DIRETTA/ Reggio Emilia Iraklis (finale 74-78) video tv: Kavvadas domina!

- Claudio Franceschini

Diretta Reggio Emilia Iraklis streaming video tv: orario e risultato live della partita valida per la seconda giornata nel gruppo A di basket Europe Cup, nella bolla di ‘s-Hertogenbosch.

Reggio Emilia gruppo basket Supercoppa facebook 2020 640x300
Diretta Reggio Emilia Cantù, Iraklis, basket Europe Cup gruppo A (da Facebook)

DIRETTA REGGIO EMILIA IRAKLIS (FINALE 74-78): KAVVADAS DOMINA!

Grande delusione per la Unahotels Reggio Emilia, che dopo aver praticamente dominato tre quarti di gara si trova rimontata e sconfitta nel match di Eurocup dai greci dell’Iraklis Salonicco. 74-78 il punteggio finale in favore degli ospiti che sono stati estremamente abili nello sfruttare i 120 chili di Kavvadas in area, facendo ruotare il gioco offensivo attorno al loro colosso. Reggio Emilia di contro si è piantata sul più bello e non sono bastati 23 punti di Bostic, 15 di Taylor e 14 di Candi, con i greci che hanno visto Hanlan chiudere a 18 punti personali e Kavvadas a 17. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA REGGIO EMILIA IRAKLIS STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Reggio Emilia Iraklis non verrà trasmessa sui canali della nostra televisione, ma ci sarà la possibilità di seguire questa partita in diretta streaming video, accedendo al canale YouTube ufficiale della FIBA. Possiamo inoltre segnalare l’appuntamento con il sito fiba.basketball/europecup che vi permetterà di consultare liberamente tutte le informazioni utili, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori sul parquet ma anche le classifiche dei giocatori e i contenuti multimediali e non legati alla Europe Cup.

GLI EMILIANI REGGONO

La Unahotels Reggio Emilia regge l’urto nel terzo quarto rispetto al tentativo di reazione dei greci dell’Iraklis, che riescono a ridurre solo in maniera minima lo svantaggio nel match di Eurocup, con Reggio Emilia che arriva all’inizio dell’ultimo quarto avanti 64-58. Bostic è ormai oltre i 20 punti, a tratti straripante e vera arma segreta della Unahotels in questo match sotto canestro. L’Iraklis ha il merito di non mollare sotto pressione, tenendo dunque aperta la sfida in vista dell’ultimo parziale. (agg. di Fabio Belli)

ALLUNGA L’UNAHOTELS!

Dopo lo stallo iniziale l’Unahotels Reggio Emilia conferma le buone sensazioni di inizio match e gioca un grande secondo quarto nel match di Eurocup contro l’Iraklis Salonicco. 46-38 in favore dei padroni di casa il punteggio a metà gara, Bostic con 15 punti personali e Candi con 12 salgono prepotentemente in cattedra per la formazione emiliana, Kavvadas dall’altra parte prova a far valere la sua forza fisica anche al rimbalzo ma sotto canestro gli ellenici finiscono sotto ritmo, ritrovandosi in svantaggio di 8 punti alla fine del secondo quarto. (agg. di Fabio Belli)

EQUILIBRIO INIZIALE

Equilibrio iniziale tra Reggio Emilia ed Iraklis, con la formazione di casa che cede ai greci 2 punti con il 16-18 che segna il punteggio parziale alla fine del primo quarto del match di Eurocup. I protagonisti della partita sotto canestro sono subito Taylor da una parte, con 5 punti realizzati, e Bowlin che porta a 6 i punti realizzati. Una sfida interessante tra le due formazioni, Reggio è partita con il quintetto composto da Taylor, Kyzlink, Bostic, Diouf e Baldi Rossi cercando di tenere lontana la micidiale linea dei tiratori della formazione ellenica. (agg. di Fabio Belli)

SI GIOCA

La diretta di Reggio Emilia Iraklis comincia tra pochi minuti. La squadra greca arriva dalla Champions League, dalla quale è stata eliminata al primo turno, e ha avuto un periodo parecchio travagliato se è vero che, prima di ottenere il settimo posto nel 2020 (campionato interrotto per la pandemia), non giocava nella Basket League ellenica da 13 anni. Assente dall’Europa dal 2005, ha in bacheca appena due campionati ma l’ultimo è distante 85 anni; allenato da Stergios Kalyvas, nel suo roster figurano alcune vecchie conoscenze: Devin Ebanks ha giocato in NBA con i Los Angeles Lakers (63 partite a 3,5 punti di media), Scott Suggs nel 2017-2018 ha messo 11,4 punti a partita con la maglia di Brindisi mentre Ed Daniel in Italia è arrivato nel 2013 e si è rivelato un lungo decisivo per l’ottima stagione di Pistoia. Passato a Varese, ha poi giocato con Cremona e Fortitudo Bologna; all’Aquila biancoblu è tornato lo scorso anno dopo essere già stato in Grecia (Peristeri) oltre che in Israele e Francia, nella stagione cancellata dal Coronavirus ha viaggiato a 6,8 punti. Adesso siamo davvero arrivati al momento che stavamo aspettando, ovvero quello in cui ci dobbiamo mettere comodi e lasciare che a parlare sia il parquet: la palla a due di Reggio Emilia Iraklis sta finalmente per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA REGGIO EMILIA IRAKLIS: L’ULTIMA VOLTA

Mentre aspettiamo che Reggio Emilia Iraklis prenda il via, possiamo ricordare l’ultima volta in cui la Unahotels ha giocato in Europa: si tratta della stagione 2017-2018, e precisamente in Eurocup. Era la stagione di commiato di Max Menetti, già vincitore della EuroChallenge e che avrebbe lasciato la panchina al suo vice Devis Cagnardi; in campionato non erano stati raggiunti i playoff ma in ambito internazionale la Reggiana aveva volato. Il primo girone era stato superato alle spalle di Bayern e Galatasaray, e facendo fuori Lietkabelis e Hapoel Gerusalemme; nella Top 16 i biancorossi avevano chiuso in vetta in compagnia dell’Unics Kazan (ma primi per differenza canestri) e davanti a Villeurbanne e Limoges, poi nei quarti avevano fatto il colpo grosso eliminando lo Zenit San Pietroburgo, vincendo 105-99 la decisiva gara-3 in casa. Purtroppo in semifinale era toccato il Lokomotiv Kuban: i russi avevano vinto entrambe le partite e si erano presentati in finale con lo spaventoso record di 20 vittorie e 0 sconfitte. Che non sarebbe servito per vincere la Eurocup, andata invece al Darussafaka guidato da un certo David Blatt, già reduce dalle finali NBA con la Cleveland di LeBron James, che poi l’aveva esonerato nell’anno in cui sarebbe arrivato il titolo. (agg. di Claudio Franceschini)

SI TORNA SUBITO IN CAMPO

Reggio Emilia Iraklis, in diretta dal Maarspoort di ‘s-Hertogenbosch, si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 27 gennaio e rappresenta la seconda partita per il gruppo A di basket Europe Cup 2020-2021. La Unahotels è l’unica rappresentante italiana iscritta a questa competizione, che è la quarta per ordine di importanza nella pallacanestro europea; iniziata in ritardo a causa della pandemia di Coronavirus che ha portato grande incertezza in seno alle coppe internazionali, si concluderà comunque a maggio e prevede una prima fase divisa per “bolle”, ormai un concetto che in ambito sportivo si è largamente diffuso.

Dopo aver vinto in volata l’esordio contro il Mons Hainaut, la Reggiana torna in campo a 24 ore di distanza e il gruppo A si concluderà giovedì con la terza giornata; per Antimo Martino triplo impegno ravvicinato in Olanda, ma poi il calendario del torneo prevede una lunga pausa con le squadre qualificate agli ottavi che torneranno in campo soltanto a marzo, e disputeranno i quarti di finale due giorni più tardi. Un altro tour de force insomma, ma intanto staremo a vedere come andranno le cose nella diretta di Reggio Emilia Iraklis; aspettandone la palla a due, proviamo a fare qualche rapida valutazione circa i temi principali.

DIRETTA REGGIO EMILIA IRAKLIS: RISULTATI E CONTESTO

Reggio Emilia Iraklis rappresenta dunque la seconda partita per la Unahotels in questa Europe Cup: la Reggiana arriva dalla vittoria su Trento nell’anticipo di campionato, che l’ha confermata all’ottavo posto in classifica. Si prepara un periodo tosto per Martino e i suoi, che dovranno provare a mantenere questa posizione o migliorarla per tornare a disputare i playoff ma nel frattempo andranno al Mediolanum Forum per disputare le Final Eight di Coppa Italia, alle quali si sono qualificate per il rotto della cuffia. In più, siamo appunto in questa tre giorni internazionale nella bolla di ‘s-Hertogenbosch e la prima vittoria ha già avvicinato la qualificazione agli ottavi: sarà quindi tra fine gennaio e metà febbraio che potremo davvero iniziare a capire quali siano le ambizioni di una squadra che vuole tornare a vivere anni gloriosi come quelli di Max Menetti, ma che nel frattempo in Europa ha giocato con continuità ed è anche riuscita a centrare buoni risultati. Chissà, forse gli emiliani torneranno a sollevare un trofeo come 7 anni fa ma intanto vedremo come andranno le cose nella partita di questa sera…

© RIPRODUZIONE RISERVATA