Diretta/ Reggio Emilia Tortona (risultato finale 84-89): colpaccio degli ospiti!

- Claudio Franceschini

Diretta Reggio Emilia Tortona (risultato finale 84-89) streaming video tv della partita valevole per la 13^ giornata di basket Serie A1. Ospiti vittoriosi alla Unipol Arena.

Reggio Emilia
Diretta Reggio Emilia Bahcesehir, andata finale Europe Cup (da facebook.com/pallacanestroreggiana)

DIRETTA REGGIO EMILIA TORTONA (RISULTATO FINALE 84-89): COLPACCIO DEGLI OSPITI!

Tortona fa il colpaccio espugnando l’Unipol Arena dove Reggio Emilia cade con il risultato finale di 84-89, il nuovo anno sorride quindi al quintetto di Ramondino che nel recupero della 13^ giornata di Serie A1 conquista un successo fondamentale per tenere vive le speranze di play-off. La sterzata decisiva degli ospiti arriva proprio nell’ultimo quarto grazie alle giocate di Sanders che affossano definitivamente i padroni di casa ai quali non bastano i 42 punti siglati dalla premiata ditta Cinciarini-Hopkins, a dimostrazione che i singoli non possono fare la differenza se non sono supportati a dovere dal resto della squadra i cui meccanismi stasera non hanno funzionato alla perfezione. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA REGGIO EMILIA TORTONA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Reggio Emilia Tortona non sarà trasmessa su Eurosport 2, dunque l’appuntamento con questo recupero della Serie A1 di basket sarà in esclusiva su Discovery Plus, che ne è broadcaster ufficiale: di conseguenza questa e tutte le altre gare saranno fornite agli abbonati (il servizio è a pagamento) in diretta streaming video, mentre sul sito www.legabasket.it troverete tutte le informazioni utili come il tabellino play-by-play e il boxscore aggiornato in tempo reale.

61-60, HOPKINS SUGLI SCUDI

Il match tra Reggio Emilia e Tortona continua a essere caratterizzato da un grande equilibrio, a dieci minuti dalla fine del tempo regolamentare il parziale premia il quintetto di Caja che conduce per 61 a 60. Alla Unipol Arena gli ospiti – trascinati dal solito Macura – continuano a segnare spesso e volentieri dalla distanza mentre i padroni di casa tengono botta grazie a Hopkins, autore di 18 punti e 13 rimbalzi, meglio anche di Cinciarini (13 punti e 11 assist). Dall’altra parte è Macura a fare la differenza, senza di lui la squadra di Ramondino avrebbe già alzato bandiera bianca o quantomeno si troverebbe con un passivo pesantissimo da colmare. {agg. di Stefano Belli}

42-40, INTERVALLO

Dopo il secondo quarto Reggio Emilia è avanti su Tortona con il parziale di 42-40. Alla ripresa delle ostilità Macura va in doppia cifra e trascina gli ospiti che mettono la freccia e costringono i padroni di casa a inseguire, Cinciarini continua a non sbagliare nulla ma non può vincere le partite da solo, Caja striglia i suoi che dopo il time-out riprendono in mano la situazione sul 28-35 e in un amen annullano lo svantaggio, nel frattempo si è acceso Hopkins che firma il controsorpasso a pochi istanti dalla pausa, approfittando dei tanti, troppi errori commessi in fase difensiva dagli uomini di Ramondino. {agg. di Stefano Belli}

22-20, CINCIARINI IS ON FIRE

Reggio Emilia e Tortona si stanno affrontando nel recupero della 13^ giornata di Serie A1, alla Unipol Arena si è appena concluso il primo quarto con il parziale di 22-20 in favore del quintetto di Caja che parte con il piede giusto grazie a un ispiratissimo Cinciarini che stordisce gli avversari a suon di triple. Gli ospiti provano a rispondere con Macura che tiene a galla i suoi facendo sì che i padroni di casa non prendano subito il largo nonostante le giocate vincenti di Olisevicius che magari non avrà una gran mira dalla distanza ma quando sfonda non c’è nessuno in grado di tenerlo. Gara che si preannuncia molto equilibrata tra due squadre che si trovano a centro classifica e sulla carta tendono a equivalersi. {agg. di Stefano Belli}

PALLA A DUE!

Siamo arrivati alla diretta di Reggio Emilia Tortona. Da questa stagione Ariel Filloy gioca con la Bertram: ne abbiamo parlato più di una volta come di un ex, e non fa eccezione la partita di oggi. Il playmaker italo-argentino ha vestito anche la maglia della Reggiana: era la stagione 2013-2014, quella precedente alla conquista della prima finale scudetto. Era però anche la stagione della EuroChallenge messa in bacheca, e dunque di una presa di consapevolezza del livello che la squadra di Max Menetti potesse raggiungere; in campionato Reggio Emilia aveva chiuso al settimo posto qualificandosi ancora ai playoff, dove aveva dato filo da torcere alla Siena campione in carica vincendo gara-1 al PalaEstra e trovandosi 2-1 nella serie, ma alla fine cadendo per 3-2.

L’anno dopo, come detto, finalmente la finale; di quel roster facevano parte Rimas Kaukenas e Andrea Cinciarini che era il playmaker titolare, poi Riccardo Cervi e James White oltre a Troy Bell; Filloy giocava poco, tanto da avere 6 minuti (0 punti) in gara-5 dei quarti di finale. Ora è protagonista con Derthona, dopo esserlo stato con tante altre squadre: lo sarà anche stasera? Scopriamolo insieme: mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia il parquet della Unipol Arena, a Casalecchio di Reno è tutto pronto e la palla a due di Reggio Emilia Tortona si può alzare! (agg. di Claudio Franceschini)

REGGIO EMILIA TORTONA: I TESTA A TESTA

La storia di Reggio Emilia Tortona non ci presenta testa a testa ufficiali, o comunque registrati negli archivi: naturalmente stiamo parlando di società diverse, e riferendoci all’epoca recente bisogna ricordare che la Bertram è al primo campionato di sempre in Serie A1, ma ancora 7 anni fa si trovava in B Nazionale da cui poi ha conquistato la promozione. Per dirla tutta, mentre la società piemontese provava a superare l’ostico scoglio della Serie C (dove è rimasta di fatto per 16 anni), Reggio Emilia non era troppo competitiva ma faceva comunque la spola tra i principali due campionati, dunque stiamo parlando di Serie A e di un livello diverso rispetto a quello di una Tortona che ha cominciato a cambiare passo poco tempo fa.

Ad ogni modo possiamo anche notare come le due società siano state fondate a distanza di 19 anni, e che prima (nel 1955) sia nata la Derthona Basket; ecco, le cronache ci raccontano che negli anni Settanta – almeno nella prima parte – entrambe sono state impegnate in Serie D, poi Reggio Emilia ha ottenuto la promozione nel 1976 e Tortona l’ha seguita due stagioni più tardi. Oggi per la prima volta sono avversarie in Serie A1, e si giocano un posto nella Final Eight di Coppa Italia: di strada ne hanno fatta eccome… (agg. di Claudio Franceschini)

REGGIO EMILIA TORTONA: SQUADRE IN SALUTE!

Reggio Emilia Tortona si gioca in diretta alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, con palla a due alle ore 18:30 di giovedì 6 gennaio: la partita è valida per la 13^ giornata nel campionato di basket Serie A1 2021-2022, si doveva giocare a Santo Stefano ma a causa del Covid è slittata fino all’Epifania. Rappresenta una sfida diretta per l’ingresso alla Final Eight di Coppa Italia: entrambe le squadre hanno infatti 12 punti in classifica – come Brescia e Treviso – e la sorpresa è certamente rappresenta dalla Bertram, che prima dello stop aveva battuto anche Venezia e prosegue dunque in un torneo nel quale, da neopromossa, ha il 50% di vittorie.

La Unahotels è certamente più navigata, ma viene da stagioni difficili e dunque non è scontato che risalga la corrente; intanto nell’ultimo turno disputato prima di Natale aveva saputo vincere sul parquet di Pesaro (che era avversaria in salute e fiducia) riuscendo a rimanere in corsa in una classifica particolarmente corta, e che potrebbe regalare ancora tante sorprese. Vedremo allora cosa succederà nella diretta di Reggio Emilia Tortona; mentre aspettiamo che si giochi analizziamo rapidamente quelli che potrebbero essere i temi principali che emergeranno dal pomeriggio alla Unipol Arena.

DIRETTA REGGIO EMILIA TORTONA: RISULTATI E CONTESTO

Con una situazione di classifica identica, Reggio Emilia Tortona diventa inevitabilmente uno spareggio: mancano ancora tre giornate per chiudere il tormentato girone di andata, ma per come stanno adesso le cose una partita di questo genere ha il sapore dello spareggio per l’accesso alla Coppa Italia (quattro squadre per due posti a quota 12), da sotto arrivano almeno tre rivali che potrebbero operare il sorpasso ma davanti, per contro, ce ne sono altre tre che sono ad una sola gara di distanza. Insomma: come detto una classifica corta, e Unahotels e Bertram rappresentano al meglio questo equilibrio visto che hanno 6 vittorie e altrettante sconfitte.

Come detto Derthona Basket è una rivelazione, perché fino a pochi mesi fa non aveva mai messo piede in Serie A1 e invece sta lottando per un posto nei playoff; Reggio Emilia negli ultimi anni ha raggiunto per due volte la finale e ha letteralmente sfiorato uno scudetto, dunque non è nuova a certe atmosfere anche se, dopo l’addio di Max Menetti, non è più tornata alla post season e ora con Attilio Caja, subentrato in corsa nell’ultima stagione, ha una bella occasione per prendersi anche questo obiettivo e ripartire idealmente verso un altro ciclo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA