Diretta/ Sassari Fortitudo Bologna (finale 89-86) streaming tv: sorpasso sardo!

- Claudio Franceschini

Diretta Sassari Fortitudo Bologna streaming video tv: orario e risultato live della partita valida per la 4^ giornata nel campionato di basket Serie A1, si gioca al PalaSerradimigni.

Pozzecco Sacchetti saluto lapresse 2020 640x300
Diretta Sassari Fortitudo Bologna, basket Serie A1 4^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA SASSARI FORTITUDO BOLOGNA (FINALE 89-86): SORPASSO SARDO!

Clamoroso epilogo nella sfida del massimo campionato di basket tra Banco di Sardegna Sassari e Fortitudo Bologna. I padroni di casa, sotto di 8 punti alla fine del terzo quarto, piazzano il sorpasso con l’ultimo parziale vinto 29-18 e si affermano col punteggio finale di 89-86 in un match che sembrava ormai perso. Nonostante si sia affermato Banks come miglior marcatore della partita, con 23 punti realizzati per i felsinei, Spissu è salito in cattedra arrivando a 22 punti personali, seguito da Bilan con 18. Sassari è stata straripante sotto canestro ed è finalmente riuscita ad arginare in difesa le giocate avversarie: dopo aver riagganciato gli avversari sull’83-83 i sardi hanno preso in mano il comando nelle battute finai senza lasciarlo più. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA SASSARI FORTITUDO BOLOGNA IN STREAMING VIDEO: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Sassari Fortitudo Bologna non è una di quelle che per questo turno di campionato saranno trasmesse sui nostri canali; in alternativa però, come sempre, resta valido l’appuntamento con il portale Eurosport Player, che fornisce a tutti i suoi abbonati la possibilità di seguire le partite di basket Serie A1 in diretta streaming video. Sul sito ufficiale www.legabasket.it troverete invece tutte le informazioni utili: dai contenuti multimediali al tabellino play-by-play passando per le statistiche dei giocatori impegnati sul parquet.

BOLOGNESI A +8!

Alla fine del terzo quarto la Lavoropiù Fortitudo Bologna passa a +8 rispetto al Banco di Sardegna Sassari, 60-68 il parziale e 22-25 il punteggio del terzo quarto che ha visto la Fortitudo incrementare il proprio vantaggio. E’ salito in cattedra Banks per gli ospiti, straripante sotto canestro e capace di realizzare da solo 19 punti, finora miglior realizzatore della partita. Anche Aradori comunque continua a far male alla difesa avversaria, arrivando a 16 punti personali. 13 punti per Burnell e 12 per Spissu e Bilan tra le fila della formazione sarda, che non è riuscita però ancora ad arginare le giocate offensive avversarie, incassando finora non meno di 20 punti a quarto. (agg. di Fabio Belli)

FELSINEI, PROVE DI FUGA

Fine secondo quarto e a metà gara la Fortitudo Bologna prova la fuga contro Sassari. 38-43 il risultato in favore degli ospiti su un Banco di Sardegna Sassari che ha continuato a tenere alti ritmi offensivi al pari degli avversari, ma è mancato in maniera particolare in difesa, mentre Bologna è riuscita a trovare almeno in parte le giuste contromisure. 13-20 il parziale del secondo quarto con la Fortitudo che ha portato Aradori in doppia cifra a quota 10 punti, alla pari di Spissu per Sassari, 9 punti personali per Burnell e Tillman tra i padroni di casa mentre nella Fortitudo è arrivato a quota 9 Fantinelli. (agg. di Fabio Belli)

PARTENZA SPRINT

Partenza sprint nella sfida tra Banco di Sardegna Sassari e Lavoropiù Fortitudo Bologna: medie realizzative alte e primo quarto che si chiude con un vantaggio di misura per la formazione sarda, 25-23 il parziale con Tillman e Burnell subito a guidare il gioco offensivo sotto canestro dei padroni di casa, mentre dall’altra parte sono Fantinelli e Aradori ad essere i più efficaci. Le difese invece non stanno riuscendo a giocare altrettanto bene, le due squadre si stanno ancora studiando e stanno valutando le contromisure da prendere, ma gli spazi a disposizione sembrano molti e il primo quarto, pur non offrendo indicazioni particolari a livello di supremazia di gioco, ha sicuramente divertito il pubblico. (agg. di Fabio Belli)

SI GIOCA

Comincia tra pochi istanti la diretta di Sassari Fortitudo Bologna: è davvero curioso il fatto che le due squadre non si fossero mai affrontate prima della scorsa stagione, ma andando a guardare lo storico capiamo bene il perché. La Dinamo infatti ha conquistato la sua prima promozione in Serie A1 nel 2010, sotto la guida di Meo Sacchetti; da quel momento ha iniziato la grande scalata fino ai cinque trofei messi in bacheca, e nel frattempo l’Aquila era scomparsa (nel 2009) per inadempienze economiche. Nella stagione 2009-2010, quella del salto di categoria per gli isolani, la F si iscriveva alla Serie A Dilettanti e centrava l’accesso in Legadue vincendo anche la Coppa Italia LNP, ma ancora una volta veniva esclusa per motivi finanziari venendo addirittura radiata due anni più tardi. Un lungo cammino, che ha portato nell’estate di un anno fa al grande ritorno; l’anno scorso dunque le due società si sono finalmente affrontate sul parquet del PalaSerradimigni, e ne è venuta fuori una vittoria per 86-80 da parte della Dinamo. Adesso siamo pronti a vivere il secondo episodio, perciò possiamo metterci comodi e stare a vedere quello che succederà in campo, perché finalmente la palla a due di Sassari Fortitudo Bologna sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

I DUE TECNICI IN COPERTINA

In Sassari Fortitudo Bologna come già detto avremo l’intrigante incrocio tra Gianmarco Pozzecco e Meo Sacchetti, entrambi degli ex. L’attuale CT della nazionale è l’artefice del grande ciclo Dinamo: dopo la Coppa Italia del 2014 ha vissuto una stagione storica nella quale ha vinto tutto, mettendo in bacheca la Supercoppa, poi facendo il bis in coppa e infine cucendo sulle maglie del Banco di Sardegna uno scudetto storico. E’ finita male con un esonero, ma questo non cancella quanto Sacchetti ha fatto per gli isolani; Pozzecco ha conosciuto la Fortitudo da giocatore e allenatore, nella prima veste un rapporto turbolento con Jasmin Repesa aveva portato all’addio poco prima che l’Aquila vincesse il suo secondo campionato, da coach ha invece sostituito Matteo Boniciolli – che aveva lasciato per problemi di salute – ereditando una squadra costruita per la promozione dalla Serie A2. Aveva terminato la regular season al secondo posto, alle spalle di Trieste; nei playoff aveva eliminato Agrigento e Verona, ma in semifinale era caduto contro la sorprendente Casale Monferrato. Al termine della stagione Bologna aveva puntato su Antimo Martino, per Pozzecco si erano poi aperte le porte di Sassari con l’addio di Vincenzo Esposito e il resto è storia nota… (agg. di Claudio Franceschini)

SFIDA EQUILIBRATA

Sassari Fortitudo Bologna viene diretta dagli arbitri Roberto Begnis, Alessandro Nicolini e Alessandro Perciavalle: è il lunch match nella 4^ giornata del campionato di basket Serie A1 2020-2021, perché si gioca alle ore 12:00 di domenica 18 ottobre presso il PalaSerradimigni. Sulla carta, un grande spettacolo: si sfidano infatti una delle big della nostra pallacanestro, che ha il chiaro obiettivo di vincere lo scudetto e “difende” la finale giocata nel 2019, e una società gloriosa e ambiziosa che sta provando a tornare sulla breccia, e intanto è una delle outsider del momento. Il Banco di Sardegna ha vinto nettamente sul parquet di Roma nell’ultimo turno, riscattando l’inatteso ko interno maturato contro Trieste; insegue Milano in classifica con velleità di primo posto, intanto l’Aquila biancoblu ha schiantato Trento ottenendo finalmente la sua prima vittoria nel torneo, dopo aver giocato una Supercoppa più che dignitosa. Staremo a vedere quello che succederà tra poche ore, quando le due squadre scenderanno sul parquet; intanto, mentre aspettiamo la diretta di Sassari Fortitudo Bologna, possiamo parlare di alcuni dei temi principali legati alla partita.

DIRETTA SASSARI FORTITUDO BOLOGNA: RISULTATI E CONTESTO

In questo momento Sassari Fortitudo Bologna è una delle partite più interessanti che il panorama del nostro basket possa offrire: lo abbiamo detto, si parla di due squadre con ambizione e che, fatto non scontato visto il cambio di gerarchie, hanno vinto lo scudetto nel nuovo millennio. Certo lo stato attuale ci dice che la Dinamo è molto più avanti nei lavori, ma ha avuto tempo per riordinare le idee dopo il tricolore del 2015 e qualche stagione sotto le aspettative; l’Aquila è tornata in Serie A1 dopo dieci anni e molta fatica per superare la difficilissima seconda divisione, ovviamente arrivata al piano di sopra doveva onorare il suo status e in estate ha costruito un roster con i tre principali realizzatori dello scorso anno (Pietro Aradori confermato, poi Adrian Banks e Ethan Happ) e scommettendo sulle qualità di Meo Sacchetti. A tale proposito, oggi al PalaSerradimigni si incrociano due coach che sono rispettivamente degli ex; questo contribuisce a dare ancora più sale alla sfida, e allora noi aspettiamo quello che succederà sul parquet per scoprire chi sarà a prendersi la vittoria facendo un passo avanti nella classifica del campionato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA