DIRETTA SBK 2020/ Superbike Gp Australia: Redding domina Fp1 e Fp2 a Phillip Island

- Claudio Franceschini

Diretta SBK 2020 Gp Australia Superbike streaming video e tv: a Phillip Island inizia la nuova stagione, nella notte tra giovedì e venerdì FP1 e FP2 apriranno ufficialmente le danze.

Jonathan Rea vittoria pollici SBK lapresse 2020
Diretta SBK 2020, Gp Australia Superbike Phillip Island (Foto LaPresse)

Nelle prime ore del mattino italiano, la Sbk è tornata in diretta per le prime tappe di questo Gran Premio d’Australia, il primo del mondiale 2020: vediamo dunque che cosa è successo in pista a Phillip Island. Dati alla mano ecco che il protagonista per eccellenza nella Fp1 e Fp2 del Gp di Australia 2020 della Superbike è stato senza dubbio Scott Redding: il pilota dell’Aruba Ducati, alla sua prima stagione nel mondiale delle derivate di serie infatti, pur soffrendo come i rivali delle condizioni miste della pista (bagnato nella Fp1 e asciutto nella Fp2 e alcune bandiere rosse alzate dai commissari per liberare il tacciato da alcuni detriti), si è qualificato con il primo tempo in entramene le sessioni di prove libere. In Fp1 Redding ha dunque trovato il crono di 1.41.195, superando di quasi un secondo Baz e Haslam per i primi tre (Lowes e Sykes hanno chiuso nella top five). Nulla di diverso poi nella Fp2 di questa mattina, con Redding che questa volta ha firmato il crono di 1.30.436, ben approfittando dell’asfalto finalmente asciutto: dietro al britannico ecco a + 0.40 abbondante Razgatlioglu e Van der Mark, con ancora Haslam e Baz nella top five. (agg Michela Colombo)

COMINCIA LA STAGIONE

La diretta della SBK 2020 per il Gran Premio d’Australia Superbike ci riporta al grande appuntamento con il Mondiale motociclistico: nella notte tra giovedì 27 e venerdì 28 febbraio sono in programma FP1 e FP2, vale a dire le prime due sessioni di prove libere della gara inaugurale della stagione. Siamo sul celebre circuito di Phillip Island; Jonathan Rea, reduce dal quinto titolo consecutivo, rilancia a tutti la sfida dalla sella della sua Kawasaki in una stagione che sostanzialmente segue lo stesso regolamento dello scorso anno. Dunque, per il momento FP1 (ore 00:30) e FP2 (05:00, orari da considerarsi di casa nostra) ravviveranno questo venerdì mentre il sabato avremo la terza sessione di libere e gara-1, poi la domenica la SuperPole (che vale per la classifica) e gara-2. Vedremo quello che succederà nella diretta SBK per il Gran Premio d’Australia 2020, non vedevamo l’ora di tornare a vivere le grandi emozioni di questo campionato mondiale.

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA SBK

La diretta tv della SBK 2020 per il Gran Premio d’Australia Superbike sarà ancora una volta trasmessa dalla televisione satellitare: sarà dunque il canale Sky Sport MotoGp, al numero 208 del decoder, a fornire le immagini a tutti gli abbonati. In alternativa si potrà visitare Eurosport, mentre ci sono due sistemi per la diretta streaming video: l’applicazione Sky Go oppure, per i clienti specifici, la piattaforma Eurosport Player. In entrambi i casi bisognerà ovviamente utilizzare dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

DIRETTA SBK 2020 GP AUSTRALIA SUPERBIKE: IL CONTESTO

La diretta della SBK 2020 inizia dunque dal Gran Premio d’Australia: la nuova stagione della Superbike porta con sé alcune novità che riguardano i piloti. Alvaro Bautista per esempio è passato alla Honda, che ha grandi ambizioni: lo spagnolo, assoluto dominatore all’inizio dello scorso Mondiale (10 vittorie consecutive) ha poi avuto un calo sensibile che ha permesso a Rea – ancora il grande favorito – di fare il pokerissimo di titoli consecutivi, ma resta una grande minaccia e sarà affiancato da Leon Haslam, che del campione del mondo è stato compagno di scuderia e viene sostituito da Alex Lowes. La Ducati, abbandonato Bautista, riparte dalla conferma di un Chaz Davies da cui ci si aspetta il salto di qualità e da Scott Redding, veterano di MotoGp (secondo in Moto2 nel 2013); interessante il progetto della Yamaha che punta su Michael Van der Mark, quarto in classifica l’anno scorso, e sul turco Toprak Razgatloglu che arriva da una stagione fantastica con il Team Kawasaki Puccetti. Tra gli altri nomi di spicco il tedesco Sandro Cortese, con la Kawasaki Factory, Loris Baz che abbiamo visto in MotoGp e poi ovviamente Tom Sykes in sella a una BMW che avrà l’altro veterano Eugene Laverty. Per quanto riguarda gli italiani, ai nastri di partenza ce ne sono appena due: Federico Caricasuolo con la Yamaha Factory, Michael Ruben Rinaldi guiderà invece la Ducati del Team Go Eleven.

© RIPRODUZIONE RISERVATA