Diretta/ Perugia Pescara (risultato finale 4-5 dcr) streaming: abruzzesi salvi!

- Mauro Mantegazza

Diretta Perugia Pescara streaming video e tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita di ritorno dei playout di Serie B.

Han testa Perugia Pescara
Diretta Perugia Pescara: un precedente (LaPresse)

DIRETTA PERUGIA PESCARA (RISULTATO FINALE 4-5 DCR): ABRUZZESI SALVI!

I primi rigori della serie vengono segnati da Busellato per il Pescara e da Mazzocchi per il Perugia. Poi Vicario si esibisce in una parata strepitosa e neutralizza il tiro di Galano, ma sulla successiva conclusione di Buonaiuto è grande anche Fiorillo a tuffarsi alla sua sinistra e sventare il tiro. Si è ancora in parità, Melegoni tira forte e centrale e riporta avanti il Pescara, bruttissima invece la trasformazione di Iemmello che tira troppo debolmente e permette a Fiorillo di neutralizzare. Memushaj spiazza nettamente Vicario e Carraro segna di precisione. Il pallone decisivo è sui piedi di Masciangelo che non sbaglia e regala al Pescara una salvezza col cuore in gola. Il Perugia è retrocesso in Serie C. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE PERUGIA PESCARA

La diretta tv di Perugia Pescara sarà garantita sul canale 209 della piattaforma satellitare (Dazn 1) a quegli abbonati Sky che abbiano attivato questa possibilità. Altrimenti, Pescara Perugia sarà visibile solamente in diretta streaming video per gli abbonati Dazn, che già da due anni è il punto di riferimento principale per l’intero campionato di Serie B, naturalmente playoff e playout compresi.

SI VA AI CALCI DI RIGORE!

Come già accaduto nella scorsa stagione, saranno i calci di rigore a stabilire il nome dell’ultima squadra retrocessa in Serie C dal campionato cadetto. L’anno scorso la spuntò la Salernitana ai danni del Venezia, che pure fu ripescato dopo l’esclusione del Palermo. Quest’anno si giocheranno la salvezza nella crudele lotteria Perugia e Pescara. Gli umbri hanno rialzato la testa nei supplementari, soprattutto nel secondo overtime sono riusciti a riprendere il controllo della partita. Iemmello ha sprecato un ottimo contropiede ma praticamente allo scadere del secondo tempo supplementare è stato Sgarbi, sfruttando una sponda di Gyomber, a mancare di testa il colpo del ko. E ora tutto si deciderà dal dischetto. (agg. di Fabio Belli)

SUPPLEMENTARI!

Perugia e Pescara si giocheranno ai tempi supplementari la permanenza in Serie B. E’ terminato infatti 2-1 per il Perugia il match di ritorno dei play out nei tempi regolamentari, stesso punteggio dell’andata in favore degli abruzzesi. Avendo le due squadre terminato a pari punti la regular season, servono i supplementari ed eventualmente i rigori per stabilire chi si salverà e chi sarà costretto alla retrocessione. Situazione complicata per gli umbri che nel finale di partita hanno subito costantemente l’iniziativa avversaria, con 3 tiri a 9 complessivi che chiudono i 90′ regolamentari. Ultimo tentativo per gli abruzzesi dopo 6′ di recupero con Kastanos di testa, ma il risultato resta sul 2-1 e si va avanti. (agg. di Fabio Belli)

SALVATAGGIO DI NZITA!

Il secondo tempo inizia senza cambi, il possesso palla è del Pescara, il Perugia prova a ripartire. Al 9′ Oddo richiama in panchina Nicolussi Caviglia e inserisce Buonaiuto, le occasioni da gol dopo una prima frazione vivace arrivano col contagocce e dei tentativi di Masciangelo e Mazzocchi sono assolutamente da dimenticare. Viene ammonito Maniero per essere intervenuto in gioco pericoloso su Gyomber, quindi cambio tra Busellato e Palmiero nel Pescara al 18′. Al 23′ viene ammonito Sottil per proteste, poi il Pescara al 25′ ha una grande chance: cross di Kastanos dalla sinistra, arriva alla conclusione Zappia e Nzita s’immola, salvando un tiro che pareva quasi a colpo sicuro. Sempre 2-1 per il Perugia, sempre perfetta parità tra andata e ritorno nella sfida dei play out di Serie B. (agg. di Fabio Belli)

MELCHIORRI LA RIBALTA!

Il Perugia è tornato in partita, al 29′ viene ammonito l’autore del gol del pareggio, Kouan, per un fallo su Kastanos, quindi alla mezz’ora ci prova Galano su punizione ma il suo sinistro finisce alto. Anche Memushaj non ha fortuna nel tentare la conclusione dalla distanza, così come Maniero che non riesce a inquadrare la porta con un tentativo mancino. Il Pescara sembra crescere ma a segnare è il Perugia, che al 40′ ribalta il risultato grazie a Melchiorri, che trova la deviazione vincente su un corner di Mazzocchi. Finale di primo tempo teso, ammoniti Mazzocchi, Memushaj e Melchiorri ma si chiude sul 2-1, stesso risultato dell’andata a favore del Pescara ma stavolta è il Perugia ad essere avanti, con la situazione dei play out che risulta dunque essere in perfetta parità. (agg. di Fabio Belli)

KOUAN RISPONDE A PUCCIARELLI

Il Pescara parte molto bene, arriva prima alla conclusione dal limite con Galano, quindi con una gran botta dalla distanza di Maniero, in entrambi i casi Vicario si fa trovare pronto arrivando alla deviazione. Al quarto d’ora gli abruzzesi trovano il meritato vantaggio, cross di Galano e scatto bruciante di Pucciarelli che anticipa Mazzocchi e porta avanti il Pescara. Sembra un’ipoteca sulla Serie B, ma il Perugia ha il merito di trovare il pari già al 18′: calcio d’angolo per i Grifoni, sponda aerea per Kouan che si inserisce perfettamente di testa a centro area e ristabilisce la parità. Viene ammonito Gyomber per un intervento su Kastanos, quindi si arriva a metà primo tempo con le due squadre sull’1-1 in questo match di ritorno dei play out di Serie B. (agg. di Fabio Belli)

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Tutto è pronto per Perugia Pescara, partita di ritorno dei playout di Serie B che decreterà l’ultima squadra retrocessa in Serie C, che andrà tristemente ad aggiungersi a Livorno, Juve Stabia e Trapani. Nei pochissimi minuti che ancora ci separano dal fischio d’inizio, possiamo ancora ricordare le statistiche di abruzzesi e umbri nella stagione regolare, francamente molto deludente per entrambe le formazioni. I numeri di Perugia e Pescara sono d’altronde sostanzialmente identici, dal momento che hanno chiuso il campionato a quota 45 punti in classifica: per entrambe le compagini si contano dodici vittorie, nove pareggi e ben diciassette sconfitte, un numero altissimo che conferma i problemi di una stagione che infatti sancirà la retrocessione per gli uni oppure per gli altri. Il Pescara ha segnato più gol – 48 contro i 38 per il Perugia – ma ne ha d’altronde incassati anche di più, per la precisione 55 contro 49. Differenza reti dunque -7 per il Pescara e -11 per il Perugia, che però ora gioca la partita di ritorno in casa perché gode del vantaggio negli scontri diretti, con una vittoria e un pareggio – ma a parità di punti in classifica ciò non dà grossi vantaggi, come abbiamo già evidenziato. Adesso però basta parole e numeri: leggiamo le formazioni ufficiali di Perugia Pescara, poi la partita comincia! PERUGIA (3-4-1-2): Vicario; Rosi, Gyomber, Sgarbi; Mazzocchi, Kouan, Nicolussi, Nzita; Dragomir; Falcinelli, Melchiorri. PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zappa, Campagnaro, Bettella, Masciangelo; Memushaj, Palmiero, Kastanos; Galano, Maniero, Pucciarelli. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PLAYOUT TORMENTATI

Manca sempre di meno alla diretta di Perugia Pescara, possiamo ricordare che questi playout di Serie B che oggi si completeranno con la partita di ritorno sono stati caratterizzati da un avvicinamento decisamente complicato, a causa soprattutto del ricorso del Trapani contro i due punti di penalizzazione inflitti ai siciliani per ritardi nei pagamenti. Se il ricorso fosse stato accolto, sarebbe cambiata completamente la classifica nella lotta salvezza – perché il Trapani era appena un punto dietro Perugia e Pescara – e sarebbero cambiate anche le squadre protagoniste dei playout, anche a seconda se fosse stato restituito ai siciliani uno oppure due punti, di conseguenza la partita d’andata è slittata da venerdì scorso a lunedì. Alla fine però la giustizia sportiva ha deciso di respingere il ricorso del Trapani e di conseguenza tutto è rimasto come previsto: siciliani retrocessi in Serie C, playout Perugia Pescara (con la novità regolamentare prevista nel caso in cui si affrontino due squadre arrivate a pari punti in campionato) e Cosenza salvo subito, grazie a una meravigliosa rimonta da quando il campionato di Serie B è ripartito dopo la quarantena. Adesso però si deve pensare solo al campo: questa sera arriverà il tanto sospirato verdetto. (Agg. di Mauro Mantegazza)

TESTA A TESTA

Verso la diretta di Perugia Pescara, possiamo fare un tuffo nella storia di questa partita che ha ottima tradizione, vantando ben 46 precedenti in partite ufficiali, anche se raramente la posta in palio è stata importante come questa sera. Il bilancio a dire il vero è nettamente favorevole al Perugia, che ha infatti ottenuto ben 18 vittorie e altrettanti pareggi, mentre le vittorie del Pescara sono solamente dieci, con doppia cifra raggiunta lunedì sera nella partita d’andata, che adesso pone gli abruzzesi in una posizione favorevole. Di conseguenza, anche il bilancio dei gol segnati (60-52 Perugia) sorride agli umbri, che vantano una tradizione decisamente favorevole contro gli avversari di questi playoff di Serie B, alla quale proveranno ad aggrapparsi in vista dell’incontro di questa sera, che sono naturalmente obbligati a vincere. Ricordiamo infine il bilancio dei tre precedenti già andati in scena nel corso di questo campionato di Serie B 2019-2020, naturalmente relativi alle due partite della stagione regolare e poi all’andata dei playout: la prima sfida fu disputata il 1° dicembre 2019 a Perugia e vide la vittoria per 3-1 dei padroni di casa umbri, mentre il ritorno a Pescara è ben più recente, essendo arrivato nel post-lockdown il 10 luglio scorso, ed è terminato con il pareggio per 2-2. Infine, come abbiamo già ampiamente ricordato, lunedì sera l’andata del playout all’Adriatico è finita 2-1 per il Pescara. (Agg. di Mauro Mantegazza)

LA POLEMICA

In attesa della diretta di Perugia Pescara, dobbiamo purtroppo rendere conto di una polemica che ha caratterizzato la partita d’andata di lunedì sera, cioè il caso del pallone buttato in campo durante il match. Il ds degli umbri Roberto Goretti ha rilasciato alcune dichiarazioni ai media locali sostenendo di avere sentito dire ad Andrea Sottil, allenatore del Pescara, queste parole: “Datemi il pallone che lo tiro io”. Il Perugia reclamava una punizione dal punto in cui aveva interrotto l’azione, ossia molto vicino all’area. Il pallone arrivato in campo è stato certamente lanciato non da Sottil ma da un membro della panchina alle sue spalle: si è accusato il team manager Gessa. Alle accuse di Goretti, ha risposto Sottil: “Queste dichiarazioni mi sorprendono molto. All’intervallo io penso alle correzioni da fare, non certo a queste cose. Non ho mai detto quella frase e in trent’anni non ho mai avuto atteggiamenti di questo tipo. Certo, non è stato un gesto sportivo, ma le parole del signor Goretti mi sembrano tese a ‘caricare’ ulteriormente la partita di ritorno (ma serve davvero caricare una partita in cui c’è in ballo la salvezza?, ndR). Se c’è una squadra penalizzata da decisioni arbitrali, quella è stata il Pescara. Alla fine del primo tempo Gyomber ha preso il pallone chiaramente con il braccio in area. Era già ammonito. Sarebbe stato rigore ed espulsione. Poi ce l’hanno dato nel secondo tempo sul braccio di Falcinelli, ma senza ammonirlo. La verità è che abbiamo meritato sul campo la vittoria”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Perugia Pescara, in diretta dallo stadio Renato Curi del capoluogo umbro, si gioca alle ore 21.00 di questa sera, venerdì 14 agosto 2020, come ritorno dei playout di Serie B. Di conseguenza la posta in palio nella diretta di Perugia Pescara è altissima: la salvezza oppure la retrocessione in Serie C. Ricordiamo che lunedì sera nella partita d’andata a Pescara si sono imposti per 2-1 i padroni di casa abruzzesi e ricordiamo anche una particolarità del regolamento, dovuto al fatto che Perugia e Pescara hanno terminato appaiate a 45 punti in classifica: gli umbri sono davanti per il migliore risultato nello scontro diretto e di conseguenza giocano oggi il ritorno in casa, tuttavia in caso di parità al termine dei 180 minuti si dovranno disputare tempi supplementari ede eventuali calci di rigore. Tutto questo considerato, ecco che il Pescara si salva in caso di vittoria o pareggio, il Perugia ha invece bisogno di una vittoria con due gol di scarto mentre un successo umbro ma con una sola rete di differenza (con qualsiasi punteggio, non vale la regola dei gol in trasferta) manderebbe il playout ai supplementari.

PROBABILI FORMAZIONI PERUGIA PESCARA

Proviamo adesso naturalmente a scoprire anche quali potrebbero essere le probabili formazioni per Perugia Pescara. I padroni di casa umbri allenati da Oddo dovrebbero proporre il 4-3-3 con i seguenti possibili titolari: in porta Vicario; difesa a quattro composta da Rosi, Gyomber, Sgarbi e Nzita; nel terzetto di centrocampo Falzerano, Carraro e Kouan, infine il tridente d’attacco che dovrebbe essere formato da Mazzocchi, Falcinelli e Capone. Stesso modulo 4-3-3 anche per il Pescara di Sottil, che dovrebbe mandare in campo dal primo minuto: in porta Fiorillo; davanti a lui i difensori Zappa, Campagnaro, Scognamiglio e Masciangelo; a centrocasmpo ecco invece il terzetto con presumibilmente Memushaj, Palmiero e Busellato; infine in attacco dovremmo vedere titolari Galano, Pucciarelli e Maniero.

PRONOSTICO E QUOTE

Infine un accenno anche al pronostico su Perugia Pescara, basato sulle quote offerte dall’agenzia Snai. I padroni di casa umbri partono favoriti per la vittoria e il segno 1 è di conseguenza quotato a 2,35, mentre poi si sale a quota 3,00 in caso di pareggio (naturalmente segno X) e fino a 3,25 volte la posta in palio in caso di segno 2, per chi avrà creduto nel successo del Pescara.



© RIPRODUZIONE RISERVATA