DIRETTA/ Salernitana Venezia (risultato finale 2-1) streaming e tv: accorcia Zigoni!

- Mauro Mantegazza

Diretta Salernitana Venezia playout di Serie B streaming video e tv: probabili formazioni, orario, quote e risultato live dell’andata (5 giugno).

Falzerano Venezia Salernitana
Diretta Salernitana Venezia (repertorio LaPresse)

DIRETTA SALERNITANA VENEZIA (2-1 FINALE): ACCORCIA ZIGONI!

Il Venezia tenta il tutto per tutto nella parte conclusiva della partita ed ha tre occasioni da gol in serie tra la mezz’ora ed il 36′. Prima Lombardi schiaccia di testa su cross di Pinato, col pallone che finisce di poco a lato. Quindi Lombardi restituisce il favore a Pinato, che sfiora il palo con una conclusione dalla lunga distanza. Infine al 36′ ancora Lombardi pesca Modolo che, da ottima posizione, spreca il suo colpo di testa. La Salernitana inserisce Calaiò per Djuric, la Salernitana mette dentro Akpa-Akpro al posto di Minala e sembra in grado di mandare in porto l’importantissimo 2-0. Ci sono però 6′ di recupero, Cosmi inserisce Segre al posto di Pinato e il Venezia accorcia le distanze al 47′: è ancora Zigoni l’uomo della provvidenza per i lagunari, perfetto il suo colpo di testa su cross di Coppolaro. E a 96′ ormai scaduto, Micai deve superarsi su un colpo di testa di Rossi, negando il pari. La salvezza si giocherà allo stadio Penzo nel match di ritorno dei play out tra Venezia e Salernitana, si ripartità da questo 1-2 in favore dei granata. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE SALERNITANA VENEZIA 

Salernitana Venezia, salvo variazioni di palinsesto, sarà disponibile in diretta streaming video tramite la piattaforma DAZN, che in questo campionato è diventata la casa della Serie B trasmettendo tutte le partite del campionato cadetto. Non ci sarà però una diretta tv “classica” per la partita dello stadio Arechi.

PRESSIONE VENETA

A metà ripresa la Salernitana continua a condurre col punteggio di 2-0 sul Venezia in questo match d’andata dei play off di Serie B. I lagunari provano ad attaccare ma la prima nota di cronaca è al 7′ del secondo tempo con un’ammonizione per Lombardi per simulazione. Al 9′ Cosmi si gioca la carta Zigoni, sostituendo Pimenta e inserendo l’attaccante provvidenziale per permettere al Venezia di ottenere i play off. All’11’ viene ammonito anche Bruscagin per un fallo su Orlando. Al 17′ buona occasione per gli ospiti con una conclusione di Pinato da fuori area che, deviata da Di Tacchio, esce davvero di poco a lato. Al 18′ ancora cambio per il Venezia con Alessandro Rossi che sostituisce Bocalon, mentre al 20′ nella Salernitana è Djavan Anderson a prendere il posto di Orlando. Al 21′ un destro di Zampano finisce abbondantemente alto, mentre al 24′ si spegne sul fondo un colpo di testa di Modolo. (agg. di Fabio Belli)

I LAGUNARI RECLAMANO

Un brutto colpo per il Venezia il doppio vantaggio costruito dalla Salernitana nei primi 25′ di gioco. I lagunari provano comunque a riguadagnare campo e al 35′ protestano veementemente per un tocco di mano di Mantovani nell’area granata. Il Venezia chiede la concessione del calcio di rigore ma l’arbitro, dopo la review al VAR, decide di soprassedere, nonostante le proteste degli uomini di Cosmi continuino: l’arbitro Di Paolo ritiene il tocco di Mantovani, evidente, non sanzionabile. Lombardi è il più vivace offensivamente per gli ospiti, al 41′ rientra bene e lascia partire una conclusione a girare che viene però neutralizzata efficacemente da Micai. 2′ di recupero e la prima frazione di gioco si chiude con la Salernitana in vantaggio 2-0 sul Venezia. (agg. di Fabio Belli)

A SEGNO DJURIC E JALLOW!

La Salernitana rompe il ghiaccio nel match, Pucino chiude bene su Pinato dopo un velo di Bocalon. Problema fisico per Di Tacchio al 7′, una ferita al volto lo costringe alle cure dei sanitari ma è comunque in grado di proseguire la partita. Al 10′ buon anticipo di Minala su Lombardi, al 12′ è Odjer abile a coprire su Zampano. In una fase di stallo ed equilibrio, al 14′ la Salernitana trova il gol. Jallow lancia la sovrapposizione di Walter Lopez che crossa per la testa di Djuric, che sfrutta la sua fisicità per sovrastare Bruscagin e trovare l’inzuccata vincente per l’1-0 in favore dei granata. Al 20′ dopo un momento di smarrimento prova a reagire il Venezia, un cross di Zampano trova la testa di Bocalon, ma non c’è precisione. Al 25′ la Salernitana raddoppia: si scambiano i ruoli del primo gol, Walter Lopez va alla rimessa laterale e trova la spizzata di testa di Djuric, irrompe Jallow che beffa Vicario per il 2-0. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto è pronto per il fischio d’inizio di Salernitana Venezia, partita d’andata dei sospirati e quasi famigerati playout di Serie B. Un anno fa gli spareggi per la salvezza furono all’insegna del grande equilibrio, tanto che ci furono due pareggi per 0-0 tra Ascoli ed Entella, con i marchigiani che ebbero la meglio grazie al miglior piazzamento nella classifica del campionato – vantaggio che stavolta sarebbe del Venezia. Due anni fa invece i playout saltarono perché il Trapani quartultimo arrivò con cinque punti di distacco dalla Ternana quintultima, che dunque si salvò senza dover ricorrere agli spareggi di fine campionato. Citiamo anche il precedente del 2016, perché riguarda la Salernitana, che ebbe nettamente la meglio sul Lanciano vincendo sia all’andata (1-4 in trasferta) sia al ritorno in casa (1-0). Quest’anno cosa succederà? Parola al campo per scoprirlo: Salernitana Venezia comincia! SALERNITANA (4-3-3): Micai; Pucino, Mantovani, Migliorini, W. Lopez; Odjer, Di Tacchio, Minala; Orlando, Djuric, Jallow. VENEZIA (4-3-3): Vicario; Zampano, Modolo, Coppolaro, Bruscagin; Bentivoglio, Schiavone, Pinato; Lombardi, Bocalon, Pimenta. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SALERNITANA VENEZIA: I PRECEDENTI

Verso la diretta di Salernitana Venezia, possiamo adesso fare un tuffo nella storia della partita che oggi è valida per l’andata dei playout di Serie B allo stadio Arechi. In totale contiamo 30 sfide in partite ufficiali tra i campani e i veneti, con un bilancio in quasi perfetta parità fatto di undici vittorie della Salernitana, dieci successi per il Venezia e nove pareggi. I lagunari sono invece in vantaggio per quanto riguarda il numero dei gol segnati, ma anche in questo caso la differenza è davvero minima (30 contro 29). Naturalmente il bilancio diventa molto più favorevole alla Salernitana se contiamo solamente le partite giocate in Campania: su quindici confronti, contiamo otto successi per i padroni di casa, sei pareggi e un solo colpaccio esterno per il Venezia, che risale al 10 novembre 2000. I gol segnati sono in questo caso 19 per la Salernitana e 9 per il Venezia. Quasi tutti i confronti sono stati giocati in Serie B, per la precisione 28 su 30, tutti in stagione regolare prima di questi playout. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ULTIMA SENTENZA

In avvicinamento alla diretta di Salernitana Venezia, dobbiamo sottolineare il fatto che solamente lunedì abbiamo avuto la certezza di disputare davvero questo playout di Serie B. L’interesse preminente è quello “alla conclusione” del torneo di serie B per consentire alle squadre di preparare la prossima stagione: così il Tar del Lazio appunto lunedì ha motivato la sua decisione di non accogliere il ricorso del Venezia contro la sentenza che aveva ristabilito i playout per Salernitana e Venezia, dal momento che il Palermo è stato salvato dalla retrocessione a tavolino. Dunque in sostanza appena 48 ore fa è arrivata la conferma definitiva per far disputare i playout di serie B, con tutte le conseguenze che si possono immaginare in fase di preparazione a questa sfida così delicata, nella quale campani e veneti si giocano una stagione intera. È stata fissata al contempo l’udienza dell’11 giugno per la trattazione collegiale del ricorso in camera di consiglio, a quel punto però almeno sul campo tutti i verdetti saranno già stati emessi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SALERNITANA VENEZIA: ORARIO E PRESENTAZIONE

Salernitana Venezia, in diretta dallo stadio Arechi di Salerno, si gioca alle ore 20.45 di questa sera, mercoledì 5 giugno 2019, come partita d’andata dei tanto discussi playout di Serie B che dovranno stabilire l’ultima retrocessione. Salernitana Venezia si gioca a quasi un mese di distanza dalla fine della stagione regolare a causa delle note vicende che hanno coinvolto la Serie B in queste settimane. Dunque la grande incognita che dominerà questo doppio confronto (ritorno domenica a Venezia) sarà proprio la lunga pausa, nella quale per di più Salernitana e Venezia sono state a lungo convinte di essere ormai salve. Le ultime sentenze sono arrivate come acqua gelida e adesso campani e veneti devono tornare in campo per giocarsi tutto in due partite nel giro di pochi giorni. Non si annuncia un compito facile: Leonardo Menichini e Serse Cosmi devono affrontare una situazione che definire particolare è riduttivo, vedremo chi ne saprà uscire meglio.

PROBABILI FORMAZIONI SALERNITANA VENEZIA

Parlando adesso delle probabili formazioni di Salernitana Venezia, dobbiamo ribadire quanto già accennato in precedenza, cioè che le due squadre sono ferme da quasi un mese e dunque solo gli allenatori che hanno visto in azione i loro ragazzi in questi giorni sanno su chi potranno davvero puntare dopo un stop così lungo, che può pesare sia sul fisico sia mentalmente. Leonardo Menichini potrebbe ripartire dal modulo 4-2-3-1 che aveva utilizzato nell’ultima giornata della stagione regolare – tra l’altro prima partita per lui sulla panchina della Salernitana, altro dettaglio che rende la situazione ancora più particolare. Nel Venezia di Serse Cosmi disegniamo invece il modulo 4-3-3, che dovrebbe essere imperniato su un attacco che difficilmente farà a meno di Zigoni dopo la tripletta nell’ultima giornata di campionato.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo ai pronostici su Salernitana Venezia. L’agenzia di scommesse sportive Snai vede leggermente favorita, anche grazie al fattore campo, la Salernitana: il segno 1 infatti è quotato a 2,50. Si sale poi a quota 2,95 in caso di pareggio, naturalmente identificato dal segno X, mentre una vittoria esterna da parte del Venezia varrebbe 3,05 volte la posta in palio per chi avrà puntato sul segno 2 che favorisce i lagunari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA