DIRETTA/ Porto Olympiacos (risultato finale 2-0) streaming tv: la chiude Oliveira!

- Claudio Franceschini

Diretta Porto Olympiacos streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il gruppo C di Champions League, siamo all’Estadio Do Dragao.

Porto gruppo Champions League lapresse 2020 640x300
Video Porto Marsiglia, Champions League (Foto LaPresse)

DIRETTA PORTO OLYMPIACOS (RISULTATO FINALE 2-0): LA CHIUDE OLIVEIRA!

E’ stato Sergio Oliveira al 40′ del secondo tempo a chiudere la sfida contro l’Olympiacos in favore di un Porto concreto e capace di colpire al momento giusto in entrambe le frazioni di gioco. E’ piaciuta la personalità con la quale i greci hanno interpretato la partita, ma la giocata finale con Oliveira bravo a correggere di testa un cross ben piazzato in area da Marega ha definitivamente chiuso i conti. Ottima prova per i lusitani che rivendicano la loro candidatura alla qualificazione dopo la sconfitta col Manchester City, l’Olympiacos tiene comunque dietro in classifica il Marsiglia sconfitto proprio dai Citizens. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA PORTO OLYMPIACOS IN STREAMING VIDEO: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Porto Olympiacos sarà trasmessa dai canali della televisione satellitare, e dunque sarà un appuntamento riservato in esclusiva per gli abbonati a questa emittente: nello specifico si dovranno rivolgere a Sky Sport 257 (numero 257 del decoder) con la possibilità di attivare senza costi aggiuntivi il servizio di diretta streaming video, garantito a tutti i clienti con l’applicazione Sky Go che si può installare su dispositivi mobili come PC, tablet o smartphone.

FORTOUNIS PERICOLOSO

La ripresa parte senza cambi, dopo 4′ Fabio Vieira vicino alla doppietta, per poco non si concretizza una sponda di testa di Otavio, che al 6′ conclude da solo trovando però l’opposizione di José Sa. L’Olympiacos risponde subito dopo con una conclusione centrale di Randjelovic, quindi all’8′ Konstantinos Fortounis sostituisce Giorgos Masouras, ed è proprio Fortounis al 13′ a sfiorare il pari, sfruttando un assist di Valbuena. Nel Porto Shoya Nakajima sostituisce l’autore del gol, Fabio Vieira, quindi arriva l’ammonizione per Corona tra le fila dei padroni di casa. Al 19′ ancora pericolosi i greci, Fortounis è entrato molto bene in partita ed innesca El-Arabi, che conclude senza fortuna trovando la respinta di Marchesin, mentre su calcio d’angolo battuto da Valbuena finisce a lato un colpo di testa di Semedo.

LUSITANI IN CONTROLLO

Nella seconda parte della prima frazione di gioco ottima gestione del vantaggio da parte del Porto, che riesce ad andare all’intervallo avanti di misura contro l’Olympiacos. Una occasione per parte nel finale di primo tempo, il Porto punge con una conclusione di Marega e i greci rispondono con una giocata di Valbuena, ma non ci sono particolari pericoli per Marchesin e José Sa. L’Olympiacos prova a sfruttare le corsie laterali per aggirare la densità a centrocampo della formazione lusitana, ma il porto rischia poco e arriva negli spogliatoi capitalizzando finora al meglio la rete siglata da Fabio Vieira. (agg. di Fabio Belli)

SBLOCCA FABIO VIEIRA!

L’Olympiacos è la prima a pungere con Masouras, ma a trovare repentinamente il vantaggio è il Porto che va in gol con Fabio Vieira, che riceve palla a centro area e di sinistro batte José Sa, portando in vantaggio la formazione lusitana. Al 16′ altro lampo della formazione allenata da Sergio Conceicao con un colpo di testa di Zaidu Sanusi che manca di poco il bersaglio, al 20′ risponde El-Arabi con un altro colpo di testa, stavolta su iniziativa offensiva dei greci, che trova però attento Marchesin. Al 25′ Masouras cerca la verticalizzazione per El-Arabi che si fa però pizzicare in fuorigioco e il Porto dunque conduce di misura a metà tempo. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Porto Olympiacos comincia: ricordiamo allora che tra pochi minuti sarà l’arbitro tedesco Daniel Siebert a dare il fischio d’inizio per questa partita di Champions League presso l’Estadio Do Dragao. Nato il 4 maggio 1984 nell’allora Berlino Est, il signor Siebert è arrivato ad arbitrare in Bundesliga a cominciare dal 2012, per poi ottenere con decorrenza 1° gennaio 2015 anche la qualifica di arbitro internazionale Fifa. Al fianco del primo arbitro, il sestetto chiamato a dirigere Porto Olympiacos sarà di conseguenza interamente tedesco: avremo innanzitutto i due guardalinee Jan Seidel e Rafael Foltyn, mentre il signor Marco Fritz ricoprirà i panni del quarto uomo. Infine, davanti al monitor della VAR, avremo il signor Bastian Dankert, affiancato da Mark Borsch in qualità di assistente. Adesso però la parola deve passare ai protagonisti: leggiamo le formazioni ufficiali di Porto Olympiacos, poi la partita comincia! PORTO (4-4-2): Marchesin; Manafà, Mbemba, Pepe, Sanusi; Fabio Vieira, Uribe; Corona, Sergio Oliveira, Otavio; Marega. Allenatore: Sergio Conceiçao OLYMPIACOS (4-2-3-1): José Sa; Rafinha, Ruben Semedo, P. A. Cissé, Holebas; Bouchalakis, M’Vila; Randjelovic, Valbuena, Masouras; El Arabi. Allenatore: Pedro Martins (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PORTO OLYMPIACOS: I BOMBER

Quali sono i bomber di spicco che potrebbero mettersi in evidenza questa sera in occasione della diretta di Porto Olympiacos? Per il momento, i dati della attuale Champions League 2020-2021 ci parlano di un gol a testa per la squadra portoghese e per la formazione greca, anche se con esiti profondamente diversi. Il gol di Diaz infatti è stata solo una fugace soddisfazione per il Porto, che passò in vantaggio sul campo del Manchester City dal quale tuttavia infine è uscito sconfitto per 3-1, mentre la rete di Hassan nei minuti di recupero è servita all’Olympiacos per battere l’Olympique Marsiglia, tre punti che potrebbero avere un peso fondamentale per i greci nell’economia del girone. Gioia speciale per l’autore del gol Hassan, che era entrato in campo solo pochi minuti prima al posto di Masouras, oggi l’Olympiacos cercherà un risultato che possa mettere in discesa la strada per i greci, mentre il Porto non può già più permettersi altri errori, anche se in casa del Manchester City è più che accettabile uscire sconfitti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LO STORICO

I precedenti di Porto Olympiacos sono in totale sei, e dunque in questo bilancio prendiamo in considerazione anche le partite giocate al Pireo: tre le vittorie dei greci a fronte di due successi portoghesi, con un pareggio. Al Do Dragao invece i lusitani sono imbattuti: le due affermazioni sono interne, qui era arrivato anche il 2-2. Il contesto di questo testa a testa riguarda esclusivamente la fase a gironi di Champions League, e curiosamente queste due squadre si erano affrontate per tre edizioni consecutive tra il 1997 e il 1999: in casa, il Porto ha sempre segnato due gol e a cambiare è stato il numero di reti dell’Olympiacos. Nel primo incrocio, 2-1 firmato in rimonta dalla doppietta di Mario Jardel dopo la rete di Grigoris Georgatos; il secondo era quello terminato in parità e grande beffa per i biancazzurri, che dopo il vantaggio di Zlatko Zahovic avevano raddoppiato al minuto 82 con Jardel ma in tre minuti avevano incassato la rimonta firmata da Stelios Giannakopoulos e Sinisa Gogic. Infine il terzo episodio al Do Dragao, e questa volta il Porto aveva vinto 2-0: a sigillare la vittoria l’immancabile Jardel all’inizio della ripresa, dopo il gol al 6’ minuto da parte di Esquerdinha. (agg. di Claudio Franceschini)

I PORTOGHESI DEVONO VINCERE!

Porto Olympiacos, che sarà diretta dall’arbitro tedesco Daniel Siebert, si gioca alle ore 21:00 di martedì 27 ottobre presso l’Estadio Do Dragao: è la seconda giornata nel gruppo C della Champions League 2020-2021, e già una sorta di dentro o fuori per i portoghesi che, sconfitti in rimonta dal Manchester City una settimana fa, hanno bisogno di una vittoria casalinga per evitare di trovarsi in difficoltà rispetto alla qualificazione agli ottavi, obiettivo minimo in assoluto e, soprattutto, considerando la composizione del girone. Ha invece fatto il colpo l’Olympiacos, che all’esordio internazionale in questa stagione ha piegato il Marsiglia nel recupero: un gol fondamentale per prendersi una buona posizione anche solo per una retrocessione in Europa League, che come in altre annate potrebbe essere un traguardo considerato positivo. Vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Porto Olympiacos, nel frattempo però possiamo fare una rapida valutazione sui temi portanti di questa sfida e, in particolar modo, leggerne insieme le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI PORTO OLYMPIACOS

Sergio Conceiçao punta sul consueto 3-4-1-2 in Porto Olympiacos: nella sua difesa a tre ci sono Malang Sarr, Mbemba e Pepe anche se Sanusi, squalificato per il campionato, potrebbe essere titolare. In porta va Marchesin, poi due esterni di centrocampo che dovrebbero essere Jesus Corona e Joao Mario; in mezzo al campo a creare gioco troveremo Sérgio Oliveira, al suo fianco è favorito Grujic. Felipe Anderson potrebbe agire in qualità di trequartista, a meno che non si giochi con il 4-3-3 nel quale farebbe l’esterno; Marega e Toni Martinez occupano le due maglie da attaccanti, occhio però a Taremi. L’Olympiacos di Pedro Martins ha invece un 4-2-3-1 di base: Ruben Semedo e Ousseynou Ba davanti al portiere portoghese José Sà, sulle fasce laterali dovremmo vedere due laterali come Rafinha e Holebas e l’ex Inter M’Vila a fare interdizione in mezzo al campo, con capitan Bouchalakis che invece avrà in mano le redini del gioco. Sulle corsie offensive c’è il ballottaggio Randjelovic-Soudani a destra, sull’altro versante è sicuro del posto Masouras così come Valbuena, che giocherà centrale a supporto della prima punta El Arabi, con il matchwinner – settimana scorsa – Ahmed Hassan pronto ancora a fare la differenza dalla panchina.

QUOTE E PRONOSTICO

Vediamo subito, per un pronostico su Porto Olympiacos, quello che è stato previsto dalle quote fornite dall’agenzia Snai. Il segno 1 che identifica la vittoria dei padroni di casa vi farebbe guadagnare 1,65 volte quanto avrete deciso di mettere sul piatto, contro il valore di 3,75 che regola invece l’eventualità del pareggio. Il segno 2, che come sempre dovrete giocare per il successo della formazione ospite, porta in dote una vincita corrispondente a 5,25 volte la puntata con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA