Diretta/ Spagna Svezia (risultato finale 0-0) streaming Rai: Olsen strepitoso!

- Claudio Franceschini

Diretta Spagna Svezia streaming video Rai: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il gruppo E degli Europei 2020, nazionali in campo a Siviglia.

Spagna gruppo Eric Garcia Morata facebook 2021 1 640x300
Diretta Spagna Svezia, Europei 2020 gruppo E (da Facebook)

DIRETTA SPAGNA SVEZIA (RISULTATO FINALE 0-0): OLSEN STREPITOSO!

Dopo 6′ di recupero la Spagna deve arrendersi e chiudere sullo 0-0 all’Estadio de la Cartuja di Siviglia il match contro la Svezia. Minuti finali del match che seguono un solo copione, col forcing della Spagna che non trova però spazi contro la chiusissima Svezia, che non fa passare praticamente sulla sulla trequarti. E quando succede c’è Olsen a opporsi in maniera strepitosa, come già era avvenuto nel primo tempo su Dani Olmo. Al 90′ cross teso di Sarabia e Gerard Moreno, subentrato proprio a Olmo, di testa trova il miracoloso intervento di piede del portiere avversario a negarli il gol. Ultimo assalto spagnolo con Sarabia che al 93′ arriva su un cross teso di Jordi Alba ma il pallone finisce sull’insuperabile Olsen. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA SPAGNA SVEZIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Spagna Svezia, e vale per tutte le partite degli Europei 2020, sarà trasmessa sui canali della televisione satellitare: è infatti Sky che si occupa dell’intera programmazione del torneo, dunque gli abbonati avranno accesso alle immagini attraverso il loro decoder e, in assenza di un televisore, potranno seguire il match anche grazie al servizio di diretta streaming video, senza costi aggiuntivi e attivabile con l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone. Questa sera però ci sarà una bella notizia: sarà questo infatti il match trasmesso sui canali Rai e precisamente su RaiX, e dunque anche in mobilità su sito o app ufficiali di Ray Play. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

ISAK SCATENATO

A inizio ripresa Isak continua a mettere in difficoltà la difesa spagnola e al 4′ sugli sviluppi di una punizione Lustig svirgola la battuta a rete nonostante un ottimo suggerimento. Al 5′ finisce di poco a lato un destro di Morata, al 10′ Lustig riceve la prima ammonizione della partita. Al quarto d’ora ancora grande invenzione di Isak che trova Berg sul secondo palo ma la deviazione vincente viene mancata, poi al 19′ è Laporte che deve prodursi in uno straordinario recupero sullo scatenato Isak. Doppio cambio per la Spagna: entra Thiago Alcantara per Rodri al 21′ e Sarabia rileva Morata. Al 24′ Andersson richiama proprio Isak e anche Berg inserendo Quaison e Claesson. (agg. di Fabio Belli)

MORATA SPRECA, SIMON SI SALVA!

Pur in una partita dai ritmi non forsennati arrivano due occasioni importantissime prima dell’intervallo da una parte e dall’altra. Al 36′ è clamoroso l’errore di Morata che non sfrutta uno svarione di Danielsson e solo davanti a Olsen appoggia a lato, sprecando praticamente un gol fatto. Al 41′ Isak però buca la difesa iberica e si presenta da solo davanti a Simon, col salvataggio di Llorente che manda il pallone sul palo salvando Unai Simon. Al 45′ Olsen rischia su una conclusione di Koke ma riesce a tenere il pallone che inizialmente gli era sfuggito, dopo 1′ di recupero squadre negli spogliatoi col risultato ancora sullo 0-0 all’Estadio Olimpico de la Cartuja di Siviglia. (agg. di Fabio Belli)

SUPER OLSEN SU DANI OLMO!

La Spagna inizia la partita come suo solito, pressing alto e possesso palla che costringe la Svezia a stare bassa e cercare di ripartire. All’11’ Danielsson svetta su un cross su punizione di Koke e salva l’area svedese, subito dopo lo stesso Danielsson si produce in un bell’anticipo su Morata. Ma al 16′ è Olsen a prendersi la ribalta con una parata strepitosa su un colpo di testa ravvicinato di Dani Olmo, che sembrava essere arrivato a colpo sicuro alla conclusione. La Svezia riesce col passare dei minuti ad alzare il suo baricentro ma la Spagna è sempre più pericolosa, al 23′ Koke si avventa su un pallone vagante in area svedese e il suo diagonale finisce d’un soffio a lato. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA

Tutto è pronto per Spagna Svezia, partita di cartello per il girone E degli Europei di calcio che inizia fra pochissimi minuti a Siviglia, con le Furie Rosse che di conseguenza godranno del vantaggio del fattore campo. Possiamo ricordare che i precedenti ufficiali tra Spagna e Svezia sono quattordici, forse meno di quello che avremmo pensato tra due Nazionali attive da sempre. Il bilancio sorride alla Spagna, che ha ottenuto infatti sei vittorie a fronte di cinque pareggi e tre soli successi per la Svezia, che di conseguenza è in ritardo piuttosto netto anche per quanto riguarda le reti segnate (23-15). L’ultima vittoria scandinava risale al 7 ottobre 2006, in occasione di una partita di qualificazione agli Europei 2008 che la Svezia vinse in casa per 2-0. In seguito sono arrivate tre vittorie consecutive per la Spagna ed infine il pareggio per 1-1 di martedì 15 ottobre 2019, curiosamente proprio nelle qualificazioni di questo Europeo che ora mette di nuovo di fronte le due Nazionali. Adesso però dobbiamo cedere senza indugio la parola all’attualità: Spagna Svezia comincia davvero! SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; M. Llorente, Laporte, Pau Torres, Jordi Alba; Koke, Rodri, Pedri; Ferran Torres, Morata, Dani Olmo. Allenatore: Luis Enrique SVEZIA (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Danielsson, Augustionsson; S. Larsson, Olsson, Ekdal, Forsberg; Berg, Isak. Allenatore: Janne Andersson (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA SPAGNA SVEZIA: LA TRADIZIONE

Cresce l’attesa per la diretta di Spagna Svezia, possiamo allora dire nel frattempo qualcosa in più sulla tradizione di queste due Nazionali agli Europei. La Spagna naturalmente può vantare una tradizione eccellente, esaltata dalle ben tre vittorie nel torneo continentale: quella del 1964 in casa è stata per decenni l’unica gioia del calcio spagnolo a livello di Nazionale, dai tempi di Luis Suarez infatti si è dovuti passare al terzo millennio per vivere la generazione d’oro che ha fruttato alla Spagna la vittoria di due Europei consecutivi nel 2008 e nel 2012, con in mezzo naturalmente anche il trionfo ai Mondiali di Sudafrica 2010. Inoltre va ricordata la finale del 1984, persa a Parigi contro i padroni di casa della Francia. La Svezia invece ha ottenuto senza dubbio più soddisfazioni nel corso della sua storia ai Mondiali, compresa la finale del 1958 più altri ottimi piazzamenti: agli Europei per gli scandinavi possiamo ricordare la semifinale dell’edizione 1992 giocata in casa, ma gli Europei storicamente non hanno mai sorriso molto alla Svezia calcistica. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SPAGNA SVEZIA: ECCO LA ROJA!

Spagna Svezia sarà diretta dall’arbitro sloveno Slavko Vincic: alle ore 21:00 di lunedì 14 giugno, presso l’Estadio de la Cartuja a Siviglia, assisteremo al match valido per la prima giornata nel gruppo E degli Europei 2020. Finalmente avremo l’esordio della Roja, una delle nazionali favorite per vincere il titolo: si è esaurito il grande ciclo che aveva portato in dote due titoli continentali, ma la Spagna resta un riferimento per la capacità di lavorare sui giovani, e lo ha dimostrato ancora centrando la Final Four di Nations League in cui sfiderà gli azzurri.

La Svezia ci aveva fatto fuori nel playoff per andare al Mondiale tre anni fa; rispetto ad allora non è cambiata molto, rimane dunque una nazionale che ha le potenzialità per essere una pericolosa outsider ma che già in questo girone dovrà lottare con le unghie e con i denti per prendersi il secondo posto e la qualificazione agli ottavi. Aspettando che la diretta di Spagna Svezia si giochi, proviamo adesso a fare qualche considerazione utile sulle scelte che verranno operate dai due CT, leggendo insieme le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI SPAGNA SVEZIA

Come sappiamo, in Spagna Svezia Luis Enrique non può utilizzare Sergio Busquets e Diego Llorente, positivi al Coronavirus: dunque nel 4-3-3 della Roja dovrebbe essere Rodri a giocare in mezzo al campo come regista, con Koke e Thiago Alcantara possibili mezzali con la concorrenza di Fabian Ruiz e Marcos Llorente. In difesa invece avremo Azpilicueta da terzino destro; Jordi Alba o Gayà sull’altro versante, in mezzo Pau Torres e uno tra Eric Garcia e Laporte. Per quanto riguarda il tridente offensivo, Morata giocherà da prima punta; Gerard Moreno e Ferran Torres potrebbero essere gli esterni, ma occhio ad Adama Traoré e Dani Olmo. La Svezia sarà senza Svanberg e Kulusevski, due tegole non da poco per Janne Andersson: dunque invariata la difesa, con Lindelof e Danielson davanti a Robin Olsen mentre Lustig e Bengtsson giocheranno sugli esterni, e un centrocampo nel quale Ekdal avrà in mano le redini del gioco con Sebastian Larsson e Olsson a fare da mezzali (qui se la gioca anche Cajuste), poi davanti sarà verosimilmente Claesson a prendere il posto di Kulusevski, con Isak e Berg a giocarsi la maglia da centravanti e Forsberg largo a sinistra, in ballottaggio con Quaison.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Spagna Svezia possiamo contare sulle quote ufficiali che sono state emesse dall’agenzia Snai: vale 1,35 il segno 1 su cui puntare per la vittoria della nazionale iberica, mentre per il segno X che identifica il pareggio abbiamo un valore che ammonta a 4,75 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto. Il segno 2, che è quello da giocare per l’affermazione degli scandinavi, porta in dote una vincita corrispondente a 9,75 volte la cifra investita con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA