Diretta/ Pordenone Spal (risultato finale 3-3) DAZN: doppietta di Diaw e pareggio!

- Fabio Belli

Diretta Pordenone Spal: streaming video e tv del match valevole per la terza giornata d’andata del campionato di Serie B.

Almici Pordenone Cremonese lapresse 2020 640x300
Diretta Cremonese Pordenone, Serie B 38^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA PORDENONE SPAL (RISULTATO 3-3): TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadio Guido Teghil di Udine le formazioni di Pordenone e Spal si annullano a vicenda pareggiando per 3 a 3. Nel primo tempo i padroni di casa erano riusciti a passare subito in vantaggio per merito di Diaw già al 5′, trovando poi il raddoppio con Barison al 18′. Gli ospiti però hanno accorciato le distanze al 29′ grazie a Castro, sfiorando il pareggio con la traversa colta da Vicari nel finale di frazione al 41′. In avvio di secondo tempo è quindi Strefezza a ristabilire l’equilibrio al 46′ e ci pensa Paloschi a completare la rimonta al 52′. Nell’ultima parte dell’incontro è l’ottimo Diaw a chiudere i conti con il gol del pari arrivato dal dischetto a causa del calcio di rigore concesso per fallo di mano di Murgia e, nel recupero, gli estensi rimangono in inferiorità numerica per colpa dell’espulsione per doppio giallo rimediata da Dickmann tra l’88’ ed il 90’+3′. Il punto guadagnato quest’oggi consente sia alla Spal che al Pordenone di portarsi a quota 5 nella classifca della Serie B. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA PORDENONE SPAL IN STREAMING VIDEO: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Pordenone Spal non viene trasmessa sui canali della nostra televisione, salvo variazioni di palinsesto: l’appuntamento è riservato in esclusiva ai possessori di un abbonamento alla piattaforma DAZN, che garantisce tutte le partite del campionato di Serie B in diretta streaming video. Per assistere al match dovrete dunque dotarvi di apparecchi mobili come PC, tablet o smartphone oppure utilizzare una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Pordenone e Spal è cambiato nuovamente ed è ora di 2 a 3. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con l’ingresso di Dickmann al posto del già ammonito D’Alessandro tra le fila degli Estensi, sono proprio gli ospiti a partire fortissimo trovando il gol del pareggio già al 46′ per merito di Strefezza, capitalizzando l’assist firmato da Murgia. Gli uomini di mister Marino non sembrano affatto soddisfatti e continuano infatti a spingere fino a completare la rimonta grazie a Paloschi, bravissimo ad ultimare il sorpasso al 53′ con l’aiuto del suo compagno Tomovic sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da Murgia. Anche il tecnico avversario Tesser decide quindi di ricorrere alla prima sostituzione del mathc rimpiazzando Butic con Musiolik proprio intorno al 55′ al fine di dare una scossa ai suoi. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Pordenone e Spal sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sul 2 a 1. Dopo essere riusciti a passare in vantaggio in avvio con Diaw ed a raddoppiare al 18′ con Barison, i padroni di casa si vedono dimezzare il distacco dalla rete siglata da Castro al 29′ per gli ospiti. Nell’ultima parte della frazione di gioco i biancazzurri del tecnico Marino sfiorano il pari con una doppia opportunità al 41′, quando Castro forza Perisan alla parata in calcio d’angolo e, sul corner derivato da quella stessa azione, Vicari coglie la traversa con un colpo di testa. Nel corso dei due minuti di recupero assegnati dall’arbitro le due compagini non si fanno più del male in attesa del riposo. Fino a questo momento il direttore di gara Juan Luca Sacchi, proveniente dalla sezione di Macerata, ha ammonito D’Alessandro soltanto tra le fila degli ospiti. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Pordenone e Spal è cambiato ed è di 2 a 1. I minuti scorrono sul cronometro ed i biancazzurri tentano inutilmente di guadagnare terreno cercando il varco giusto per acciuffare l’eventuale gol del pareggio. I neroverdi non rimangono a guardare e vanno anzi a caccia del raddoppio sfiorandolo prima con Magnino al 17′ e trovandolo poi al 18′ con Barison, autore di un bel colpo di testa a capitalizzare il calcio d’angolo battuto da Calo. Gli ospiti tentano quindi di reagire e, dopo aver mancato una buona opportunità con Tomovic al 27′, riescono quantomeno ad accorciare le distanze per merito della rete messa a segno da Castro, autore a sua volta di una deviazione aerea vincente sul suggerimento offertogli dal suo compagno Sernicola. Ritmi alti e grande spettacolo ma bisognerà vedere se le due compagini saranno in grado di mantenere questa intensità di gioco anche per il prosieguo dell’incontro. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Friuli-Venezia Giulia la partita tra Pordenone e Spal è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è già di 1 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro sembrano essere gli ospiti allenati da mister Marino a cercare di prendere subito in mano le redini del match affacciandosi in avanti al 3′ e rendendosi pericolosi al 4′ quando la conclusione di Castro, su suggerimento di D’Alessandro, è stata respinta dal portiere avversario Perisan. I padroni di casa guidati dal tecnico Tesser non si lasciano impressionare dall’atteggiamento offensivo mostrato in apertura dai rivali di giornata e rispondono anzi passando in vantaggio grazie alla rete messa a segno da Diaw, ispirato dal passaggio di Falasco e bravo a superare sia Salamon che Vicari intorno al 5′. I ramarri cercano quindi l’immediato raddoppio trovando tuttavia la risposta di Berisha sul tiro di Butic all’8′ e gli Estensi tornano a spingere guadagnando un corner verso il 9′. Ecco le formazioni ufficiali: Pordenone (4-3-1-2) – Perisan; Berra, Camporese, Barison, Falasco; Magnino, Calo, Rossetti; Butic; Diaw, Ciurria. All.: Tesser. SPAL (3-4-1-2) – Berisha; Salamon, Vicari, Tomovic; D’Alessandro, Murgia, Valoti, Sernicola; Castro; Strefezza, Paloschi. All.: Marino. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SI COMINCIA!

Pordenone Spal: con quali numeri possiamo presentare la partita della terza giornata di Serie B che avrà inizio fra pochissimi minuti? Nel primo scorcio del campionato cadetto già andato in archivio, il Pordenone ha finora raccolto due punti in classifica in virtù di altrettanti pareggi e di conseguenza la differenza reti per la squadra friulana è esattamente pari a zero, in quanto sia i gol segnati sia le reti subite assommano finora a uno per il Pordenone. Come può certamente succedere dopo sole due giornate, la situazione è esattamente identica per quantpo riguarda la Spal. Anche i ferraresi infatti hanno due punti in classifica maturati con due pareggi, differenza reti logicamente in equilibrio e un gol all’attivo così come uno al passivo. Adesso però basta numeri e parole, Pordenone Spal è dietro l’angolo e dunque sarà il campo a parlare: la partita comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Non ci sono precedenti per la diretta di Pordenone Spal: più o meno quando i ramarri sono riusciti ad arrivare in terza divisione gli estensi hanno iniziato il percorso che li ha portati a centrare due promozioni conquistando la Serie A, e poi le salvezze targate Leonardo Semplici. Oggi dunque avremo un inedito assoluto nel panorama della Serie B e del calcio italiano; non è invece la prima volta in cui si affrontano Attilio Tesser e Pasquale Marino, tecnici esperti che hanno in totale sette confronti. Il bilancio sorride all’attuale allenatore del Pordenone che ha vinto in quattro occasioni, ultima delle quali nello scorso campionato quando il collega sedeva sulla panchina dell’Empoli e al Castellani era stato Riccardo Bocalon a decidere la sfida in favore della squadra friulana; l’ultima vittoria di Marino è quella netta dell’ottobre 2015, lui allenatore del Vicenza e Tesser in zona retrocessione con l’Avellino (eravamo in Serie B). I biancorossi avevano segnato con il rigore di Leonardo Gatto, incassato il pareggio di Marcello Trotta ma poi scappati con Cristian Galano, l’autorete di Davide Biraschi e il poker servito da Stefano Giacomelli. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

In vista della diretta di Pordenone Spal, dobbiamo evidenziare che si annuncia intrigante anche il confronto fra i due allenatori Attilio Tesser e Pasquale Marino in questa partita della terza giornata del nuovo campionato di Serie B. Sulla panchina dei padroni di casa ecco l’artefice del “miracolo” Pordenone, cioè naturalmente Attilio Tesser, un allenatore con una lunghissima carriera alle spalle e due stagioni meravigliose in Friuli. Prima la storica promozione in Serie B, traguardo che il Pordenone mai aveva raggiunto nella sua storia; poi un campionato esaltante, sempre in zona playoff e chiuso sfiorando la promozione. Difficile fare di meglio, ma sicuramente il Pordenone di Tesser potrà puntare sulla forza della continuità. Dall’altra parte, Pasquale Marino è senza dubbio un veterano, che a Ferrara sta cominciando la sua avventura sulla panchina della Spal, una società seria e reduce da una lunga militanza nel massimo campionato: la base di partenza non è dunque affatto male pure a Ferrara, con in più il vantaggio di non avere tutti i riflettori puntati addosso. Attenzione dunque alla Spal di Marino, che dall’Emilia Romagna cerca un rilancio in grande stile in questa Serie B 2020-2021. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA PORDENONE SPAL: SFIDA AD ALTA QUOTA

Pordenone Spal, sabato 17 ottobre 2020 alle ore 14.00, presso lo stadio Guido Teghil di Lignano Sabbiadoro, sarà una sfida valevole per la terza giornata del campionato di Serie B. Dopo la sosta tornano in campo due pretendenti all’alta classifica, i Ramarri hanno iniziato con due pareggi di sostanza, entrambi ottenuti in trasferta prima sul campo del Lecce e poi su quello del Vicenza. Dopo aver disputato la scorsa stagione tra Udine e Trieste, i neroverdi quest’anno potranno riavvicinarsi a casa giocando a Lignano Sabbiadoro. La Spal battezzerà il nuovo campo dopo lo 0-0 all’esordio sul campo del Monza e l’1-1 interno col Cosenza. Sicuramente il pari contro i Silani è stato meno soddisfacente, per la Spal la speranza è poter lottare per un immediato ritorno in Serie A ma servirà ancora qualche giornata per capire quali formazioni potranno essere competitive fino in fondo per il salto nella massima serie.

PROBABILI FORMAZIONI PORDENONE SPAL

Le probabili formazioni di Pordenone Spal, sfida che andrà in scena presso lo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro. I padroni di casa saranno schierati dal tecnico Attilio Tesser con un 4-3-1-2: Bindi; Berra, Camporese, Barison, Falasco; Misuraca, Calò, Scavone; Gavazzi, Diaw, Ciurria. Gli ospiti guidati in panchina da Pasquale Marino schiereranno questo undici dal primo minuto, con un 3-4-3 come modulo di partenza: Berisha, Salamon, Vicari, Tomovic, Dickmann, Valoti, Missiroli, D’Alessandro, Strefezza, Paloschi, Brignola

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che forniscono il pronostico di Pordenone Spal sono state emesse anche dalla Snai: i Ramarri partono favoriti con un valore di 2,60 volte la puntata sul segno 1, che identifica la loro vittoria. Il segno 2 per il successo esterno degli estensi vi farebbe guadagnare 2,90 quello che avrete messo sul piatto, mentre con il segno X per il pareggio la vincita ammonterebbe, con questo bookmaker, a 3,00 volte l’importo che avrete investito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA