DIRETTA/ Shakhtar Wolfsburg (risultato 3-0) finale: Doppietta di Junior Moraes!

- Mauro Mantegazza

Diretta Shakhtar Wolfsburg streaming video e tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita di Europa League per il ritorno degli ottavi.

Shakhtar
Diretta Shakhtar Wolfsburg (LaPresse)

DIRETTA SHAKHTAR WOLFSBURG (3-0) TRIPLICE FISCHIO

All’NSC Olimpiyskiy Stadium di Kiev lo Shakhtar Donestsk batte il Wolfsburg per 1 a 0. Nel primo tempo la partita è molto combattuta ed il punteggio rimane bloccato nonostante il palo centrato da Marlos per gli arancioneri di casa. Nel secondo tempo il copione si ripete in maniera analoga rispetto a quanto ammirato in precedenza sebbene la sfia si vivacizzi intorno al 68′ quando il VAR aiuta l’arbitro a non convalidare un calcio di rigore al Wolfsburg ed i tuchi rimangono in inferiorità numerica a causa dell’espulsione per rosso diretto di Khocholava al 68′. Poco dopo è John Brooks a ristabilire la parità numerica a causa del doppio cartellino giallo rimediato al 70′ e bisogna attendere l’ultima parte della gara perchè la sfida si sblocchi. Al’89’ è infatti Junior Moraes a spezzare l’equilibrio mentre il suo compagno Solomon al 90’+1′, con l’aiuto di Konoplyanka, raddoppia nel recupero. Al 90’+3′ c’è spazio pure per il tris definitivo che vale la doppietta personale per Junior Moraes. Il successo guadagnato quest’oggi consente allo Shakhtar di avanzare ai quarti di finale anche in virtù del 2 a 1 maturato nella gara d’andata mentre il Wolfsburg viene eliminato dal torneo. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE SHAKHTAR WOLFSBURG

La diretta tv di Shakhtar Wolfsburg sarà garantita sui canali di Sky, che detiene i diritti per l’Europa League. Di conseguenza, per gli abbonati alla televisione satellitare possiamo ricordare che sarà messa a disposizione anche la diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Sky Go.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Giunti al sessantacinquesimo minuto, il punteggio tra Shakhtar Donetsk e Wolfsburg è ancora bloccato sullo 0 a 0. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato senza sostituzioni da parte di entrambi gli allenatori, il copione sembra ripetersi rispetto a quanto ammirato nel corso della frazione precedente. I biancoverdi e gli arancioneroverdi continuano a darsi battaglia senza trovare il varco giusto per colpire e solo al 64′ Junior Moraes impegna in modo serio il portiere avversario, forzandolo alla parata provvidenziale. Il direttore di gara si affida poi al supporto del VAR intorno proprio al sessantacinquesimo minuto quando Khocholava viene espulso con un cartellino rosso diretto ma i tedeschi non si aggiudicano il calcio di rigore per il quale avevano protestato con l’arbitro. La partita vive in queste fasi un periodo decisamente confusionario e l’andamento del match potrebbe cambiare una volta che il gioco sarà ripreso in maniera fluida. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Shakhtar Donetsk e Wolfsburg sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0 iniziale. I minuti scorrono mestamente sul cronometro e le occasioni continuano a scarseggiare. Nel corso di questa prima parte della gara di Kiev si registrano infatti appena due episodi realmente degni di nota, compresa la chance non capitalizzata da Marlos colpendo il palo intorno al 26′. I biancoverdi tedeschi guidati dal tecnico Glasner faticano ad orchestrare una manovra ragionata per far male alla retroguardia avversaria e rischiano anzi di subire un gol pure verso il 33′ quando la conclusione dalla distanza di Matviienko viene intercettata prontamente dall’intervento dell’estremo difensore Casteels. Esito in certo quindi e spettacolo che si spera possa migliorare nel corso dei prossimi quarantacinque minuti di gioco da disputare nel corso della ripresa. Fino a questo momento il direttore di gara slovacco I. Kruzliak non ha estratto alcun tipo di cartellino nei confronti dei calciatori scesi in campo quest’oggi. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Ucraina la partita tra Shakhtar Donetsk e Wolfsburg è cominciata da una trentina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro le due squadre sembrano volersi dare grande battaglia fin da subito, combattendo in mezzo al campo senza risparmiare gli interventi duri. Entrambe le compagini creano tuttavia una serie di mezze occasioni che non impensieriscono seriamente le rispettive difese e bisogna attendere il 26′ perchè gli arancioneroverdi guidati da mister Luis Castro a centrare un palo in maniera abbastanza clamorosa dall’interno dell’area di rigore avversaria. Buon ritmo in avvio e gara che si preannuncia in bilico fino al novantesimo. Le formazioni ufficiali: Shakhtar Donetsk (4-2-3-1) – Pyatov; Dodò, Kryvstov, Khocholava, Matviyenko; Marcos Antonio, Stepanenko; Marlos, Alan Patrick, Taison; Junior Moraes. All.: Luis Castro. Wolfsburg (3-4-3) – Casteels; Brooks, Pongracic, Tisserand; Roussillon, Arnold, Schlager, Brekalo; Ginczek, Weghorst, Victor. All.: Glasner. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SI GIOCA!

Tutto è pronto per Shakhtar Wolfsburg, la partita di ritorno degli ottavi di finale di Europa League che vede favoriti gli ucraini in virtù del successo per 1-2 in trasferta nella partita d’andata. Essendo già stato effettuato il sorteggio del tabellone di questa anomala Europa League sino alla finale, sappiamo che la vincente di Shakhtar Wolfsburg ai quarti affronterà la vincente di Eintracht Francoforte Basilea, dunque in linea teorica ci potrebbe anche essere un derby tedesco – ma entrambe le formazioni della Germania dovranno ribaltare la sconfitta subita all’andata per riuscire ad incrociarsi poi ai quarti, fra l’altro proprio in Germania che ospiterà la Final Eight di questa edizione della Uefa Europa League inevitabilmente destinata a passare alla storia. Parte dunque con i favori del pronostico lo Shakhtar Donetsk, che sogna di bissare il trionfo nella Coppa Uefa 2008-2009, unico trofeo internazionale nella bacheca del club, vinta sconfiggendo in finale il Werder Brema per 2-1 dopo i tempi supplementari allo Stadio Şükrü Saraçoğlu di Istanbul con gol decisivo di Jadson al 97′ minuto. Adesso però sarà il campo ad emettere il verdetto: Shakhtar Wolfsburg comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PERCORSO DEI TEDESCHI

Sempre più vicina la diretta di Shakhtar Wolfsburg, la partita di ritorno degli ottavi di Europa League che si annuncia in salita per i tedeschi, a causa della sconfitta casalinga per 1-2 nella partita d’andata disputata a marzo. Ma come era stato nei turni precedenti il cammino del Wolfsburg in questa edizione della Europa League? I tedeschi nella fase a gironi erano inseriti nel gruppo I, chiuso dal Wolfsburg al secondo posto con 11 punti, alle spalle dei belgi del Gent ma davanti ai francesi del Saint Etienne e degli ucraini dell’Oleksandrija grazie a tre vittorie, due pareggi e una sconfitta. La qualificazione a dire il vero non fu mai realmente in discussione, perché presto Gent e Wolfsburg presero il largo, ma un solo punto negli scontri diretti impedì ai tedeschi di prendersi il primo posto. Il Wolfsburg poi è stato abbinato nel sorteggio dei sedicesimi di finale agli svedesi del Malmoe, superati senza eccessive difficoltà con una doppia vittoria per 2-1 all’andata e con un perentorio 3-0 al ritorno, dunque con il punteggio complessivo di 5-1. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL CAMMINO DEGLI UCRAINI

Aspettando la diretta di Shakhtar Wolfsburg, possiamo ricordare quale era stato il cammino degli ucraini nelle Coppe europee in questa stagione. Lo Shakhtar Donetsk era nel girone di Champions League con l’Atalanta, battuta per 1-2 in extremis a San Siro ma poi travolgente per 0-3 in Ucraina nella partita di ritorno che sancì la qualificazione della Dea e la “retrocessione” in Europa League dello Shakhtar Donetsk, che nelle altre quattro partite aveva raccolto una sconfitta e un pareggio con il Manchester City e due pareggi con la Dinamo Zagabria. Di conseguenza la formazione ucraina era appunto passata in Europa League, dove lo Shakhtar Donetsk ai sedicesimi di finale ha incrociato i portoghesi del Benfica, dando vita in questa maniera a una sfida di grande prestigio e anche molto spettacolare, dal momento che lo Shakhtar vinse per 2-1 in casa all’andata e poi ottenne la qualificazione pareggiando per 3-3 al ritorno in Portogallo. Infine ci fu naturalmente la partita d’andata degli ottavi contro il Wolfsburg, vinta per 1-2 in Germania dallo Shakhtar. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO E ORARIO

Shakhtar Wolfsburg, in diretta dallo stadio Olimpico di Kiev alle ore 18.55 italiane di questa sera, mercoledì 5 agosto 2020, si gioca per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League. La competizione torna dunque protagonista dopo una sosta forzata di ben cinque mesi dettata dall’emergenza Coronavirus: quando il calcio è ripartito, prima sono stati completati i campionati nazionali e ora c’è spazio per le Coppe europee. Per presentare la diretta di Shakhtar Wolfsburg bisogna dunque ricordare che nella partita d’andata, gioca l’ormai lontano 12 marzo scorso, gli ucraini dello Shakhtar Donetsk avevano espugnato per 1-2 il campo dei tedeschi del Wolfsburg grazie ai gol di Junior Moraes e Marcos Antonio, che avevano così vanificato la rete del provvisorio pareggio tedesco ad opera di Brooks. Di conseguenza lo Shakhtar Donetsk si qualificherà ai quarti vincendo o pareggiando con qualsiasi punteggio, ma persino perdendo 0-1. Con un successo del Wolfsburg per 1-2 si andrebbe ai tempi supplementari, mentre i tedeschi avanzeranno solo con un successo con un gol di scarto ma segnandone almeno tre, oppure vincendo con almeno due gol di scarto.

PROBABILI FORMAZIONI SHAKHTAR WOLFSBURG

Le incognite sulle probabili formazioni di Shakhtar Wolfsburg sono moltissime. L’interruzione non è stata così lunga, perché sia gli ucraini sia i tedeschi sono già tornati in campo per completare i rispettivi campionati nazionali, ma comunque siamo in una situazione molto particolare. Riproponiamo allora come punto di riferimento e curiosità le formazioni della partita d’andata. Lo Shakhtar Donetsk era sceso in campo con il modulo 4-2-3-1: Pyatov in porta; difesa a quattro formata da Dodò, Kryvtsov, Matviyenko e Ismaily; in mediana la coppia composta da Kovalenko e Marcos Antonio; sulla linea della trequarti invece avevano agito Tete, Alan Patrick e Taison in appoggio alla prima punta Junior Moraes. Il Wolfsburg invece aveva risposto con il 4-3-3: in porta Casteels; davanti a lui Steffen, Knoche, Brooks e Paulo Otavio; a centrocampo il terzetto formato da Arnold, Schlager e Gerhardt; infine il tridente offensivo con Mehmedi, Weghorst e Brekalo.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo anche a Shakhtar Wolfsburg sotto il profilo del pronostico e delle quote offerte dall’agenzia Snai sulla partita di Europa League. Il segno 1 è favorito ed è proposto a 2,35; si sale poi a quota 2,80 in caso di segno 2 ed infine l’ipotesi più remunerativa per gli scommettitori sarebbe il pareggio, perché il segno X vale 3,50 volte la posta in palio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA