DIRETTA MONDIALI CICLISMO 2021/ Julian Alaphilippe ancora campione del mondo!

- Mauro Mantegazza

Diretta Mondiali ciclismo 2021: Julian Alaphilippe è il campione del mondo sulle strade belghe. Maglia iridata bis per il francese! Colbrelli 10^.

Alaphilippe Mondiali
Diretta Mondiali ciclismo: la vittoria di Alaphilippe nel 2020

DIRETTA MONDIALI CICLISMO 2021: ALAPHILIPPE CAMPIONE DEL MONDO

E’ Julian Alaphilippe il campione del mondo di ciclismo 2021!. Sulle strade belghe e sotto un’inaspettato sole, il francese fa il bis e per il secondo anno di fila conferma la maglia iridata: davvero un gran trionfo per il ciclista di Saint Amand Montrondo, che con gran merito ora festeggia sul podio, davanti a Dylan Van Baarle e Michale Valgren Hundahl. E mentre scoppia la festa andiamo a raccontare  delle ultime emozioni di questa corsa iridata: va detto che nel finale è davvero successo di tutto sulle strade delle Fiandre. Ci eravamo lasciati a meno di 50 km dal traguardo con l’allungo di Colbrelli e Alaphilippe, che pure è durato davvero poco: il gruppetto dietro di loro li ha subito ripresi. Pure subito sono stati nuovi attacchi: si cominciano a intravedere le prime tattiche, con il Belgio che pare aver scommesso tutto su Van Aert, a spese di Evenepoel.

Pure il gruppetto di big in testa man mano comincia ad aumentare il proprio vantaggio: sono 16 in testa e quando siamo sul Madounas ecco che nuovo sprint per Alaphilippe, che pure ha già speso moltissimo fin qui, quando mancano 19 km al traguardo finale. Il drappello dunque si sfila: davanti abbiamo Nizzolo, Colbrelli, Stuyven, Powless e Alaphilippe, ma Van Aert è sempre vicino. Il francese rilancia alla vigilia del penultimo muro: nell’ultimo giro Alaphilippe dà veramente tutto, ma i rivali sono tutti bene vicini. Pure il francese con grande cuore si invola verso il trionfo, mentre alle sue spalle è furente battaglia per il podio. Al traguardo è clamorosa riconferma per Julian Alaphilippe come campione del mondo: alle sue spalle pure salgono sul podio, con gran sorpresa due outsider come l’olandese Van Baarle e il danese Valgren, che nella volata finale hanno beffato tutti i big, compreso il nostro Sonny Colbrelli, che termina solo con il decimo posto. (agg Michela Colombo)

COLBRELLI E ALAPHILIPPE AVANTI

Sono momento concitati per la diretta della gara maschile ai mondiali di ciclismo in Belgio: manca una cinquantina di km al traguardo finale e in testa tutti i big si stanno muovendo con celerità. Come abbiamo accennato prima, già un’oretta fa erano primi tentativi di attacco e contrattacchi in testa al gruppo, molto allungato: finora è stato gran movimento sulle salite delle Fiandre, con il gruppo che ha provato a lungo a tenere sotto controllo la situazione e pure parecchi attaccanti, che hanno provato (e trovato) la fuga. 

 Protagonista è fin qui un Belgio apparso subito ben motivato a fare piazza pulita dei rivali e un’Italia che sta mettendo davvero il cuore in strada, con la Francia pure sempre attiva: per ora sono state queste tre le nazioni pi brillanti ma non escludiamo alcun colpo di scena. Ad ora in strada troviamo appena andati in allungo Colbrelli e Alahpilippe, che pure hanno solo pochissimi secondi di vantaggio da un drappello di 15 ciclisti, dove pure spiccano Bagioli, Evenepoel, Mohoric, Nizzolo, Van Aert e Van der Poel. Dietro il gruppo a 25 secondi di distacco e alcuni ritardatari. Ci attende un finale di gara davvero esplosivo! (agg Michel Colombo)

DIRETTA MONDIALI CICLISMO 2021 IN STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LA GARA IN LINEA

L’appuntamento in diretta tv con i Mondiali di ciclismo 2021 sarà eccellente sulle reti Rai per l’attesissima gara in linea maschile: appuntamento fin dalle ore 10.25 su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando) per seguire tutta la corsa, anche se per seguire il finale e in seguito anche commenti, interviste e premiazioni dopo l’arrivo bisognerà spostarsi dalle ore 15.30 su Rai Due.

Questo significa che si potrà seguire la gara di oggi anche in diretta streaming video tramite il sito Internet ufficiale della Rai (raiplay.it), mentre anche Eurosport garantirà la diretta tv e lo streaming video tramite il servizio Eurosport Player. Inoltre ricordiamo per informazioni utili sia il sito della Federazione internazionale (uci.ch) sia i vari account di riferimento sui social network. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAI PLAY

BELGIO AL COMANDO

Manca appena un centinaio di km al termine della diretta della gara maschile ai mondiali di ciclismo 2021 e davvero sono gran colpi di scena in Belgio. Con un feroce attacco occorso agli ultimi 40 km con parecchi big, Roglic e Evenepoel in primis, gli azzurri si sono fatti cogliere di sorpresa e parecchi uomini di Cassani hanno già speso tutto per poter recuperare il gap occorso in strada e si trovano in gran difficoltà, quando manca ancora parecchio al traguardo. L’Italia pure è ancora in situazione delicatissima ora e rischia di venir tagliata fuori nelle fasi più calde della corsa.

Dopo gli attacchi occorsi prima, ecco che ora in strada troviamo troviamo un gruppo unico ma molto allungato (l’Italia è riuscita comunque a chiudere il gap a meno 131 km), guidato ancora dalla nazionale belga, da cui pure si è staccato un drappello di ritardatari, dove per fortuna non troviamo italiani: in testa già però cominciano ad essere primi tentativi di attacco, ancora. Pure gli azzurri sono molto lontani e soprattutto hanno sprecato moltissimo fin qui: il rischio, ormai più che concreto, è che Colbrelli si troverà da solo nelle fasi finali, pure tenuto conto che sia Trentin che Ballerini si sono ritirati. Davvero un brutto errore di tattica da parte della nostra nazionale.  (agg Michela Colombo)

ROGLIC E EVENEPOEL!

Meno di 154 km al traguardo finale: non siamo ancora neppure a metà della diretta della gara maschile dei mondiali di ciclismo 2021 e già sono gran movimenti sulle strade del Belgio. Con alcune cadute (che hanno visto coinvolti anche diversi azzurri) a caratterizzare queste fasi concitate della corsa, ecco che ora in strada abbiamo davanti a tutti un drappello di solo sette battistrada, dove sono tutti i primi fuggitivi oggi, meno Burbano che ha perso contatto nella salita al Moskesstraat.

A un minuto a 40 secondi di svantaggio un primo drappello di inseguitori che si è formato solo pochi minuti fa e che è composto da 15 ciclisti e dunque Asgreen, Bissegger, Cosnefroy, Demare, Declercq, Eenkhoorn, Erviti, Evenepoel, Haas, Hoelgaard, Mcnulty, Cort Nielsen, Roglic, Swit e Tratnik. Dietro a tutti naturalmente il gruppo, con un gap di 2 minuti abbondanti. Da segnalare che in testa, nel gruppone in fondo troviamo a spingere l’Italia e in primis Matteo Trentin che pure prima è stato coinvolto in una brutta caduta. E’ pure un momento complicato per il team italiano, per cui le cadute e gli attacchi degli ultimi minuti hanno decisamente sconvolto i piani di azione originari i nostri beniamini rischiano di venir beffati dagli altri big, andati già avanti. (agg Michela Colombo)

SLOVENIA IN TESTA

Superate (quasi) le due ore dal via della diretta della gara maschile per i mondiali di ciclismo in Belgio, ecco che la corsa da poco tempo è entrata nel primo circuito si cominci dunque a fare sul serio sulle tante salitelle delle Fiandre. Al momento pure la situazione in strada appare immutata: ancora in testa abbiamo il drappello di ben otto fuggitivi e dunque Burbano, Gamper, Hernandez Jaramillo, Magnusson, Kochettkov, Nisu Sainbayar e Townsend, che pure hanno un vantaggio di circa 4 minuti e mezzo dal resto del gruppo.

Da segnalare che negli ultimi frangenti sono stati gli uomini della Slovenia d affiancarsi al Belgio e a prendere il comando delle operazioni in testa al gruppo, il quale pure ha appena rallentato il suo ritmo. Nel frattempo aggiungiamo che abbiamo assistito al ritiro del lussemburghese Kevin Geniets e della caduta occorsa a Hayter e Bagioli, che pure si sono subito rialzati. (agg Michela Colombo)

OTTO IN FUGA

Siamo nel vivo della diretta della gara per il Mondiali di ciclismo 2021 in Belgio e davvero è stata partenza movimentata quella a cui abbiamo assistito questa mattina alle Fiandre. Dopo il breve tratto neutralizzato, nono appena dato il via ufficiale, ecco che sono stati attacchi e contrattacchi in testa alla corsa, con i ciclisti che hanno subito imposto un ritmo forsennato.

Dopo pochi km pure il gruppo si è arreso e finalmente si è formata la fuga di giornata: quando mancano ancora 240 chilometri al traguardo finale ecco che troviamo ora in testa ben otto corridori e dunque Burbano, Gamper, Hernandez Jaramillo, Kovhetkov, Magnusson, Nisu, Sainbayar e Townsend, i quali pure hanno un vantaggio di poco inferiore ai quattro minuti sul resto del gruppo. Va infatti detto che in fondo Belgio e Danimarca hanno preso il comando delle operazioni e tengono ben d’occhio i fuggitivi. (agg Michela Colombo)

IN STRADA, VIA!

Tutto è pronto per la partenza dei Mondiali di ciclismo 2021, negli ultimi minuti che ancora ci separano dal via alla prova iridata ricordiamo che questa sarà la decima edizione dei Campionati del Mondo ospitata in Belgio, di cui ben sette nelle Fiandre. da queste parte si respira ciclismo, che è lo sport nazionale belga, tuttavia nel terzo millennio il Belgio ha vinto soltanto con Tom Boonen a Madrid nel 2005 e poi con Philippe Gilbert a Valkenburg 2012, dunque c’è grande pressione sui padroni di casa e soprattutto su Wout Van Aert, reduce dall’argento del 2020 e anche da due secondi posti consecutivi a cronometro.

L’ultima edizione dei Mondiali di ciclismo disputata in Belgio risale invece al 2002, quando si corse a Zolder e un’Italia tatticamente perfetta portò il nostro capitano Mario Cipollini alla volata che poi il toscano vinse davanti all’australiano Robbie McEwen e al tedesco Erik Zabel. Il penultimo Mondiale in Belgio fu invece quello del 1988 e pure in quel caso l’esito fu un trionfo azzurro, in quel caso per merito di Maurizio Fondriest. Correre in Belgio dunque sembra portarci bene, ma adesso non è più tempo di parole e rievocazioni: a parlare adesso sarà solamente la strada, cominciano i Mondiali! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ITALIA CON SONNY COLBRELLI

Oggi la diretta dei Mondiali ciclismo 2021 nelle Fiandre, In Belgio, culminerà con la gara in linea maschile, cioè l’evento in assoluto più atteso, quello che assegnerà il titolo di campione del Mondo e la maglia iridata della categoria più significativa, essendo questa naturalmente la prova simbolo dei Mondiali di ciclismo. La partenza sarà da Anversa e l’arrivo a Lovanio, siamo nelle zone naturalmente del Giro delle Fiandre e anche oggi ci aspettiamo lo spettacolo che le strade di questa regione “malata” di ciclismo ci sapranno sicuramente regalare. L’Italia si presenta con legittime ambizioni, dal momento che il campione d’Europa in carica Sonny Colbrelli è in grande forma e Matteo Trentin è una alternativa eccellente, con il sogno magari di scalare l’ultimo gradino del podio dopo l’argento nel 2019.

Tra gli stranieri i favoriti principali sono naturalmente il francese campione in carica Julian Alaphilippe, il padrone di casa belga Wout Van Aert (forse in assoluto il favorito numero 1, chissà se Remco Evenepoel gli farà da semplice gregario) e l’olandese Mathieu Van der Poel, sul quale tuttavia pesa qualche incognita circa le condizioni di forma. Impressionante il “tridente” della Slovenia con Primoz Roglic, Tadej Pogacar e Matej Mohoric, eccellente anche la Danimarca che dovrebbe avere Kasper Asgreen come capitano. Mai trascurare il tre volte iridato Peter Sagan e altri nomi illustri, da veterani quali John Degenkolb, Alexander Kristof, Michael Matthews e Michal Kwiatkowski fino ai volti nuovo come Tom Pidcock e Marc Hirschi. Andiamo dunque adesso a presentare più nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere su orari e percorso per questa attesissima diretta dei Mondiali ciclismo 2021.

ORARIO E PERCORSO DELLA GARA IN LINEA DEI MONDIALI CICLISMO 2021

La diretta dei Mondiali di ciclismo 2021 catalizzerà oggi l’attenzione di tutti i tifosi e gli appassionati, che non vedono l’ora di seguire la gara più importante dell’intera rassegna iridata. Abbiamo già accennato ai favoriti e agli Azzurri, dunque adesso possiamo analizzare il percorso, che presenta diverse particolarità anche se chi nei giorni scorsi ha già seguito le altre gare in linea avrà cominciato a farsi un’idea. I professionisti dovranno affrontare un tracciato di ben 268,3 km, chilometraggio d’altronde in linea con quanto si vede ogni anno ai Mondiali di ciclismo. La partenza sarà dalla celebre piazza Grote Markt di Anversa alle ore 10.25, mentre l’arrivo è atteso a Leuven (Lovanio) indicativamente attorno alle ore 17.00. Non è facilissimo descrivere a parole il tracciato, perché nel finale si intrecceranno due differenti circuiti.

Uno è definito come il “circuito locale” di Leuven ed è caratterizzato da quattro salite (Wijnpers, Sint Antoniusberg, Keizersberg e Decouxlaan), mentre il “circuito delle Fiandre” comprende le asperità di Smeysberg, Moskesstraat, Taymansstraat, Bekestraat, Vewelderstraat e nuovamente Smeysbeerg. Si affronterà un giro e mezzo del circuito di Leuven per poi compiere un solo giro dell’altro circuito prima di tornare sul precedente; a seguire altri quattro giri del circuito “locale”, di nuovo un giro del circuito “fiammingo” ed infine gli ultimi due giri e mezzo del circuito di Lovanio. Morale della favola, si tratterà di una dura successione delle classiche salite fiamminghe, brevi ma spesso impegnative e con ben pochi tratti in pianura per recuperare: il dislivello complessivo è di 2562 metri e certamente non è da sottovalutare in questa sorta di “giro delle Fiandre” che riporta il Mondiale in Belgio dopo 19 anni di assenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA