DIRETTA/ Milan Verona (risultato finale 3-2): vittoria in rimonta con un autogol!

- Claudio Franceschini

Diretta Milan Verona streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per l’ottava giornata di Serie A, le due squadre in campo a San Siro.

Rafael Leao Tameze Barak Verona Milan lapresse 2021 640x300
Diretta Milan Verona, Serie A 8^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA MILAN VERONA (RISULTATO 3-2): TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadio Giuseppe Meazza il Milan batte in rimonta l’Hellas Verona per 3 a 2. Nel primo tempo gli ospiti partono alla grande riuscendo anche a passare in vantaggio intorno al 7′ grazie alla rete messa a segno da Caprari, su assist di Veloso. I padroni di casa faticano a reagire e subiscono anzi il gol del raddoppio al 24′ a causa del calcio di rigore fischiato per fallo di Romagnoli su Kalinic ma trasformato da Barak, oltre a perdere prematuramente per infortunio Rebic, sostituito appunto da Leao al 36′. Nel secondo tempo Giroud riapre la partita su suggerimento proprio di Leao e Kessie realizza il calcio di rigore concesso per fallo subito da Castillejo che vale il pareggio al 76′. Il gol della vittoria è un’autorete di Gunter, arrivata su cross di Castillejo al 78′. Nell’ultima parte dell’incontro Simeone e Cancellieri mancano il nuovo pari nel recupero. I tre punti guadagnati quest’oggi consentono al Milan di portarsi a quota 22 nella classifica della Serie A mentre l’Hellas Verona resta fermo con i suoi 8 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

MILAN VERONA STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Milan Verona sarà trasmessa su Sky Sport Uno e Sky Sport Calcio, rispettivamente ai numeri 201 e 202 del decoder satellitare, e dunque anche in mobilità grazie all’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi. Questo match inoltre sarà anche in diretta streaming video per i clienti di DAZN (fornitore ufficiale della Serie A) che potranno seguirlo ovviamente su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone oppure utilizzando una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

FASE FINALE DEL MATCH

Manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Milan ed Hellas Verona ed il risultato è cambiato ed è adesso di 3 a 2. Il tempo passa ed è Giroud a siglare il gol milanista per riaprire la partita con l’aiuto al 59′ di Leao, che si era visto deviare un tiro sul fondo al 56′. Lo stesso Giroud va a caccia della doppietta personale con un colpo di testa impreciso su lancio di Bennacer al 64′. Il rigore trasformato da Kessie al 76′, confermato dal VAR per fallo subito da Castillejo, rilancia gli uomini di Pioli che completano la rimonta con l’autogol del 78′ di Gunter, dovuto ad un cross del solito Castillejo. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Giunti al cinquantacinquesimo minuto, il punteggio tra Milan ed Hellas Verona è ancora saldamente bloccato sullo 0 a 2 maturato nel corso della frazione di gioco precedente. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con gli ingressi rispettivamente di Krunic e di Castillejo per Maldini e Saelemaekers da un lato e di Sutalo per Ceccherini dall’altro, il copione della gara sembra ripetersi rispetto a quanto ammirato nel primo tempo ed è infatti Faraoni al 47′ a calciare largo per l’Hellas. Il neo entrato Castillejo suona la carica per il Milan inserendosi bene ma non arrivando sul cross di Ballo-Touré al 51′. Intanto l’arbitro ha ammonito anche Veloso nel Verona al 55′ per un fallo ai danni di Bennacer. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine dei primi quarantacinque minuti di gioco le formazioni di Milan ed Hellas Verona sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 2. Nel finale del primo tempo le cose paiono complicarsi ulteriormente per i lombardi che perdono prematuramente Rebic, rimpiazzato a causa di un infortunio probabilmente di natura muscolare da Leao già al 36′, ma si affacciano in zona offensiva con Ballo-Touré sia al 40′ che al 41′ prima mancando l’appoggio per Giroud e poi calciando fuori misura. Fino a questo momento il direttore di gara Alessandro Prontera, proveniente dalla sezione di Bologna, ha ammonito Ceccherini, Kalinic e Casale solamente tra le file dell’Hellas Verona. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Arrivati alla mezz’ora del primo tempo, il risultato tra Milan ed Hellas Verona è cambiato di nuovo ed è adesso di 0 a 2. I minuti scorrono sul cronometro ma la voglia di far bene espressa da Maldini non è sufficiente ai rossoneri che rischiano grosso al 15′ su Lazovic e subiscono pure il gol del raddoppio per merito di Barak, bravo a trasformare al 24′ il calcio di rigore concesso per fallo di Romagnoli ai danni di Kalinic. Il Milan risponde al 27′ con il capitano Calabria e ci crede concludendo con Saelemaekers proprio al 30′. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Lombardia la partita tra Milan ed Hellas Verona è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il punteggio è già di 0 a 1. Nelle fasi iniziali dell’incontro sono gli ospiti guidati dal tecnico Tudor a tentare di sorprendere gli avversari andando pericolosamente alla conclusione subito con Ilic al 3′, trovando la risposta di Tatarusanu, e con Veloso al 4′, senza tuttavia inquadrare lo specchio della porta. I padroni di casa allenati da mister Pioli rispondono con Maldini al 7′ ma pochi secondi dopo è Caprari a mettere a segno la rete del vantaggio per i gialloblu sfruttando l’assist in profondità offertogli dal suo compagno Veloso. Al 9′ Maldini spara invece largo. Intanto l’arbitro ha già ammonito Ceccherini al 5′ tra i calciatori del Verona per una trattenuta irregolare ai danni di Rebic. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Siamo pronti a vivere la diretta di Milan Verona. Per i rossoneri l’inizio di stagione non poteva essere migliore: sei vittorie e un pareggio, peraltro sul campo della Juventus, con 15 gol all’attivo e 5 al passivo son le cifre di una squadra miglioratissima anche rispetto all’anno scorso, che a San Siro fino a questo momento ha sempre vinto (3 volte) facendo registrare una sola rete incassata, dal Cagliari, in una partita comunque vinta 4-1. Un Milan dunque più forte di quanto lo fosse un anno fa, ma che oggi dovrà comunque stare attento: con Igor Tudor il Verona ha cambiato passo, se nelle prime tre giornate aveva sempre perso il tecnico croato lo ha condotto a fare 8 punti nelle seguenti 4, aumentando esponenzialmente il numero di gol (12 contro 3), il vero dato cambiato visto che le reti subite erano state 7 come quelle incassate dall’Hellas di Tudor (anche se con una gara in più).

Adesso però noi ci dobbiamo mettere comodi per scoprire come andranno le cose sul terreno di gioco di San Siro: leggiamo insieme le formazioni ufficiali, poi potremo finalmente lasciare la parola alla diretta di Milan Verona che comincia!

FORMAZIONI UFFICIALI MILAN VERONA

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Tomori, Romagnoli, Ballo-Touré; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Maldini, Rebic; Giroud. All. Pioli.

VERONA (3-5-2): Montipò; Casale, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Veloso, Ilic, Lazovic; Barak, Caprari, Kalinic. All. Tudor. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA MILAN VERONA: GLI ALLENATORI

La diretta di Milan Verona porta Stefano Pioli ad affrontare una sua ex: il tecnico di Parma non ha mai allenato l’Hellas, ma ci ha giocato per due stagioni. Era ancora il Verona di Osvaldo Bagnoli, che aveva vinto lo scudetto due anni prima ma aveva già perso la magia; Pioli era arrivato da tre anni alla Juventus in cui aveva giocato poco, mettendo però in bacheca scudetto, Coppa dei Campioni e Coppa Intercontinentale. A Verona è stato un comprimario nel primo anno, ma nel 1988-1989 è sceso in campo per 32 partite di Serie A e 9 di Coppa Italia; le sue prestazioni gli sono valse la chiamata della Fiorentina dove è rimasto per sei anni.

Come allenatore del Milan ha già dimostrato il suo valore; oggi se la vede con Igor Tudor, che ha sostituito in corsa l’esonerato Eusebio Di Francesco e ha subito ottenuto grandi risultati, aprendo con la vittoria sulla Roma e poi riassestando la classifica gialloblu. Ricordiamo il croato come centrocampista o difensore della Juventus: in questa veste ha vissuto duelli fierissimi con il Milan, tra cui la finale di Champions League nel 2003 che però, oltre a essere persa, aveva dovuto abbandonare al 42’ per infortunio. Il suo posto lo aveva preso Alessandro Birindelli: anche per questo, Tudor ha qualche sentimento di rivalsa nei confronti del Milan… (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Manca sempre meno alla diretta di Milan Verona, gran incontro dell’ottava giornata di Serie A: prima di far parlare il campo vediamo però che ci riserva anche lo storico di tale scontro. Tabella alla mano raccontiamo allora di ben 72 precedenti ufficiali, questi pure segnati tra Milan e Verona dal 1921 a oggi e tra primo campionato nazionale, cadetteria e pure Coppa Italia. Nel bilancio complessivo della partita non ci stupiamo nel vedere che sono stati ben 30 i successi conseguiti dal Milan e solo 13 le vittorie dell’Hellas: pesano però i ben 29 pareggi che i due club hanno fin qui rimediato.

Esaminando uno storico recente, diciamo degli ultimi 10 precedenti della partita, notiamo che anche qui pesano i pari, ben 4 su 10 risultati: è stato pareggio tra Milan e Verona anche nel turno di andata della scorsa stagione di Serie A, per 2-2 (al ritorno però il Diavolo si vendicò vincendo al Bentegodi per 2-0). (agg Michela Colombo)

MILAN VERONA: PIOLI NON SI VUOLE FERMARE!

Milan Verona è in diretta dallo stadio Giuseppe Meazza in San Siro, alle ore 20:45 di sabato 16 ottobre: il terzo anticipo nell’ottava giornata di Serie A 2021-2022 ci presenta il ritorno in campo dei rossoneri, che prima della sosta avevano battuto l’Atalanta a Bergamo e dunque si sono confermati al secondo posto in classifica, continuando a tallonare il Napoli rispetto al quale hanno 2 punti in meno. Campionato fino a questo momento favoloso per il Milan, che ha fatto anche meglio dell’anno scorso e ora punta a un ulteriore salto di qualità, perché la parola scudetto sta giustamente diventando sempre più concreta.

Stefano Pioli dovrà però fare attenzione al Verona, che da quando Igor Tudor è l’allenatore ha cambiato marcia: due settimane fa l’Hellas ha schiantato lo Spezia vincendo 4-0 al Bentegodi, ha fatto 8 punti nelle ultime quattro partite e sta iniziando sul serio a ingranare la marcia, sulla scia di quanto fatto nelle ultime due stagioni. Per questo motivo la diretta di Milan Verona potrebbe regalarci un bello spettacolo e un risultato a sorpresa; aspettando che si giochi, proviamo a valutare in che modo i due allenatori potrebbero disporre le loro squadre sul terreno di gioco, leggendo insieme le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN VERONA

Milan Verona è la partita del ritorno di Giroud, e forse Ibrahimovic: lo svedese sarà comunque in panchina per recuperare in vista della Champions League, il francese potrebbe sostituire Rebic al centro dell’attacco. Tra gli altri possibili cambi, Kalulu per Calabria sarà forzato mentre Alessio Romagnoli può far rifiatare Kjaer per naturale turnover; Tomori e Theo Hernandez saranno confermati nella difesa davanti a Tatarusanu (Maignan si opera al polso), così Kessié e Tonali al centro del campo e la linea di trequarti, nella quale Brahim Diaz sarà centrale tra Saelemaekers e Rafael Leao.

Il Verona rischia di perdere Ilic e Faraoni, che potrebbero comunque farcela: in caso di forfait Casale scatterà a destra lasciando spazio a Ceccherini nella difesa con Gunter e Dawidowicz. Il portiere sarà Montipò senza sorprese, Bessa è favorito a centrocampo (dove scalda i motori anche Hongla) e Lazovic chiaramente occuperà la corsia sinistra in mediana. Davanti, Caprari potrebbe fare un passo indietro per avere i due trequartisti; l’altro sarà Barak, come prima punta è ancora Giovanni Simeone a essere favorito sull’ex di giornata Kalinic, che però spera di convincere Tudor e partire titolare.

QUOTE E PRONOSTICO

Per avere un pronostico su Milan Verona possiamo consultare le quote che sono state fornite dai bookmaker, in particolare quelle dell’agenzia Snai: qui il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa vale 1,45 volte la giocata, mentre il segno X per l’eventualità del pareggio vi farebbe guadagnare 4,75 volte quanto messo sul piatto e il successo della squadra ospite, regolato ovviamente dal segno 2, porta in dote una vincita corrispondente a 6,75 volte l’ammontare dell’importo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA