DIRETTA/ Sassari Milano (risultato 108-96, overtime): la Dinamo è in finale!

- Fabio Belli

Diretta Sassari Milano, risultato finale 108-96: la Dinamo chiude la serie sul 3-0 ed è la prima finalista, grande prova per Thomas, Cooley e Smith mentre l’Olimpia viene eliminata.

Sassari basket
Diretta Sassari Milano (Foto LaPresse)

DIRETTA SASSARI MILANO (RISULTATO FINALE , OVERTIME)

Sassari Milano 108-96: la Dinamo è la prima finalista del campionato di basket Serie A1 2018-2019. La vittoria sull’Olimpia arriva dopo un supplementare, come in gara-2, ed è meritata: prosegue la grande striscia per Gianmarco Pozzecco che ora aspetta la vincente della serie tra Cremona e Venezia – domani sera gara-3 – per sapere contro chi dovrà giocarsi lo scudetto. E’ la grande serata di Jaime Smith, Rashqwn Thomas e Jack Cooley: i tre combinano per un totale di 71 punti, il centro in particolare si mette in moto quando la palla inizia a scottare e domina nel pitturato. La Dinamo trova ancora forze nell’overtime per allungare e salire a tre possessi di distanza, Milano invece ha finito le sue scorte di energia e nonostante Mike James e Mindaugas Kuzminskas ci provino si sente l’assenza di James Nunnally, uscito per falli appena prima del 40’ (19 punti con 7/11 dal campo). Dunque Simone Pianigiani fallisce l’obiettivo, mentre Sassari è in finale con sei vittorie e nessuna sconfitta nei playoff: qualunque sarà la sua avversaria nei playoff, anche questi 5 minuti di supplementare ci ha detto chiaramente che in questo momento gli isolani sono i grandi favoriti per vincere lo scudetto. (agg. di Claudio Franceschini)

SASSARI MILANO (89-89): OVERTIME

Sassari Milano 89-89: non è finita al PalaSerradimigni, servirà almeno un overtime per stabilire quale delle due squadre si prenderà la vittoria in gara-3 della semifinale. Rottura prolungata della Dinamo, che sembra avere la partita in mano e invece improvvisamente si blocca non trovando più la consueta fluidità offensiva: prima Mike James, poi James Nunnally colpiscono dall’arco e improvvisamente, con 42 secondi da giocare, il Banco di Sardegna è sotto di un punto e con 42 secondi da giocare. Gianmarco Pozzecco chiama timeout, Dyshawn Pierre attacca forte e subisce fallo (che è il quinto di Nunnally). Va in lunetta ma fa solo 1/1: completa parità ma l’Olimpia ha in mano la palla della vittoria, pur non potendo andare fino in fondo. James, come spesso succede, si prende possesso e conclusione ma sbaglia; Rashawn Thomas lo imita, e così si va all’overtime. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

Sassari Milano, alle ore 20:45 di questa sera dal PalaSerradimigni, sarà trasmessa in diretta tv in chiaro sul digitale terrestre su RaiSport+ HD, canale numero 57 del telecomando. Ci sarà di conseguenza anche la possibilità di vedere il match in diretta streaming video via internet collegandosi, con dispositivi mobili come smartphone o tablet o con pc o smart tv, sul sito o tramite l’applicazione di RaiPlay. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING DEL GIRO D’ITALIA SU RAI PLAY

SASSARI MILANO (74-66): 4^ QUARTO

Sassari Milano 74-66: partita splendida e ancora lontana dalla sua soluzione al PalaSerradimigni. L’Olimpia è sicuramente in ritmo e con possibilità ampie di riaprire la serie: Mike James non sta giocando la sua miglior partita ma, considerandosi che non è affatto al 100%, sta dando un buon contributo ad una squadra che ha già quattro giocatori in doppia cifra e che dunque tiene impegnato il Banco di Sardegna con tante armi. La squadra di Gianmarco Pozzecco però è in un momento pazzesco: sotto di due punti trova la tripla di Achille Polonara e 4 punti in fila di Dyshawn Pierre, un parziale di 7-0 che rilancia le speranze della Dinamo di chiudere i conti questa sera e volare in finale. Milano resta guardinga, ma rispetto a quanto era accaduto nel secondo quarto non sfrutta più nel migliore dei modi qualche calo di tensione dei padroni di casa: succede per esempio quando Pierre perde palla e gli ospiti potrebbero avvicinarsi ancora a due punti, ma Nedovic ha una brutta gestione e permette a Rashawn Thomas di andare in lunetta e allungare ancora una volta. Tuttavia, nei 10 minuti conclusivi la squadra di Simone Pianigiani se la giocherà… (agg. di Claudio Franceschini)

SASSARI MILANO (51-52): INTERVALLO

Sassari Milano 51-52: l’Olimpia mette addirittura il naso avanti al PalaSerradimigni, e minaccia di prendersi almeno una vittoria esterna per provare a riaprire una semifinale scudetto che dopo venerdì sera sembrava definitivamente chiusa. La qualità di Milano si fa sentire: doppia cifra per James Nunnally e Nemanja Nedovic che fanno le veci di Mike James finchè il playmaker si sveglia, segna 7 punti praticamente in fila e fa sentire a tutto il pubblico avversario di essere ben presente nella partita. La Dinamo si affida ad un Jaime Smith che questa sera è immarcabile, anche Rashawn Thomas come di consueto produce punti ma per il momento il contributo di Stefano Gentile e Achille Polonara, decisivi nelle due vittorie al Mediolanum Forum, non è ancora arrivato ed è anche per questo che la squadra di Simone Pianigiani tiene la testa avanti. Adesso vedremo quello che succederà quando le due squadre torneranno sul parquet per giocare il terzo periodo: Milano ha una grande occasione per rientrare definitivamente nella serie ma deve sfruttare questa scia, sapendo bene che Sassari potrebbe tornare sul parquet del PalaSerradimigni con tutt’altra intensità. (agg. di Claudio Franceschini)

SASSARI MILANO (29-21): 2^ QUARTO

Sassari Milano 29-21: l’avvio di gara-3 al PalaSerradimigni è tutto della Dinamo, il pubblico di casa sente vicina la finale e la squadra di Gianmarco Pozzecco apre con un parziale che porta la firma di Jack Cooley e Jaime Smith, mentre Rashawn Thomas impiega un po’ di tempo prima di guardare il canestro ma quando lo fa è come sempre devastante. L’Olimpia parte con Mike James in panchina, perché il playmaker è ancora in condizioni non eccezionali e Simone Pianigiani sa di doverlo gestire: è dunque James Nunnally a prendersi le responsabilità offensive, insieme all’ex Jeff Brooks che prova come può a tenere Milano a contatto. Quando però il numero 2 entra in campo, la squadra ospite sembra trarne beneficio: arriva subito una palla persa da Sassari e Brooks punisce avvicinando le due rivali, poi stoppata di Vlado Micov su Cooley e l’Olimpia riprende nuovamente contatto. Ci pensa Smith: arrivano due triple consecutive e il Banco di Sardegna improvvisamente scappa sul +10, per adesso sembra che gli isolani possano controllare e allungare quasi a piacimento ma mancano ancora 30 minuti per chiudere gara-3… (agg. di Claudio Franceschini)

SASSARI MILANO (0-0): PALLA A DUE!

Finalmente tutto è pronto per Sassari Milano. Oggi il confronto è decisamente squilibrato in favore del Banco di Sardegna che clamorosamente guida per 2-0 la serie della semifinale scudetto e oggi ha il primo match point in casa, Sassari inoltre ricorda con molto piacere diverse sfide con l’Olimpia, perché tutti i trofei nella bacheca della Dinamo sono arrivati anche attraverso successi di prestigio contro Milano. Cominciamo naturalmente dallo scudetto 2015, vinto da Sassari in finale contro Reggio Emilia ma dopo avere eliminato l’Olimpia in una memorabile serie di semifinale decisa solamente alla settima partita, quando Sassari ebbe la meglio vincendo 81-86 ai supplementari sul parquet del Forum di Assago. Il primo titolo di Sassari era stata la Coppa Italia 2014, al culmine di una Final Eight che per i sardi era iniziata battendo ed eliminando Milano nei quarti con il punteggio di 82-80. In Coppa Italia Sassari vinse anche l’anno successivo e l’edizione 2015 vide proprio la finale Sassari Milano, conquistata dalla Dinamo con il punteggio di 101-94. Infine ricordiamo la Supercoppa Italiana 2014, vinta dalla Dinamo sull’Olimpia per 96-88. Negli ultimi anni i lombardi sono tornati certamente superiori, ma oggi la storia potrebbe di nuovo cambiare. Il campo cosa ci dirà? Lo scopriremo subito: Sassari Milano comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SASSARI MILANO: LE PAROLE DI POZZECCO

Sempre più vicina la diretta di Sassari Milano, ovviamente in casa Banco di Sardegna lo stato d’animo è ben diverso dopo avere espugnato per due volte consecutive il Forum di Assago. La gioia e l’entusiasmo di coach Gianmarco Pozzecco erano palpabili al termine di gara-2: “Da parte mia niente da dire. Ringrazio da parte mia questi ragazzi per avermi regalato un’emozione incredibile e li ringrazio anche da parte della Sardegna e di tutti gli appassionati di pallacanestro. E’ incredibile, Milano ha giocato una partita straordinaria, complimenti veramente, avrebbero vinto contro chiunque. Guardiamoci in faccia, di cosa vogliamo parlare? Dopo una partita di questo tipo, parlare dei miei ragazzi penso sia superfluo”, ha dichiarato l’allenatore di Sassari. Pozzecco insiste su un concetto, cioè la forza del suo gruppo: “La consapevolezza io l’ho sempre avuta, i miei ragazzi pure. Quando siamo arrivati qua sapevamo cosa e come potevamo farlo, la prima partita è stata clamorosa, possiamo perde con Milano anche cinque partite di fila ma ho la consapevolezza che questi ragazzi non mollano mai. E nella seconda partita io mi aspettavo esattamente questo. Noi abbiamo energie e risorse, stimo i ragazzi al di là del risultato, quando sono arrivato ho detto ai miei ragazzi che non potevamo più permetterci di perdere. Noi siamo tre mesi che non possiamo perdere e siamo tre mesi che non perdiamo. Perderemo, quando non lo so e non mi interessa, è un film, può essere che noi non vinceremo lo scudetto ma rimane un film”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA SASSARI MILANO: LE PAROLE DI PIANIGIANI

Verso Sassari Milano, in questa gara-3 l’Olimpia si trova sull’orlo del baratro a causa della clamorosa doppia sconfitta casalinga che ora mette Milano a un passo dall’eliminazione. Coach Simone Pianigiani ha affrontato una conferenza stampa non facile al termine di gara-2, ecco come l’allenatore dell’Olimpia aveva descritto la prestazione dei suoi ragazzi: “Ovviamente siamo dispiaciuti – si legge sul sito Internet ufficiale -. Credo che avessimo prodotto tanto come energia, spaziatura e intensità. La chiave credo siano stati i 13 minuti di Tarczewski che è un giocatore fondamentale per noi. Ha il plus/minus più alto del campionato e ci dava anche stasera presenza, difesa, rimbalzi d’attacco. Poi a questo si è aggiunto il quinto fallo di Burns e l’abbiamo pagato. Chiaro che dovevamo avere il cinismo di chiuderla, sarebbe bastato un fallo, invece Spissu è scappato ed è stato fatale. Nella rimonta del quarto periodo abbiamo sbagliato gli unici tre tiri liberi della gara. Anche i 15 tiri liberi di differenza mi sembrano tanti in una gara come questa. Specie i 13 del terzo quarto quando in attacco avevano prodotto poco. Mi spiace, ma non so cosa dire su questo. Ci sono state situazioni giudicate in modo diverso. Dobbiamo essere più bravi a farli vedere quei falli. Loro giocavano per buttare fuori i nostri lunghi ma noi avevamo lavorato bene per evitarlo. Poi ironicamente quando dovevamo spendere un fallo davvero non l’abbiamo speso”. Adesso però gara-2 è il passato, si deve provare a vincere gara-3: “Dobbiamo ripulire la mente e pensare solo alla prossima partita e vincere quella. È chiaro che adesso sembra che tutto vada al contrario e i giocatori in questi momenti stigmatizzano. Non dobbiamo pensare a quello che è successo, ma che abbiamo una partita da giocare e dobbiamo vincere quella. Con Mike abbiamo giocato un jolly, ma dovevamo restituire leadership al nostro giocatore guida”, è la chiusura di Pianigiani. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SASSARI MILANO: IL DATO

Si avvicina il momento di Sassari Milano: fino a questo momento, nella storia dei playoff nel campionato di basket Serie A1, è successo solo 12 volte che la squadra senza il fattore campo si portasse sul 2-0 in una serie: l’Olimpia era stata dalla parte sbagliata della statistica nel 2017, quando Trento l’aveva poi eliminata per 4-1 in semifinale (inutile il successo meneghino alla BLM Group Arena), mentre l’unica volta in cui sia stato ribaltato il doppio svantaggio risale al 2003. La Benetton Treviso, vincitrice della regular season e qualificata direttamente ai quarti (come anche seconda, terza e quarta della classifica) aveva incrociato Reggio Calabria, e la Viola aveva vinto due volte al PalaVerde: con le spalle al muro però la squadra di Ettore Messina era stata capace di riprendersi, ottenere due successi esterni per poi chiudere i conti a Villorba. Come era andata? Ovviamente con Treviso campione d’Italia, forte delle prestazioni di Massimo Bulleri (MVP della regular season), Tyus Edney e Trajan Langdon; sulla carta Milano ha tutto per replicare questa impresa e vincere due volte al PalaSerradimigni, ma la Sassari che stiamo vedendo da marzo sembra avere idee decisamente diverse… (agg. di Claudio Franceschini)

SASSARI MILANO: ORARIO E PRESENTAZIONE

Sassari Milano, diretta dagli arbitri Massimiliano Filippini, Alessandro Martolini e Luca Weidmann presso il PalaSerradimigni della città sarda, si gioca alle ore 20:45 di questa sera, domenica 2 giugno, ed è gara-3 della semifinale playoff di basket Serie A1 2018-2019. La serie passa in Sardegna dopo le due partite disputate a Milano, con Sassari che ha iniziato il cammino verso la finale con una importante vittoria in Lombardia col punteggio di 79-86 in casa dell’Armani, mentre in gara-2 è arrivato il bis che adesso mette il Banco di Sardegna a un passo da una clamorosa finale. La formazione milanese in questa stagione non sembra uno schiacciasassi, anche contro Avellino le difficoltà sono state molte nei quarti di finale per quella che è la testa di serie dei play off Scudetto. Sassari sogna l’exploit per il titolo come quello che ha portato per la prima volta lo Scudetto al club.

SASSARI MILANO: RISULTATI E CONTESTO

In gara 1 di Sassari Milano Gentile e Thomas sono stati due uragani rispettivamente con 26 e 25 punti per Sassari. Una grande performance con Milano messa in crisi e capace solo di rispondere con il serbo Micov. I sardi hanno spesso e volentieri messo in crisi l’Armani nelle uscite degli ultimi due anni, c’è dunque da valutare lo stato di forma con Milano alle prese con problemi evidenziati già nei quarti di finale con Avellino, con la serie risolta solamente in gara 5. Il quintetto base di Pianigiani per l’Olimpia dovrebbe essere quello formato da Brooks, Cinciarini, dal serbo Micov e dagli americani Nunnally e Tarczewski. Quello del tecnico di Sassari, Pozzecco, sarà composto dagli americani Carter, Cooley, Smith e Thomas e dal canadese Pierre.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Sassari favorita per la vittoria in gara 3 con Bwin che offre a 1.80 la vittoria interna e a 2.10 la vittoria in trasferta, quote che vedono la formazione sarda in grado di recitare ancora il ruolo di bestia nera contro l’Armani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA