Diretta/ Milano Venezia (risultato finale 86-72): l’Olimpia suona la nona sinfonia!

- Claudio Franceschini

Diretta Milano Venezia, risultato finale 86-72: nona vittoria per l’Olimpia che resta imbattuta nel campionato di basket Serie A1, battuta una Reyer decimata che ha retto per due quarti.

Tarczewski Watt Milano Venezia lapresse 2020 640x300
Diretta Milano Venezia, basket Serie A1 9^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA MILANO VENEZIA (RISULTATO FINALE 86-72)

Milano Venezia 86-72: nona vittoria in altrettante partite per l’Olimpia, che si libera anche della Reyer e continua la sua marcia indisturbata nel campionato di Serie A1. Walter De Raffaele avrebbe voluto giocarsi la partita contro la capolista al completo, invece è arrivato al Mediolanum Forum con il roster decimato: ha retto un tempo prendendosi anche il vantaggio nei primi due quarti, ma poi non ha retto l’allungo di Milano che nel terzo periodo ha avuto un parziale di +11 e ha definitivamente preso il largo, grazie alle giocate di un trascinante Malcolm Delaney (16 punti e 5 rimbalzi) e a Zach LeDay, che ancora una volta ha mostrato le sue doti di realizzatore chiudendo la partita con 20 punti. Encomiabile comunque Venezia, devastante il contributo di Isaac Fotu che, in assenza di Mitchell Watt, ha provato a fare il diavolo a quattro sotto i tabelloni e ha messo a referto una gara da 25 con 8/14 al tiro; la sconfitta del Forum non può essere considerata un punto negativo per gli orogranata, che però perdono nuovamente contatto dalla capolista e ora dovranno provare a risistemare la loro classifica, problemi che non ha l’Olimpia che continua a volare, confermando quanto sia superiore a tutte le avversarie. (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO VENEZIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Milano Venezia non sarà una di quelle che vengono trasmesse dalla nostra televisione in questo fine settimana ma tuttavia, come ormai abbiamo imparato, anche questa partita – come tutte quelle del campionato di Serie A1 – è disponibile sulla piattaforma Eurosport Player che ne fornisce la visione in diretta streaming video (utilizzando apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone) e anche in questo caso bisognerà aver sottoscritto un abbonamento.

MILANO VENEZIA (RISULTATO 44-39): INTERVALLO

Milano Venezia 44-39: partita equilibrata quella del Mediolanum Forum, dove la Reyer sta dimostrando di poter tenere testa alla corazzata Olimpia che, ricordiamo, ha sempre vinto in questo campionato di Serie A1. Ettore Messina rinuncia nelle sue rotazioni a Kevin Punter e Kyle Hines, inizialmente trova l’energia di un Michael Roll partito in quintetto e poi si affida soprattutto a Malcolm Delaney e Kaleb Tarczewski, con l’ex Barcellona che come sempre dimostra di poter essere il go-tu-guy quando serve. Venezia però è in palla grazie ad Isaac Fotu: anche con le rotazioni ridotte all’osso (out Mitchell Watt, Stefano Tonut e Andrea De Nicolao) la Reyer tiene botta con la fisicità e l’atletismo di Isaac Fotu e le triple di Austin Daye, e così abbiamo una partita che ricalca quelle che erano le premesse iniziali. Il dato che può essere interessante per il secondo tempo riguarda l’uso del tiro perimetrale da parte di Milano, che al momento non è stato un’arma: se nella ripresa l’Olimpia dovesse aprire a questa eventualità trovando buone percentuali potrebbe mettere le mani sulla partita, ma soprattutto a fare la differenza potrebbe benissimo essere la condizione fisica di una Venezia che oggi ha molte meno rotazioni a disposizione… (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO VENEZIA (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

Siamo finalmente arrivati alla palla a due di Milano Venezia. Al Mediolanum Forum è tutto pronto per scoprire se la Reyer sarà la squadra giusta per frenare la corsa dell’Olimpia, che minaccia di infrangere qualunque record legato alle vittorie in regular season. Nel 2008-2009 la Montepaschi Siena, che aveva già vinto due scudetti, chiuse la stagione regolare con 29 vittorie e una sola sconfitta: era anche allora un campionato a 16 squadre, a battere la corazzata toscana fu, clamorosamente, una Fortitudo Bologna che sarebbe retrocessa, e che il primo marzo spezzò una serie di 19 successi da parte della banda di Simone Pianigiani. La quale arrivò ai playoff e ovviamente li dominò: 3-0 a Pesaro, 3-0 ad Avellino, 4-0 proprio a Milano. Un record difficilmente superabile, ma questa Olimpia per quanto fatto vedere fino a questo momento potrebbe davvero farcela: dunque mettiamoci comodi e stiamo a vedere se arriverà la nona vittoria in altrettante partite o la Reyer troverà il modo di fare il colpo, lasciamo parlare il parquet perché la diretta di Milano Venezia sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO VENEZIA: IL PRECEDENTE IN SUPERCOPPA

Milano Venezia, il big match della nona giornata di basket Serie A1, ha avuto due episodi stagionali, entrambi vinti dall’Olimpia: uno non ufficiale nel tradizionale torneo di Cagliari, l’altro invece nella semifinale di Supercoppa. La squadra di Ettore Messina aveva sostanzialmente dominato: il primo tempo si era chiuso sul 43-23, la Reyer aveva dimostrato una grande reazione rientrando in gara ma poi non era riuscita a completare la rimonta. Dalle infinite rotazioni di Milano erano rimasti fuori Zach LeDay e Shavon Shields; MVP della partita era stato Malcolm Delaney, l’ex playmaker di Bayern e Barcellona era stato autore di 19 punti con 5/11 dal campo, 4 rimbalzi, 6 assist e 4 recuperi per un 32 di valutazione, poi c’erano stati i 15 punti di Kevin Punter e i 12 di Kyle Hines. A Venezia non era bastato un Mitchell Watt da 19 punti con 8/12 dal campo e 6 rimbalzi; Austin Daye ci aveva messo 12 punti e 7 rimbalzi ma prendendosi appena 6 tiri, male Julyan Stone che aveva chiuso il suo match con -6 di valutazione, senza punti e un solo tiro dal campo, ovviamente sbagliato. (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO VENEZIA: SFIDA SCUDETTO!

Milano Venezia, che è in diretta dal Mediolanum Forum, si gioca alle ore 16.00 di domenica 22 novembre: la partita che chiude la nona giornata del campionato di basket Serie A1 2020-2021 ne rappresenta anche il big match, tra le due squadre che si sono aggiudicate gli ultimi quattro scudetti e che sono ancora in corsa per il tricolore. La Reyer lo detiene a tutti gli effetti, visto che l’ultima stagione è stata cancellata per il Coronavirus; nell’ultima giornata non è scesa in campo ma ha un ottimo record (5-2) e insegue anche la sorprendente Brindisi, forte in questo momento di un terzo posto in una classifica ancora in divenire. Dell’Olimpia abbiamo detto tante volte: squadra che in questo momento sta dominando ed è fuori portata per tutte, il successo di Cantù ha rappresentato l’ottava vittoria in altrettante gare e la domanda giusta da farsi è se qualcuno riuscirà a fermarne la striscia. Vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Milano Venezia; aspettando che le due squadre facciano il loro ingresso sul parquet del Mediolanum Forum, proviamo a valutare quali siano i temi principali legati al big match.

DIRETTA MILANO VENEZIA: RISULTATI E CONTESTO

Non vediamo davvero l’ora di assistere a Milano Venezia, una partita di lusso: le due squadre naturalmente non hanno bisogno di presentazioni, possiamo però dire che per una volta anche l’Olimpia ha scelto la strada della continuità confermando buona parte del roster che l’anno scorso era già affidato a Ettore Messina. Tuttavia la potenza economica di Giorgio Armani ha permesso di inserire pedine devastanti per il contesto nazionale, che si stanno ben comportando anche in Eurolega: la differenza si vede tutta, il record di 8-0 non racconta pienamente quello che l’Olimpia stia facendo sui parquet di tutta Italia infliggendo distacchi netti alle avversarie. Venezia si conosce bene, si piace e pratica un basket efficace nel quale tutti hanno un ruolo da protagonista: la ricetta di Walter De Raffaele è semplice ma funziona, come sta a dimostrare la doppia vittoria su Brindisi e Sassari nei primi veri test stagionali. Quello contro la Virtus Bologna è stato perso, ma il passo per il momento è quello giusto: dovesse battere Milano, la Reyer ovviamente diventerebbe la principale candidata a strapparle uno scudetto che molti considerano già vinto ma siamo solo nel girone di andata della regular season, c’è tutto il tempo perché le cose cambino in un senso o nell’altro…

© RIPRODUZIONE RISERVATA