DIRETTA/ Padova Sambenedettese (risultato finale 0-0) streaming tv: Veneti ok!

- Mauro Mantegazza

Diretta Padova Sambenedettese streaming video tv: orario, probabili formazioni e risultato live della partita per i playoff di Serie C.

Padova
Diretta Padova Sambenedettese (Foto repertorio LaPresse)

DIRETTA PADOVA SAMBENEDETTESE (RISULTATO FINALE 0-0): VENETI OK!

Il gol non è arrivato per il Padova che ha fatto valere la supremazia territoriale per tutta la partita, ma lo 0-0 finale contro la Sambenedettese nei play off di Serie C va più che bene ai biancoscudati, che grazie al miglior piazzamento in classifica si prendono la qualificazione al turno successivo. Finale di partita con qualche problema fisico per il migliore in campo dei veneti, Ronaldo, che al 31′ lascia spazio a Nunes, poi tante sostituzioni che fanno il gioco del Padova, che nel finale pensa soprattutto a blindare il pari che vale la qualificazione. Viene ammonito Soleri, la Samb si fa vedere concretamente in avanti solo al 35′ con un colpo di testa di Cernigoi che finisce tra le braccia di Minelli, poi al 44′ l’ultima vera occasione è per il Padova con un lampo di Baraye che non trova il gol, ma il pari senza reti va più che bene ai padroni di casa. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Padova Sambenedettese sarà trasmessa su Rai Sport al canale 57 del telecomando; in aggiunta a ciò, ricordiamo che il campionato di Serie C è coperto per intero dal portale Sportube che ormai da qualche anno fornisce l’intera gamma delle partite di terza divisione (Coppa Italia compresa). Non solo gli abbonati stagionali avranno accesso alle immagini, visto che il singolo match si potrà acquistare di volta in volta; la visione sarà in diretta streaming video, utilizzando dunque dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. In questo caso, naturalmente lo streaming sarà garantito anche da Rai Play. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING RAIPLAY

RONALDO ISPIRA

Il secondo tempo inizia con un cambio per parte: nel Padova fuori Litteri, dentro Soleri, nella Sambenedettese fuori Orlando, dentro Volpicelli. Ammonito Miceli tra i marchigiani, poi su una punizione di Ronaldo si inserisce bene Pelagatti ma appoggia tra le braccia di Santurro. Al 9′ Hallfredsson cerca la soluzione di potenza ma calcia alto sopra la traversa, poi al 13′ è Kresic ad avere una grande occasione per i biancoscudati, mancando il vantaggio da buona posizione. Nella Sambenedettese fuori Gelonese, dentro Angiulli, poi al 22′ un fallo su Ronaldo costa il giallo a Volpicelli tra i rossoblu. Al 23′ finisce di poco alto un tentativo di Ronaldo su punizione, il Padova preme ma il risultato allo stadio Euganeo non si sblocca. (agg. di Fabio Belli)

I BIANCOSCUDATI CRESCONO

Termina a reti bianche un primo tempo in cui la supremazia territoriale del Padova è stata evidente ma le occasioni da gol hanno scarseggiato, anche se nel finale i biancoscudati sono cresciuti sensibilmente. Un tentativo sbilenco di Di Massimo è l’unico lampo della Sambenedettese, anche perché ha rischiato di trasformarsi in un vero assist per Cernigoi. Poi ci prova il Padova col sempre attivo Hallfredsson e con una conclusione di potenza di Ronaldo. Proprio un fallo su Ronaldoal 44′ costa l’ammonizione a Di Massimo, non ci sono altre emozioni e Padova e Samb vanno negli spogliatoi col risultato a reti bianche.  (agg. di Fabio Belli)

RITMI BASSI IN AVVIO

Al 4′ Padova subito in avanti, sinistro di Gabionetta murato dalla difesa della Sambenedettese. Al 10′ non riesce uno schema da calcio di punizione a Ronaldo, il Padova ha iniziato in maniera decisamente più intraprendente. Le occasioni però nella fase iniziale della partita scarseggiano le vere occasioni da gol. Halfredsson prova a lavorare un paio di palloni dalle retrovie ma non trova gli inserimenti dei compagni di squadra, la Sambenedettese per il momento resta coperta nella sua metà campo e non riesce a uscire fuori dal guscio. A metà primo tempo è ancora 0-0 allo stadio Euganeo. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Pochi minuti a Padova Sambenedettese: sta per ricominciare la stagione di Serie C per queste due formazioni, ma per chi oggi avrà la peggio sarà un ritorno brevissimo. Possiamo ricordare che in stagione regolare il Padova vinse per 2-0 all’Euganeo contro la Sambenedettese il 23 ottobre 2019 nella partita d’andata e oggi ai veneti in questo primo turno dei playoff basterebbe anche un pareggio. La sfida di ritorno nelle Marche invece non fu disputata, perché rientra nei turni che sono stati cancellati a causa della pandemia di Coronavirus. Prima di cedere definitivamente la parola al campo, ricordiamo alcuni numeri statistici delle due formazioni nella stagione regolare, sia pure azzoppata dagli eventi. Il Padova aveva raccolto 44 punti in 26 giornate, grazie a tredici vittorie, cinque pareggi e otto sconfitte, con 35 gol segnati e 19 subiti che hanno portato la differenza reti patavina a +16. Per quanto riguarda la Sambenedettese invece i numeri sono meno esaltanti: nove vittorie, sei pareggi e undici sconfitte per 33 punti, differenza reti pari a zero perché sia i gol fatti sia quelli subiti ammontavano a 31. Adesso però non è più tempo di numeri, per di più vecchi di mesi: parola al campo, sta per cominciare Padova Sambenedettese! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL REGOLAMENTO DEI PLAYOFF

Sempre più vicina la diretta di Padova Sambenedettese, ricordiamo alcuni elementi essenziali di questi anomali playoff di Serie C. Non è cambiato il regolamento: in questo primo turno in partita secca, in caso di pareggio al termine dei 90 minuti regolamentari passerà il turno la squadra meglio piazzata nella classifica della stagione regolare, sia pure non completa e dunque “aggiustata” con l’ormai celebre algoritmo. Naturalmente questo vantaggio va al Padova, che aveva fatto 44 punti in 26 giornate mentre la Sambenedettese ne aveva raccolti appena 33: questo ha collocato, dopo gli opportuni calcoli, i veneti al quinto posto e invece i marchigiani al decimo, determinando appunto l’incrocio Padova Sambenedettese in questo primo turno. Curiosamente, nel girone B questa sarà l’unica sfida in programma: Modena e Piacenza infatti hanno rinunciato ai playoff, spalancando a FeralpiSalò e Triestina la porta del secondo turno, dove entrerà in gioco anche il Sudtirol, che ha passato d’ufficio il primo turno grazie alla sua migliore posizione d’ufficio. Di conseguenza sappiamo già che un incrocio del secondo turno sarà Sudtirol FeralpiSalò, mentre la vincente di Padova Sambenedettese dovrà incrociare la Triestina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL NUOVO PATRON ROSSOBLU

Quattro mesi sono lunghi: alla diretta di Padova Sambenedettese arriviamo con molte incognite sul campo e una grande novità alla scrivania. La società marchigiana infatti ha un nuovo presidente, Domenico Serafino, che si è presentato con una conferenza stampa. Serafino ha spiegato così la sua scelta di acquistare la Sambenedettese: “San Benedetto è una bellissima città e c’è una tifoseria caliente. Da ragazzo, negli anni ’80, vidi una partita al Ballarin e rimasi impressionato. Due anni fa, essendo originario di Cosenza, vidi la sfida ai quarti playoff, e rimasi colpito come lo rimasi da ragazzino. Da fuori ho sempre apprezzato questa passionalità molto argentina. Nell’autunno scorso ho ricevuto dei segnali sulla possibilità di prendere la Samb, che sembrava in vendita; nello stesso periodo mi hanno offerto anche altri club italiani, ma mi sono detto che se c’era da fare uno sforzo l’avrei fatto qui”. Serafino ha messo circa 600 mila euro in contanti e si è accollato quasi 700 mila euro di debiti di varia natura: circa 400 mila di debiti già dilazionati e 250 mila da pagare ai fornitori. Rimandate invece le questioni tecniche, su cui il nuovo presidente ha affermato: “Abbiamo lavorato giorno e notte per prepararci e organizzarci per il futuro. A livello tecnico se ne parlerà da settembre in poi”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Padova Sambenedettese, in diretta oggi, martedì 30 giugno 2020, alle ore 20.45 dallo stadio Euganeo della città veneta, è la partita valida per il primo turno in gara secca dei playoff di Serie C nel girone B. Si torna in campo dopo la lunghissima pausa per il Coronavirus e ci si gioca tutto in un solo incontro: chi vince andrà avanti nel lungo cammino per l’unica promozione in palio nei playoff nazionali di Serie C, per chi invece oggi uscirà sconfitta da Padova Sambenedettese la ripartenza sarà già finita e si dovrà cominciare a pensare alla prossima stagione. Una situazione dunque a dire poco particolare: squadre ferme da oltre quattro mesi e ora si riparte con la diretta di Padova Sambenedettese, una partita secca e di conseguenza senza appello. Difficile fare previsioni: annotiamo come curiosità statistica che nell’ultima partita di stagione regolare il Padova aveva perso in casa contro la Fermana e alla Sambenedettese era toccato lo stesso destino contro il Ravenna, ma dobbiamo tornare addirittura a domenica 16 febbraio. Il Padova ha chiuso davanti in classifica la stagione regolare (che in Serie C non è stata completata), di conseguenza i veneti giocano in casa e otterranno il passaggio del turno in caso di parità.

PROBABILI FORMAZIONI PADOVA SAMBENEDETTESE

Le probabili formazioni di Padova Sambenedettese, dopo oltre quattro mesi di stop, risentiranno certamente di questa situazione contingente. Non sarà facile per i due allenatori, Andrea Mandorlini del Padova e Paolo Montero della Sambenedettese, prendere le decisioni sui rispettivi 11 titolari: si baseranno certamente sulle sensazioni degli ultimi allenamenti e su quali giocatori vedranno in migliore forma, ma per tutti pesa l’incognita di uno stop così lungo. Gli allenamenti sono ripresi ormai da alcune settimane, ma non sono di certo paragonabili a una partita, soprattutto con posta in palio così elevata. Per quanto riguarda il Padova possiamo ad esempio ricordare che Mandorlini dovrà rinunciare agli squalificati Frascatore e Santini e che dovrebbe puntare sul 4-3-3 come modulo tattico, probabilmente con Nicastro, Litteri e Zecca nel tridente offensivo e Hallfredsson perno del centrocampo. Anche Paolo Montero dovrebbe affidarsi al 4-3-3 per la sua Sambenedettese, di conseguenza dovremmo vedere una sfida intrigante fra moduli speculari, fra l’altro con gli ospiti obbligati a vincere e di conseguenza con atteggiamento che potrebbe essere più spregiudicato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA