DIRETTA/ Padova Arzignano (risultato finale 2-0) streaming video: raddoppia Buglio!

- Mauro Mantegazza

Diretta Padova Arzignano streaming video tv: orario, probabili formazioni, quote e risultato live della partita di Serie C, 8^ giornata del girone B

Capello Padova
Diretta Padova Arzignano (Foto LaPresse)

DIRETTA PADOVA ARZIGNANO (FINALE 2-0): RADDOPPIA BUGLIO!

Dopo la grande paura per il rigore fallito dall’Arzignano, il Padova risolve la situazione al 32′ della ripresa con una bella azione corale che vale il raddoppio e la chiusura definitiva della partita contro l’Arzignano. Segna Buglio, che approfitta di un break dei biancoscudati con Germano che recupera palla a centrocampo e serve proprio Buglio, che non sbaglia. L’Arzignano ha provato dopo il penalty fallito da Maldonado a rientrare in partita, ma troppi errori di misura hanno penalizzato gli ospiti che nel finale hanno rischiato anche di subire il tris, con un salvataggio sulla linea che ha negato il gol a Mandorlini. Ma il 2-0 è sufficiente al Padova che resta saldamente capolista nel girone B di Serie C. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Padova Arzignano non è disponibile, ma c’è una bella notizia per tutti gli appassionati: per questa stagione infatti, ancora una volta, il portale elevensports.it fornisce le immagini delle partite di campionato e Coppa Italia Serie C. Dunque, armandovi di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, potrete seguire la partita in diretta streaming video abbonandovi al portale oppure acquistando il singolo evento, il cui prezzo è stato fissato all’inizio della stagione.

MINELLI PARA UN RIGORE!

Secondo tempo col Padova subito proteso in avanti a caccia del raddoppio, al 4′ Tosi deve opporsi su un tentativo di Castiglia. All’8′ però l’Arzignano ha la grande chance per il pari, con un calcio di rigore sul quale però si esalta il portiere di casa, Minelli, che si oppone al tentativo di trasformazione di Maldonado. Subito dopo ancora Castiglia impegna Tosi, che all’11’ deve uscire a valanga salvando su Baraye. Partita vivace, al 14′ nell’Arzignano Valagussa rimpiazza Balestrero e Ferrara prende il posto di Pattarello, mentre il Padova al 16′ sostituisce Castiglia con Buglio ed esce anche Santini rimpiazzato da Mokulu. Ferrara viene subito ammonito nell’Arzignano, poi un cartellino giallo anche per Fazzi nel Padova, che resta in vantaggio 1-0. (agg. di Fabio Belli)

SBLOCCA KRESIC!

Fallo di Balestrero su Santini, un’ammonizione per l’Arzignano che tiene bene il campo dello stadio Euganeo di Padova. I padroni di casa crescono nel finale della prima frazione di gioco, ci prova prima Castiglia da fuori area, poi un bell’affondo di Baraye viene respinto dalla difesa ospite. Al Padova serve un episodio per sbloccare la partita, episodio che si concretizza proprio alla fine del primo tempo. Ronaldo ispira con una pennellata d’autore e l’inserimento di Kresic è perfetto. Pallone schiacciato di testa in rete e Padova che può chiudere il primo tempo in vantaggio 1-0 nel derby veneto contro l’Arzignano. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA PADOVA ARZIGNANO (0-0): TANTI ERRORI

Si parte con un’opportunità immediata per gli ospiti, con Kresic che perde un brutto pallone e Pattarello che si invola verso Minelli che risolve tutto con un’uscita temeraria. Ci prova il Padova con Bunino all’8′, una deviazione di Tazza smorza il pallone tra le braccia di Tosi. I biancoscudati in questa fase iniziale del match commettono molti errori d’impostazione e al quarto d’ora Piccioni prova ad approfittarne con una conclusione che non trova però la mira giusta. Vengono ammoniti al 18′ Lovato per gioco pericoloso su Pattarello e al 20′ Peretta per aver fermato fallosamente una ripartenza di Germano. Queste le formazioni ufficiali schierate dal 1′ dai due allenatori. PADOVA (3-5-2): Minelli; Pelagatti, Kresic, Lovato; Fazzi; Germano, Ronaldo, Castiglia, Baraye; Santini, Bunino. A disp.: Galli, Cherubin, Serena, Capelli, Mandorlini, Mokulu, Soleri, Daffara,  Buglio, Andelkovic, Piovanello, Sylla. All. Sullo. ARZIGNANO (4-3-3): Tosi; Tazza, Bachini, Pasqualoni, Barzaghi; Maldonado, Perretta, Balestrero; Cais, Picicioni, Pattarello. A disp.: Faccioli, Amatori, Antoniazzi, Anastasia, Hohxa, Ferrara, Bozzato, Russo, Bigolin,Bonalumi, Lo Porto, Valagussa. All. Colombo. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Prima della diretta di Padova Arzignano il collaboratore tecnico dei biancoscudati Raffaele Longo ha voluto riportare la squadra con i piedi per terra. In conferenza stampa ha specificato: Il mister l’ho conosciuto solo quest’estate, ma mi ha fatto subito una splendida impressione. E’ un uomo aperto al dialogo e al confronto. Confermo che è un uomo esigente come peraltro è giusto che sia. Io e Raffaele durante la gara ci facciamo davvero molto trasportare ma è naturale per noi”. Ha specificato che la forza di questa squadra è il gruppo che si è creato nel tempo e lo si vede anche per la disponibilità che ogni calciatore mette in campo quando serve. Aggiunge: “Record? pensiamo all’Arzignano, alla partita e non ai numeri. Sarebbe un gravissimo errore questo, ma vanno comunque dati i meriti a chi scende in campo”. (agg. di Matteo Fantozzi)

I BOMBER

Parlando dei bomber per Padova Arzignano, concentriamo la nostra attenzione in particolar modo sulla squadra biancoscudata che al momento comanda la classifica del girone B di Serie C. Il +4 sulle seconde si deve anche e soprattutto a Claudio Santini e Luca Castiglia: il primo un attaccante con tanta esperienza nel campionato di Serie C, il secondo un centrocampista offensivo che si è fatto apprezzare anche al piano di sopra. In realtà tutto il reparto offensivo del Padova è impressionante per qualità e potenzialità: Cristian Bunino, arrivato via Pescara, l’anno scorso è stato il miglior realizzatore della Juventus U23, Edoardo Soleri ha segnato valanghe di gol nella Roma Primavera ed è già a quota 2 all’inizio di questa stagione, Nicolò Fazzi pur essendo un esterno vede molto bene la porta e ha tanta esperienza in Serie B. Se ci aggiungiamo Benjamin Mokulu Tembe, l’attacco della capolista è completo: anzi, per Salvatore Sullo ogni volta è un problema decidere chi mandare in campo. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

La diretta di Padova Arzignano sarà un evento inedito nel calcio professionistico italiano e questo è un dato interessante per un derby veneto: d’altronde la storia calcistica di Padova e Arzignano è stata molto diversa e dunque a dire il vero non ci sorprende così tanto osservare che si tratti del primo confronto a livello professionistico. Facciamo allora adesso l’unico testa a testa possibile, cioè quello tra il rendimento delle due squadre nella prima parte del campionato in corso nel girone B di Serie C, che è sostanzialmente opposto. Per il Padova ecco ben 19 punti in classifica con sei vittorie, un pareggio e nessuna sconfitta nelle prime sette giornate, quindici gol fatti e appena tre subiti che portano la differenza reti a +12. D’altro canto l’Arzignano naviga nei bassifondi: quattro pareggi in virtù di altrettanti pareggi e tre sconfitte senza vittorie, appena due gol segnati e sette invece subiti con il conseguente -5 di differenza reti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Padova Arzignano, diretta dall’arbitro Adalberto Fiero della sezione Aia di Pistoia, si gioca alle ore 17.30 di oggi pomeriggio, domenica 7 ottobre 2019, per l’ottava giornata del girone B di Serie C. Padova Arzignano è un derby veneto inedito e che mette di fronte due formazioni molto differenti per tradizione ma anche per rendimento e obiettivi in questo campionato. Il Padova infatti è capolista con 19 punti e anche domenica scorsa ha fatto benissimo, espugnando il campo della Fermana per continuare la marcia al vertice della graduatoria. Oggi sulla carta è un altro turno decisamente favorevole per il Padova, perché l’Arzignano fin qui ha raccolto solo 4 punti, con altrettanti pareggi e nessuna vittoria. Discreto il pareggio con la Reggiana di settimana scorsa, ma l’impatto con la Serie C di certo non è stato facile.

PROBABILI FORMAZIONI PADOVA ARZIGNANO

Parlando adesso delle probabili formazioni di Padova Arzignano, possiamo osservare che, dopo il successo con la Fermana, il Padova dovrebbe confermare lo schema che fin qui le ha permesso di raccogliere risultati importanti, ovvero il 3-5-2. Tra i pali andrà Minelli, a difesa della porta e alle spalle di Pelagatti, Kresic e Lovato. Centrocampo che mescola quantità e qualità con Fazzi, Buglio, Ronaldo, Castiglia e Baraye. In attacco ecco infine il duo composto da Soleri e Santini. Gli ospiti dell’Arzignano dal canto loro punteranno su un undici prevalentemente difensivo con Diego Faccioli in porta, Pasqualoni, Bozzato e Bachini in difesa, Maldonado, Balestrero, Antoniazzi e Hoxha a centrocampo. In attacco ci sarà il tridente composto da Cais, Ferrara e Rocco.

PRONOSTICO E QUOTE

Per quanto riguarda il pronostico di Padova Arzignano, non ci sono grossi dubbi da parte dell’agenzia di scommesse Snai sulla favorita per i tre punti. La vittoria del Padova (segno 1) si gioca a 1,25 contro la quota 11,00 pagata per l’eventuale successo a sorpresa dell’Arzignano, cioè per il segno 2. L’ipotesi pareggio verrà pagata 5,25 volte la posta per chi avrà invece creduto nel segno X.



© RIPRODUZIONE RISERVATA