Diretta Milano Torino 2019/ Michael Woods ha vinto a Superga! Valverde 2°

- Mauro Mantegazza

Diretta Milano Torino 2019: il canadese Michael Woods vincitore a Superga davanti ad Alejandro Valverde e Adam Yates (oggi mercoledì 9 ottobre).

Bernal giallo Tour
Tour de France: Egan Bernal, vincitore nel 2019 (LaPresse)

Michael Woods ha vinto la Milano Torino 2019: successo per il canadese della Education First nella centesima edizione di questa classica, davanti ad Alejandro Valverde e Adam Yates. Annullata la fuga da lontano e anche un tentativo di allungo di Gianluca Brambilla nella discesa dopo la prima salita verso Superga, tutto naturalmente si è deciso sulla seconda ascesa verso l’arrivo. Jakob Fuglsang ha acceso per primo la miccia, subito seguito da Adam Yates, si forma però poi un terzetto con Michael Woods, Gorka Izagirre e Jack Haig, con David Gaudu che esce dal gruppo per raggiungerli e riesce anzi ad andare al comando con il solo Woods. All’inseguimento dei due si mettono Izagirre, Haig con Egan Bernal, Adam Yates e Alejandro Valverde. Si susseguono scatti e controscatti, con Gaudu e Woods sempre fra i più attivi. Il canadese piazza un allungo micidiale ai 400 metri dall’arrivo e con questa fiammata stronca la resistenza di tutti gli avversari: Valverde gli arriva in scia ma non può evitare il secondo posto, leggermente più staccato Yates, che si prende il terzo posto.  (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRAN FINALE

Siamo ormai pronti a vivere il gran finale della Milano Torino 2019: mancano infatti poco meno di 40 km all’arrivo, che sarà naturalmente al termine della seconda ascesa sul Colle di Superga. La citazione è sempre più doverosa per i cinque fuggitivi Joan Bou (Nippo-Fantini), Daniel Savini (Bardiani-CSF), Remi Cavagna (Deceuninck-QuickStep), Joey Rosskopf (CCC) e Nicolas Dalla Valle (UAE Team Emirates), che hanno ancora un vantaggio che si aggira attorno ai tre minuti: eccellente la loro prestazione, il problema per gli attaccanti sarà proprio la doppia salita di Superga, che dovrebbe impedire loro di cullare sogni di gloria, perché in salita si scateneranno i nomi più attesi, che sanno fare la differenza quando la strada sale, a cominciare dall’attesissimo Egan Bernal. Dunque l’attesa sta per finire: siamo ormai nel gran finale della Milano Torino 2019, chi sarà il vincitore dell’edizione numero 100? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE LA MILANO TORINO 2019

La diretta tv della Milano Torino 2019 sarà garantita su Rai Sport + HD (canale numero 57), dove il collegamento avrà inizio già alle ore 14.30 per ben due ore e mezza, dunque ampia copertura di tutte le fasi decisive della corsa comprese interviste, commenti e premiazioni finali. Anche la diretta streaming video sarà dunque garantita dalla Tv di Stato, tramite il sito Internet della Rai all’indirizzo www.raiplay.it. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING SU RAI PLAY

IL GRUPPO CONTROLLA E RECUPERA

La Milano Torino 2019 continua ad essere caratterizzata dalla fuga dei cinque attaccanti Joan Bou (Nippo-Fantini), Daniel Savini (Bardiani-CSF), Remi Cavagna (Deceuninck-QuickStep), Joey Rosskopf (CCC) e Nicolas Dalla Valle (UAE Team Emirates). Il gruppo però in questa fase sta recuperando qualcosa e adesso il vantaggio della testa della corsa si attesta di poco sopra i quattro minuti e mezzo. Situazione dunque che potremmo definire sotto controllo per le squadre dei big che puntano alla vittoria in questa Milano Torino, che si deciderà naturalmente sulla doppia ascesa verso la Basilica di Superga. Il meteo sarà una variabile importante, perché oggi è una classica giornata autunnale e i corridori stanno trovando pioggia (pur con qualche pausa) e temperature piuttosto basse. Da segnalare infine che tra i corridori finiti a terra ad inizio corsa c’era Manuele Mori della UAE Team Emirates, che purtroppo è stato costretto al ritiro per essere trasportato in ospedale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VIA ALLA FUGA

Siamo entrati nel vivo di questa edizione della Milano Torino 2019 e dopo un ‘oretta dalla partenza ufficiale e quando mancano ancora 150 km al traguardo, ecco che la situazione in strada pare ben cristallizzata. In testa infatti troviamo un buon gruppetto di fuggitivi, che sotto a una pioggia leggera stanno mettendo alle spalle un vantaggio sempre più consistente e ora fissato sui 5 minuti e 50”. In testa per il momento troviamo quindi Joan Bou (Nippo-Fantini), Daniel Savini (Bardiani-CSF), Remi Cavagna (Deceuninck-QuickStep), Joey Rosskopf (CCC) e Nicolas Dalla Valle (UAE Team Emirates) che non stanno avendo problemi, non subendo per il momento alcun attacco da parte del gruppo, che pure sa di avere ancora parecchio terreno per recuperare lo svantaggio. Tornando alla partenza di questa mattina, va detto che al via abbiamo assistito e diversi attacchi e contrattacchi, ma non appena è partita la fuga, non vi è stata la solita confusione: pure una caduta di gruppo occorsa al decimo km ha impedito ai 5 fuggitivi di scappare via indisturbati. (agg Michela Colombo)

IN STRADA, SI PARTE!

Tutto è pronto per il via alla Milano Torino 2019, fra pochi minuti infatti i corridori partiranno da Magenta per dare vita all’edizione numero 100 di questa classica fra le più affascinanti in assoluto, perché nemmeno le cinque classiche Monumento possono far risalire le loro origini addirittura al 1876, quando la prima edizione fu vinta da Paolo Magretti davanti a Carlo Ricci Garibaldi e Bartolomeo Balbiani. La storia della Milano Torino non è sempre stata facile, vi sono state parecchie interruzioni (l’ultima dal 2008 al 2011), ma l’albo d’oro resta comunque straordinario praticamente in ogni epoca. Primeggia ancora Costante Girardengo, che la vinse per ben cinque volte nel 1914, 1915, 1919, 1920 e 1923, l’ultimo successo italiano risale invece al 2015 grazie a Diego Rosa, che si impose su Rafal Majka e Fabio Aru. In seguito doppietta colombiana con Miguel Angel Lopez nel 2016 e Rigoberto Uran nel 2017, infine la vittoria di Thibaut Pinot l’anno scorso. Che avrà la meglio oggi? Per scoprirlo, cediamo subito la parola alla strada e ai protagonisti, la Milano Torino 2019 sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ANNO SCORSO

In attesa della diretta della Milano Torino 2019, andiamo a ricordare che cosa era successo l’anno scorso, quando fu il francese Thibaut Pinot ad imposi in cima al Colle di Superga con il tempo di 4h43’36”. Il corridore della Groupama-FDJ, che il giorno precedente era stato secondo alla Tre Valli Varesine e al sabato si sarebbe preso il Giro di Lombardia, giunse da solo a braccia alzate sul traguardo della Milano Torino, staccando di 10” il colombiano Miguel Angel Lopez e di 28” Alejandro Valverde, che una decina di giorni prima aveva conquistato il Mondiale a Innsbruck. Un ordine d’arrivo dunque regale, nel quale fece bella mostra di sé anche il nostro Mattia Cattaneo, quarto a 36”. Nella top 10 della corsa che si risolse naturalmente grazie alla doppia ascesa a Superga trovammo anche Domenico Pozzovivo settimo e Fabio Aru nono, oltre ad altri nomi stranieri di lusso quali Jakob Fuglsang ed Egan Bernal. Certamente anche oggi le aspettative saranno molto alte… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE MILANO TORINO 2019

La diretta Milano Torino 2019 ci garantirà anche oggi mercoledì 9 ottobre lo spettacolo del grande ciclismo in una settimana straordinaria per tutti gli appassionati, che culminerà naturalmente sabato con il Giro di Lombardia. Oggi poi si scriverà una pagina di storia davvero importante per la Milano Torino, perché sarà l’edizione numero 100: non sono molte le corse che possono vantare una storia così lunga, anzi la Milano Torino è la più antica in assoluto a livello mondiale. Infatti la prima edizione risale addirittura al 1876, quando un gruppo di coraggiosi lanciarono una sfida a chi sarebbe arrivato per primo al capoluogo piemontese partendo da quello lombardo in bicicletta. Poi ci fu una lunga sosta prima della seconda edizione e altre interruzioni non mancarono anche in seguito, resta comunque il fascino di una corsa che affonda le proprie radici ai primordi del ciclismo. L’elenco dei partecipanti è di primissimo livello, possiamo essere sicuri che in cima al Colle di Superga il vincitore sarà un grande nome, come sempre negli ultimi anni – nel 2018 vinse Thibaut Pinot, che pochi giorni dopo si sarebbe preso anche il Lombardia, negli anni precedenti un’altra citazione d’obbligo è per Alberto Contador, vincitore nel 2012.

DIRETTA MILANO TORINO 2019: IL PERCORSO E I PROTAGONISTI

Verso la diretta della Milano Torino 2019, possiamo adesso esaminare il percorso, che d’altronde ricalcherà quello delle edizioni più recenti di questa classica. La partenza avrà luogo da Magenta alle ore 12.10 e a lungo si pedalerà in pianura attraversando le province di Milano, Pavia, Alessandria e Torino, con solo qualche lieve saliscendi fino a quando si arriverà ai piedi del Colle di Superga. A quel punto mancheranno circa 24 km all’arrivo della Milano Torino 2019 e la musica cambierà: si affronterà infatti per la prima volta la salita verso la Basilica, un’ascesa di 4,9 km con pendenza media del 9,1% e punte di pendenza massima che toccheranno il 14%. Naturalmente si scatenerà la bagarre ed entreranno in azione anche i big: a seguire, ecco la discesa verso San Mauro Torinese e un breve tratto pianeggiante per tornare ai piedi della salita e affrontarla per la seconda e decisiva volta, visto che in questo caso in cima a Superga sarà collocato l’arrivo. Facciamo anche una breve panoramica dei migliori iscritti: coppie di lusso per la Movistar (Alejandro Valverde e Mikel Landa), l’Astana (Miguel Angel Lopez e Jakob Fuglsang) e la Bora-Hansgrohe (Rafa Majka e Davide Formolo), per la Deceuninck-Quick Step invece Philippe Gilbert ma senza Julian Alaphilippe, che era iscritto ma ha deciso di chiudere anzitempo la sua stagione (salterà anche il Lombardia). Avremo poi Egan Bernal a capitanare la Ineos arrivando nel “suo” Piemonte, Adam Yates leader della Mitchelton Scott e per la Trek Segafredo Giulio Ciccone con il nuovo campione del Mondo, Mads Pedersen.

© RIPRODUZIONE RISERVATA