Diretta MotoGp Giappone 2019/ Qualifiche live: Marquez in pole, Morbidelli secondo!

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp qualifiche del Gp Giappone 2019 Motegi live: Marquez in pole position, Morbidelli secondo! Cronaca e tempi, tutto sulle sessioni in programma (oggi sabato 19 ottobre)

motogp marquez
Motogp: Marc Marquez (LaPresse)

Marc Marquez ancora una volta in pole position! Il pilota della Honda ha stampato il tempo 1:45.763 nelle qualifiche del GP del Giappone di MotoGp e quindi si piazza davanti a tutti. La sorpresa è Franco Morbidelli, secondo con 132 millesimi di distacco. Ne ha raccolti 49 di vantaggio su Fabio Quartararo, che deve accontentarsi dunque del terzo posto. «La battaglia è domani, ma è un risultato importante per una squadra satellite», il commento a caldo di Ramon Forcada della Petronas Yamaha. Solo quarto Vinales, che si è piazzato davanti a Crutchlow. Sesto posto per Miller. Qualifiche deludenti per Andrea Dovizioso, settimo con sei decimi di svantaggio dal campione del mondo. E per soli 17 millesimi non si è fatto superare da Petrucci, ottavo. A chiudere la top ten A. Espargaro e Valentino Rossi, con quest’ultimo che non è mai sembrato della sfida. Flessione per Rins, che aveva strappato in extremis il pass per il Q2. Dietro di lui Mir. (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA MOTOGP: MARQUEZ SUBITO DAVANTI A TUTTI

Subito intensa ed emozionante la caccia alla pole position. A dettare il ritmo è Marc Marquez, che si è subito messo davanti a tutti nelle qualifiche. Miller e Quartararo hanno fatto scattare i “caschi rossi” durante la prima parte del Q2 ma poi non sono riusciti a tenere il passo del pilota della Honda. Dopo l’ultima staccata il campione del mondo ha stampato il tempo 1:45.923, prendendosi un secondo di vantaggio dagli inseguitori. In particolare, è secondo Quartararo, poi Rins che si è infilato davanti a Miller. E dunque mentre gli altri provano a limitare i danni, Marquez si porta su 1:45.794. Morbidelli allora si infila al secondo posto, ma la gioia dura poco: arriva Miller a prendersi quel piazzamento. Quarto Quartararo, poi Dovizioso, Rins, Crutchlow, Petrucci, Vinales, A. Espargaro, Rossi e Mir. Ora tutti ai box per montare gomme nuove e dare l’ultimo assalto ai tempo. Arriva il momento del time attack! (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA MOTOGP: CRUTCHLOW E RINS IN Q2

Cal Crutchlow vola in Q2 con il tempo 1:46.695 e si porta con sé Rins. Che beffa per Nakagami, out per 34 millesimi dopo una sessione in cui è stato protagonista e soprattutto favorito per il secondo posto. Q1 subito emozionante, considerando anche i piloti protagonisti. Crtuchlow ha subito lanciato la sfida a Nakagami e Rins e ne è nata una battaglia avvincente. Il pilota di casa l’ha subito raccolta e si è messo davanti a tutti per conquistare un accesso al Q2, poi si è preso una breve pausa, quella che solitamente caratterizza la fase centrale del Q1, per raccogliere le ultime idee, montare delle slick nuove e tornare in pista. Con lui gli altri contendenti, con Crutchlow particolarmente determinato. E infatti ha risposto girando in 1:47.306, ma Nakagami ha risposto prendersi tre decimi di vantaggio. Ma non è finita qui: Rins si è infilato al secondo posto, sfilando però al terzo col passaggio di Crutchlow, in 1:46.825. Neppure nell’ultimo tentativo Rins è riuscito a strappare un tempo utile per il Q2, che comincia ora. E allora può partire la caccia alla pole position! (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA MOTOGP: MARQUEZ VOLA IN FP4

Ultimi giri in pista con le gomme slick per i piloti e i tempi si sono sensibilmente abbassati. La pista è umida in alcuni tratti e umida in altri, ma per gli ultimi minuti di FP4 in Giappone i piloti di MotoGp si sono assunti qualche rischio. Del resto anche queste sono indicazioni utili in vista delle qualifiche, visto che le condizioni della pista di Motegi potrebbero migliorare giro dopo giro. La stessa prima sessione di qualifiche potrebbe essere utile in tal senso. Il miglior tempo comunque in questa mini bagarre finale è stato registrato, guarda caso, da Marc Marquez, che ha stampato un impressionante 1:48.940. A 1.3 secondi addirittura Vinales, secondo davanti a Quartararo. Poi Crutchlow, Valentino Rossi, P. Espargaro, Rins, Dovizioso, Nakagami e quindi Bagnaia a chiudere la top ten. Ora però arriva il momento decisivo del weekend: sta per partire la caccia alla pole position. Cominciano le qualifiche, quindi via al Q1! (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA MOTOGP, FP4: BIG SI NASCONDONO

Piloti in pista con le gomme da bagnato per sfruttare questi primi giri per la messa a punto della propria moto per queste condizioni di pista. Non piove più a Motegi, e questa è una pista che si asciuga abbastanza rapidamente, ma non si escludono sorprese in vista delle qualifiche, quindi le scuderie non voglio lasciare niente al caso. In attesa dei primi tempi è arrivata una importane comunicazione in diretta per la Motogp: Sylvain Guintoli (Suzuki) è stato squalificato da FP1 e FP2 per problemi tecnici. Questo vuol dire che i suoi tempi non sono stati ritenuti validi. Dai box la spiegazione: ieri ha montato un motore con specifiche non regolamentari per questa stagione di MotoGp. Il miglior tempo in questa prima fase è di Miller, che gira in 1:55.107, poi Kallio a 70 millesimi di distacco. I big per ora si nascondono su una pista che al momento appare più lenta. E allora Kallio può migliorarsi e prendersi il primato momentaneo in FP4 con il tempo 1:54.956. Potrebbe rivelarsi più emozionante la seconda fase di questa sessione. (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA MOTOGP: VIA ALLA FP4!

Via alla FP4! Comincia la ultima sessione di prove libere del GP del Giappone 2019 di MotoGp. Il quadro della classifica combinata non è cambiato dopo la FP3, turno disputato su pista bagnata. I piloti non hanno avuto la possibilità di migliorare ulteriormente i propri tempi, quindi anche la graduatoria dell’overall non ha subito modifiche. E questo vuol dire che Fabio Quartararo si è confermato primo nella classifica combinata, precedendo Maverick Vinales e il campione del mondo Marc Marquez. Saranno in Q2 anche Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, rispettivamente quarto e quinto. Potranno quindi giocarsi le loro possibilità nel time attack che sarà condizionato dalla pioggia. Con loro Morbidelli, Petrucci, Mir e Aleix Espargaro. Per quanto riguarda i tempi relativi alla FP3, Petrucci sembra rinato sotto la pioggia. Infatti è riuscito a battere Marquez che aveva dettato il ritmo nella prima fase del turno. La sorpresa della mattinata però è stata Guintoli, collaudatore della Suzuki: a lungo alle spalle di Marquez, ha poi chiuso col quinto tempo. (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA MOTOGP, OGGI LIBERE E QUALIFICHE A MOTEGI

La MotoGp in diretta oggi, sabato 19 ottobre, ci propone il grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio del Giappone 2019 sul circuito di Motegi, che ospita il sedicesimo appuntamento con il Motomondiale 2019. Innanzitutto ricordiamo gli orari di questo sabato naturalmente imperniato sulle qualifiche, che serviranno a stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position per la gara che segna l’inizio dell’ormai tradizionale trittico di gare autunnali in Estremo Oriente, un tour de force che arriva però a verdetto già fissato, perché Marc Marquez è matematicamente campione del Mondo ancora una volta. Questi orari della diretta MotoGp sono chiaramente condizionati da sette ore di fuso orario, dunque a beneficio di tutti gli appassionati facciamo il punto su questi orari scomodi. Si parte alle ore 3.50 con le prove libere FP3, 45 minuti particolarmente importanti anche perché definiranno la classifica combinata delle prime tre sessioni di libere che stabiliscono i dieci qualificati direttamente al Q2; alle ore 7.25 i 30 minuti della FP4, poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 8.05 via alla Q1 che mette due posti in palio per la successiva sessione, infine alle ore 8.30 ecco la decisiva Q2, che definirà le prime quattro file della griglia di partenza per la gara sul circuito di proprietà della Honda che farà festa con il suo alfiere Marc Marquez.

DIRETTA MOTOGP, LE PROVE LIBERE

Prime prove libere sul circuito di Motegi, in vista del gran premio del Giappone delle MotoGp, decisamente di marca Yamaha. La due ruote nipponica ha infatti piazzato nei primi tre posti tre dei suoi piloti, a cominciare da Vinales, che ha fatto registrare il miglior tempo in assoluto, 1’45 e 572, seguito dal gioiello di Nizza Quartararo, con Morbidelli sul gradino più basso del podio. Solo medaglia di legno per il campione del mondo Marc Marquez, iridato due weekend fa. Yamaha che conferma quindi un ottimo momento di forma, anche se Valentino Rossi ha chiuso solo in dodicesima posizione, continuando comunque con la gomma media e senza tentare di andare ad attaccare il tempo. Ducati che invece hanno chiuso la prima sessione di libere con il settimo e l’ottavo post, con Jack Miller davanti a Dovizioso, mentre in quinta e sesta posizione si sono piazzate le due Suzuki Ecstar di Rins e Mir. A completare le prime dieci posizioni, Espargaro su Ktm e la seconda Honda di questa top 10, quella di Crutchlow. Ancora una volta male, se non malissimo, Lorenzo, che non è andato oltre il 19esimo posto assoluto, a conferma del continuo scarso feeling con la Honda.

Anche la seconda sessione di prove libere delle MotoGp sul circuito di Motegi (domenica si correrà il Gp del Giappone), è stata all’insegna della Yamaha. Il più veloce è stato infatti Quartararo, con il ragazzo d’oltralpe che ha fatto registrare il tempone di 1 minuto, 44 secondi e 764, unico nel circus ad essere sceso sotto l’uno e 45. Alle sue spalle ancora Yamaha, con Vinales (distanziato di 321 millesimi), mentre Marquez si è accontentato del terzo piazzamento. A completare la top 5, Dovizioso e Valentino Rossi, con il Dottore che è riuscito a rimettere in sesto una sessione di libere che si era complicata più del previsto, a causa di un problema tecnico alla sua moto, con la leva posteriore che aveva troppo gioco: i meccanici hanno dovuto così cambiare pinza e filo per il freno in pochi istanti, facendo poi ripartire il numero 46. Il pilota di Tavullia è comunque riuscito a conquistare l’accesso diretto alla Q2, mentre Morbidelli e Petrucci hanno chiuso al sesto e ottavo posto. Per le qualifiche e il Gp di domenica il grande favorito resta Marquez, ma le Yamaha stanno tenendo un ritmo altissimo in queste sessioni e daranno sicuramente del filo da torcere all’ottacampione.

DIRETTA MOTOGP, LA STORIA DEL GP GIAPPONE: GLI INIZI COMPLICATI

In attesa di vivere questa grande mattinata di diretta MotoGp, facciamo un breve riassunto della storia del Motomondiale in Giappone. Una storia piuttosto lunga, come è normale che sia visto che il Giappone è una delle patrie del motociclismo, attualmente soprattutto per i suoi colossi costruttori ma in passato anche grazie a tanti campioni (adesso da questo punto di vista sono anni di crisi per il Sol Levante). La prima gara valida per il Mondiale risale al 1963, quando la trasferta a Suzuka era decisamente impegnativa: solo in Argentina prima di allora si erano già disputati dei Gran Premi extra-europei. La gara si disputò ancora a Suzuka anche nel 1964 e 1965, poi al Fuji nel 1966 e 1967, ma solo per le classi minori (mai per la 500). Nel 1968 Honda e Suzuki si ritirarono dal motomondiale e uscì dal calendario pure la gara nipponica; si dovrà attendere il 1987 per un ritorno in pianta stabile del Giappone nel calendario iridato e con tutte le classi, tranne la 125 nei primi due anni. Da allora e fino al 2003 la gara si disputò sempre a Suzuka, con l’unica eccezione del 1999, quando per la prima volta il Motomondiale sbarcò a Motegi, che poi dal 2000 al 2003 ospitò il Gp del Pacifico, per dare al Giappone due gare nella stessa stagione.

LA TRAGEDIA DI KATO E IL PASSAGGIO A MOTEGI

Il 2003 fu però l’anno della morte di Daijiro Kato a Suzuka e dopo quel tragico incidente si decise di abbandonare il pur glorioso circuito di Suzuka, dunque dal 2004 Motegi è la sede fissa del Gp nipponico. Valentino Rossi nella classe regina ha vinto per quattro volte il Gp del Giappone, ma ben tre volte ancora a Suzuka. A Motegi invece vanta due successi di cui uno ai tempi del Pacifico; ciò significa che il Dottore ha vinto una sola volta nelle ultime diciassette edizioni delle gare disputate – con uno o l’altra denominazione – a Motegi, con tutta evidenza non una delle sue gare preferite anche negli anni d’oro del Dottore. Jorge Lorenzo invece vanta tre successi a partire dal 2009, ma ricordiamo anche la fantastica tripletta di Loris Capirossi in sella alla sua Ducati dal 2005 al 2007. Marc Marquez non ha invece un grande feeling con Motegi, almeno per i suoi standard da record: conta comunque quattro vittorie, di cui in MotoGp solamente due, compresa quella dell’anno scorso che ha fatto seguito a quella del 2016. Quanto ad Andrea Dovizioso, vanta la vittoria del 2004 in 125 e poi lo splendido successo del 2017 dopo una dura battaglia proprio con Marquez. Tre successi dal 2011 in poi invece per Dani Pedrosa più due nelle classi minori, ma lo spagnolo ormai è uscito di scena. Dati questi numeri storici, adesso è giunto il tempo di tornare all’attualità e di far parlare l’unico giudice, cioè la pista (naturalmente con il cronometro), quindi mettiamoci comodi: la diretta MotoGp delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio del Giappone 2019 sul circuito di Motegi sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA