DIRETTA MOTOGP/ Doppietta della Yamaha a Losail, piloti italiani in crisi!

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara e warm-up live GP Doha 2021 Losail: cronaca e tempi, classifica e vincitore del secondo Gran Premio stagionale, in notturna (oggi domenica 4 aprile).

MotoGp Vinales
MotoGp: Maverick Vinales in azione

DIRETTA MOTOGP, GP DOHA: DOPPIETTA YAMAHA IN QATAR, ITALIANI IN CRISI

In ottica mondiale la doppietta della Yamaha a Losail, circuito che storicamente ha sempre strizzato l’occhio alla Ducati, è particolarmente significativa: se domenica scorsa era stato Maverick Vinales a esultare, stavolta è toccato a Fabio Quartararo salire sul gradino più alto del podio. Già durante la simulazione del passo gara nella FP4 di ieri sera, il francese aveva dimostrato di avere un gran ritmo che nessuno sarebbe stato in grado di sostenere, e in effetti dopo aver perso tempo nelle fasi iniziali della corsa, il portacolori del team ufficiale del Diapason si è involato verso il trionfo sverniciando uno a uno tutti i suoi diretti avversari. Ancora una volta la Casa di Borgo Panigale si è dovuta accontentare di un doppio podio: Johann Zarco è riuscito a bissare il secondo posto di sette giorni fa balzando in testa alla classifica del mondiale piloti, a fargli compagnia il suo compagno di box Jorge Martin che dopo aver conquistato la pole position è rimasto sempre là davanti e non è mai sceso oltre la terza posizione. Approfittando anche di un lungo di Vinales all’ultima tornata, Alex Rins ha chiuso in quarta posizione, Suzuki che deve fare i conti con l’irruenza di Joan Mir, protagonista di un alterco con Jack Miller: i due si sono presi a spallate sul filo dei 330 km/h e fortunatamente sono rimasti in piedi, un episodio che la direzione gara ha deciso di non punire ma probabilmente il metro di giudizio sarebbe cambiato se qualcuno si fosse fatto male. Capitolo italiani: Pecco Bagnaia è stato l’unico in grado di lottare per le prime posizioni, se non avesse commesso un errore nel momento topico il torinese si sarebbe giocato almeno il terzo gradino del podio. Non pervenuti i suoi connazionali: Franco Morbidelli è sempre rimasto a distanza siderale dai big ma almeno il romano è riuscito a chiudere in zona punti, a differenza dei vari Valentino Rossi, Luca Marini, Danilo Petrucci e Lorenzo Savadori incapaci di risalire la china e schiodarsi dal fondo della classifica. L’unica nota positiva arriva da Enea Bastianini, altra gara di rimonta per il campione in carica della Moto2 che ha chiuso in undicesima posizione, con una qualifica migliore la top 10 sarebbe stata ampiamente alla sua portata. {agg. di Stefano Belli}

HA VINTO QUARTARARO, ZARCO E MARTIN SUL PODIO

Grazie a un’ultima parte di gara entusiasmante, Fabio Quartararo svernicia tutti nel finale e va a vincere il Gran Premio di Doha, con una migliore gestione delle gomme la Yamaha fa doppietta a Losail dopo il trionfo di Maverick Vinales che rispetto a domenica scorsa non va oltre la quinta posizione, chiudendo alle spalle di Alex Rins. La Ducati si consola con il doppio podio di Johann Zarco – che conferma il secondo posto di sette giorni fa e sale al comando del campionato piloti di MotoGp – e la terza posizione di Jorge Martin che non è crollato alla distanza come in molti prevedevano. Pecco Bagnaia non va oltre il sesto posto, il torinese era in zona podio quando è arrivato lungo in una curva perdendo così il treno buono. Il campione del mondo in carica Joan Mir arriva settimo dopo aver litigato sul filo dei 330 km/h con Jack Miller (nono), i due si prendono a spallate e restano miracolosamente in piedi. Brad Binder regala una P8 alla KTM mentre l’Aprilia di Aleix Espargaro ha chiuso in calando, solo decimo lo spagnolo davanti a Enea Bastianini, Franco Morbidelli, Pol Espargaro, Stefan Bradl e Miguel Oliveira, il portoghese si è liquefatto dopo una partenza sfavillante. Fuori dalla zona punti Valentino Rossi, Luca Marini, Danilo Petrucci e Lorenzo Savadori, ritirati Alex Marquez e Iker Lecuona che sono caduti senza farsi male. {agg. di Stefano Belli}

BAGNAIA A RIDOSSO DEL PODIO

Quando mancano 10 giri alla fine Jorge Martin è sempre al comando del Gran Premio di Doha, secondo appuntamento della stagione 2021 di MotoGp: il rookie spagnolo però è letteralmente braccato dagli inseguitori che sono davvero agguerriti, a cominciare dal suo compagno di box Johann Zarco che gli mette sempre più pressione, occhio anche ad Alex Rins che in sella alla Suzuki potrebbe venir fuori nel finale. La Ducati può contare anche sulla coppia Bagnaia-Miller che dopo qualche tentennamento di troppo nelle fasi iniziali della gara adesso si trova a ridosso del podio. Aleix Espargaro è sceso in settima posizione, alle spalle del campione del mondo in carica Joan Mir, dopo essere andato fuori traiettoria con un’Aprilia al limite. Non pervenuta la Yamaha con Maverick Vinales e Fabio Quartararo che lottano tra loro per l’ottavo posto, fuori dalla top 10 Franco Morbidelli sverniciato pure da Enea Bastianini che zitto zitto sta risalendo la china proprio come domenica scorsa. Sempre in fondo al gruppo Luca Marini, Valentino Rossi, Danilo Petrucci e Lorenzo Savadori, quest’ultimo staccatissimo dal resto della compagnia. {agg. di Stefano Belli}

MARTIN GUIDA IL GRUPPO DAVANTI A ZARCO

Jorge Martin, che per la prima volta da quando corre in MotoGp – cioè da una settimana – partiva dalla pole position, non si è fatto prendere dall’emozione e quando i semafori si sono spenti ha mantenuto il sangue freddo e la prima posizione davanti al suo compagno di box Johann Zarco, gran balzo in avanti per Aleix Espargaro e soprattutto per Miguel Oliveira che dalla dodicesima piazzola della griglia di partenza si spinge fino al quinto posto, alle spalle di Alex Rins anch’egli piuttosto reattivo al via. Pecco Bagnaia e Maverick Vinales hanno invece perso un mucchio di terreno e devono ricostruire la loro gara, mentre Joan Mir e Fabio Quartararo si ostacolano a vicenda e spianano la strada a Jack Miller che li scavalca entrambi. Franco Morbidelli è tredicesimo, leggermente più indietro Enea Bastianini mentre Luca Marini e Valentino Rossi annaspano nelle retrovie. Il Gran Premio di Doha è appena cominciato e chissà quante emozioni ci regalerà da qui alla bandiera a scacchi! {agg. di Stefano Belli}

TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Ancora pochi minuti di pazienza e poi si spegneranno i semafori sulla pista di Losail per il via del Gran Premio di Doha, secondo appuntamento della MotoGp 2021. Occhi puntati sul rookie Jorge Martin che ieri ha colto di sorpresa tutti i big prendendosi la pole position nelle qualifiche, sfruttando nel migliore dei modi una Ducati velocissima in rettilineo ma che paga ancora dazio nei confronti di Yamaha e Suzuki nei tratti più lenti e guidati. Maverick Vinales vuole fare il bis dopo la vittoria di domenica scorsa, lo spagnolo dovrà fare i conti con Johann Zarco che una settimana fa è salito sul gradino del podio e ora punto a quello più alto. Fabio Quartararo è stato il più veloce di tutti nelle varie simulazioni dei long run ma per lui l’incognita principale sarà la gestione degli pneumatici; come al solito Joan Mir e Alex Rins daranno tutto nel finale mentre noi italiani dovremo fare il tifo per Pecco Bagnaia, l’unico dei nostri in grado di poter dire la sua per un piazzamento importante. Sono previsti 22 giri per un totale di 118 chilometri.  {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA MOTOGP, STREAMING VIDEO E TV: DOVE VEDERE LA GARA

La MotoGp torna protagonista anche in streaming e tv su questa pista che è ormai un classico per l’apertura (in questo caso addirittura doppia) della nuova stagione. Tutte le sessioni e gare odierne dal circuito mediorientale saranno trasmesse in tv e anche in streaming su Sky Sport MotoGp HD, canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che ancora una volta detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Per tutti gli appassionati, anche non abbonati Sky, bisogna inoltre segnalare che le gare del Gran Premio di Doha saranno visibili in tempo reale in chiaro su Tv8, dunque sarà una Pasqua ricca per tutti gli appassionati della MotoGp.

Il punto di riferimento della squadra di inviati Sky è sempre Guido Meda, che sarà ancora una volta il telecronista della classe regina MotoGp, anche se pure le trasmissioni di Sky dovranno fare i conti con alcune inevitabili limitazioni imposte dal protocollo sanitario imposto dal Coronavirus. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire il warm-up e la gara MotoGp in streaming video tramite l’applicazione SkyGo, ma la diretta streaming video della MotoGp sarà garantita pure sulla piattaforma DAZN.

Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento con la gara del Gp Doha 2021 della MotoGp sarà questa volta in tempo reale su Tv8 (canale numero 8 del telecomando) con le gare di tutte e tre le classi in successione nei loro orari reali, mentre va detto che in ogni caso su Tv8 non sarà visibile il warm-up. I non abbonati Sky avranno dunque a disposizione in tempo reale le immagini con tutte le emozioni del Gran Premio sulla pista di Losail in questa domenica di Pasqua. Ricordiamo infine anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

QUARTARARO FAVORITO PER LA VITTORIA?

A un’ora dalla partenza del Gran Premio di Doha (secondo appuntamento della stagione 2021 di MotoGp) vale la pena dare un’occhiata ai tempi realizzati dai centauri della classe regina nella FP4 di ieri: alla vigilia delle qualifiche infatti i piloti e le squadre hanno a disposizione 30 minuti di prove libere in cui possono effettuare la simulazione del passo gara, la prima cosa che salta all’occhio è che quasi tutti hanno montato la gomma soft sia davanti che dietro. Una scelta più che logica visto che correndo in notturna le temperature sono più basse e quindi non stressano particolarmente gli pneumatici. Motivo per cui i più aggressivi possono azzardare l’uso della mescola più prestazionale cercando comunque di gestirla per non andare in crisi nella seconda parte della corsa, come successo domenica scorsa al rookie Jorge Martin che oggi partirà dalla pole position. Da sottolineare come Fabio Quartararo abbia percorso 7 tornate di fila girando tra l’1’55” basso e l’1’54” alto, nessuno è riuscito a fare meglio del francese che dunque ha tutte le carte in regola per lottare per la vittoria, assieme al connazionale Johann Zarco che vuole migliorare il risultato ottenuto sette giorni fa. I due piloti della Suzuki, Mir e Rins, sono stati gli unici a provare una combinazione alternativa: soft all’anteriore e media al posteriore, con l’obiettivo di mantenere comunque un buon bilanciamento tra performance e durata. {agg. di Stefano Belli}

MIGLIOR TEMPO PER ZARCO NEL WARM-UP

Johann Zarco realizza il miglior tempo nel warm-up girando in 1’54”482, il pilota francese del team Pramac dimostra di trovarsi molto a suo agio sulla pista di Losail dopo il secondo posto conquistato domenica scorsa al Gran Premio del Qatar e bisogna considerarlo tra i favoriti per la gara di oggi. Un elenco che comprende ovviamente le Yamaha di Fabio Quartararo (+0”094) e Maverick Vinales (+0”193), ci piacerebbe includere Franco Morbidelli (+0”378) che ieri però non è stato particolarmente brillante nelle qualifiche e difficilmente il romano, a meno di un miracolo, potrà battagliare per le primissime posizioni. Settima posizione per il campione del mondo in carica della MotoGp, Joan Mir, che può comunque fare affidamento su una Suzuki sempre temibile alla distanza, stesso discorso per il suo compagno di box Alex Rins. L’Aprilia conclude un’altra sessione di prove in top-10 con l’ottavo tempo di Aleix Espargaro, decisamente più indietro suo fratello Pol alle prese con una Honda che aspetta con trepidazione il rientro di Marc Marquez. Nelle retrovie Valentino Rossi e Danilo Petrucci, ma ormai non fa – quasi – più notizia. {agg. di Stefano Belli}

WARM-UP IN CORSO A DOHA, NIENTE SABBIA IN PISTA

Sul circuito di Losail – dove tra poche ore si correrà il Gran Premio di Doha – è in corso il warm-up della MotoGp, rispetto alla giornata di ieri le condizioni climatiche sono leggermente migliorate: fa sempre caldo (26 gradi la temperatura dell’aria, 35 quella dell’asfalto) ma almeno non c’è più quella fastidiosa tempesta di sabbia che sporcava la pista, riduceva sensibilmente la visibilità e dava quindi parecchio fastidio ai centauri della classe regina, soprattutto nella percorrenza delle curve. Tempi molto alti e non potrebbe essere altrimenti visto che la griglia di partenza è già definita e fare il giro perfetto adesso non ha molto senso, al momento il più veloce è Aleix Espargaro che in sella all’Aprilia ha girato in 1’55”147, quasi due secondi più lento di Jorge Martin autore della pole position. Classifica che cambierà più volte da qui a fine sessione visto che i big non si sono ancora lanciati. {agg. di Stefano Belli}

VIA AL WARM-UP!

Tra poco i piloti della MotoGp torneranno in azione sulla pista di Losail per il warm-up del Gran Premio di Doha, secondo appuntamento della stagione 2021. Gli ultimi venti minuti di prove con le moto in assetto da gara prima della partenza prevista per le ore 19 italiane, serviranno soprattutto a perfezionare il set-up e prendere ulteriore confidenza con il tracciato. Per quanto riguarda la scelta della mescola di pneumatici più adatta, la FP4 di ieri sera dovrebbe aver già dato tutte le indicazioni necessarie, in questo momento c’è ancora il sole e la temperatura dell’asfalto è molto più alta di quella che troverà Jorge Martin quando andrà a posizionarsi sulla piazzola riservata al detentore della pole position. Valentino Rossi a caccia di sensazioni positive dopo aver disputato la peggior qualifica della sua carriera ventennale, il Dottore di Tavullia sembra un pesce fuor d’acqua in sella a una Yamaha che fino a qualche anno fa gli dava ancora parecchie soddisfazioni e che oggi invece non lo asseconda più. {agg. di Stefano Belli}

CHI SARÀ IL VINCITORE DEL GP DOHA 2021?

Protagonista la diretta MotoGp anche a Pasqua: oggi, domenica 4 aprile, tifosi e appassionati potranno vivere le emozioni del Gran Premio di Doha 2021 sul circuito di Losail, a poca distanza dalla capitale del Qatar alla quale è intitolato questo secondo appuntamento con il Motomondiale 2021. Alle doppiette di gare consecutive sulla stessa pista ci eravamo abituati già l’anno scorso e il 2021 comincia ancora così, perché la MotoGp deve rinunciare alla trasferta nel continente americano a causa del Coronavirus.

Siamo dunque ancora in Qatar, attenzione agli orari della diretta MotoGp, anomali rispetto al solito – ma identici rispetto a domenica scorsa – in quanto il Gp Doha come il suo “gemello” del Qatar è una gara in notturna (nel 2008 fu una novità assoluta nella storia del motociclismo iridato, ormai a Losail è una tradizione): i semafori si spegneranno alle ore 19.00 italiane, quando è in programma la partenza della seconda gara della classe regina in questo nuovo Mondiale, che vedrà Maverick Vinales andare a caccia del bis, insidiato soprattutto dalle Ducati, tradizionalmente molto forti in Qatar.

MOTOGP, LE QUALIFICHE DEL GRAN PREMIO DI DOHA

Alla seconda gara in MotoGp, Jorge Martin si è già tolto la soddisfazione di conquistare la pole position nella classe regina: il pilota spagnolo della Pramac è stato il più veloce di tutti nelle qualifiche del Gran Premio di Doha in programma sulla pista di Losail, girando in 1’53”106 in sella alla Ducati che vola letteralmente in rettilineo. Non è un caso che accanto a lui ci sia il suo compagno di box, Johann Zarco, che ha accusato un ritardo di 157 millesimi nei confronti del giovane rookie. Che domenica scorsa si è smarrito dopo i primi giri, vedremo se oggi invece saprà farsi valere anche sulla distanza. A Maverick Vinales non è bastato fare la differenza nel terzo settore, il portacolori della Yamaha si è dovuto accontentare della terza piazzola sulla griglia di partenza, una velocità di punta troppo bassa gli ha impedito di partire davanti a tutti. In tutto ciò chi deve recriminare è il team ufficiale della Casa di Borgo Panigale con Miller quarto e Bagnaia sesto, entrambi speravano in un risultato migliore. Indietro anche le Suzuki con il campione del mondo in carica Mir solo nono alle spalle di Rins, l’anno scorso ci hanno abituato a rimonte entusiasmanti e pure una settimana fa hanno recuperato parecchio terreno lottando con i primi nel finale.

L’Aprilia sorride con Aleix Espargaro che si assicura la terza fila dopo essere rimasto a lungo in top 3, tanti musi lunghi invece all’interno del team Petronas con Franco Morbidelli che nella Q2 non è riuscito a trovare un giro buono, è andata molto peggio a Valentino Rossi che ha chiuso il suo sabato in ventesima posizione, mai così male nella sua lunghissima carriera (non era mai partito dall’ultima fila), spiace dirlo ma i 42 anni si fanno sentire tutti, soprattutto se il feeling con la moto è ai minimi storici. Il suo fratellastro Luca Marini invece è rimasto escluso dalla seconda manche per soli 8 millesimi, beffato in extremis da Miguel Oliveira (che poi non ha combinato nulla di buono quando si è ritrovato in mezzo ai big); per quanto riguarda gli altri italiani, Danilo Petrucci ha commesso un errore nell’ultimo tentativo e non è riuscito ad andare oltre il 17^ posto, mentre a Enea Bastianini è sempre mancato qualcosa per lasciare il segno. Lorenzo Savadori ultimo a distanza siderale dal resto della compagnia, difficilmente vedremo il cesenate impegnato con la Casa di Noale tutta la stagione, soprattutto se dovesse andare in porto l’accordo con Andrea Dovizioso – e le ottime prestazioni di Espargaro potrebbero convincere il forlivese a sposare il progetto del costruttore italiano.

DIRETTA MOTOGP, GP DOHA: IL CIRCUITO DI LOSAIL

Verso la diretta MotoGp di questo Gran Premio di Doha 2021 che sarà inedito solo nella sua denominazione ufficiale, ricordiamo che a Losail si gareggerà sulla distanza di 22 giri per un totale di 118,4 km, dal momento che ogni giro della pista mediorientale misura 5.380 metri, caratterizzato da sei curve a sinistra e dieci a destra. La larghezza del nastro d’asfalto è di 12 metri e il rettilineo finale misura poco più di un chilometro, per la precisione 1068 metri, ed è uno tra i più lunghi del Mondiale e tratto più caratteristico del circuito del Qatar. Inoltre ricordiamo che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica di Pasqua dal Gp Doha sarà quello con il warm-up alle ore 14.40 italiane, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti all’inizio della stagione, specie nelle circostanze particolari che caratterizzano Losail (gara in notturna e nel deserto), anche se va detto che, essendo la seconda gara consecutiva su questo circuito – precedute pure dalle sessioni di test, tutte svolte a Losail – ormai le scuderie dovrebbero avere dati davvero in abbondanza su questo tracciato del Qatar.

DIRETTA MOTOGP: I PROTAGONISTI ATTESI

La curiosità principale di una doppietta di gare sulla stessa pista, quando ci si avvicina alla partenza del secondo Gran Premio, è naturalmente per scoprire se i valori di domenica scorsa saranno confermati. Ci spera Maverick Vinales, vincitore su una ‘pista Ducati’ in sella alla sua Yamaha, tra l’altro facendo nettamente meglio del compagno di squadra Fabio Quartararo, per tacere delle difficoltà che hanno affossato i due piloti Yamaha Petronas, cioè i nostri Valentino Rossi e Franco Morbidelli, naturalmente attesi al riscatto. In casa Ducati tutto sommato sperano in una “replica” anche Johann Zarco e Francesco Bagnaia, che fu pure autore della pole position, anche se magari con un finale ancora migliore, mentre deve cancellare il ricordo di una gara da incubo Jack Miller. La Suzuki ha dimostrato di essere una solida realtà da gara anche su una pista non particolarmente congeniale, soprattutto con Joan Mir, oggi atteso alla conferma come una buona Aprilia, mentre la Ktm deve riscattare il fiasco totale di domenica scorsa. Ora tuttavia è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta MotoGp della gara del Gran Premio di Doha 2021 sul circuito di Losail sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA