Diretta/ Manchester United Tottenham (risultato finale 2-1): Decide Rashford!

- Mauro Mantegazza

Diretta Manchester United Tottenham streaming video tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita di Premier League

Mourinho Tottenham
José Mourinho (Foto LaPresse)

DIRETTA MANCHESTER UNITED TOTTENHAM (RISULTATO 2-1): TRIPLICE FISCHIO

All’Old Trafford il Manchester United batte il Tottenham per 2 a 1. Nel primo tempo i padroni di casa sono passati subito in vantaggio con Rashford in avvio al 6′ ma la rete di Dele Alli per gli ospiti, nel finale di frazione al 39′, ha ristabilito momentaneamente l’equilibrio. Ci ha pensato quindi lo stesso Rashford, autore di una doppietta, a ripostare avanti i suoi in maniera definitiva al 49′, trasformando il calcio di rigore da lui conquistato a causa di un intervento irregolare commesso da Sissoko. Inutili i tentativi di raggiungere il pareggio da parte dei londinesi nell’ultima parte della gara. I tre punti guadagnati quest’oggi consentono al Manchester United di portarsi a quota 21 in classifica mentre il Tottenham viene scavalcato, restando fermo a 20 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Manchester United Tottenham sarà garantita da Sky nel contesto della Diretta Gol Premier League sul turno infrasettimanale del massimo campionato inglese: appuntamento dunque sui canali numero 201 o 482 del digitale terrestre (Sky Sport Uno), oppure in diretta streaming video attraverso il sito oppure l’applicazione di Sky Go.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il punteggio tra Manchester United e Tottenham è cambiato nuovamente ed è ora di 2 a 1. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato senza sostituzioni da parte di entrambi gli allenatori, i Red Devils partono forte esattamente come era successo nella frazione precedente e tornano in vantaggio al 49′ grazie al calcio di rigore trasformato da Rashford, autore quindi di una doppietta personale, e concesso per un fallo commesso da Moussa Sissoko proprio sull’autore dei due gol dei padroni di casa. (aggiornamento Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Manchester United e Tottenham sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 1. Dopo la rete del vantaggio iniziale siglata in apertura da Rashford per i Red Devils di Solskjaer, la squadra di mister Solskjaer non capitalizza le nuove opportunità di andare a segno avute a disposizione e nel finale, precisamente al 39′, ci pensa Dele Alli a firmare il gol del pareggio liberandosi in mezzo a due difensori avversari con un grande stop su un rinvio corto di De Gea. Fino a questo momento il direttore di gara, l’inglese P. Tierny, ha ammonito Winks tra gli uomini allenati dal tecnico Josè Mourinho. (aggiornamento Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il risultato tra Manchester United e Tottenham è sempre di 1 a 0. I minuti scorrono sul cronometro ed i londinesi abbozzano solo una risposta visto che è invece Gazzaniga a farsi perdonare l’errore precedente commesso in occasione del gol del vantaggio avversario: sono almeno tre le occasioni non sfruttate a dovere dai Red Devils del tecnico Solskjaer, attivi soprattutto con l’autore del gol Rashford. Al 13′ mister Mourinho è stato invece coinvolto in uno scontro con James quando quest’ultimo ha sbattuto la testa contro il ginocchio del portoghese avendo subito un intervento irregolare da parte di Winks, ammonito nella circostanza. (aggiornamento Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Inghilterra la partita tra Manchester United e Tottenham è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il punteggio è già di 1 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro sono i padroni di casa a cercare di prendere in mano le redini del match tramite il possesso del pallone, con gli ospiti a difendersi in maniera ordinata ma senza riuscire ad imbastire una ripartenza efficace per poter colpire in contropiede. I Red Devils passano quindi in vantaggio al 6′ grazie alla rete messa a segno da Rashford, bravo ad approfittare di un pallone liberato da Lingard e sfruttando il mal posizionamento del portiere della squadra londinese Gazzaniga. Il grande ex di giornata Josè Mourinho ha subito tentato di incitarei suoi per reagire in maniera adeguata. (aggiornamento Alessandro Rinoldi)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Per Manchester United Tottenham adesso è tutto pronto: nei pochi minuti che ancora ci separano dal fischio d’inizio, possiamo dare uno sguardo ai numeri stagionali delle due formazioni in Premier League. Il Manchester United non riesce ad uscire dalla mediocrità di metà classifica: 18 punti per i Red Devils, in virtù di quattro vittorie, sei pareggi e quattro sconfitte, con una differenza reti comunque positiva perché pari a +4 per lo United, che ha infatti segnato 21 gol mentre al passivo ne ha incassate 17. Con l’arrivo di José Mourinho sono migliorati i numeri del Tottenham, che però non è molto più avanti rispetto agli avversari di giornata: gli Spurs infatti hanno 20 punti in classifica, grazie a cinque vittorie, altrettanti pareggi e quattro sconfitte. La differenza reti è pari a +3 per il Tottenham, che ha segnato 24 gol e ne ha subiti 21 in Premier League. Adesso però basta numeri: è il momento di scendere in campo, Manchester United Tottenham comincia! MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, A. Young; McTominay, Fred; James, Lingard, Greenwood; Rashford. Allenatore: Ole Gunnar Solskjaer TOTTENHAM (4-2-3-1): Gazzaniga; Aurier, D. Sanchez, Alderweireld, Vertonghen; Winks, M. Sissoko; Lucas Moura, Dele Alli, Son Heung-Min; Kane. Allenatore: José Mourinho. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL RITORNO DI MOURINHO

Lo abbiamo già detto ampiamente: il protagonista della diretta di Manchester United Tottenham sarà naturalmente José Mourinho. L’allenatore portoghese infatti ha allenato i Red Devils per due anni e mezzo, dall’estate 2016 fino al dicembre 2018, vincendo una Europa League, una Coppa di Lega e un Community Shield. L’esperienza di Mourinho al Manchester United tuttavia globalmente non è stata esaltante e così l’esonero, proprio un anno fa di questi tempi (per la precisione il 18 dicembre 2018), non fu una sorpresa così clamorosa. In totale, il tecnico portoghese ha allenato i Red Devils in 144 partite ufficiali, con un bilancio di 84 vittorie, 32 pareggi e 28 sconfitte. In campionato il miglior risultato è stato il secondo posto del 2017-2018 ma a grande distanza dai cugini del Manchester City, che dominarono la stagione. Adesso Mourinho torna a Old Trafford da avversario e i tifosi dello United sono avvisati, perché lo Special One ha disputato ben 20 partite da allenatore contro il Manchester United con l’eccellente bottino di nove vittorie, otto pareggi e appena tre sconfitte. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Verso la diretta di Manchester United Tottenham, diamo adesso uno sguardo alla storia di questa partita nell’epoca più recente, cioè dalla stagione 2000-2001 in poi. I numeri ci parlano di ben 43 partite (tre in FA Cup, due in Coppa di Lega e il resto in campionato) con un bilancio nettamente favorevole al Manchester United, che infatti ha ottenuto 28 vittorie a fronte di otto pareggi e appena sette successi per il Tottenham. Se possibile, a Old Trafford i numeri sono ancora più spietati per il Tottenham, perché il Manchester United in casa ha vinto 19 partite su 24, lasciando appena due pareggi e tre successi per gli Spurs. Tuttavia il precedente più recente sorride in maniera clamorosa al Tottenham, che il 27 agosto 2018 vinse per 0-3 a Manchester nella terza giornata della scorsa Premier League grazie al gol di Harry Kane al 50’ minuto e alla doppietta di Lucas Moura al 52’ e al minuto 84. Segni particolari: anche allora c’era José Mourinho, ma naturalmente il portoghese sedeva ancora sulla panchina del Manchester United. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Manchester United Tottenham, in diretta naturalmente dallo stadio di Old Trafford alle ore 20.30 italiane (19.30 locali) di questa sera, mercoledì 4 dicembre 2019, è il pezzo forte della quindicesima giornata della Premier League inglese 2019-2020, che si disputa in turno infrasettimanale in un mese di dicembre che sarà ricchissimo per il calcio d’oltre Manica, che come sempre sarà protagonista assoluto sotto le feste. Rimanendo all’attualità, Manchester United Tottenham si caratterizza innanzitutto per essere il ritorno di José Mourinho ad Old Trafford a circa un anno dall’esonero subito proprio dal Manchester United. Lo Special One è al Tottenham da poche settimane, ma per il momento l’impatto è ottimo: tre vittorie su altrettante partite fra Premier e Champions League, così gli Spurs inseguono un posto fra le prime quattro che sembra allontanarsi sempre di più invece per il Manchester United, i Red Devils ormai retrocessi in pianta stabile a seconda squadra di Manchester.

PROBABILI FORMAZIONI MANCHESTER UNITED TOTTENHAM

Diamo adesso uno sguardo alle probabili formazioni di Manchester United Tottenham. Per i Red Devils di Ole Gunnar Solskjaer possiamo disegnare il modulo 4-2-3-1 con questi possibili interpreti: De Gea in porta, protetto dalla difesa a quattro formata da Wan-Bissaka, Maguire, Lindelof e Williams; in mediana la coppia formata da Fred e Pereira; ecco poi Mata come trequartista più i due esterni James a destra e Rashford a sinistra, in appoggio alla prima punta Martial. Per il Tottenham del grande ex José Mourinho ipotizziamo invece il seguente 4-1-4-1: Gazzaniga in porta; Aurier, Sanchez, Alderweireld e Vertonghen nella difesa a quattro degli Spurs; Dier regista basso qualche metro più indietro rispetto a Sissoko, Ndombelé, Alli e Son, che agiranno invece alle spalle di Kane, che sarà naturalmente il centravanti titolare.

PRONOSTICO E QUOTE

Grande incertezza nel pronostico di Manchester United Tottenham, almeno secondo le quote proposte dall’agenzia di scommesse sportive Snai. Il segno 1 infatti è quotato a 2,65, mentre il segno 2 è favorito di un soffio e arriva a 2,60 volte la posta in palio. L’ipotesi più remunerativa per gli scommettitori tuttavia sarebbe il pareggio: il segno X infatti è quotato a 3,40.

© RIPRODUZIONE RISERVATA