Diretta/ Roma-Sassuolo (risultato finale 4-2): i giallorossi ritrovano la vittoria

- Claudio Franceschini

Diretta Roma Sassuolo streaming video e tv: nella terza giornata di Serie A i giallorossi vanno ancora a caccia della prima vittoria, e ospitano i neroverdi reduci dal poker alla Sampdoria.

Fazio Berardi Roma Sassuolo lapresse 2019
Diretta Roma Sassuolo, Serie A 3^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ROMA-SASSUOLO (RISULTATO FINALE 4-2): I GIALLOROSSI RITROVANO LA VITTORIA

La Roma ritrova la vittoria in campionato, all’Olimpico finisce 4-2 la sfida con il Sassuolo, i giallorossi ipotecano i tre punti nel primo tempo andando a segno con Cristante, Dzeko, Mkhitaryan e Kluivert. Un poker che rintrona i neroverdi, bravi comunque ad accorciare le distanze e a ridurre il passivo nella ripresa con la doppietta di Berardi, sempre più capocannoniere di queste prime giornate di Serie A. Comprensibilmente nella seconda frazione di gioco gli uomini di Paulo Fonseca hanno tirato i remi in barca pensando anche alla partita di giovedì prossimo contro il Basaksehir. Nel recupero Pastore si divora incredibilmente il gol del 5-2 a pochi centimetri da Consigli, dall’altra parte Caputo non è da meno, l’ex-centravanti dell’Empoli sbaglia un rigore in movimento graziando Pau Lopez. Roma troppo allegra in difesa ma là davanti ci sarà parecchio da divertirsi quest’anno. {agg. di Stefano Belli}

DOPPIETTA DI BERARDI

Quando mancano circa quindici minuti al novantesimo il punteggio di Roma-Sassuolo vede i giallorossi in vantaggio per 4-2. In questa fase del match hanno decisamente abbassato i ritmi, in vista della sfida di Europa League contro il Basaksehir in programma giovedì prossimo è fondamentale per gli uomini di Paulo Fonseca risparmiare un po’ di energie e gestirsi per evitare infortuni (visto che in questo periodo l’infermeria del club capitolino è già abbastanza affollata). Al 57′ i padroni di casa colpiscono il terzo legno del match con il palo interno di Mancini, dieci minuti più tardi occasione per i neroverdi di ridurre ulteriormente le distanze con Caputo che manca la porta per questione di centimetri con Pau Lopez scavalcato dalla traiettoria del pallone e che può tirare un grosso sospiro di sollievo. Al 71′ altra invenzione di Pellegrini che prolunga per Dzeko, l’attaccante bosniaco si prepara per la conclusione a rete ma viene fermato da Chiriches che da dietro gli sradica il pallone senza commettere fallo. Da segnalare l’ingresso di Zaniolo al posto di Kluivert e soprattutto la doppietta di Berardi (cinque gol in due partite per lui!), anche oggi la Roma si scopre vulnerabile in difesa. {agg. di Stefano Belli}

BERARDI ACCORCIA LE DISTANZE

Al 10′ del secondo tempo il punteggio di Roma-Sassuolo è di 4-1 per i giallorossi. In questo inizio di ripresa gli uomini di Paulo Fonseca hanno colpito due legni, nonostante il risultato acquisito e il match chiuso a doppia mandata i capitolini non si sono mai fermati. Al 46′ Kluivert ingrana la quarta sulla corsia di destra ma invece di provare la conclusione serve Dzeko che era palesemente in fuorigioco, il guardalinee alza prontamente la bandierina stoppando l’ennesima azione interessante della Lupa. Sessanta secondi più tardi Pellegrini recupera palla a centrocampo e si mette in proprio scheggiando il palo, al 50′ Dzeko di testa timbra la traversa che salva Consigli dallo 0-5. Dall’altra parte i neroverdi accorciano le distanze con la splendida punizione di Berardi che spacca letteralmente la porta di Pau Lopez, quarto gol in campionato per il numero 25 di De Zerbi. {agg. di Stefano Belli}

KLUIVERT PER IL POKER GIALLOROSSO!

Intervallo all’Olimpico dove si è appena concluso il primo tempo di Roma-Sassuolo, le due squadre rientrano negli spogliatoi per l’intervallo sul punteggio di 4-0 in favore degli uomini di Paulo Fonseca, davvero straripanti in questi primi quarantacinque minuti. Al 34′ i giallorossi calano pure il poker con Justin Kluivert che parte sul filo del fuorigioco e si aggiunge all’elenco dei marcatori, l’olandese aspetta però la conferma del VAR per esultare, anche se per questione di millimetri la posizione è regolare e l’arbitro Chiffi indica il centro del campo. KO tecnico per i neroverdi che si aggirano come ectoplasmi in mezzo al campo, brusco ritorno sulla terra per gli uomini di De Zerbi reduci dal poker che a loro volta avevano inflitto alla Sampdoria due settimane fa. Da sottolineare la prestazione maiuscola di Lorenzo Pellegrini, autore di ben tre assist, e quella di Edin Dzeko che al 38′ cerca la doppietta sul lancio lungo di Florenzi, Consigli esce con i tempi giusti e gli porta via il pallone, evidentemente quattro gol subiti sono già troppi. Nel recupero Ferrari anticipa Dzeko e gli impedisce di segnare il 5-0. {agg. di Stefano Belli}

DZEKO E MKHITARYAN AFFONDANO I NEROVERDI

Alla mezz’ora del primo tempo la Roma sta battendo il Sassuolo per 3 a 0. I giallorossi sembrano aver già messo i tre punti in cassaforte anche se mancano ancora quindici minuti all’intervallo, e dire che al 16′ i neroverdi sono andati a un passo dal pareggio con il palo colpito da Defrel, dopo che il pallone è andato a sbattere sulla schiena di Pau Lopez ci ha pensato Caputo a ribadirlo in rete, peccato che l’ex-attaccante dell’Empoli fosse in offside. Scampato il pericolo i capitolini tornano a fare sul serio, al 19′ arriva il raddoppio con la firma di Dzeko che riceve palla da Kolarov, semina Ferrari che non lo marca a dovere e batte Consigli. Gli uomini di Paulo Fonesca non hanno alcuna intenzione di fermarsi, trascorrono altri tre minuti e Mkhitaryan segna il suo primo gol in Italia al termine di un’azione fulminea, De Zerbi in panchina può solo guardare rassegnato i suoi ragazzi andare completamente alla deriva. {agg. di Stefano Belli}

CRISTANTE FA GIOIRE L’OLIMPICO

L’arbitro Chiffi ha dato il via alle ostilità tra Roma e Sassuolo che si affrontano nel terzo turno di Serie A 2019-2020, quando sono trascorsi circa tredici minuti dal fischio d’inizio il risultato vede la formazione di Paulo Fonseca in vantaggio per 1 a 0. Giallorossi subito in avanti con Kluivert che al 2′ sfugge a Peluso ed entra in area di rigore, il numero 13 lo ferma con un intervento al limite, tanto che il direttore di gara fischia indicando il dischetto. Una decisione errata visto che in realtà Peluso colpisce prima il pallone e poi il giocatore, quindi non ci sono gli estremi per il penalty. Ci pensa il VAR a togliere il torto ai neroverdi, con Kolarov che si era già posizionato per trasformare il tiro dagli undici metri, sarà solo calcio d’angolo per i capitolini che continuano ad attaccare nel tentativo di sbloccare la contesa. Al 11′ Dzeko impegna Consigli che concede il corner agli avversari, sugli sviluppi del calcio d’angolo arriva l’incornata vincente di Cristante che brucia tutti sul tempo e fa gioire l’Olimpico. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE ROMA SASSUOLO

La diretta tv di Roma Sassuolo sarà trasmessa sui canali della televisione satellitare, dunque sarà riservata agli abbonati che potranno seguire la sfida su Sky Sport Serie A (numero 202 del decoder). L’alternativa, per i clienti dell’emittente che non potessero mettersi davanti a un televisore, resta quella della diretta streaming video: il servizio non comporta costi aggiuntivi ed è attivabile su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone installandovi l’applicazione Sky Go.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Il fischio d’inizio di Roma Sassuolo è ormai davvero imminente. Nei pochi minuti che ancora ci separano dalla partita per la terza giornata di Serie A possiamo andare ad analizzare le statistiche delle due squadre in questo campionato che è appena cominciato. La Roma di Paulo Fonseca ha cominciato il 2019-2020 a ritmo blando, con due pareggi nelle prime due giornate che hanno logicamente portato altrettanti punti in classifica e una differenza reti pari a zero, con quattro gol segnati e altrettanti subiti. Il Sassuolo però è davanti in classifica: tre punti per i neroverdi emiliani grazie a una vittoria e una sconfitta, ben cinque gol segnati a fronte dei tre subiti che determinano una differenza reti pari a +2. Adesso però leggiamo le formazioni ufficiali di Roma Sassuolo, poi finalmente la parola passerà al campo: la partita comincia! ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, G. Mancini, Fazio, Kolarov; Veretout, Cristante; Mkhitaryan, Lo. Pellegrini, J. Kluivert; Dzeko. Allenatore: Paulo Fonseca SASSUOLO (4-3-1-2): Consigli; Marlon, Chiriches, G. Ferrari, Peluso; Duncan, Obiang, Locatelli; D. Berardi; Caputo, Defrel. Allenatore: Roberto De Zerbi (Agg di Mauro Mantegazza)

CHI E’ L’ARBITRO DANIELE CHIFFI

Sarà il signor Daniele Chiffi di Padova ad arbitrare nella diretta di Roma Sassuolo, valevole per la terza giornata. Quest’ultimo conta 24 direzioni in prima divisione, con 91 gialli, 10 rossi e 5 rigori assegnati. Non ha mai diretto la Roma nella sua carriera, mentre con il Sassuolo sono 4 i precedenti con 1 pareggio e 3 sconfitte. Gli assistenti di linea saranno Giorgio Peretti di Verona e Mauro Vivenzi di Brescia, mentre il quarto uomo sarà Juan Luca Sacchi di Macerata, insieme al VAR Piero Giacomelli di Trieste e all’AVAR Alessio Tolfo di Pordenone.

LA ROMA DI FONSECA CERCA LA PRIMA VITTORIA CONTRO IL SASSUOLO

La sfida degli allenatori in Roma Sassuolo potrebbe essere molto interessante: fino a poco tempo fa sarebbe stata la partita di Eusebio Di Francesco, che per cinque anni e mezzo si è diviso tra queste due squadre, oggi invece mette a confronto Paulo Fonseca, l’unico allenatore straniero che fa il suo esordio in Serie A, e Roberto De Zerbi. Il quale sta confermando quanto di buono si era detto ai tempi del Foggia, con cui aveva vinto la Coppa Italia Lega Pro sfiorando la promozione in Serie B: a Benevento e appunto Reggio Emilia il tecnico ha proposto un calcio offensivo e di qualità, che forse manca del giusto equilibrio ma che sicuramente è efficace e potrebbe portare il Sassuolo a esplorare le zone europee. Fonseca ha mostrato un lato d’attacco tra i più efficaci: la sua Roma ha già segnato quattro gol nelle prime due giornate di campionato. Peccato che ne abbia incassati altrettanti, in particolar modo tre dal Genoa in casa: il portoghese deve sistemare al più presto questo aspetto, perchè il campionato italiano da questo punto di vista è complicato e una difesa ballerina potrebbe costare tante posizioni in classifica. (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA SASSUOLO: I TESTA A TESTA

Andiamo a leggere i precedenti di Roma Sassuolo, che sono 12: le due squadre infatti si incrociano regolarmente in Serie A dalla stagione 2013-2014, la prima dei neroverdi nel massimo campionato. La formazione emiliana negli anni si è rivelata quasi una bestia nera per i giallorossi: vero che non ha mai vinto questa sfida diretta, ma ha pareggiato in cinque occasioni. Di queste, ben quattro sono arrivate allo stadio Olimpico: basti pensare che per festeggiare la prima vittoria casalinga la Roma ha dovuto aspettare la quarta sfida (marzo 2017) ottenendo un 3-1 con i gol di Leandro Paredes, Mohamed Salah e Edin Dzeko dopo il vantaggio firmato Grégoire Defrel. Subito dopo però è arrivato un 1-1, mentre lo scorso anno un altro 3-1 a favore dei capitolini; davvero curioso l’andamento delle prime due partite all’Olimpico, perchè nella prima assoluta Domenico Berardi aveva pareggiato (1-1) al 94’ dopo l’autorete di Alessandro Longhi (la Roma aveva dominato in lungo e in largo) mentre il 2-2 del dicembre 2014 era arrivato dopo una doppietta di Simone Zaza realizzata al 16’ e il 18’. Quella volta erano stati i padroni di casa a festeggiare: Adem Ljajic (il primo su rigore) aveva concesso il bis tra 78’ e 93’. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Roma Sassuolo è una partita diretta dal signor Daniele Chiffi, e che rappresenta il primo dei posticipi nella terza giornata della Serie A 2019-2020: si gioca alle ore 18:00 di domenica 15 settembre, bella sfida allo stadio Olimpico tra una squadra che punta il quarto posto utile a entrare in Champions League e una che vuole provare a prendersi l’Europa. I giallorossi danno ancora la sensazione di essere un cantiere aperto: nuovo allenatore e nuovi giocatori che devono ancora inserirsi alla perfezione, nelle prime due giornate sono arrivati due pareggi (compreso quello nel derby) e l’indicazione che, se la fase offensiva funziona, in difesa è necessario registrare qualcosa. Il Sassuolo arriva in fiducia a questo appuntamento: dopo aver perso l’esordio a Torino i neroverdi hanno cambiato passo e, approfittando delle difficoltà avversarie, hanno demolito la Sampdoria confermando che le squadre di Roberto De Zerbi possono avere fiammate che rappresentano un problema per tutti. Arriva ora il momento di analizzare nel dettaglio le probabili formazioni di questa partita, dunque leggiamo le scelte dei due allenatori mentre aspettiamo la diretta di Roma Sassuolo.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA SASSUOLO

Il dubbio per Paulo Fonseca riguarda Mkhitaryan: l’armeno potrebbe essere subito titolare come esterno sinistro sulla linea delle mezzepunte, in alternativa è pronto Florenzi che, avanzando la sua posizione, aprirebbe ad una maglia da titolare per Santon (Zappacosta è infortunato, come Perotti e Cengiz Under). Smalling favorito su Gianluca Mancini, Veretout in vantaggio su Amadou Diawara: questi i due ballottaggi per il tecnico portoghese, che completerà la difesa davanti a Pau Lopez con Fazio e Kolarov e confermerà Cristante davanti al reparto arretrato. Zaniolo e Lorenzo Pellegrini dovrebbero invece essere gli altri due supporti per la prima punta Dzeko, ancora in gol con la Bosnia. Nel Sassuolo Defrel, tornato a giocare con questa maglia, potrebbe relegare in panchina Boga: il francese si candida ad affiancare Domenico Berardi e Caputo nel tridente neroverde, per il resto Muldur e Toljan si giocano il posto come terzino destro mentre Duncan e Locatelli sono in ballottaggio per giocare con Hamed Traoré e Obiang a centrocampo. In difesa vedremo anche la coppia centrale formata da Gian Marco Ferrari e Marlon; a sinistra, vista la lunga indisponibilità di Rogério, ci sarà Peluso con Consigli che naturalmente sarà il portiere.

QUOTE E PRONOSTICO

I giallorossi sono decisamente favoriti nel pronostico di Roma Sassuolo, come ci dice anche l’agenzia di scommesse Snai: secondo questo bookmaker la vittoria interna, regolata dal segno 1, vale 1,70 volte la cifra messa sul tavolo mentre l’ipotesi del successo neroverde, identificata dal segno 2, vi farebbe guadagnare una somma pari a 4,75 volte quanto investito. Il segno X regola il pareggio: qui il guadagno corrisponderebbe a 4,00 volte quello che avrete deciso di puntare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA