Diretta/ Roma-Genoa (risultato finale 3-3): pari spettacolare all’Olimpico

- Claudio Franceschini

Diretta Roma Genoa streaming video DAZN: risultato live della sfida nella 1^ giornata di Serie A. Edin Dzeko, dopo le voci sull’addio, inizia la sua quinta stagione giallorossa.

Florenzi Kouame Roma Genoa lapresse 2019
Diretta Roma Genoa, Serie A 1^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ROMA-GENOA (RISULTATO FINALE 3-3): PARI SPETTACOLARE ALL’OLIMPICO

Pareggio spettacolare tra Roma e Genoa, finisce 3-3 la sfida dell’Olimpico con Aurelio Andreazzoli che manda di traverso l’esordio in Serie A di Paulo Fonseca che in questa prima giornata di campionato raccoglie soltanto un punto e probabilmente molto meno di quanto i suoi giocatori hanno seminato. Nel finale il tecnico portoghese si affida a forze fresche sulle corsie esterne con Zappacosta che prende il posto di Florenzi che anche stasera ha dato tutto e qualcosa di più per i suoi colori. A dieci minuti dal novantesimo Dzeko va a un passo dalla doppietta, il pallone termina sul fondo dopo aver attraversato tutta l’area di rigore. In campo saltano tutti gli schemi, più che un incontro di calcio sembra una partita di flipper, l’arbitro Calvarese prolunga la contesa di quattro minuti per recuperare il tempo perduto ma ormai le due squadre sono troppo stanche per combinare ancora qualcosa di buono. {agg. di Stefano Belli}

KOUAMÉ GELA L’OLIMPICO

Alla mezz’ora del secondo tempo Roma e Genoa sono sul 3-3. Ritmi sempre indiavolati all’Olimpico con le due squadre incapaci di gestire, tenere palla e addormentare la partita, l’atteggiamento dei giallorossi non è cambiato dopo il gol di Kolarov e continuano ad attaccare con l’obiettivo di calare il poker. La compagine di Andreazzoli si affida all’arma del contropiede per mettere in difficoltà gli avversari che hanno nel reparto difensivo il loro evidente punto debole. Da registrare il debutto ufficiale con la sua nuova maglia di Gianluca Mancini, entrato al posto di Juan Jesus. Un cambio forse non azzeccatissimo visto che al 70′ anche i grifoni vanno a segno per la terza volta con Kouamé, lasciato libero di concludere a rete proprio dall’ex-difensore dell’Atalanta. Partita infinita che non finisce mai, può succedere ancora di tutto da qui al triplice fischio di Calvarese. {agg. di Stefano Belli}

SILURO DI KOLAROV!

Roma e Genoa di nuovo in campo all’Olimpico per il secondo tempo, al decimo della ripresa il punteggio vede la formazione di Paulo Fonseca di nuovo in vantaggio per 3 a 2. I giallorossi tornano ad attaccare in forze, il quinto gol della serata arriva su palla inattiva. Dai 25 metri Kolarov batte una punizione delle sue, il pallone scheggia sulla traversa e poi rimbalza sulla linea di porta, serve l’intervento della goal line technology per convalidare la conclusione vincente del terzino serbo. Ancora una volta gli uomini di Andreazzoli sono chiamati a reagire ma hanno già dimostrato di non tirarsi affatto indietro di fronte alle avversità, i capitolini se li dovranno sudare parecchio questi tre punti. Da qui al novantesimo lo spettacolo è assicurato. {agg. di Stefano Belli}

CRISCITO RISPONDE A DZEKO!

Il primo tempo di Roma-Genoa si è concluso sul punteggio di 2 a 2. Al 31′ la formazione di Paulo Fonseca torna a condurre grazie all’ultima invenzione di Edin Dzeko che umilia Cristian Zapata con un tunnel e calcia con potenza e precisione, costringendo Radu a raccogliere il pallone in fondo alla rete. L’Olimpico in festa trascina i giallorossi che sulle ali dell’entusiasmo continuano ad attaccare, al 33′ Zapata si fa perdonare deviando in calcio d’angolo il tiro di Zaniolo, sugli sviluppi del corner il portiere di Andreazzoli compie un autentico miracolo sventando il missile dalla lunga distanza di Florenzi. Quando i capitolini attaccano per i grifoni sono dolori, peccato che in fase difensiva i padroni di casa lascino parecchio a desiderare: Juan Jesus interviene in maniera scriteriata su Pinamonti all’interno dell’area di rigore, l’arbitro Calvarese non può far finta di nulla e indica il dischetto. Mimmo Criscito trasforma con freddezza firmando il 2-2, già quattro gol nella prima frazione di gioco, merito dell’atteggiamento spregiudicato delle due squadre, entrambe votate all’attacco ma con difese ballerine. {agg. di Stefano Belli}

INAMONTI RIPRENDE I GIALLOROSSI

È durato meno di dieci minuti il vantaggio della Roma all’Olimpico: al quarto d’ora il Genoa pareggia i conti con Pinamonti che riceve palla e la scaraventa sotto la traversa dove Pau Lopez non può nemmeno arrivarci con le molle sotto ai piedi. Tutto da rifare per i giallorossi che dopo aver sfiorato il 2 a 0 con Under si sono fatti raggiungere dagli avversari, bravi a non farsi prendere dal panico e a fronteggiare una situazione sfavorevole. Al 23′ un malinteso tra Fazio e Florenzi non provoca un autentico disastroso, Pinamonti non è abbastanza lesto ad approfittarne e i difensori di Paulo Fonseca riescono a spazzare via la sfera. Quattro minuti più tardi Dzeko prova a timbrare il cartellino, il bosniaco si invola verso la porta, Radu esce dai pali e lo anticipa togliendo le castagne dal fuoco ai suoi. Da segnalare una breve interruzione per il cooling break, serata calda e umida sebbene nel pomeriggio sulla Capitale si sia abbattuto un temporale. Al trentesimo del primo tempo il punteggio è di 1-1{agg. di Stefano Belli}

UNDER INFIAMMA L’OLIMPICO!

È cominciato da circa dieci minuti il campionato di Roma e Genoa, al momento il punteggio vede la formazione di Paulo Fonseca in vantaggio per 1 a 0. Come era lecito attendersi sono i giallorossi a prendere immediatamente in mano la situazione facendo girare velocemente palla nella metà campo avversaria. Florenzi cerca la porta dalla distanza senza impensierire più di tanto Radu, ci pensa Cengiz Under a sbloccarla con una grande azione personale. Il turco infiamma l’Olimpico piazzandola all’angolino dove l’estremo difensore rumeno non può assolutamente arrivarci, il numero 17 capitolino ci prende gusto e vuole concedere subito il bis, mancando l’appuntamento con la doppietta: palla a lato. Gara in salita per i grifoni chiamati a reagire al più presto, dovranno uscire allo scoperto stando comunque attenti a non concedere spazi per il contropiede dei padroni di casa. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE ROMA GENOA

La diretta tv di Roma Genoa non sarà disponibile sui canali tradizionali: la partita sarà infatti una di quelle fornite in esclusiva dalla piattaforma DAZN (tre per ogni giornata di Serie A). Gli abbonati potranno allora seguire le immagini in diretta streaming video attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone oppure, in alternativa, installare l’applicazione direttamente sul televisore, a patto che si tratti di una smart tv con connessione a internet.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Subito grandi suggestioni in Roma Genoa – che sta per cominciare – se guardiamo al confronto tra gli allenatori: da una parte l’esordio assoluto in Serie A del portoghese Paulo Fonseca – uno dei quattro tecnici stranieri del campionato – dall’altra il ritorno di Aurelio Andreazzoli contro una società che lo ha visto a lungo protagonista come assistente e collaboratore, ma anche come allenatore della prima squadra nel 2012-2013, in sostituzione di Zdenek Zeman. Ad Andreazzoli è sempre stata riconosciuta la capacità di sviluppare un ottimo calcio: lo ha fatto vedere anche con l’Empoli, prima portato in Serie A a suon di goleade e poi quasi salvato a San Siro, obiettivo mancato sul finale in un campionato nel quale nel frattempo era stato esonerato per poi venire richiamato. Fonseca invece arriva dall’esperienza nello Shakhtar Donetsk: era dai tempi di Rudi Garcia che la Roma non aveva un allenatore straniero (dunque dall’inizio del 2016), ma nel nuovo millennio ci sono già stati Rudi Voeller, Luis Enrique e il già citato Zeman. Chissà se il portoghese riuscirà ad avvicinare i grandi numeri timbrati dai predecessori Niels Liedholm ed Helenio Herrera… Ora parola al campo: Roma Genoa comincia! ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Lo. Pellegrini; Cengiz Under, Zaniolo, Perotti; Dzeko. Allenatore: Paulo Fonseca GENOA (3-5-2): I. Radu; C. Romero, C. Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Radovanovic, Schone, Barreca; Pinamonti, Kouamé. Allenatore: Aurelio Andreazzoli (Agg di Claudio Franceschini)

NEL SEGNO DI DZEKO

Siamo quasi pronti a vivere la diretta di Roma Genoa: alla fine Edin Dzeko, che sembrava destinato all’Inter, ha scelto di rinnovare il contratto con la squadra giallorossa e dunque inizia qui la sua quinta stagione. Le cifre non mentono: con 87 gol in 179 partite l’attaccante bosniaco è stato uno dei grandi protagonisti delle vicende romaniste, anche se spesso e volentieri non ha mostrato grande costanza e ha già due campionati (il primo e l’ultimo) senza arrivare in doppia cifra. In mezzo però Dzeko si è anche laureato capocannoniere della Serie A, e dunque è inevitabile che Paulo Fonseca parta dalla sua capacità di mettere il pallone in porta; dall’altra parte è chiamato ad una grande stagione soprattutto Andrea Pinamonti, già messosi in luce a Frosinone ma soprattutto reduce da un ottimo Mondiale Under 20. Si giocherà la maglia con Antonio Sanabria, ex della partita: il paraguaiano, partito fortissimo, non ha lasciato grandi tracce nei sei mesi scorsi e adesso vuole il giusto riscatto, che può arrivare soltanto realizzando reti pesanti per il Grifone. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ROMA GENOA: I TESTA A TESTA

La lunga tradizione di Roma Genoa ci presenta una partita che il Grifone non vince da tempo immemore: stiamo parlando di un gol realizzato da Giannis Fetfatzidis nel maggio 2014, ultima giornata di un campionato che i giallorossi avevano chiuso al secondo posto a -17 dalla Juventus dei 102 punti, ma che aveva rappresentato in generale un ottimo impatto di Rudi Garcia con il nostro campionato. Da allora il Genoa ha raccolto appena due pareggi in dieci confronti, anche se l’ultimo rappresenta anche il precedente più recente con un finale pirotecnico, il pareggio di Cristian Romero (dopo il gol di Stephan El Shaarawy) e poi il rigore parato da Antonio Mirante ad Antonio Sanabria, praticamente all’ultimo secondo. In virtù di quel pareggio la Roma ha perso lo sprint giusto per tornare in Champions League; sulla panchina del Genoa, salvo al termine di un campionato traballante, c’era Cesare Prandelli che è stato formalmente allenatore dei giallorossi ma non ha mai esordito ufficialmente, costretto a dare le dimissioni per le precarie condizioni di salute della moglie poi prematuramente scomparsa. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ROMA GENOA: ARBITRA CALVARESE

La sfida di Serie A Roma Genoa verrà diretta dal signor Gianpaolo Calvarese, della sezione di Teramo e con lui questa sera vedremo in campo gli assistenti Stefano Liberti della sezione di Pisa e Dario Cecconi della sezione di Pisa: il IV ufficiale di gara sarà Riccardo Ros della sezione di Torino. L’assistente Var sarà Michael Fabbri e il vice assistente Matteo Passeri. In attesa del fischio d’inizio per la prima giornata di campionato, andiamo a conoscere meglio il primo direttore di gara. Dati alla mano apprendiamo che Calvarese in carriera ha diretto complessivamente 123 partite in serie A, dove ha pure messo a tabella 551 ammonizioni, 24 doppie ammonizioni, 10 espulsioni e 35 rigori assegnati. Va quindi aggiunto che Calvarese ha arbitrato 15 volte la Roma (sotto la sua direzione i giallorossi hanno vinto 9 volte finora), mentre i precedenti con il Genoa fino ad oggi sono 8, senza alcuna vittoria per i grifoni.

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Roma Genoa, in diretta dallo stadio Olimpico alle ore 20:45 di domenica 25 agosto, si gioca per la prima giornata del campionato di Serie A 2019-2020: esordio nel torneo per le due squadre e subito bella suggestione che arriva dalle panchine. I giallorossi, dopo l’interregno di Ranieri, hanno deciso di affidarsi al portoghese Paulo Fonseca per ripartire: l’ultimo straniero, Rudi Garcia, era partito alla grande e si spera che il feeling possa essere lo stesso, anche perchè bisogna superare un’estate che ha portato agli addii di due monumenti come Daniele De Rossi e Francesco Totti, peraltro entrambi – il secondo soprattutto – venati di polemiche. Dall’altra parte c’è Aurelio Andreazzoli, che con la Roma ha lavorato per tanti anni diventandone anche allenatore: avrebbe meritato la salvezza con l’Empoli ma ha dovuto capitolare, con il suo calcio propositivo ha comunque guadagnato un’altra possibilità in Serie A e sa che quella rossoblu è una piazza esigente e a caccia di riscatto. Vedremo dunque quello che succederà nella diretta di Roma Genoa: aspettandone il calcio d’inizio, valutiamo quello che possono essere le scelte da parte dei tecnici per le probabili formazioni sul terreno di gioco.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA GENOA

Fonseca giocherà con il 4-2-3-1, ma per Roma Genoa deve sciogliere tanti nodi: c’è almeno un ballottaggio per ogni reparto, in difesa davanti a Pau Lopez giocherà uno tra Gabriele Mancini e Juan Jesus (al fianco di Fazio) con Florenzi e Kolarov che sembrano invece certi della maglia sugli esterni. A centrocampo Amadou Diawara insidia il posto di Veretout, Cristante sarà il mediano di spinta mentre davanti a lui Lorenzo Pellegrini è in ballottaggio con Perotti, che farebbe allargare a destra Zaniolo. Occhio anche alla possibilità di vedere Justin Kluivert – ma Cengiz Under è favorito – davanti giocherà Dzeko che alla fine ha scelto di rinnovare. Genoa schierato invece con la difesa a tre: Biraschi e Cristian Zapata accompagnano Cristian Romero (tornato in prestito dalla Juventus) a protezione di Ionut Radu, avanzano allora la loro posizione Romulo e Criscito che opereranno sugli esterni, dovendo accompagnare la regia di Radovanovic e le due mezzali, il grande colpo Lasse Schone e il confermato Lerager. Punti di domanda aperti per l’attacco: Pinamonti in vantaggio su Sanabria e Kouamé su Pandev, più defilato Favilli che però ha disputato un buon precampionato.

QUOTE E PRONOSTICO

Ovviamente in Roma Genoa sono i giallorossi a partire nettamente favoriti: lo stabilisce anche l’agenzia di scommesse Snai, secondo cui il segno 1 per la vittoria interna vale 1,45 volte la puntata mentre l’eventualità della vittoria del Grifone, regolata dal segno 2, vi farebbe guadagnare una somma pari a 8,25 volte quanto messo sul piatto. Il pareggio, identificato dal segno X, porta in dote una vincita corrispondente a 4,00 volte la giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA