DIRETTA MOTOGP/ Gp Andalusia 2020: Quartararo senza rivali, mondiale già indirizzato?

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara live GP Andalusia 2020 Jerez: cronaca e tempi anche del warm-up, ordine d’arrivo, podio e vincitore (oggi domenica 26 luglio).

Quartararo MotoGp
Griglia di partenza Motogp: Fabio Quartararo (LaPresse)

Nemmeno il tempo di metabolizzare il forfait di Marc Marquez e abbiamo già qualcuno che ne ha preso il posto: stiamo parlando di Fabio Quartararo che non poteva cominciare meglio il 2020 con due vittorie che lo proiettano tra i favoriti per la conquista del titolo iridato, soprattutto se il centauro di Cervera non dovesse tornare subito al 100% e il braccio continuasse a dargli fastidio anche a Brno e nella doppietta in Austria al Red Bull Ring. Il Gran Premio d’Andalusia è finito ancor prima di cominciare con il francese che ha mantenuto la leadership al via e ha fatto mangiare la polvere agli altri. L’unico che poteva impensierirlo, Maverick Vinales, ha perso troppo terreno all’inizio e come al solito ha recuperato nel finale, quando ormai era troppo tardi per vincere. Il portacolori del team ufficiale Yamaha conquista la piazza d’onore a distanza siderale dal Diablo, vincendo il duello interno con Valentino Rossi che dopo più di un anno torna sul podio, il Dottore chiude terzo davanti a Nakagami che con un giro in più a disposizione probabilmente sarebbe riuscito a sopravanzarlo. Piazzamenti importanti per Mir (quinto), Dovizioso (sesto dopo essere partito dalle retrovie, con una qualifica migliore il forlivese avrebbe lottato con i primi), Pol Espargaro (settimo), Alex Marquez (ottavo), Zarco (nono) e Rins (decimo con una spalla ridotta ai minimi termini), tutti questi piloti hanno approfittato dei tanti ritiri, ci dispiace tantissimo per Bagnaia e Morbidelli traditi dalle rispettive moto quando erano in zona podio. Anche Miller avrebbe potuto cogliere un risultato importante se non fosse scivolato all’11^ giro, stesso discorso per Petrucci. Domenica di rimpianti anche per Oliveira che partiva dalla quinta casella sulla griglia di partenza e alla prima curva è stato buttato giù da Binder. Caldo infernale con la temperatura dell’aria di 37 gradi e un asfalto a dir poco bollente, tutti i piloti erano letteralmente sfiniti al traguardo, del resto da queste parti si corre solitamente a inizio maggio quando il clima è più sopportabile. E ci sarà un motivo se prima della pandemia di Covid-19, la DORNA si è sempre rifiutata di andare a Jerez in piena estate. Non è un caso che in questi primi due appuntamenti della stagione 2020 di MotoGp si siano registrati molti più problemi di affidabilità e molte più rotture del solito. La classifica è già delineata, se Marquez non si riprende alla svelta saranno Quartararo e Vinales a contendersi il mondiale{agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: HA VINTO QUARTARARO, ROSSI TORNA SUL PODIO!

Bis di Fabio Quartararo a Jerez, seconda vittoria di fila per il Diablo che trionfa nel Gran Premio d’Andalusia davanti a Maverick Vinales che limita i danni e porta a casa la piazza d’onore dopo una prima parte di gara da incubo. Partito molto bene fino a occupare per diversi giri la seconda posizione, Valentino Rossi è andato in crisi con le gomme nel finale riuscendo comunque a difendere il terzo gradino del podio dal quale il Dottore mancava da più di un anno. Takaaki Nakagami, approfittando dei tanti ritiri, è giunto quarto con Mir quinto e Dovizioso sesto, il forlivese è partito troppo indietro altrimenti avremmo visto anche lui lottare insieme agli altri. Pol Espargaro porta la KTM al settimo posto, Alex Marquez termina ottao con Zarco e l’acciaccato RIns che completano la top 10. Rabat, Smith e Crutchlow completano l’ordine d’arrivo, solamente 13 piloti al traguardo. Che peccato per Bagnaia e Morbidelli, costretti a fermarsi e traditi dalle rispettive moto mentre sentivano odore di podio! {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: QUARTARARO IN FUGA, BAGNAIA DA’ SPETTACOLO!

Prosegue la fuga di Fabio Quartararo a Jerez dove è ancora in corso il Gran Premio d’Andalusia, seconda tappa del mondiale 2020 di MotoGp. Il francese ha già accumulato 5 secondi di vantaggio nei confronti di Pecco Bagnaia, gara straordinaria per il torinese che al 12^ giro si toglie la soddisfazione di superare una leggenda vivente come Valentino Rossi che mantiene comunque la terza posizione e sogna di tornare sul podio dopo oltre un anno di astinenza. Alle spalle del Dottore troviamo un agguerrito Franco Morbidelli che non vuole sfigurare di fronte al suo compagno di box e prova a regalare la prima doppietta al team Petronas SRT. In crisi Vinales che è precipitato in quinta posizione e sembra fuori dai giochi. Ancora defilato Dovizioso che è ottavo ma può ancora riprendere Mir e Nakagami che gli sono davanti. Caduti e ritirati Miller, Petrucci, Aleix Espargaro, Lecuona e Binder che alla partenza aveva steso Oliveira. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: ALLE SPALLE DI QUARTARARO C’E’ ROSSI!

Il Gran Premio d’Andalusia è cominciato con Fabio Quartararo che non ha avuto problemi a mantenere la prima posizione e a difendersi dall’attacco di Maverick Vinales all’ultima curva, lo spagnolo prende male le misure e va largo facendosi superare anche da Valentino Rossi che in questo momento è secondo anche se non riesce a tenere il ritmo del francese che prova ad andare già in fuga. Partenza non impeccabile da parte di Bagnaia che ha perso un paio di posizioni, sopravanzato anche dal compagno di box Miller. Morbidelli è settimo ed è in bagarre con Nakagami, Mir e Petrucci. Dovizioso, che partiva dalla quattordicesima casella sulla griglia di partenza, è decimo: sarà una rimonta lunga e difficile per il forlivese. Oliveira esce di scena per una caduta, tamponato da Binder: moto distrutta, il pilota per fortuna sta bene. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Ultimi preparativi sulla griglia di partenza per il via del Gran Premio d’Andalusia, secondo appuntamento della stagione 2020 di MotoGp. Clima infernale sulla pista di Jerez con la temperatura dell’aria salita a 37 gradi e l’asfalto che tocca i 60 gradi, anche oggi i centauri della classe regina saranno messi a durissima prova e il caldo opprimente – assieme al dolore – ha costretto Marc Marquez a fermarsi e a saltare la gara. Senza l’avversario più pericoloso, dalla pole position Fabio Quartararo proverà a involarsi verso il secondo successo consecutivo, il francese dovrà stare attento a Maverick Vinales che in sella alla Yamaha ufficiale cercherà di sventare la fuga del suo futuro compagno di squadra. Le speranze degli italiani sono riposte in Pecco Bagnaia che partirà dalla prima fila, oltre ovviamente in Valentino Rossi che dalla quarta casella dello schieramento va a caccia dei primi punti stagionali. Più indietro le Ducati ufficiali di Petrucci e Dovizioso, con il forlivese che nel warm-up ha dimostrato di poter tenere il ritmo dei migliori e potrebbe dar vita a una gran rimonta come domenica scorsa quando salì sul podio. Sono previsti 25 giri per un totale di 110 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: QUARTARARO FAVORITO PER LA VITTORIA

Per farsi un’idea dei valori di forza espressi finora a Jerez per il Gran Premio d’Andalusia (secondo round del mondiale 2020 di MotoGp), la cosa migliore è dare un’occhiata ai run effettuati dai piloti durante la FP4, collocata nel primissimo pomeriggio (la partenza della gara, solitamente, è fissata per le ore 14). Non a caso i piloti sfruttano proprio il quarto turno di prove libere per simulare i long run e capire quale possa essere la combinazione di pneumatici ottimale. Ad esempio da queste parti, con l’asfalto che supera abbondantemente i 50 gradi, usare la soft sia davanti che dietro può essere un’arma a doppio taglio, in grado di garantire un vantaggio nei primi giri con il rischio concreto di andare in crisi nell’ultima parte della corsa. Valentino Rossi, che non ha nulla da perdere, probabilmente sarà l’unico big a optare per questa strada, mentre Quartararo e Vinales ad esempio monteranno la hard all’anteriore che garantisce minor grip all’inizio ma una resistenza maggiore alla distanza. Per quanto riguarda i tempi, il francese è stato l’unico a percorrere una decina di tornate tra l’1’37” alto e l’1’38” basso. Non sarà facile tenere il ritmo della moto numero 20, favorita per il successo, anche in virtù dell’assenza di Marquez{agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: QUARTARARO PRIMO ANCHE NEL WARM-UP

Anche nel warm-up del Gran Premio d’Andalusia (seconda tappa del mondiale 2020 di MotoGp) di questa mattina il più veloce di tutti è stato Fabio Quartararo, il centauro francese ha piazzato un 1’37”710 che gli ha consentito di chiudere la sessione davanti a tutti. Secondo posto più che incoraggiante per Andrea Dovizioso (1’37”824) che in gara partirà parecchio indietro ma ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per rimontare e riportarsi a ridosso dei primi. Sul pezzo anche Vinales (1’37”848) che ha limitato a 138 millesimi il ritardo nei confronti del Diablo, bene Bagnaia (1’37”862) che se dovesse trovare un ritmo costante nel primo pomeriggio può davvero dire la sua per il podio. Nakagami, Binder, i fratelli Espargaro, Mir e Morbidelli completano la top 10 dalla quale manca Valentino Rossi: il Dottore è uno dei pochi a montare la soft all’anteriore oltre che al posteriore, una scelta che potrebbe rivelarsi un boomerang se le temperature dell’asfalto dovessero sfiorare i 60 gradi come una settimana fa. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA MOTOGP, WARM-UP GP ANDALUSIA: PROVE DI LONG RUN PER ROSSI

Sul circuito di Jerez è in corso il warm-up del Gran Premio d’Andalusia, secondo appuntamento della stagione 2020 di MotoGp. In questo momento la temperatura dell’aria è di 26 gradi mentre quella dell’asfalto è di 32 gradi, va detto però che il sole è sorto da nemmeno due ore e nel primo pomeriggio dovremmo arrivare a 38 gradi. Un clima infernale per i piloti della classe regina, il caldo asfissiante è stato uno dei fattori che ha indotto Marc Marquez a gettare la spugna e a guardare la gara dalla tv. Intanto i suoi colleghi stanno sfruttando gli ultimi minuti di prove prima della partenza in programma alle 14, tempi poco significativi e molto alti se rapportati a quelli delle qualifiche di ieri, per adesso i più veloci sono due esponenti della KTM, una delle sorprese di questo inizio di campionato: Pol Espargaro che a girato in 1’38”197, ancora meglio ha fatto il rookie Brad Binder (1’38″002). alle sue spalle la Ducati di Dovizioso. I big per adesso si nascondono con Quartararo, Vinales e Rossi che preferiscono concentrarsi sui long run: hard-soft per i primi due, soft-soft per il Dottore. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: VIA AL WARM-UP!

In molti pensavano che anche nel 2020 avremmo assistito a un altro monologo di Marc Marquez e che gli avversari si sarebbero dovuti spartire le briciole. Invece la prima gara stagionale della MotoGp a Jerez ha sovvertito improvvisamente le gerarchie, complice la brutta caduta dello spagnolo che si è fratturato l’omero, un infortunio che gli impedirà di prendere parte al Gran Premio d’Andalusia in programma oggi. Il centauro di Cervera ovviamente non è del tutto fuori dai giochi per il titolo ma l’impressione è che quest’anno dovrà sudarselo più del solito. Nel frattempo all’orizzonte si è affacciato un nuovo rivale che potrebbe dargli parecchio filo da torcere in futuro: stiamo parlando di Fabio Quartararo che sul giro secco non ha rivali e adesso ha una Yamaha che gli permette finalmente di vincere dopo esserci andato più volte vicino nel 2019. Tra poco comincerà il warm-up con i piloti della classe regina che avranno così l’opportunità di perfezionare l’assetto e valutare la mescola di gomme più appropriata per il primo pomeriggio, quando sono previste temperature elevatissime: sarebbe suicida puntare solo sulla soft, già ieri in qualifica la maggior parte ha optato per la hard all’anteriore. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, DIRETTA GP ANDALUSIA: GLI ORARI DI OGGI

La diretta MotoGp oggi, domenica 26 luglio, sarà di nuovo protagonista a Jerez de la Frontera con il Gran Premio di Andalusia 2020 sul circuito che già domenica scorsa aveva ospitato il primo atto completo del Motomondiale 2020, inevitabilmente stravolto rispetto al programma originario a causa della pandemia di Coronavirus. La MotoGp è dunque ripartita e vive una stagione che sarà caratterizzata in totale da tredici Gran Premi, molti dei quali “doppiette” come questa di Jerez, dove dopo il tradizionale Gran Premio di Spagna vinto domenica scorsa da Fabio Quartararo – e caratterizzato dall’infortunio che ha messo fuori causa Marc Marquez nonostante il tentativo di un recupero lampo non andato a buon fine – stiamo ora vivendo un inedito (almeno come denominazione) Gran Premio di Andalusia. L’appuntamento principale della domenica è naturalmente quello con la partenza della gara della MotoGp: i semafori si spegneranno alle ore 14.00, classico orario dei Gran Premi della classe regina, ma ricordiamo pure che il primo appuntamento con la diretta MotoGp di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 9.20 del mattino, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti all’inizio della stagione. Vero che tutti hanno a disposizione anche i dati di settimana scorsa, ma dopo un “inverno” così lungo ogni occasione di girare può risultare preziosa.

DIRETTA MOTOGP, LE QUALIFICHE

Le qualifiche del Gran Premio d’Andalusia non passeranno di certo alla storia per la pole position di Fabio Quartararo, ormai imbattibile sul giro secco (e si accinge a diventarlo anche in gara), ma per la resa incondizionata di Marc Marquez. A meno di una settimana dal terribile volo di Jerez, e a pochi giorni dall’intervento chirurgico per la riduzione della frattura dell’omero (che fortunatamente non ha interessato il nervo radiale), il campione del mondo in carica della MotoGp ha provato eroicamente a tornare in pista. Dopo il venerdì di riposo lo spagnolo è rimontato in sella alla sua Honda prendendo parte alla FP3 dove sono arrivati segnali incoraggianti sulla sopportazione del dolore, tempi alti e 20^ posto in classifica ma nessuno poteva pretendere le prestazioni a cui ci aveva abituato. Durante la FP4, Marquez ha inanellato una serie di giri per testare la tenuta sulla distanza, ma già qui è suonato il primo campanello d’allarme, il dolore al braccio è aumentato sempre di più con le sollecitazioni sui cordoli e il caldo asfissiante che ha messo ulteriormente a dura prova la resistenza atletica del fuoriclasse iberico. Che all’inizio della Q1 non si è nemmeno lanciato, dopo il giro di riscaldamento ha preso la via dei box ed è andato a rintanarsi nel motorhome. Persino lui ha capito che non era il caso di correre rischi inutili e si è fatto da parte, meglio riprovarci tra due settimane a Brno. L’ufficialità della rinuncia è arrivata poi con le dichiarazioni del team manager Alberto Puig, che ha confermato il forfait del suo pupillo. Sabato disastroso per la famiglia Marquez visto che anche Alex è caduto prendendo una botta all’avambraccio destro, ma dovrebbe essere regolarmente al via. Così come gli acciaccati Rins e Crutchlow con il britannico che ha sfiorato il colpaccio e per poco non è entrato in Q2, gli sono mancati 132 millesimi per entrare nella dozzina buona. Tra i sconfitti di giornata annoveriamo pure Dovizioso che partirà quattordicesimo, poco più avanti Petrucci che non è andato oltre l’undicesimo tempo. Valentino Rossi ritrova invece il sorriso con una seconda fila che di questi tempi è oro colato, da segnalare l’exploit di Bagnaia che ha chiuso le qualifiche in terza posizione, dietro solamente a Vinales (l’unico a scendere sotto l’1’37”, peccato che il tempo gli sia stato cancellato per essere andato oltre il cordolo) e al terribile Quartararo che in caso di bis andrebbe già in fuga nel mondiale. Solo sesto Morbidelli che dà sempre il 100% ma si vede che non ha le stimmate del campionissimo, a differenza del suo compagno di box che se terrà la testa a posto avrà una lunghissima e gloriosa carriera davanti a sé.

DIRETTA MOTOGP, LE INFO UTILI SUL GP ANDALUSIA 2020

Tornando a tutte le informazioni utili per seguire la diretta MotoGp, dobbiamo dire che la gara del Gran Premio di Andalusia 2020 – esattamente come settimana scorsa, perché l’unica novità è nel nome – avrà luogo sulla distanza di 25 giri per un totale di 110,6 km, dal momento che ogni giro della breve pista andalusa misura 4.423 metri, caratterizzato da cinque curve a sinistra e otto a destra, dunque 13 in totale. Non molte, ma come detto questo è dovuto naturalmente alla brevità del circuito di Jerez, tanto che che fino a pochi anni fa la gara della MotoGp si disputava sulla distanza di 27 giri, poi c’è stato un taglio di due giri e dunque circa 9 km in meno. La Yamaha punta a ripetere l’eccezionale risultato di domenica scorsa (anche se Valentino Rossi cercherà un epilogo differente), la Ducati punta a ottenere il massimo su una pista invece non così amata dalla Rossa, chiaramente tutti sentiremo la mancanza di quello che sarebbe stato in assoluto il protagonista più atteso, cioè il campione del Mondo Marc Marquez. Questo Mondiale della MotoGp sarà anomalo anche perché si profila una lotta Yamaha-Ducati in assenza del numero 93: chi saprà approfittarne nel modo migliore?

DIRETTA MOTOGP: DOMENICA SCORSA A JEREZ

In attesa di scoprire che cosa ci offrirà oggi la diretta MotoGp per il Gp Andalusia 2020, è doveroso ritornare indietro con la memoria ad appena una settimana fa, quando la MotoGp ha fatto il proprio debutto stagionale a Jerez – e naturalmente per un confronto poco importa che cambi il nome del Gran Premio. Marc Marquez e Fabio Quartararo sono stati in tutta evidenza i due mattatori del weekend, ma in modi ben diversi. Il campione del Mondo si è complicato la vita con un errore in curva 4 dopo pochi giri, regalandoci poi una pazzesca rimonta a colpi di sorpassi e giri veloci che hanno fornito una straordinaria dimostrazione di classe e superiorità, terminata però di nuovo nella ghiaia in curva 4, a causa di una caduta che ha causato un infortunio piuttosto grave al numero 93. In copertina così ci va Fabio Quartararo, autore della pole position al sabato e poi alla domenica della prima vittoria in MotoGp della sua carriera, davanti a Maverick Vinales e Andrea Dovizioso, un podio che potrebbe comprendere i principali favoriti per il titolo iridato visto lo stop di Marquez. Stavolta che cosa succederà? Per saperlo, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta MotoGp della gara e del warm-up del Gran Premio di Andalusia 2020 sul circuito di Jerez sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA