DIRETTA/ Pisa Triestina (risultato finale 2-2) streaming video tv: pareggia Marconi!

- Claudio Franceschini

Segui Pisa Triestina in diretta streaming video: la partita dell’Arena Garibaldi si gioca per l’andata della finale dei playoff, è davvero complicato stabilire quale squadra sia favorita.

Pisa arancione esultanza lapresse 2018
Video Pisa Triestina, andata finale playoff Serie C (Foto LaPresse)

DIRETTA PISA TRIESTINA (FINALE 2-2): PAREGGIA MARCONI!

La fase centrale del secondo tempo è contrassegnata da diverse sostituzioni da una parte e dall’altra che spezzettano il ritmo di gioco. Al 25′ Steffè e Beccaro prendono il posto nella Triestina di Costantino e Maracchi, il Pisa al 32′ sostituisce Minesso e Birindelli con Izzillo e Liotti. Subito dopo ancora doppio cambio negli alabardati con Procaccio e Malomo che lasciano spazio a Petrella e Codromaz. Situazione di stallo con la spinta del Pisa che si fa sempre più fiacca, ma al 41′ nel momento di massimo controllo della Triestina arriva il pari nerazzurro. Su calcio d’angolo di Liotti, Marconi svetta su Coletti e riesce a piazzare il pallone di testa sul secondo palo. Viene ammonito Gucher e nei 5′ di recupero il Pisa tenta il tutto per tutto, ma la Triestina, pur disorientata, resiste. Finisce 2-2 e nel match di ritorno gli alabardati avranno due risultati su tre a disposizione per tornare in B, col Pisa che dovrà invece per forza di cose espugnare lo stadio Nereo Rocco per essere promosso. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Salvo variazioni di palinsesto, la diretta tv di Pisa Triestina non dovrebbe essere disponibile: la partita dei playoff non sarà trasmessa sui canali del nostro Paese, ma potrà comunque essere seguita sul portale elevensports.it che ha fornito per la quinta stagione consecutiva tutte le gare di Serie C. Sarà allora un appuntamento in diretta streaming video: sarà possibile abbonarsi al servizio oppure acquistare il singolo evento, che ha un prezzo fissato dall’inizio dell’anno salvo eccezioni.

BOTTA E RISPOSTA!

Il Pisa riparte in maniera aggressiva nel secondo tempo, di nuovo a caccia del pareggio. Per la prima occasione da gol nella ripresa per i nerazzurri bisogna però aspettare il 9′, con una gran botta al volo di Marin che lambisce il palo alla destra di Offredi. Al 13′ la prima sostituzione è pisana con Marconi che prende il posto di Pesenti. Al 16′ tra le fila dei padroni di casa viene ammonito Lisi per un intervento falloso su Procaccio, quindi al 19′ ancora sostituzione per il Pisa, stavolta un doppio cambio con Masucci e Verna che prendono il posto di Marin e Moscardelli. Al 22′ Gucher pennella un calcio di punizione nell’area alabardata, Marconi svetta di testa ma Offredi non si lascia sorprendere e blocca. A metà ripresa risultato ancora sull’1-2 in favore della Triestina all’Arena Garibaldi di Pisa. (agg. di Fabio Belli)

BOTTA E RISPOSTA!

Finale di primo tempo infuocato tra Pisa e Triestina, ma gli alabardati sono riusciti comunque a chiudere in vantaggio la prima frazione di gioco con il punteggio di 1-2. Al 29′ è stato Formiconi per la Triestina il primo ammonito della partita a causa di un fallo su Di Quinzio. Il Pisa aumenta progressivamente la pressione offensiva a caccia del pareggio e viene premiato al 39′: un contrasto tra Frascatore e Minesso finisce col favorire Moscardelli per la battuta a rete, sinistro chirurgico del bomber nerazzurro e pari toscano. La Triestina ha però la forza di riportarsi in vantaggio al 43′, grazie a una bella incursione di Coletti che serve Formiconi, destro di potenza che trova la deviazione di un difensore nerazzurro decisiva nel mettere fuori causa Gori e per il Pisa è tutto da rifare. (agg. di Fabio Belli)

LA SBLOCCA COSTANTINO!

Sfida subito accesa all’Arena Garibaldi, col Pisa che prova a spingere e la Triestina che chiude bene gli spazi nella propria metà campo. La prima conclusione della partita è però alabardata, con cross di Frascatore e colpo di testa di Granoche che costringe il portiere di casa, Gori, alla parata in tuffo. Ancora Triestina in avanti al 13′ con una gran botta di Coletti su punizione che sorvola la traversa, poi al 14′ gli ospiti passano in vantaggio: sblocca il risultato Costantino, su un’azione insistita Granoche affonda e innesca Maracchi, che lascia partire un diagonale molto insidioso. Gori riesce a respingere ma non può nulla sul tap-in del numero 28 della Triestina che realizza un gol subito importantissimo, con la Triestina che passa a condurre sullo 0-1 sul campo del Pisa. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Pisa Triestina comincia: tra pochi minuti vivremo la splendida partita dei playoff di Serie C. Gli alabardati non giocano in Serie B dal 2011: allenata da Ivo Iaconi, era presto scivolata sul fondo della classifica e dopo 20 giornate si era affidata a Sandro Salvioni, ma aveva comunque chiuso in terzultima posizione retrocedendo insieme a Piacenza, Portogruaro e Frosinone. Un anno più tardi era arrivato il fallimento, e la rinascita dall’Eccellenza; ai giuliani sono servite cinque stagioni, due fallimenti e due ripescaggi per tornare in terza divisione, adesso potrebbe arrivare un ulteriore passo avanti ma perchè sia così bisognerà superare l’ostacolo nerazzurro, e non sarà affatto semplice perchè il Pisa ha dimostrato nel corso della stagione di essere una formazione competitiva, e con veterani in attacco che possono fare la differenza. Mettiamoci dunque comodi, e stiamo a vedere quello che succederà sul terreno di gioco dell’Arena Garibaldi: è finalmente arrivato il momento di lasciare la parola alle due squadre, la diretta di Pisa Triestina sta per prendere il via! (agg. di Claudio Franceschini)

PISA TRIESTINA: I BOMBER

Prima di lasciare la parola a Pisa Triestina, possiamo anche fare un breve riassunto di quelli che sono i bomber che vedremo in campo. La stagione regolare ha visto Davide Moscardelli e Michele Marconi chiudere entrambi con 8 gol; il secondo, già attaccante di valore con Lecce e Alessandria, ha poi realizzato una splendida doppietta sul campo dell’Arezzo nel turno precedente dei playoff, risultando dunque decisivo per la qualificazione del Pisa che adesso si affida a lui, ma che a gennaio ha anche investito sul trentaduenne Massimiliano Pesenti (dal Piacenza) che ha realizzato 4 gol in regular season e uno nei playoff, decisivo per pareggiare 2-2 sul campo della Carrarese e rendere più agevole la sfida dell’Arena Garibaldi. Nella Triestina c’è un solo uomo al comando: Pablo Granoche, che con gli alabardati aveva già giocato tra il 2007 e il 2009 in Serie B (31 gol in 62 partite) e che ci è tornato per questa stagione dopo aver girato il Nord Italia spingendosi fino alla Romagna (Chievo, Novara, Varese, Padova, Cesena, Modena e Spezia). Sono 17 i gol che il Diablo, 36 anni a settembre, ha segnato in regular season nel girone B; a questi ne ha già aggiunti due nei playoff, e naturalmente Massimo Pavanel si affida soprattutto a lui per provare a prendersi la promozione. (agg. di Claudio Franceschini)

PISA TRIESTINA: IL PROTAGONISTA ATTESO

Quale potrebbe essere il protagonista di Pisa Triestina? Tra i tanti nomi possibili scegliamo quello di Robert Gucher: centrocampista austriaco di 28 anni, milita in Italia da ben 10 stagioni. Ad acquistarlo dal Grazer era stato il Frosinone: due stagioni in Serie B giocando poco, sei mesi al Genoa al piano di sopra senza toccare il campo, quindi il ritorno in Ciociaria e quello in patria, per una stagione con il Kapfenberger. Poi, la società laziale ha deciso di riportarlo nel nostro Paese: finalmente Gucher è diventato grande protagonista, diventando un elemento cardine del Frosinone che dalla Prima Divisione Lega Pro è arrivato fino alla Serie A. Nel gennaio 2017 Gucher è andato al Vicenza, lasciando i gialloblu dopo un totale di 144 partite (11 gol); a Pisa gioca dalla stagione scorsa, ed è sempre stato un elemento imprenscindibile del centrocampo potendo giocare sia come regista davanti alla difesa che come mezzala. L’ano scorso ha segnato 3 gol, quest’anno si è limitato a uno ma adesso che si giocano le ultime due gare, quelle decisive per andare in Serie B, Gucher potrebbe tornare determinante anche in zona gol e dare una mano agli attaccanti della sua squadra… (agg. di Claudio Franceschini)

PISA TRIESTINA: I TESTA A TESTA

I precedenti di Pisa Triestina non sono pochi: l’ultimo è datato luglio 2018 ed era stata una partita bellissima per il primo turno della Coppa Italia di Lega A. Dopo i 120 minuti era finita 2-2 con le doppiette di Davide Moscardelli e Andrea Bracaletti, poi il Pisa si era qualificato ai rigori grazie alla parata di Matteo Campani su Davis Mensah. Nelle ultime dieci gare disputate spiccano quattro pareggi, lo stesso numero delle vittorie nerazzurre – ma una di queste è arrivata appunto ai rigori; la Triestina non batte la squadra toscana dal febbraio 2009 quando si era imposta al Nereo Rocco grazie al gol di Luigi Della Rocca, curioso notare come allora Pablo Granoche facesse già parte della rosa alabardata (ma quello di quest’anno è ovviamente un ritorno, dopo tante stagioni giocate altrove). Triestina che però non è mai riuscita a battere il Pisa all’Arena Garibaldi: ha ottenuto tre vittorie totali ma sono tutte interne, l’ultima affermazione nerazzurra nei 90 minuti è quella dell’ottobre 2008, campionato di Serie B e reti messe a segno da Giuseppe Greco, Mirco Gasparetto e Edgar Alvarez a ribaltare la rete di Luigi Della Rocca dopo tre minuti, esattamente come nella partita di ritorno. (agg. di Claudio Franceschini)

PISA TRIESTINA: ORARIO E PRESENTAZIONE

Pisa Triestina, in diretta dall’Arena Garibaldi, si gioca alle ore 20:30 di mercoledì 5 agosto: siamo finalmente arrivati all’ultimo turno dei playoff di Serie C 2018-2019, quello che sancirà le due squadre promosse nel campionato cadetto. Per questa ultima doppia sfida cambia anche il regolamento: come nei turni precedenti la regola dei gol segnati fuori casa è annullata, ma sono previsti tempi supplementari e calci di rigore qualora il numero di gol sia uguale. Questo ovviamente aumenta le possibilità di andare all’extra time; intanto possiamo dire che il Pisa ha superato il turno precedente con due belle vittorie contro l’Arezzo, ipotecando la qualificazione con il rocambolesco 3-2 centrato fuori casa all’andata. La Triestina ha sofferto di più, ma si è liberata della Feralpisalò: va ricordato che gli alabardati hanno lottato con il Pordenone per la promozione diretta, anche se virtualmente non sono mai riusciti ad avvicinare i friulani. Il Pisa invece potrebbe tornare in Serie B a distanza di due anni: l’aveva conquistata con Gennaro Gattuso per poi scendere subito di categoria. Vediamo allora in che modo le due squadre potrebbero disporsi sul terreno di gioco dell’Arena Garibaldi, mentre aspettiamo che la diretta di Pisa Triestina prenda il via.

PROBABILI FORMAZIONI PISA TRIESTINA

Per Pisa Triestina, Luca D’Angelo dovrà fare a meno dello squalificato Kucich: si tratta comunque del terzo portiere che era stato espulso dalla panchina, dunque non dovrebbe cambiare il 4-3-1-2 con De Vitis e Simone Benedetti davanti a Gori, mentre Birindelli e Lisi agiranno come terzini dando supporto ai due interni che sono Marin e Di Quinzio, a supporto di Gucher che si dovrebbe posizionare davanti alla difesa in qualità di playmaker. Sulla sua verticale agirà Minesso, che sarà il trequartista designato; la coppia offensiva sarà quella formata da Marconi (doppietta ad Arezzo) e Masucci, dunque Moscardelli e Pesenti potrebbero partire ancora dalla panchina. Massimo Pavanel darà campo al 4-4-2 il cui tandem d’attacco prevede Granoche e Costantino, entrambi a rete nel ritorno contro la Feralpisalò; Petrella e Procaccio agiranno come esterni e sono favoriti su Davis Mensah – che potrebbe tornare utile in caso di 4-3-3 – in mezzo al campo invece Steffé e Coletti partono in leggero vantaggio su Beccaro che prova a giocarsi il posto. Malomo potrebbe tornare titolare in difesa al fianco di capitan Lambrughi, sulle fasce dovrebbe esserci la spinta di Formiconi e Frascatore con Offredi a difendere i pali della porta.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Pisa Triestina avete a disposizione le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai: secondo questo bookmaker la squadra favorita per la vittoria è quella di casa, che ha un valore di 2,20 posto sul segno 1 che identifica il successo. Con il segno 2 per l’affermazione fuori casa degli alabardati andreste a guadagnare una somma pari a 3,40 volte quanto messo sul piatto, mentre l’eventualità del pareggio è regolata dal segno X e vi farebbe vincere una somma corrispondente a 3,15 volte quanto investito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA