DIRETTA MOTOGP/ Qualifiche: Marquez show per la pole position al Mugello (Gp Italia)

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp, streaming video SKY qualifiche live, FP3 e FP4 Gp Italia 2019 Mugello: tempi e classifica delle sessioni del sesto Gran Premio stagionale (oggi sabato 1 giugno)

Valentino Rossi MotoGp
Valentino Rossi (Foto LaPresse)

La rivalità tra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, che va avanti dal 2017, oggi si è arricchita di un nuovo capitolo: nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia sul circuito del Mugello, il campione del mondo in carica della MotoGp non ci ha pensato due volte a sverniciare il forlivese durante il giro buono di entrambi con l’obiettivo di avere pista libera e soprattutto innervosire il rivale nella corsa verso il titolo. Non contento, lo spagnolo – che poi si è preso la pole position – nelle battute conclusive della FP2 ha sfruttato platealmente la scia della Ducati e in questa maniera è riuscito a vincere il duello con Fabio Quartararo. Ancora una volta il rookie francese si è rivelato un fenomeno sul giro secco, considerando inoltre che a differenza di Marquez non si è accodato a nessuno per avere più velocità quindi tanto di cappello. Sperava di ottenere qualcosina di più Danilo Petrucci che nelle prove libere era stato il più veloce, alla fine il ternano (reduce da un attacco influenzale che non gli consente di essere al top della forma fisica) si è dovuto accontentare della terza casella sulla griglia di partenza che gli consente di essere comunque in prima fila. Molto più indietro lo stesso Dovizioso, solamente nono, dietro anche a Bagnaia. È andata ancora peggio a Valentino Rossi che non è nemmeno riuscito a superare la Q1 e domani partirà diciottesimo, praticamente quasi in fondo al gruppo, attendiamoci una rimonta furiosa del Dottore che almeno vorrà dare spettacolo davanti al suo pubblico che da anni colora di giallo le tribune dell’impianto toscano. Un sabato da dimenticare anche per Alex Rins (la qualifica è sicuramente il suo punto debole) e per Jorge Lorenzo, ormai lontanissimo parente del campione che vinceva i mondiali in sella alla Yamaha. {agg. di Stefano Belli}

MARQUEZ IN POLE POSITION

Marc Marquez conquista la pole position nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia sul circuito del Mugello: sfruttando la scia di un certo Andrea Dovizioso (che non è andato oltre la nona casella sulla griglia di partenza), il campione del mondo in carica della MotoGp ha stampato un impressionante 1’45″519, vincendo il serratissimo duello con Fabio Quartararo che anche oggi si è confermato un mastino sul giro secco. Danilo Petrucci completa la prima fila, subito dietro troviamo un ottimo Franco Morbidelli che ancora una volta perde però il confronto diretto con il suo compagno di box, in seconda fila si accomodano anche Jack Miller e Cal Crutchlow. Yamaha deludente con Vinales solamente settimo e Rossi addirittura diciottesimo, già fuori nella Q1, terza fila per Pecco Bagnaia che con l’ottavo tempo non si può certo lamentare del suo sabato. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP MUGELLO, ROSSI FUORI DALLA Q2!

Piccola impresa della Ducati che con Andrea Dovizioso e Michele Pirro supera il taglio della Q1, entrambi parteciperanno alla manche successiva delle quablifiche che assegnerà la pole position e definirà le prime quattro file della griglia di partenza. Al termine di una battaglia sul filo dei millesimi, le Desmosedici sono riuscite a spuntarla e a mettersi dietro le altre moto. Nulla da fare per Rins che viene eliminato così come Lorenzo e Rossi, che ha preso la bandiera a scacchi e quindi non si è potuto rilanciare un’altra volta: il Dottore domani partirà soltanto diciottesimo e per lui il weekend sembra ormai segnato, così come quello di Iannone che andrà a occupare l’ultima casella sullo schieramento. A breve comincerà la Q2 del Gran Premio d’Italia al Mugello, sesta tappa della MotoGp 2019: Marquez favorito ma occhio a Quartararo e Petrucci.  {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, QUARTARARO IL PIÙ VELOCE NELLA FP4

Nella quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito del Mugello (sesto appuntamento della MotoGp 2019) il più veloce è stato Fabio Quartararo che ha fermato il cronometro sull’1’46″799, molto bene anche Maverick Vinales che ha chiuso la sessione in seconda posizione davanti al campione del mondo in carica Marc Marquez. Honda e Yamaha chiamano, Suzuki risponde con Rins quarto, un po’ indietro la Ducati con Petrucci e Dovizioso entrambi dietro a Miller, Crutchlow e Nakagami. Franco Morbidelli completa la top ten dalla quale mancano Rossi, Pirro, Bagnaia e Lorenzo. Qualche minuto di pausa e poi si fa finalmente sul serio con l’inizio delle qualifiche, nella prima manche vedremo all’opera: Syahrin, Oliveira, Iannone, Zarco, Mir, Abraham, Rins, Espargaro, Rabat, Pirro, Rossi, Lorenzo e Dovizioso. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, I PILOTI PROVANO IL PASSO GARA

Al Mugello è ufficialmente scoppiata l’estate: il sole fa capolino sulla pista che ospita la sesta gara della MotoGp 2019, la temperatura dell’aria è di 25 gradi con l’asfalto che supera abbondantemente i 40 gradi, il caldo giocherà quindi un ruolo decisivo nel comportamento degli pneumatici e nella scelta della mescola migliore in vista delle qualifiche che prenderanno il via tra circa mezz’ora. In questo momento è in corso il quarto e ultimo turno di prove libere che i centauri della classe regina sfrutteranno anche per provare il passo gara in vista di domani, al momento la miglior prestazione appartiene a Marquez che ha girato in 1’47″262 mettendosi davanti a Dovizioso, Vinales, Crutchlow e Petrucci. Rossi è sesto, Morbidelli è settimo, Pirro si trova in dodicesima posizione con Bagnaia quindicesimo e Iannone solo ventesimo. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, VIA ALLA FP4 DEL GP ITALIA

Sul circuito del Mugello è tutto pronto per l’inizio della quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia, sesto appuntamento della MotoGp 2019. La FP4 precede le qualifiche vere e proprie e dunque sarà importantissimo migliorare la confidenza sia con la moto che con gli pneumatici, oltre che a limare qualche decimo qua e là e avvicinarsi al giro perfetto. Inoltre questo turno di prove servirà anche per testare il passo gara visto che nel warm-up di domattina ci saranno per forza di cose temperature più basse e questo ovviamente incide non poco sul comportamento delle gomme, in particolare le soft che con il freddo durano più a lungo mentre le hard faticano a raggiungere la massima efficienza. A differenza delle precedenti libere, questa durerà solamente 30 minuti anziché 45 e la classifica dei tempi conterà relativamente, visto che l’accesso diretto alla Q2 è determinato dalla combinata di FP1, FP2 e FP3. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP, LA PATTUGLIA ITALIANA AL MUGELLO

La pattuglia italiana al Mugello è ben rappresentata con ben sette piloti che prenderanno parte alla sesta gara della MotoGp 2019. L’idolo delle folle, anche a 40 anni, resta indubbiamente Valentino Rossi, se le tribune del circuito toscano sono colorate di giallo lo dobbiamo solamente a lui e alla sua classe infinita che ancora oggi lo rende il personaggio più amato e popolare della classe regina. Negli ultimi anni ci hanno pensato la Ducati, Dovizioso e – oggi – Petrucci ad aggiungere un po’ di rosso, ed è davvero difficile non fare il tifo per la Desmosedici e i suoi alfieri, tra cui il buon Pirro a cui è stata concessa la chance di correre una tantum questo weekend, come capita da qualche anno a questa parte). Non mancano le giovani speranze, a cominciare da Franco Morbidelli che in questa prima parte di stagione si sta togliendo belle soddisfazioni in sella alla Yamaha del team Petronas SRT, senza scordarci di Pecco Bagnaia, uno dei rookie che per il momento non sta sfigurando nel confronto con Jack Miller in casa Pramac. Speriamo che Andrea Iannone possa tornare ai fasti dei bei tempi, quando lottava per vincere e occupava stabilmente le posizioni di vertice, cosa obiettivamente impossibile con l’Aprilia attuale. {agg. di Stefano Belli}

FP3 MOTOGP MUGELLO, ROSSI E DOVIZIOSO IN Q1

La terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia (sesto appuntamento della MotoGp 2019) si è conclusa con il miglior tempo di Danilo Petrucci che ha messo tutti in riga in 1’46″056. Non mancano le sorprese nella top ten con Pol Espargaro che porta la KTM in seconda posizione togliendosi la soddisfazione (relativa trattandosi soltanto della FP3) di precedere il campione del mondo in carica Marc Marquez. Al quarto posto troviamo un’altra Honda, quella di Takaaki Nakagami. A seguire: Jack Miller, Fabio Quartararo, Maverick Vinales, Cal Crutchlow, Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia. Restano invece momentaneamente esclusi dalla Q2 diversi nomi eccellenti: Andrea Dovizioso, Jorge Lorenzo, Valentino Rossi, Alex Rins e Andrea Iannone che si contenderanno quindi gli ultimi due posti disponibili nella Q1. Comunque vada avremo qualche big che domani partirà dalle retrovie. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP GP ITALIA, NAKAGAMI IL PIÙ VELOCE CON LE SOFT

Quando mancano 20 minuti al termine della terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia (sesta tappa della MotoGp 2019) i piloti continuano a prendere le misure alla pista del Mugello per preparare le qualifiche e rimanere nella top ten alla fine della FP3 per garantirsi la partecipazione alla Q2. Tra quelli che si sono migliorati citiamo Marc Marquez che con la media all’anteriore e la dura al posteriore ha fermato il cronometro sull’1’46″696. Meglio di lui soltanto Takaaki Nakagami che montando la gomma soft ha abbassato di 120 millesimi il tempo del campione del mondo in carica della classe regina. Tra i primi dieci anche Bagnaia, Quartararo, Petrucci, Pol Espargaro, Vinales, Miller, Dovizioso e Miller. Al momento sono fuori dalla top 10 Rins, Crutchlow, Morbidelli, Rossi, Zarco, Iannone e Lorenzo che potrebbero ritrovarsi tutti insieme nella Q1. {agg. di Stefano Belli}

GP ITALIA MOTOGP, RINS A TERRA

Sul circuito del Mugello è cominciato il terzo turno di prove libere del Gran Premio d’Italia, sesto appuntamento della MotoGp 2019. Clima di grande festa sugli spalti, alta affluenza di pubblico favorita anche dalle condizioni meteorologiche favorevoli (splende il sole, la temperatura dell’aria è già a quota 20 gradi pur essendo soltanto le dieci del mattino). La classifica dei tempi ha già subito le prime variazioni con Andrea Dovizioso che è salito in sesta posizione, una notizia importante per il forlivese che in questa maniera entrerebbe direttamente in Q2. Da segnalare una caduta senza conseguenze fisiche per Alex Rins con la moto che ha finito la sua corsa contro le barriere e ha riportato qualche danno: carico extra di lavoro per i meccanici della Suzuki che dovranno ripararla, nel frattempo lo spagnolo può comunque tornare in pista con la moto di riserva. {agg. di Stefano Belli}

GP ITALIA MOTOGP, VIA ALLA FP3

Tra pochi minuti i piloti della MotoGp saranno impegnati nel terzo turno di prove libere del Gran Premio d’Italia, al termine del quale conosceremo i dieci piloti che accederanno direttamente alla seconda manche delle qualifiche in programma nel primo pomeriggio dove verrà assegnata la pole position. La FP3 riveste quindi un ruolo molto importante nell’arco del weekend poiché chi si ritroverà fuori dalla top ten al termine della sessione sarà costretto a prendere parte alla Q1 che metterà in palio gli ultimi due posti disponibili, e in passato è successo molte volte che qualche big rimanesse escluso dalle prime quattro file della griglia di partenza. Quindi sarà fondamentale preparare al meglio la qualifica e trovare il giro buono per non rimanere invischiati in quella che è a tutti gli effetti una vera lotteria. Ovviamente il sostegno del pubblico sarà tutto per i nostri connazionali, a partire da Valentino Rossi passando per la Ducati e per i suoi alfieri, Dovizioso e Petrucci, che qui in Toscana vogliono cogliere un bel risultato per mettere pressione a Marc Marquez nella corsa al titolo. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP AL MUGELLO, IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Outsider protagonisti nel venerdì della MotoGp al Mugello, con il miglior tempo di Pecco Bagnaia e la presenza di rookie e sorprese come Quartararo e Pol Espargaro nella top 5. Con i big che si sono nascosti, preferendo aspettare la FP3 in programma questa mattina per simulare la qualifica, sono stati i comprimari a ritagliarsi un po’ di spazio in classifica. Da segnalare il terzo tempo di Petrucci con la Ducati ufficiale, davanti a Vinales e Marquez che a detta di tutti non ha spremuto la sua Honda e si è limitato a non fare errori e a non cadere, evitando di svelare ai rivali il proprio potenziale. Fuori dalla top 10 Dovizioso, Rossi, Iannone e Lorenzo che quindi dovranno per forza migliorarsi questa mattina se vogliono entrare direttamente in Q2. Per quanto riguarda la Casa di Borgo Panigale, è stata concessa come al solito quando si corre in Italia una wild-card per Michele Pirro, attualmente il centauro pugliese è tredicesimo e anche lui spera di poter occupare le prime quattro file della griglia di partenza. {agg. di Stefano Belli}

MOTOGP GP ITALIA, GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La MotoGp è in diretta anche oggi, sabato 1 giugno: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio d’Italia 2019 sul tradizionale circuito del Mugello per stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position del sesto appuntamento con il Motomondiale 2019, primo dei due previsti in Italia. Gli appuntamenti saranno naturalmente quelli classici della diretta MotoGp dei Gran Premi del Vecchio Continente: si parte alle ore 9.55 con le prove libere FP3, 45 minuti particolarmente importanti anche perché definiranno la classifica combinata delle prime tre sessioni di libere che stabiliscono i dieci qualificati direttamente al Q2; alle ore 13.30 i 30 minuti della FP4, poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 14.10 via alla Q1, alle ore 14.35 ecco la decisiva Q2 che definirà le prime quattro file della griglia di partenza, secondo un format ormai ampiamente consolidato.

Le qualifiche del Gran Premio d’Italia 2019 della MotoGp dal circuito del Mugello saranno il grande evento di oggi e naturalmente saranno trasmesse in tv su Sky Sport MotoGp HD, canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky, che garantisce anche lo streaming. Giornata molto attesa con le prove ufficiali sullo storico circuito che è un luogo mitico per tutti gli appassionati, anche perché il Mugello è garanzia di grande spettacolo. Per tutti gli appassionati di motociclismo, ribadiamo dunque che anche quest’anno la MotoGp e le altre classi sono trasmesse integralmente da Sky sul satellite: per il Gran Premio d’Italia c’è da segnalare tuttavia che, per chi non è abbonato Sky, le qualifiche saranno visibili in tempo reale in chiaro su Tv8, essendo questo Gp compreso fra quelli trasmessi in tempo reale – il meccanismo è rimasto lo stesso degli anni passati e le gare italiane godono della copertura anche in chiaro. Adesso comunque presentiamo tutte le modalità per seguire le ben quattro sessioni in programma oggi dell’appuntamento sul circuito del Mugello per seguire in tv e streaming la MotoGp.

STREAMING MOTOGP, GP ITALIA 2019: IN CHIARO

Ricordiamo pure che lo streaming video sarà garantito agli abbonati tramite l’applicazione Sky Go. Il punto di riferimento è sempre Guido Meda, ormai storica voce della MotoGp, ma non mancano in questo 2019 alcune novità nell’offerta Sky per le moto, ad esempio Mattia Pasini che entra nella squadra dei commentatori tecnici insieme ad Alex De Angelis e affiancherà Rosario Triolo per le categorie minori. Come sempre il filo conduttore della giornata sarà Paddock Live, la rubrica contenitore che collegherà tutte le varie sessioni delle tre classi. Per quanto riguarda la tv in chiaro, si potrà seguire la giornata di oggi su Tv8 (canale numero 8 del telecomando) e per di più finalmente in tempo reale, come abbiamo già segnalato: il Gran Premio d’Italia infatti è uno di quelli che su Tv8 sarà visibile in tempo reale, dunque sarà possibile vivere tutte le emozioni delle qualifiche della classe regina del motociclismo dal Mugello anche per i non abbonati Sky in tempo reale. Ricordiamo infine anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

DIRETTA MOTOGP, GP ITALIA 2019: LA STORIA AL MUGELLO

In attesa di vivere la diretta MotoGp sul bellissimo ed impegnativo tracciato di proprietà della Ferrari sulle colline toscane nei pressi di Scarperia, facciamo una breve storia del Gran Premio d’Italia. Naturalmente la storia delle gare motociclistiche in Italia è decisamente lunga, visto che la prima edizione del Gran Premio risale addirittura al 1914. Da segnalare che a partire dal 1922 il Gp italiano fu ribattezzato Gran Premio delle Nazioni, titolo che tenne fino al 1990 prima di riprendere solo dal 1991 la dizione attuale. Quanto alla sede della gara – limitandoci alle edizioni a partire dal 1949, cioè da quando esiste il Motomondiale – per decenni fu Monza a farla da padrone, visto che bisogna arrivare al 1969 per trovare un’edizione ospitata da Imola. Negli anni successivi le due piste si alternarono fino al 1973, quando al primo giro della gara delle 250 a Monza morirono Renzo Pasolini e Jarno Saarinen. Per qualche anno il circuito brianzolo uscì di scena ma Imola non rimase sede unica, perché nel 1976 fece la sua prima apparizione il Mugello e nel 1980 ecco Misano Adriatico. L’anno successivo riapparve Monza e l’alternanza fra le tante piste di cui l’Italia dispone andò avanti fino al 1993, quando Misano ospitò per l’ultima volta il Gran Premio d’Italia – tornato da tre anni con quella denominazione – prima che dal 1994 il Mugello diventasse la sede fissa, una tradizione che dura quindi ormai da moltissimi anni, mentre Misano è rientrata nel calendario iridato nel 2007 ospitando il Gp di San Marino, che in precedenza era già stato disputato per nove volte fra il 1981 e il 1993, alternandosi fra Imola, Misano e lo stesso Mugello, con la curiosità che a volte ci fu il Gp d’Italia a Misano (vicinissimo al Titano) mentre il Gp di San Marino era quello sulla pista toscana.

DIRETTA MOTOGP, I NUMERI DI VALENTINO ROSSI AL MUGELLO

Il dominatore del Mugello è senza dubbio Valentino Rossi, che ci ha vinto ben nove volte: nel 1997 in 125, nel 1999 in 250 e poi le sette clamorose vittorie consecutive in MotoGp dal 2002 al 2008. Questo però significa pure che il numero 46 non vince da queste parti da ben undici anni, quasi un sortilegio con sfortune varie – su tutte l’infortunio del 2010 e il motore rotto nel 2016 – dopo tanti trionfi, anche se l’anno scorso Rossi festeggiò una bellissima pole position. Da allora e fino al 2016 c’erano state altre quattro vittorie italiane: Mattia Pasini (2009) e Andrea Iannone (2010 e 2012) in 250/Moto2, Romano Fenati nel 2014 in Moto3, poi però è arrivata la memorabile tripletta della stagione 2017 con Andrea Migno vittorioso in Moto3, Mattia Pasini in Moto2 e Andrea Dovizioso in MotoGp, per di più in sella alla Ducati. In generale però nella classe regina il nuovo dominatore è Jorge Lorenzo, che ha vinto per tre volte consecutive dal 2011 al 2013 prima della vittoria di Marc Marquez nel 2014, ha infilato un’altra doppietta nel 2015 e 2016, infine si è imposto anche l’anno scorso con la Ducati, dunque vanta sei vittorie negli ultimi otto anni, anche se con la Honda le cose non stanno funzionando e di conseguenza stavolta è difficile immaginare Lorenzo sugli scudi. Ma adesso è giunto il tempo di tornare all’attualità e di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta MotoGp delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio d’Italia 2019 sul circuito del Mugello sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA