quanto si è visto in questi primi 20 minuti… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA MACEDONIA DEL NORD ITALIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Macedonia del Nord Italia sarà trasmessa sui canali della televisione satellitare, dunque rappresenterà un appuntamento riservato in esclusiva agli abbonati Sky che potranno seguire questa partita come già le altre delle qualificazioni agli Europei 2022. Per chi non potesse mettersi davanti a un televisore sarà disponibile l’applicazione Sky Go, fornita dall’emittente senza costi aggiuntivi, per avere accesso alle immagini del match in diretta streaming video, utilizzando dispositivi mobili come PC, tablet o smartphone.

MACEDONIA DEL NORD ITALIA (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

Ci siamo, Macedonia del Nord Italia sta finalmente per cominciare. La nazionale balcanica aveva qualche anno fa un certo Bo McCalebb al suo servizio: potremmo aprire un intero capitolo circa i passaporti dati agli Usa per unirsi ai team “minori” ma certamente non finiremmo più, qui possiamo allora aggiungere che un macedone a tutti gli effetti è Vlado Ilievski, che nel nostro campionato ha giocato a lungo. Oggi invece sulla scia di McCalebb, la Macedonia del Nord si affida a Shayne Whittington che è il miglior realizzatore delle qualificazioni agli Europei, ovviamente per la sua nazionale: nato nel villaggio di Paw Paw, nel Michigan, ha giocato all’università di Western Michigan rimanendo vicino a casa e poi lo abbiamo visto in 27 partite con gli Indiana Pacers, qualche comparsata non memorabile prima di andare a giocare in G-League e arrivare in Europa. Ha giocato in Spagna e Russia (con lo Zenit San Pietroburgo) vestendo le maglie di Andorra, Estudiantes e Siviglia; nel 2020 invece ha firmato in Giappone con i SeaHorses Mikawa, e nella nazionale balcanica gioca ormai dal 2018. Ora è arrivato il momento di mettersi comodi e stare a vedere come andranno le cose sul parquet di Perm, perché finalmente la palla a due di Macedonia del Nord Italia sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

MACEDONIA DEL NORD ITALIA: IL GRUPPO AZZURRO

Sta per prendere il via Macedonia del Nord Italia: tema comune a tutte le nazionali che affrontano le qualificazioni agli Europei di basket, gli azzurri hanno affrontato questi impegni senza i loro big. Da quando la FIBA ha deciso di spostare queste finestre nel corso della stagione si è aperto un contenzioso con Eurolega (e gli animi sono già caldi) che non interrompe la competizione per dare spazio alle nazionali, così come con la NBA che è nel pieno del suo torneo: di conseguenza anche l’Italia si è dovuta adeguare, giocando le qualificazioni senza capitan Gigi Datome (che in proposito era stato abbastanza polemico sul tema) ma anche Danilo Gallinari e Niccolò Melli, i nostri due rappresentanti in NBA, e Marco Belinelli per il quale il discorso è diverso, perché adesso è alla Virtus Bologna e potrebbe rispondere alla convocazione salvo dare spazio, anche per volere di Meo Sacchetti, a giocatori che abbiano bisogno di queste partite. Quasi certamente comunque questi big saranno impegnati nel preolimpico e nella fase finale degli Europei, anche perché questi appuntamenti potrebbero rappresentare l’ultimo giro di giostra; intanto vedremo come i loro connazionali si comporteranno oggi per chiudere l’impegno delle qualificazioni agli Europei di basket 2022. (agg. di Claudio Franceschini)

MACEDONIA DEL NORD ITALIA: SI CHIUDONO LE QUALIFICAZIONI

Macedonia del Nord Italia è in diretta dalla Molot Sports Hall di Perm, alle ore 13:00 italiane di domenica 21 febbraio: con questa partita, la terza in quattro giorni per la nostra nazionale, si chiude il gruppo B delle qualificazioni agli Europei 2022 di basket almeno per quanto riguarda gli azzurri, visto che poco dopo si giocherà un’altra partita e domani avremo la definitiva coda di questo impegno. Siamo dunque nella bolla di Perm, ancora una volta la finestra delle qualificazioni viene circoscritta a una sola arena per le misure sanitarie anti-Coronavirus;

Per l’Italia è stato un tour de force a causa di quanto era accaduto lo scorso novembre, vale a dire il rinvio della partita contro i macedoni a causa di un focolaio Covid che era scoppiato all’interno del gruppo balcanico. Dovendo recuperare la partita, la FIBA ha giustamente pensato di sfruttare queste gare di febbraio per aggiungere dei match, tra i quali quello che la Macedonia del Nord giocherà domani contro l’Estonia; vedremo allora quello che succederà nella diretta di Macedonia del Nord Italia, mentre aspettiamo che la partita prenda il via possiamo cominciare a definire alcuni dei temi principali che sono legati all’impegno.

DIRETTA MACEDONIA DEL NORD ITALIA: RISULTATI E CONTESTO

Macedonia del Nord Italia chiude allora il girone delle qualificazioni agli Europei 2022 di basket: per noi queste sei partite sono state una pura formalità, e la cosa non riguarda il valore degli avversari che anzi ci hanno dato filo da torcere, quanto il fatto che il regolamento FIBA prevedeva che anche le nazionali ospitanti uno dei gironi della fase finale prendessero parte all’appuntamento. Qualificate di diritto (e non poteva che essere altrimenti), hanno comunque dovuto giocare: una situazione comunque positiva per l’Italia, che come le altre squadre si è messa in ritmo giocando partite comunque vere (le avversarie si dovevano giocare l’accesso alla fase finale) ma senza l’assillo della vittoria a tutti i costi. In questo modo Meo Sacchetti ha potuto sperimentare qualche giocatore che potrebbe essere valutato non solo in chiave di questi Europei ma anche e soprattutto per il preolimpico, il grande appuntamento che attende l’Italia; la speranza è quella di chiudere bene le qualificazioni contro la Macedonia del Nord, dovesse arrivare una sconfitta non sarebbe certamente un dramma ma si va sempre e comunque in campo per vincere, e riuscire a farlo aiuta a instillare la mentalità vincente nel gruppo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA