Diretta/ Pesaro Reggio Emilia (risultato finale 84-63) Rai: dilaga la Carpegna

- Claudio Franceschini

Diretta Pesaro Reggio Emilia streaming video Rai: orario e risultato live della partita valida per la nona giornata del campionato di basket Serie A1, squadre in campo alla Vitrifrigo Arena.

Reggio Emilia gruppo basket Supercoppa facebook 2020 640x300
Diretta Pesaro Reggio Emilia, basket Serie A1 9^ giornata (da Facebook)

DIRETTA PESARO REGGIO EMILIA (RISULTATO FINALE 84-63): DILAGA LA CARPEGNA

Alla fine l’ultimo quarto ha visto dilagare la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro: 25-10 in favore dei padroni di casa l’ultimo parziale, con il punteggio finale che si è assestato sull’84-63 in favore dei marchigiani contro la UnaHotels Reggio Emilia. 19 punti per Delfino e 16 per Filipovity nel tabellino dei padroni di casa, migliori realizzatori di una partita che ha visto gli emiliani portare in doppia cifra solamente Kyzlink con 12 punti e Taylor con 10. L’ultimo quarto non ha regalato sussulti e ha visto Pesaro aumentare progressivamente il vantaggio fino al +21 finale, punizione severa per Reggio Emilia dopo tre quarti di match molto più equilibrati. (agg. di Fabio Belli)

PESARO REGGIO EMILIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Pesaro Reggio Emilia verrà trasmessa da Rai Sport e Rai Sport + e dunque in chiaro per tutti sul digitale terrestre, con la possibilità di accedere anche al sito di Rai Play; in alternativa, come ormai abbiamo imparato, anche questa partita – come tutte quelle del campionato di Serie A1 – è disponibile sulla piattaforma Eurosport Player che ne fornisce la visione in diretta streaming video (utilizzando apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone) e anche in questo caso bisognerà aver sottoscritto un abbonamento. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

DISTANZE INVARIATE

Distanze invariate alla fine del terzo quarto, con la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro che con un parziale di 17-16 ha incrementato da 5 a 6 punti il vantaggio sulla UnaHotels Reggio Emilia. Continua ad essere trascinante Delfino per la formazione di casa, arrivato ormai a 19 punti personali come miglior realizzatore della partita, dall’altra parte ancora nessun giocatore è arrivato in doppia cifra. A Reggio Emilia manca il salto di qualità per riuscire a sfondare offensivamente, contestualmente a un miglioramento del gioco difensivo gli ospiti non sono riusciti a migliorare infatti le medie realizzative, col terzo quarto che si è chiuso sul 59-53 in favore di Pesaro. (agg. di Fabio Belli)

REAZIONE MARCHIGIANA

Reazione della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro che dopo aver chiuso in svantaggio il primo tempo contro la UnaHotels Reggio Emilia è riuscita a portarsi a +5 sugli avversari prima dell’intervallo. 13 punti per Delfino, decisivo per aver riportato avanti la formazione marchigiana punto su punto, con un parziale di 23-15 in favore di Pesaro nel secondo quarto che ha fatto capire come sia esploso il rendimento offensivo degli ospitanti. Taylor tra le fila di Reggio Emilia ha raggiunto Kyzlink a quota 8 punti personali, ma Reggio Emilia ha giocato una seconda frazione in calando, lasciando progressivamente spazio agli avversari. (agg. di Fabio Belli)

PARTENZA VIVACE

Partenza vivace nella sfida tra Carpegna Prosciutto Basket Pesaro e UnaHotels Reggio Emilia. Gli ospiti chiudono il primo quarto in vantaggio 19-22, sfruttando un’ottima performance iniziale di Kyzlink, autore da solo di 8 punti, con la formazione di casa che è riuscita comunque finora a rispondere colpo su colpo. Gioca bene Pesaro sotto canestro ma non riesce ad opporsi altrettanto efficacemente in difesa, dove gli emiliani trovano le giocate giuste per mettere in difficoltà i padroni di casa. Reggio Emilia gioca molto bene anche dalla linea dei tre punti e riesce ad arrivare a +3 alla fine del primo parziale. (agg. di Fabio Belli)

PALLA A DUE!

Finalmente siamo pronti a vivere la palla a due di Pesaro Reggio Emilia. Nella Unahotels è importante anche il contributo di Brendan Taylor, che è il secondo miglior marcatore della squadra con 14,2 punti (alle spalle di Joshua Bostic), tira con il 46,4% dall’arco e ha 4,8 assist per gara; in Italia lo avevamo già visto con la canotta giallonera di Bergamo nella stagione 2018-2019, era la Serie A2 e grazie alla sua straripante annata (17,2 punti per gara) i lombardi avevano sfiorato il colpo grosso dando battaglia a Roma per tutta la durata del girone Ovest. In seguito si è trasferito a Le Mans continuando a fare bene in un contesto di maggiore livello, timbrando 15,2 punti a partita; purtroppo l’anno non si è concluso a causa del lockdown e adesso questo playmaker ha scelto di tornare nel nostro Paese ma al piano di sopra, per aiutare la Reggiana a riprendersi un posto nei playoff. Per come lui, Bostic e Frank Elegar stanno guidando il gruppo sembra proprio che le possibilità ci siano tutte, ma dovremo aspettare per scoprirlo; intanto vedremo come andranno le cose qui sul parquet della Vitrifrigo Arena, finalmente è tutto pronto e la diretta di Pesaro Reggio Emilia può cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

PESARO REGGIO EMILIA: L’EX

In Pesaro Reggio Emilia c’è un ex che risponde al nome di Ariel Filloy: nato in Argentina ma cresciuto in Italia, tanto da essere naturalizzato e giocare nella nostra nazionale, è arrivato a vestire la maglia della Reggiana nel 2013, dopo aver disputato da protagonista una stagione in LegaDue con Trieste. E’ stato l’anno che ha preceduto il grande ritorno a Pistoia nelle vesti di capitano; Filloy ha guidato una Grissin Bon che ha fatto il grande salto in Europa vincendo la EuroChallenge e ha disputato la semifinale di Coppa Italia, ma che nei playoff di Coppa Italia si era fermata ai quarti. Andato via lui, Reggio Emilia sarebbe finalmente arrivata alla finale scudetto per due anni consecutivi; la curiosità è legata al fatto che Ariel aveva mancato di un soffio il fratello maggiore Demian Filloy, che nella Reggiana aveva giocato nel 2009 (in prestito da Montegranaro) e poi ancora tra il 2011 e il 2013, prima di trasferirsi a Barcellona Pozzo di Gotto e poi ancora a Trapani e Roma. Oggi Ariel Filloy segna 7,0 punti con la maglia di Pesaro, ai quali aggiunge 2,9 assist e 2,4 rimbalzi. (agg. di Claudio Franceschini)

PESARO REGGIO EMILIA: INCROCIO INTRIGANTE

Pesaro Reggio Emilia, in diretta alle ore 20.45 di domenica 22 novembre, si gioca alla Vitrifrigo Arena per la nona giornata del campionato di basket Serie A1 2020-2021. Le due squadre sono state bloccate dal Coronavirus nell’ultimo turno: se non altro la Vuelle ha giocato la settimana precedente, battendo Varese su questo parquet e confermando il record positivo che la tiene addirittura al quarto posto in classifica, con gli stessi punti della Virtus Bologna e di Sassari, con la Dinamo che ha anche una partita in più. Invece, non vediamo la Unahotels addirittura dal 24 ottobre: l’ultima gara giocata dalla truppa emiliana è quella contro Brescia, era arrivata una vittoria interna a conferma delle cose positive che la squadra sta mostrando in questo avvio di stagione. La diretta di Pesaro Reggio Emilia si presenta particolarmente interessante: aspettandola, proviamo a valutare alcuni dei temi principali che possono essere legate alle due squadre impegnate alla Vitrifrigo Arena.

DIRETTA PESARO REGGIO EMILIA: RISULTATI E CONTESTO

Pesaro Reggio Emilia in questo momento rappresenta una partita davvero intrigante: stiamo parlando di due outsider che cercano ancora il loro posto al sole dopo anni difficili, più volte abbiamo detto di come la Vuelle sia stata salvata dai fallimenti altrui (Caserta) o addirittura dal lockdown che ha cancellato l’ultima stagione. Adesso però i marchigiani si sono ripresentati con un progetto ambizioso e il campo sta confermando come Jasmin Repesa abbia tutte le carte in regola per dare l’assalto alla zona playoff, che sarebbe un traguardo clamoroso se consideriamo che nell’ultimo campionato la squadra aveva vinto una sola partita. Reggio Emilia ha calato la sua produzione con l’addio di Max Menetti, ma adesso è passato del tempo: ultimamente la Unahotels è stata affidata alle cure di Antimo Martino e non sapremo mai come sarebbero andate le cose se Maurizio Buscaglia avesse concluso la stagione, di certo oggi possiamo dire che la Reggiana sembra tornata una realtà solida con scelte oculate, ma ha anche tre partite in meno e lo scenario potrebbe cambiare anche in maniera radicale. Per adesso gustiamoci questa partita che potrebbe regalare tante emozioni…

© RIPRODUZIONE RISERVATA