DIRETTA/ Sassari Reggio Emilia (risultato finale 100-81): Partita a senso unico

- Claudio Franceschini

Diretta Sassari Reggio Emilia streaming video e tv: risultato live della partita che si gioca al PalaSerradimigni, valida per la nona giornata del campionato di basket Serie A1.

Dyshawn Pierre post Sassari lapresse 2019
Diretta Unet Holon Sassari, basket Champions League gruppo A (FotoLaPresse)

DIRETTA SASSARI REGGIO EMILIA (100-81): FINE PARTITA

Presso l’impianto Palasport Roberta Serradimigni il Banco di Sardegna Sassari batte la Grissin Bon Reggio Emilia per 100 a 81. I padroni di casa di coach Pozzecco mettono il punto esclamativo nel quarto finale sulla loro prestazione al termine di una gara dominata per praticamente tutta la sua durata. I due punti guadagnati quest’oggi consentono alla Dinamo Sassari di portarsi a quota 10 in classifica mentre la Reggiana resta ferma proprio a 10 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Sassari Reggio Emilia non è una di quelle disponibili per questo turno di campionato: l’appuntamento per tutti gli appassionati è dunque quello con la piattaforma Eurosport Player che, come sappiamo, fornisce ai suoi abbonati l’intera gamma delle gare di Serie A1 (e non solo) tramite il servizio di diretta streaming video. Sul sito www.legabasket.it troverete invece le informazioni utili, come la classifica del campionato ma anche il tabellino play-by-play e le statistiche di squadre e giocatori.

TERZO QUARTO

Esauritosi pure il terzo quarto, Dinamo Sassari e Reggiana sono ora sul punteggio di 75 a 58. In queste prime battute del secondo tempo, al rientro sul parquet dopo il riposo, la musica non sembra cambiata rispetto alla frazione precedente ed infatti i padroni di casa continuano a proporre le giocate che li hanno portati a guidare l’incontro senza lasciar spazio di manovra agli avversari. A questo punto la rimonta appare abbastanza complicata per gli ospiti, specialmente se non dovessero trovare lo spirito giusto per affrontare i restanti dieci minuti di partita.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Dinamo Sassari e Reggiana sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 51 a 42. I minuti passano ed i sardi del tecnico Pozzecco sembrano avere il pieno controllo delle operazioni sbagliando pochissimo alla conclusione. Gli ospiti di coach Buscaglia commettono invece qualche errore evitabile, perdendo troppe palle e segnando pochi punti.

PRIMO QUARTO

In Sardegna il primo quarto di gioco tra Dinamo Sassari e Reggiana si è concluso con il punteggio di 30 a 26. Nelle fasi iniziali del primo tempo sembrano poter essere gli ospiti a cercare di prendere in mano le redini dell’incontro scappando via subito. Tuttavia i padroni di casa non si lasciano sorprendere e ribaltano presto la situazione portandosi in vantaggio. Entrambe le compagini dimostrano un’altissima percentuale di precisione al tiro.

SI GIOCA

Siamo arrivati alla palla a due di Sassari Reggio Emilia: si rinnova il duello delle panchine tra Gianmarco Pozzecco e Maurizio Buscaglia che qualche anno fa, quando il Poz era l’allenatore di Varese e Buscaglia di Trento, erano stati protagonisti di un simpatico siparietto nel corso del sorteggio del calendario di Serie A1. Pozzecco ha dimostrato il suo valore con la finale scudetto, la Europe Cup e la Supercoppa messe in bacheca; Buscaglia invece ha aperto un ciclo straordinario con l’Aquila, riuscendo a portarla per due volte in finale e raggiungendo la semifinale di Eurocup. Due tecnici italiani che danno sostegno al nostro movimento, ancora giovani e con tanta voglia di fare; il secondo sta provando a confermarsi a Reggio Emilia dove vuole riportare la squadra in alto, per quanto riguarda la Mosca Atomica ci sarà bisogno della “controprova” della seconda stagione e, magari, in qualche altro contesto. Per adesso però mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia il parquet del PalaSerradimigni, dove finalmente la diretta di Sassari Reggio Emilia comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Come protagonista atteso in Sassari Reggio Emilia scegliamo oggi Darius Johnson-Odom, che è un ex: nel 2016-2017 infatti ha iniziato la stagione con la Dinamo, riuscendo ad avere medie di 14,1 punti e 3,6 assist con un record di 40 punti in singola partita. Tuttavia già nella seconda parte dell’annata Johnson-Odom, che era stato scelto dai Los Angeles Lakers nel draft NBA ma non ha avuto fortuna nella Lega statunitense, era passato a Cremona: con la Vanoli le sue medie realizzative (e soprattutto a rimbalzo) sono cresciute fino a toccare i 18,7 punti. L’anno scorso la Grissin Bon ha deciso di acquistarlo e lui, sia pure in un contesto non esattamente vincente, ha chiuso con 21,1 punti e 2,7 rimbalzi arrivando a segnare 44 punti; quest’anno non è partito così bene (15,4 punti ma anche 4,4 rimbalzi) ma va detto che la Grissin Bon ha ben altri quattro giocatori che segnano in doppia cifra di media, dunque Johnson-Odom si sta giustamente mettendo al servizio della squadra pur restandone il leader. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Naturalmente il precedente storico di Sassari Reggio Emilia è legato alla finale scudetto del 2015. Meo Sacchetti contro Massimiliano Menetti, due ottime squadre che erano riuscite a superare la concorrenza (soprattutto di Milano e Venezia, ma anche Avellino) e si erano presentate all’ultimo atto. Per entrambe sarebbe stato il primo titolo; il fattore campo ce l’aveva la Grissin Bon che era considerata favorita, ma il Banco di Sardegna aveva superato quarti e semifinali riuscendo a sovvertire il pronostico e partendo dovendo giocare in trasferta l’eventuale bella. La serie era stata splendida: in gara-6 al PalaSerramigni Reggio Emilia aveva avuto con Andrea Cinciarini due possessi per vincere il tricolore, ma non li aveva sfruttati e Sassari l’aveva sfangata regalandosi la settima partita. Al PalaBigi, ancora una volta la Dinamo aveva confermato il trend: vittoria esterna e scudetto, con protagonisti giocatori come Jerome Dyson, David Logan e Jeff Brooks che oggi, sia pure con maglie diverse, giocano ancora nel nostro campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Sassari Reggio Emilia, in diretta dal PalaSerradimigni, si gioca alle ore 20:30 di sabato 16 novembre ed è la partita che inaugura la nona giornata nel campionato di basket Serie A1 2019-2020. In questo momento entrambe le squadre sarebbero qualificate ai playoff, e stanno tenendo un ottimo passo; ancora di più se consideriamo che hanno effettuato il turno di riposo e dunque hanno giocato una partita meno rispetto a certe avversarie. Certo gli obiettivi sono diversi: mentre la Grissin Bon punta a migliorare una stagione deludente sotto tanti punti di visti, e spera comunque di qualificarsi per i playoff, il Banco di Sardegna sa di potersi giocare ancora quello scudetto che a giugno è sfuggito soltanto alla settima partita della finale. Dunque ci attende un bel contesto qui al PalaSerradimigni; vediamo quello che succederà nella diretta di Sassari Reggio Emilia, nel frattempo possiamo valutare alcuni dei temi principali all’interno della partita.

DIRETTA SASSARI REGGIO EMILIA: RISULTATI E CONTESTO

In Sassari Reggio Emilia vedremo all’opera due squadre che sono in grande salute, anche se nell’ultima giornata il Banco di Sardegna ha perso: si è trattato però di una sconfitta sul filo di lana a Venezia, sul parquet dei campioni d’Italia e con il canestro del sorpasso subito a pochi secondi dall’ultima sirena. Resta la classifica, che vede la squadra di Gianmarco Pozzecco al terzo posto e abile a gestire il doppio impegno visto che anche in Champions League le cose stanno andando bene; la Grissin Bon sicuramente non ha preso benissimo la sosta forzata, il turno di riposo è arrivato proprio quando Maurizio Buscaglia e i suoi ragazzi avevano infilato quattro vittorie consecutive – prima di perdere contro la Virtus Bologna, che però è inarrestabile – e avevano così riscattato un avvio di campionato pessimo. Adesso la Reggiana sa di potersela giocare anche per la qualificazione ai playoff: naturalmente non sarà facile perché la concorrenza è agguerrita, e allora al netto del risultato sarà interessante stabilire quello che succederà come intensità e risposte tecniche e tattiche sul parquet del PalaSerradimigni, dove tra poco si gioca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA