DIRETTA/ Manresa Sassari (risultato finale 61-64): Sardi vittoriosi in Spagna

- Claudio Franceschini

Diretta Manresa Sassari streaming video e tv: orario e risultato live della partita del Pavillò Nou Congost, che si gioca per l’ultima giornata nel gruppo A di basket Champions League.

Gianmarco Pozzecco giacca Sassari basket lapresse 2020
Diretta Burgos Sassari, basket Champions League ottavi gara-2 (Foto LaPresse)

DIRETTA MANRESA SASSARI (61-64): FINE PARTITA

Presso l’impianto Pavelló Nou Congost la Dinamo Sassari batte in trasferta il BAXI Manresa per 64 a 61. Nel primo tempo le due formazioni finiscono con l’annullarsi a vicenda conquistando un quarto a testa. Nel corso del secondo tempo gli ospiti italiani legittimano quanto di buono fatto nelle fasi iniziali dell’incontro ripetendo un’ottima partenza e prendendo lentamente il largo sui rivali di giornata. Gli spagnoli di coach Pedro Martinez Sanchez tentano di acciuffare i biancoblu sardi negli ultimi dieci minuti di gioco anche se non è sufficiente il parziale favorevole per solo 13 a 10. I due punti guadagnati quest’oggi consentono alla Dinamo Sassari di portarsi a quota 25 nel gruppo A mentre il Baxi Manresa resta fermo a 20 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Manresa Sassari, salvo variazioni di palinsesto dell’ultima ora, non sarà trasmessa in diretta tv: per questa sfida di Champions League potrete allora rivolgervi alla piattaforma Eurosport Player, che fornisce a tutti i suoi abbonati le partite del torneo in diretta streaming video. Ricordiamo anche la possibilità di essere costantemente informati sulle due squadre, le classifiche dei gironi e tutte le novità della Champions League attraverso il sito ufficiale della manifestazione, che trovate all’indirizzo www.basketballcl.com.

TERZO QUARTO

Esauritosi pure il terzo quarto, Manresa e Dinamo Sassari sono ora sul punteggio di 48 a 54. In queste prime battute del secondo tempo, al rientro sul parquet dagli spogliatoi dopo il riposo, gli ospiti sardi ripetono l’ottima partenza di cui erano stati protagonisti in avvio di gara sebbene gli spagnoli riescano in qualche modo a contenere l’esuberanza degli italiani. Gli ospiti si aggiudicano infatti il parziale ma solo per 18 a 12, con entrambe le squadre a sbagliare molto in fase di realizzazione anche grazie al gran lavoro svolto dalle due formazioni in fase difensiva. Quando mancano solamente dieci minuti alla fine del match, Sassari è stata capace di ritrovare un margine di distacco che potrebbe consentire loro di aggiudicarsi il successo in trasferta questa sera se riusciranno a tenere a bada la voglia di rimonta del Manresa. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Manresa e Dinamo Sassari sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 36 a 36. I minuti scorrono sul cronometro e, lentamente, i padroni di casa riescono ad annullare gli sforzi compiuti dagli ospiti nel corso del primo quarto di gioco. La percentuale al tiro fatta registrare dagli italiani, il 30% contro il 50% complessivo, sottolinea come gli spagnoli siano stati in grado di trovare la chiave giusta per avere la meglio sugli avversari, riuscendo persino a completare il sorpasso. Tuttavia, i sardi sono riusciti ad acciuffare la parità ed a ristabilire l’equilibrio iniziale grazie ai due tiri liberi messi a segno da Spissu nel finale. L’incontro è molto equilibrato e l’esito della sfida è davvero imprevedibile a questo punto poichè le due squadre si sono aggiudicate un quarto ciascuna. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

PRIMO QUARTO

In Spagna il primo quarto di gioco tra Manresa e Dinamo Sassari si è concluso con il punteggio di 17 a 26. Nelle fasi iniziali dell’incontro sono gli ospiti italiani guidati da coach Pozzecco a cercare di prendere subito in mano le redini del match, rendendosi protagonisti di una buona partenza visto l’immediato 6 a 0 di parziale. I padroni di casa allenati da coach Sanchez faticano invece a tenere il passo dei rivali di giornata, capaci di mantenere invece un ritmo piuttosto sostenuto, chiudendo anche con un tiro vincente di Jerrells a ridosso della sirena. I due quintetti inziali: MANRESA – Magarity, Sakho, Vaulet, Dulkys, Perez. SASSARI – Spissu, Bilan, Evans, Pierre, Vitali. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

PALLA A DUE!

Tra pochi minuti si alzerà la palla a due di Manresa Sassari, e noi ci soffermiamo meglio su Ryan Toolson che, con 13,7 punti e il 39% dall’arco, è uno dei leader della squadra catalana. Cugino di Andy Toolson (ha giocato anche a Brescia) e nipote di quel Danny Ainge che ha vinto due titoli NBA con i Boston Celtics – più uno da GM, carica che copre ancora – Ryan ha 34 anni ed è passato anche dal nostro campionato. Nel 2010, dopo un’ottima stagione con il Pinar Karsiyaka, lo ha acquistato Treviso: con la maglia della Benetton ha segnato 9,5 punti a partita ma la sua esperienza non è stata decisamente brillante, tanto che già a febbraio la società veneta ha deciso di tagliarlo cedendolo a Montegranaro. Dove Toolson ha disputato 7 gare mediocri; la sua carriera finalmente ha preso il volo con il ritorno in Turchia e soprattutto con il passaggio della Liga ACB, vestendo le maglie di Gran Canaria e Malaga. Nel 2015 il trasferimento allo Zenit San Pietroburgo, quindi ancora la Turchia e, infine, nel 2018, il Baxi. Vedremo come si comporterà questa sera in una partita che per i giallorossi può significare blindare il terzo posto nel gruppo A di Champions League; noi adesso ci mettiamo comodi e lasciamo che a parlare sia il parquet del Pavillò Nou Congost, dove finalmente la diretta di Manresa Sassari prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL KO ISOLANO A TRIESTE

Come abbiamo già detto, Manresa Sassari si gioca tre giorni dopo il clamoroso ko della Dinamo all’Allianz Dome: la squadra di Gianmarco Pozzecco, scivolata a -6 dalla capolista Virtus Bologna in campionato, ha perso entrambe le partite stagionali contro Trieste e questa è veramente bruciante, perchè niente avrebbe fatto pensare, alla mezz’ora, che potesse arrivare un tonfo. Invece nel quarto periodo, iniziato con Sassari sul +11, l’Alma è stata in grado di piazzare un parziale di 30-18; non solo, a 2’29 dalla sirena il punteggio era ancora 67-75 ma da quel momento la squadra di casa ha iniziato la sua grande marcia di avvicinamento. Il Banco di Sardegna comunque è sempre rimasto in vantaggio, fino all’ultima azione: 1/2 di Marco Spissu ai liberi e due punti di margine, cancellati dalla tripla di Juan Fernandez. Per la seconda settimana consecutiva Sassari ha perso sulla sirena, dopo il ko interno contro Trento; un destino crudele per la squadra isolana, cui non sono bastati i 13 punti e 11 rimbalzi di Dyshawn Pierre nè i 15 con 10 carambole di Miro Bilan. Trieste ha avuto l’eroe della serata in Fernandez: 23 punti con 7/14 (5/9 dall’arco) e appunto il canestro decisivo per una vittoria insperata e bellissima. (agg. di Claudio Franceschini)

LA PARTITA DI ANDATA

La partita di andata di Sassari Manresa si era disputata il 3 dicembre, al PalaSerradimigni: sul proprio parquet la Dinamo era andata incontro a una delle tre sconfitte subite in questo girone di Champions League. Dopo un primo tempo chiuso sul +5, il Banco di Sardegna aveva subito la rimonta dei catalani: si era entrati nell’ultimo quarto in parità ma la formazione ospite era stata in grado di allungare prima con il tiro di Ryan Toolson e poi con due liberi di Deividas Dulkys; Michele Vitali a due secondi dalla sirena aveva infilato il layup della speranza, ma Sassari non aveva più avuto tempo nemmeno per spendere un fallo e scommettere sugli errori in lunetta degli avversari. Dwayne Evans aveva giocato la solita, grande prova: 24 punti con 9/12 al tiro, 10 rimbalzi e 27 di valutazione (anche 5 palle perse); purtroppo nessuno dei compagni aveva tenuto quel livello, a parte forse un Dyshawn Pierre da 11 punti e 7 rimbalzi ma anche 3/9 dal campo. Dall’altra parte, in casa del Baxi Manresa, erano stati determinanti Toolson (24 punti con 9/17) e David Kavish, doppia doppia da 10 punti e 10 rimbalzi tirando 4/7 e con anche 3 assist e 2 stoppate. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Manresa Sassari, in diretta dal Pavellò Nou Congost, si gioca alle ore 20:00 di mercoledì 5 febbraio: la partita rappresenta l’ultima giornata nel girone A di basket Champions League 2019-2020. La Dinamo è qualificata da tempo alla Top 16 e, con l’ultima vittoria ottenuta contro l’Unet Holon, si è anche assicurata una delle prime due posizioni in classifica; per vincere il gruppo dovrà ora centrare un successo in Spagna e sperare nella contemporanea sconfitta del Turk Telekom, impegnato in trasferta sul parquet dello Strasburgo già eliminato. Il Banco di Sardegna dunque affronta una sfida non esattamente centrale nell’arco della sua stagione, e Gianmarco Pozzecco potrebbe decidere di cambiare qualcosa nelle rotazioni del suo roster; tuttavia c’è anche la necessità di rialzare la testa a livello di morale dopo l’incredibile sconfitta rimediata sul parquet di Trieste, che ha complicato la rincorsa al primo posto nella regular season del campionato. Ci mettiamo ora in attesa della diretta di Manresa Sassari ma, aspettando la palla a due della partita di Champions League, possiamo riflettere su alcuni dei temi principali legati alla serata internazionale.

DIRETTA MANRESA SASSARI: RISULTATI E CONTESTO

Manresa Sassari è una partita “marginale” per la Dinamo, che chiude la prima fase di Champions League potendo mettere le mani sul primo posto nel girone ma avendo conquistato da tempo la qualificazione alla Top 16. L’unico modo per terminare in testa il gruppo A è quello di ottenere due punti in più del Turk Telekom: al momento la squadra di Ankara ha lo stesso record dei sardi (10-3), la sfida diretta ha fatto registrare una vittoria per parte ma gli avversari hanno una differenza canestri migliore nel doppio confronto. Dunque, bisogna anche sperare che uno Strasburgo penultimo in classifica centri il colpo grosso; dovesse chiudere seconda, Sassari avrebbe comunque una bella opportunità per un sorteggio malleabile nel prossimo turno di una competizione che punta a vincere. Per quanto riguarda Manresa, il Baxi vuole blindare il terzo posto: i catalani hanno gli stessi punti di Ostenda e il vantaggio nella doppia partita (anche qui per differenza canestri), i belgi sono impegnati in Polonia contro il Polski Torun che è fanalino di coda e non può comunque migliorare la sua posizione (ha vinto appena due partite in tutto il girone).

© RIPRODUZIONE RISERVATA