DIRETTA MOTOGP/ Mir allunga nel mondiale dopo Teruel, la classifica resta cortissima!

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara e warm-up del Gp Teruel 2020 Aragon live: cronaca, tempi, ordine d’arrivo, vincitore e podio della corsa spagnola (oggi 25 ottobre).

MotoGp Dovizioso
Diretta MotoGp: Andrea Dovizioso (Foto LaPresse)

A tre gare dalla fine del campionato 2020 di MotoGp ci sono ancora 14 piloti matematicamente in lizza per il titolo iridato, uno scenario impensabile quando Marc Marquez non lasciava nemmeno i successi di tappa agli avversari. Grazie al terzo posto conquistato oggi, Joan Mir si porta a +14 nei confronti di Fabio Quartararo che la pista di Aragon proprio non la digerisce. Il portacolori della Suzuki allunga anche su Maverick Vinales che proprio come domenica scorsa, pur partendo davanti non è riuscito a tenere il ritmo dei primi. Rientra pienamente nei giochi Franco Morbidelli, secondo successo nella classe regina per il romano bravissimo a mantenere la leadership dalla prima all’ultima tornata. Andrea Dovizioso si trova adesso a 28 lunghezze di ritardo e meno male per la Ducati che non si correrà più al MotorLand dove la Desmosedici non andava nemmeno a spinta. Bisognerebbe chiedere a Johann Zarco come abbia fatto ad arrivare in top 5 mentre gli altri annaspavano nelle retrovie. Il Covid è stato il definitivo colpo di grazia per Valentino Rossi che da oggi, pur facendo 75 punti da qui alla fine, al massimo arriverebbe a 133, rimanendo sempre dietro a Mir anche se quest’ultimo dovesse sempre ritirarsi a Valencia e Portimao. La Honda ha parecchio da recriminare: Takaaki Nakagami, che partiva dalla pole position, è caduto nel corso del primo giro, la pressione forse ha giocato un brutto scherzo al giapponese uscito immediatamente di scena. Alex Marquez si è fatto invece ingolosire dal terzo podio di fila e ha spinto troppo finendo rovinosamente a terra quando aveva messo nel mirino le Suzuki. Il prossimo fine settimana si riprenderà fiato in vista del rush finale, una tripletta che emetterà tutti i verdetti. Potrebbe mancare all’appello il campione uscente che a questo punto proverà a tornare nel 2021, magari dopo una terza operazione. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: HA VINTO MORBIDELLI, LE DUE SUZUKI A PODIO

Mentre il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlava alla nazione elencando le nuove restrizioni introdotte con il DPCM del 24 ottobre, Franco Morbidelli si apprestava a vincere il Gran Premio di Teruel, undicesimo appuntamento della stagione 2020 di MotoGp. Secondo successo nella classe regina per il centauro romano che negli ultimi giri non solo è riuscito a tenere dietro le Suzuki ma ha anche allungato regalandosi un finale relativamente tranquillo. Alla fine la Yamaha può gioire anche se in ottica campionato Joan Mir, arrivato terzo alle spalle del suo compagno di box Alex Rins, ha incrementato il vantaggio nei confronti di Maverick Vinales (settimo) e Fabio Quartararo (ottavo), entrambi spariti dai radar nella seconda parte di gara. Ai piedi del podio la KTM di Pol Espargaro che precede la Ducati di Johann Zarco, il francese è stato l’unico a domare la Desmosedici quest’oggi ad oggi con Petrucci decimo e Dovizioso addirittura tredicesimo, dietro anche a Bradl. Peccato per Aleix Espargaro, tradito dalla sua Aprilia quando ormai pensava di aver portato a casa un piazzamento in top 10. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: LE SUZUKI A CACCIA DI MORBIDELLI

Le Suzuki all’inseguimento del leader Franco Morbidelli. Alex Marquez con la hard all’anteriore (gliel’avrà suggerito il fratello Marc?) è il più veloce di tutti finché non esagera e finisce rovinosamente a terra dicendo addio ai suoi sogni di gloria. In difficoltà Maverick Vinales e Fabio Quartararo che ormai hanno perso contatto dalle posizioni di vertice, proprio come accaduto domenica scorsa sempre ad Aragon. Andrea Dovizioso sta provando disperatamente a limitare i danni anche se è ancora fuori dalla top 10 e dopo la gara di oggi rischia di rimanere tagliato fuori dalla corsa per il titolo una volta per tutte. A dieci giri dalla fine del Gran Premio di Teruel, undicesimo appuntamento della stagione 2020 di MotoGp, la situazione è questa e sembra destinata a cambiare ulteriormente, con il romano che punta a lasciare per la seconda volta il segno nella classe regina ed è chiamato a rallentare la fuga di Joan Mir nel campionato piloti per dare una mano al suo compagno di squadra. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: NAKAGAMI A TERRA, MORBIDELLI LEADER

Il Gran Premio di Teruel è finito ancor prima di cominciare per Takaaki Nakagami che riesce a percorrere solamente poche curve da leader della gara e poi cade ingenuamente a terra, un vero peccato per il giapponese che oggi aveva la grande occasione di centrare il risultato della vita. Via libera per Franco Morbidelli che grazie a un’ottima partenza si è portato al comando precedendo la Suzuki di Alex Rins e la Ducati di Johann Zarco. Nelle retrovie da segnalare l’incidente che ha coinvolto Jack Miller e Brad Binder, entrambi ritirati, fortunatamente nessun danno fisico per loro. Andrea Dovizioso è risalito in tredicesima posizione ma dovrà continuare a spremere la sua Desmosedici per recuperare terreno nei confronti degli altri candidati al titolo della MotoGp 2020. Al momento Maverick Vinales è quarto davanti a Joan Mir, due posizioni più indietro Fabio Quartararo che domenica scorsa è andato in crisi con gli pneumatici chiudendo addirittura fuori dalla zona punti. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Ultimi preparativi sulla griglia di partenza al MotorLand di Aragon per il via del Gran Premio di Teruel, undicesimo appuntamento della stagione 2020 di MotoGp stravolta dal Covid. Gli occhi sono puntati su Takaaki Nakagami che scatterà dalla pole position, era dal 2004 che un giapponese non partiva davanti a tutti. Per la corsa al titolo iridato abbiamo una seconda fila bollente con Maverick Vinales e Fabio Quartararo affiancati l’uno all’altro, con in mezzo il terzo incomodo Johann Zarco che deve salvare la domenica della Ducati alle prese con il peggior weekend dell’anno. Tant’è vero che Dovizioso, Bagnaia e Petrucci si ritrovano nelle ultime file dello schieramento e sono chiamati a compiere una rimonta gigantesca per avvicinarsi ai primi. Il leader del campionato, Joan Mir, si posizionerà dalla dodicesima casella e proverà a imitare il suo compagno di box, Alex Rins, che domenica scorsa è riuscito a vincere pur partendo dalla quarta fila. Sono previsti 23 giri per un totale di 117 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: OCCASIONE DELLA VITA PER NAKAGAMI

Come al solito le FP4 della MotoGp di ieri possono darci un’idea più o meno chiara dei piloti favoriti per la vittoria o per un piazzamento sul podio. Il Gran Premio di Teruel in programma al MotorLand di Aragon strizza l’occhio alla Honda: domenica scorsa Alex Marquez è arrivato secondo dopo essere partito dalla quarta fila, oggi si può dire che Takaaki Nakagami ha l’occasione della vita. Oltre ad aver regalato la prima pole position al Giappone dal 2004, il portacolori del team LCR ha dimostrato di avere un ottimo passo gara girando costantemente sull’1’48” alto, un ritmo sostenuto solamente da Maverick Vinales, Franco Morbidelli, Joan Mir e Pol Espargaro. Il vincitore potrebbe quindi uscire da questa cinquina, da sottolineare che tutti i piloti menzionati hanno montato la media all’anteriore e la soft al posteriore, la soluzione che dovrebbe andare per la maggiore. Magari qualcuno come Dovizioso, che dovrà rimontare parecchie posizioni, azzarderà la doppia soft nel tentativo di recuperare più tempo possibile cercando comunque di preservare sugli pneumatici e non arrivare sulle tele. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: NAKAGAMI AL TOP ANCHE NEL WARM-UP!

Dopo aver conquistato la pole position – interrompendo un digiuno che per il Sol Levante durava da ben 16 anni – nelle qualifiche del Gran Premio di Teruel, Takaaki Nakagami manda un altro segnale alla concorrenza realizzando il miglior tempo nel warm-up della MotoGp: 1’48”565 per il giapponese del team LCR che precede di 91 millesimi Franco Morbidelli, l’italiano più veloce stamattina. Al terzo posto troviamo un’altra Honda, quella ufficiale di Alex Marquez (+0”230) che oggi andrà a caccia del terzo podio consecutivo. Da segnalare la presenza in top 10 della KTM con la quarta posizione di Pol Espargaro (+0”586), delle Ducati di Petrucci (+0”601) e Dovizioso (+0”649), delle Yamaha di Vinales (+0”666) e Quartararo (+0”739), della Suzuki di Mir (+0”763) e dell’Aprilia di Smith (+0”791). Le Desmosedici hanno dato qualche segnale incoraggiante ma servirà ben altro per riavvicinarsi ai primi in gara. Caduta senza conseguenze per Tito Rabat: moto distrutta, pilota illeso. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA MOTOGP, WARM-UP GP TERUEL: TEMPERATURE BASSE AD ARAGON

Mancano circa dieci minuti alla fine del warm-up del Gran Premio di Teruel, undicesimo appuntamento della stagione 2020 di MotoGp. I centauri della classe regina sono impegnati nella simulazione del passo gara con temperature piuttosto basse: 13 gradi l’aria, l’asfalto invece non supera i 16 gradi, nel primo pomeriggio farà certamente più caldo e quindi non è detto che non possa cambiare il comportamento degli pneumatici. Proprio come una settimana fa la maggior parte opterà per una soft al posteriore in grado di garantire un maggiore grip soprattutto nei primi giri, i più prudenti potrebbero mettere la media all’anteriore per non andare in crisi nell’ultima parte di gara, anche se ormai siamo in autunno e le mescole più dure con il freddo faticano a funzionare. Per adesso c’è una Honda davanti a tutti, quella di Cal Crutchlow che ha girato in 1’49”961, ma in questa sessione la classifica dei tempi conta molto relativamente. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: VIA AL WARM-UP!

Tra qualche minuto sulla pista di Aragon comincerà il warm-up della MotoGp: oggi si corre il Gran Premio di Teruel e i centauri della classe regina avranno a disposizione gli ultimi venti minuti di prove prima della partenza fissata per le ore 13. Un orario inconsueto che viene incontro all’esigenza di non sovrapporsi alla Formula 1 che alle ore 14:10 sarà impegnata con il Gran Premio del Portogallo. In ogni caso questa mattina sarà molto difficile stravolgere i valori di forza emersi nelle giornate di ieri e venerdì: la Honda conferma di aver compiuto enormi passi in avanti vista la pole position conquistata da Takaaki Nakagami e la Yamaha è sempre sul pezzo con Morbidelli, Quartararo e Vinales. Rispetto a una settimana fa sembra andare molto meglio la KTM ma il passo gara rappresenta l’incognita principale per la casa austriaca. La Suzuki ci ha ormai abituato a uscire fuori alla distanza mentre preoccupa la crisi Ducati con una sola moto della Casa di Borgo Panigale nei primi 12 (Zarco), tutti gli altri si ritrovano invece a dover partire addirittura dalle retrovie. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA GARA

La MotoGp oggi ci propone la gara del Gran Premio di Teruel 2020, la corsa sul circuito del Motorland Aragon che costituisce l’undicesimo appuntamento della stagione del Motomondiale. La MotoGp dunque torna protagonista anche in streaming e tv su questa pista che chiuderà l’ennesima doppietta con due gare consecutive che saranno disputate appunto ad Aragon, oggi come anche domenica scorsa. Tutte le sessioni e gare odierne dal circuito spagnolo saranno trasmesse in tv e anche in streaming su Sky Sport MotoGp HD, canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che ancora una volta detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Per tutti gli appassionati, anche non abbonati Sky, bisogna inoltre segnalare che le gare del Gran Premio di Teruel saranno visibili in tempo reale in chiaro su Tv8. Il punto di riferimento della squadra di inviati Sky è sempre Guido Meda, che sarà ancora una volta il telecronista della classe regina MotoGp, anche se pure le trasmissioni di Sky dovranno fare i conti con alcune inevitabili limitazioni imposte dal protocollo sanitario imposto dal Coronavirus. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire il warm-up e la gara MotoGp in streaming video tramite l’applicazione SkyGo.

MOTOGP, DIRETTA GP TERUEL: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Oggi la diretta MotoGp torna con il Gran Premio di Teruel 2020 dal circuito del Motorland Aragon che già aveva ospitato il più tradizionale Gp Aragona domenica scorsa e oggi fa doppietta, seconda tappa delle quattro consecutive in programma in terra spagnola fino a metà novembre, come accennato seconda delle due consecutive in Aragona, ma anche terza e ultima della tripletta d’ottobre cominciata a Le Mans due domeniche fa e undicesimo evento nel calendario iridato del Motomondiale 2020. Questa stagione è sempre più particolare e gli imprevisti si susseguono uno dopo l’altro: la positività di Valentino Rossi al Coronavirus fa in modo che nella classe regina non sia in gara nemmeno un campione del Mondo MotoGp, mentre la ben nota assenza di Marc Marquez è alla base di un Mondiale che non ha ancora un padrone. Si procede dunque fra colpi di scena che fuori dalla pista purtroppo sono spesso sgradevoli, comunque lo spettacolo e le emozioni saranno certamente garantiti: eccovi dunque da tenere ben presenti tutti gli orari della diretta MotoGp. Ricordiamo innanzitutto che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica con la classe regina sarà con il warm-up alle ore 9.50 e fino alle 10.10, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti in particolare per chi magari ieri non è uscito benissimo dalle qualifiche.

DIRETTA MOTOGP: I DATI DEL CIRCUITO

I semafori poi si spegneranno alle ore 13.00, la diretta MotoGp inizierà dunque un’ora prima rispetto a quello che è il classico orario europeo per quanto riguarda la partenza della gara della classe regina MotoGp nel Gp Teruel 2020, corsa che si svilupperà proprio come domenica scorsa sulla distanza di 23 giri per un totale di 116,8 km, dal momento che ogni giro del tracciato del Motorland Aragon misura 5,078 chilometri. Ricordando altri dati statistici relativi al circuito di Aragon, ecco ad esempio che il rettilineo più lungo è quello che porta dalla curva 15 alla curva 16 (a gomito verso sinistra) e misura 968 metri, mentre è più breve il rettilineo dei box e dell’arrivo. Le curve, a questo proposito, sono in tutto 17: di queste, dieci sono verso sinistra e sette verso destra, concentrate nella prima parte che è decisamente tortuosa, mentre nella parte finale si affronta appunto il lungo rettilineo e poco dopo quello del traguardo, che sono naturalmente i due punti nei quali può essere più facile cercare il sorpasso su questo circuito disegnato, come tanti altri negli ultimi anni, da Hermann Tilke.

DIRETTA MOTOGP: SETTIMANA SCORSA

Facendo un passo indietro alla gara di sette giorni fa, fu logicamente molto diversa dal Gp Aragon di un anno fa, quando Marc Marquez conquistò la pole position sulla griglia di partenza e poi anche il successo in gara con la bellezza di quasi cinque secondi di vantaggio sui Andrea Dovizioso. Domenica invece è stato un giorno da incubo per Fabio Quartararo, che era scattato dalla pole position ma finì addirittura fuori dalla zona punti facendo la felicità soprattutto della Suzuki, che si prese infatti la vittoria con Alex Rins in volata davanti a un Alex Marquez in grande crescita e anche il primato nella classifica iridato, in questo caso grazie al terzo posto di Joan Mir, mentre la Yamaha favorita d’obbligo alla vigilia scivolò del tutto fuori dal podio, con il quarto posto di Maverick Vinales come migliore risultato – sempre meglio della Ducati che non è andata oltre il settimo posto di Andrea Dovizioso. Meglio allora non sbilanciarsi troppo e mettersi piuttosto a vedere cosa succederà oggi: infatti adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi. La diretta MotoGp della gara e del warm-up del Gran Premio di Teruel 2020 sul circuito di Aragon sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA