DIRETTA/ Milan Roma (risultato finale 3-3) streaming tv: ancora Ibra, poi Kumbulla!

- Fabio Belli

Diretta Milan Roma: streaming video tv del match valevole per la quinta giornata d’andata del campionato di Serie A.

Zlatan Ibrahimovic gol Milan Bologna lapresse 2020 640x300
Serie A: il capocannoniere è Zlatan Ibrahimovic (Foto LaPresse)

DIRETTA MILAN ROMA (RISULTATO FINALE 3-3): ANCORA IBRA, POI KUMBULLA!

Resta spettacolare fino in fondo la sfida a San Siro tra Milan e Roma. Al 34′ anche i rossoneri possono usufruire di un calcio di rigore per un contatto in area tra Calhanoglu e Mancini, stavolta molto contestato dalla Roma a riprova della serata tutt’altro che esaltante dell’arbitro Giacomelli. Il penalty viene comunque accordato e trasformato da Ibrahimovic, ma non è finita qui. Al 39′ un calcio d’angolo di Veretout viene deviato maldestramente proprio da Ibrahimovic, e Kumbulla tutto solo sul secondo palo può segnare il suo secondo gol consecutivo in maglia giallorossa, siglando quello che sarà il definitivo 3-3. L’ultima chance ce l’ha il Milan con Kessié che colpisce di testa su cross da calcio d’angolo, ma Mirante stavolta non si lascia superare. (agg. di Fabio Belli)

MILAN ROMA IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Milan Roma sarà garantita in esclusiva sui canali della piattaforma Sky per gli abbonati alla televisione satellitare che trasmette sette partite di ogni giornata di Serie A. Di conseguenza, sarà riservata agli abbonati Sky anche la diretta streaming video di Roma Benevento, che sarà garantita loro tramite il servizio offerto da Sky Go.

VERETOUT SU RIGORE!

La Roma gioca a caccia del pareggio, al 19′ cross di Dzeko che cerca l’inserimento di Veretout sul secondo palo, con l’esterno che arriva con un attimo di ritardo. Subito dopo Tatarusanu neutralizza un rasoterra di Mkhitaryan, quindi Fonseca opera il suo primo cambio con Bruno Peres che prende il posto di Karsdorp. Al 26′ la Roma perviene di nuovo al pareggio: Tatarusanu respinge una conclusione di Mkhitaryan, scontro tra Bennacer e Pedro sulla ribattuta e l’arbitro Giacomelli indica il dischetto, tra le contestazioni rossonere che costano anche l’ammonizione a Pedro. Veretout dal dischetto non sbaglia, cambia anche il Milan con Krunic e Castillejo che prendono il posto di Saelemaekers e Leao, quindi alla mezz’ora viene ammonito Ibrahimovic per un fallo su Mancini, mentre Fonseca cambia ancora con Cristante che prende il posto di Pellegrini. (agg. di Fabio Belli)

COLPISCE SAELEMAEKERS

La ripresa inizia senza cambi e, esattamente come era accaduto nel primo tempo, il gol rossonero arriva dopo 2′: riporta in vantaggio la squadra di Pioli Saelemaekers, bravo a inserirsi su un pallone piazzato dal solito Leao, sempre estremamente prezioso nella rifinitura. La Roma si riaffaccia in avanti all’8′, cross di Mkhitaryan con Dzeko che arriva alla conclusione al volo, ma senza precisione. Al 12′ ripartenza interessante per il Milan ma stavolta Ibrahimovic non è lucido, vanificando l’azione al limite dell’area avversaria. Ci sono molti spazi con le squadre che sembrano poco attente a livello difensivo, questo spiana la strada a molti capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra. (agg. di Fabio Belli)

MIRANTE ATTENTO

Le due squadre si affrontano a viso aperto, Bennacer cerca il lancio a lunga gittata per lo scatto di Hernandez che parte però in posizione di fuorigioco. Al 34′ la Roma cerca ancora la triangolazione tra Dzeko e Mkhitaryan, senza fortuna. Kjaer subito dopo è molto bravo a chiudere sull’armeno, cercato da un cross teso di Spinazzola, quindi al 43′ chance con una punizione da posizione interessante per il Milan. Calhanoglu indirizza bene il pallone ma Mirante si fa trovare pronto, deviando in calcio d’angolo. Si chiude sull’1-1 un primo tempo ben giocato da entrambe le contendenti, ma il Milan può nutrire i maggiori rimpianti per l’erroraccio di Tatarusano che ha propiziato il pari di Dzeko e il palo colpito da Kjaer. (agg. di Fabio Belli)

PALO DI KJAER!

Dopo il pari della Roma il Milan sbanda un po’, al 19′ lancio di Pedro per Karsdorp che conclude di prima intenzione, conclusione murata da Kjaer. Al 22′ Mirante attento su una conclusione dal limite di Calhanoglu, quindi non si chiude una combinazione interessante tra Pedro e Mkhitaryan in chiave offensiva per la Roma. Al 29′ gran sinistro di Theo Hernandez deviato in angolo, sugli sviluppi del corner salta Kjaer e gira di testa un pallone che supera Mirante ma si stampa sul palo, con Leao che non arriva d’un soffio al tap-in vincente. Milan anche sfortunato in questa prima mezz’ora di gara, 1-1 tra i rossoneri e la Roma il ‘punteggio a San Siro. (agg. di Fabio Belli)

DZEKO RISPONDE A IBRA!

Dopo appena 2′ Milan già in vantaggio: Leao mette in mezzo un pallone sul quale lo svedese allunga la gamba, mettendo fuori causa Mirante, una zampata che vale subito l’1-0 rossonero. La Roma impiega qualche minuto a riorganizzarsi, al 9′ Dzeko prova a fare tutto da solo, azione di sfondamento che viene bloccata dall’anticipo di Kjaer. I giallorossi continuano ad attaccare e al quarto d’ora proprio Dzeko trova l’1-1. A tradire il Milan è proprio Tatarusanu, che su un cross da calcio d’angolo sbaglia completamene l’uscita e permette al bosniaco di siglare il suo gol numero 109 in maglia giallorossa: proprio il sostituto di Donnarumma, fermato in mattinata dalla positività al coronavirus, vanifica il vantaggio milanista. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Pochi minuti a Milan Roma, vediamo dunque con quali statistiche le due formazioni arrivano al grande posticipo che chiude la quinta giornata di Serie A. Per il Milan un fantastico inizio con quattro vittorie su altrettante partite giocate, 12 punti in classifica e +8 come differenza reti, grazie a nove gol segnati e soprattutto uno solo al passivo per i rossoneri di Stefano Pioli. Dall’altra parte ecco la Roma di Paulo Fonseca, che ha sette punti in classifica a causa di due vittorie, un pareggio e una sconfitta, anche se il ko è il 3-0 a tavolino incassato a Verona. Questo risultato pesa anche sulla differenza reti, che è “solo” +1 a causa di otto gol segnati e sette invece al passivo compresi quelli dello 0-3 al Bentegodi. Adesso però basta numeri e parole, perché sarà il campo a parlare: leggiamo le formazioni ufficiali di Milan Roma, poi la partita comincia! MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kjaer, A. Romagnoli, T. Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rafael Leao; Ibrahimovic. Allenatore: Stefano Pioli ROMA (3-4-2-1): Mirante; Ibanez, G. Mancini, Kumbulla; Karsdorp, Lo. Pellegrini, Veretout, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko. Allenatore: Paulo Fonseca (Agg. di Mauro Mantegazza)

MILAN ROMA: GLI ALLENATORI

Siamo vicini alla diretta di Milan Roma: quasi un derby per Stefano Pioli visti i suoi trascorsi sulla panchina della Lazio, ma del resto il tecnico di Parma ha allenato in tante squadre e non si è mai davvero legato ad una sola piazza. Paulo Fonseca invece spera di aprire un ciclo lungo alla Roma, che da tempo non ha un allenatore davvero duraturo: basti pensare che l’ultimo è stato Luciano Spalletti e ci stiamo riferendo al suo primo periodo, dunque sono già passati oltre dieci anni da quell’esonero che aveva lanciato Claudio Ranieri. Ci aveva provato Rudi Garcia, durato però troppo poco; esonerato anche Eusebio Di Francesco che rappresentava una grande speranza, addirittura bisogna risalire ai tempi di Fabio Capello per trovare un allenatore che abbia completato di fatto un ciclo (cinque stagioni) con tanto di scudetto riportato sulle maglie. Fonseca nella sua prima stagione in Serie A ha fatto bene, chiudendo in forte ascesa nel periodo del post-lockdown; eppure all’inizio di questo nuovo campionato era già in discussione, con l’ombra di Massimiliano Allegri che si allungava su Trigoria. Il problema sembra rientrato, ma fino a quando la posizione del portoghese sarà così forte? Al momento non ha di questi problemi Pioli: con grande sorpresa di tutti è a punteggio pieno, guarda tutti dall’alto in basso e se la gode… (agg. di Claudio Franceschini)

MILAN ROMA: I TESTA A TESTA

La diretta di Milan Roma si è giocata allo Stadio San Siro di Milano per 88 volte con 48 vittorie dei rossoneri, 22 dei giallorossi e 19 pareggi. Il Milan nell’ultimo turno, disputato nel giugno del 2020, in un’insolita gara post lockdown da Coronavirus, vinse col risultato di 2-0. A fronte di una gara molto equilibrata e senza reti per 76 minuti arrivarono nel finale i gol prima di Rebic e poi di Calhanoglu su calcio di rigore. Non si deve andare troppo in là per trovare l’ultimo successo della Roma nella Milano rossonera, basta tornare a una gara disputata alle 18.00 di un primo ottobre del 2017. La gara terminò 2-0 e fu davvero molto simile a quella appena raccontata con i diavoli protagonisti. Nel primo tempo l’allora tecnico capitolino Eusebio Di Francesco fu costretto a perdere per infortunio Kevin Strootman, sostituito da Lorenzo Pellegrini. Nella ripresa tra il minuto 72 e 77 prima Edin Dzeko e poi Alessandro Florenzi, quest’ultimo passato in estate al Paris Saint German, siglavano la vittoria per la squadra capitolina.

MILAN ROMA: PIOLI NON VUOLE PIÙ FERMARSI!

La diretta di Milan Roma si è giocata allo Stadio San Siro di Milano per 88 volte con 48 vittorie dei rossoneri, 22 dei giallorossi e 19 pareggi. Il Milan nell’ultimo turno, disputato nel giugno del 2020, in un’insolita gara post lockdown da Coronavirus, vinse col risultato di 2-0. A fronte di una gara molto equilibrata e senza reti per 76 minuti arrivarono nel finale i gol prima di Rebic e poi di Calhanoglu su calcio di rigore. Non si deve andare troppo in là per trovare l’ultimo successo della Roma nella Milano rossonera, basta tornare a una gara disputata alle 18.00 di un primo ottobre del 2017. La gara terminò 2-0 e fu davvero molto simile a quella appena raccontata con i diavoli protagonisti. Nel primo tempo l’allora tecnico capitolino Eusebio Di Francesco fu costretto a perdere per infortunio Kevin Strootman, sostituito da Lorenzo Pellegrini. Nella ripresa tra il minuto 72 e 77 prima Edin Dzeko e poi Alessandro Florenzi, quest’ultimo passato in estate al Paris Saint German, siglavano la vittoria per la squadra capitolina.

MILAN ROMA: PIOLI NON VUOLE PIÙ FERMARSI!

Milan Roma, lunedì 26 ottobre 2020 alle ore 20.45 presso lo stadio Giuseppe Meazza di Milano, sarà una sfida valevole per la quinta giornata del campionato di Serie A. E’ già scontro al vertice tra due squadre che hanno iniziato nel migliore dei modi la nuova stagione. Addirittura travolgente il Milan, che dopo essere stata la miglior squadra del post-lockdown, ha messo in fila quattro vittorie su quattro alla ripartenza, con il successo nel derby contro l’Inter, che mancava dal 2016, che ha ovviamente alimentato in modo ulteriore l’entusiasmo rossonero. Anche in Coppa la squadra di Pioli ha brillato, espugnando Celtic Park all’esordio in Europa League. Dall’altra parte, la Roma dopo la disavventura della sconfitta a tavolino contro il Verona, aveva fermato i campioni d’Italia della Juventus e poi ha battuto Udinese e Benevento in campionato e lo Young Boys in rimonta in Europa League. San Siro può essere un banco di prova per i giallorossi molto importante, per capire se ci può essere la possibilità di un insediamento in pianta stabile nella zona nobile della classifica del massimo campionato.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN ROMA

Le probabili formazioni di Milan Roma, sfida che andrà in scena presso lo stadio Giuseppe Meazza di Milano. I padroni di casa saranno schierati dal tecnico Stefano Pioli con un 4-2-3-1: G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, The Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Diaz, Leao; Ibrahimovic. Gli ospiti guidati in panchina da Paulo Fonseca schiereranno questo undici dal primo minuto, con un 3-4-2-1 come modulo di partenza: Mirante; Mancini, Kumbulla, Ibanez; Santon, Veretout, Lo. Pellegrini, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko.

PRONOSTICO E QUOTE

Infine, uno sguardo al pronostico di Milan Roma secondo le quote offerte dall’agenzia Snai. I padroni di casa rossoneri partono favoriti e infatti il segno 1 è quotato a 2,15, mentre poi si sale già a quota 3,55 per il segno X in caso di pareggio e fino a 3,25 volte la posta in palio in caso di successo dei giallorossi per chi avrà puntato sul segno 2.



© RIPRODUZIONE RISERVATA