DIRETTA/ Spal Fiorentina (risultato finale 1-3): sprint vincente dei viola

- Claudio Franceschini

Diretta Spal Fiorentina streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 38^ giornata di Serie A, squadre in campo allo stadio Mazza.

Federico Chiesa Vicari Fiorentina Spal lapresse 2020
Diretta Spal Fiorentina, Serie A 38^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA SPAL FIORENTINA (RISULTATO FINALE 1-3): SPRINT VINCENTE DEI VIOLA

Vittoria sul filo di lana per la Fiorentina che batte la SPAL per 3 a 1 e si congeda dal campionato con una vittoria e il momentaneo nono posto in classifica, a pari punti con il Verona impegnato tra pochi minuti contro il Genoa. Giocatori stremati con D’Alessandro in preda ai crampi che chiede disperato il cambio. I viola, trascinati da Sottil che corre come un pazzo nonostante il caldo afoso, emergono nel finale con il colpo di testa vincente di Kouamé sugli sviluppi di un calcio d’angolo e con un calcio di rigore trasformato da Pulgar e provocato da Bonifazi che invece del pallone prende Chiesa falciandolo dentro l’area. Sconfitta numero 28 per gli spallini che tornano in Serie B dopo tre stagioni di permanenza nella massima categoria. {agg. di Stefano Belli}

VIOLA A TRAZIONE ANTERIORE

A un quarto d’ora dal novantesimo il punteggio di SPAL Fiorentina è sempre di 1-1. I viola attaccano a pieno organico nonostante il caldo soffocante, Iachini lancia un chiaro messaggio con l’inserimento di Kouamé al posto di Agudelo: vuole vincerla e per farlo è necessario sfiancare la retroguardia spallina. Al 56′ Thiam sfrutta i suoi 202 centimetri d’altezza per fermare Venuti lanciatissimo a rete, due minuti più tardi Chiesa prova il tocco per l’ex-Cittadella che non riesce ad arrivare sul pallone. Al 60′ Pulgar calcia forte ma centrale, ci vuole ben altro per mettere in difficoltà l’estremo difensore senegalese. Dal canto suo Di Biagio si affida alla freschezza di Strefezza e Horvath; Vlahovic non si regge più in piedi e viene sostituito da Cutrone, il serbo non la prende comunque benissimo e manda a quel paese il mister, Venuti (rilevato da Sottil) fa meno storie e si accomoda in panchina senza nulla da obiettare. Gli ospiti ci provano anche su calcio piazzato ma la barriera dei ferraresi fa egregiamente il suo dovere. {agg. di Stefano Belli}

VIOLA PERICOLOSI CON AGUDELO E VLAHOVIC

SPAL e Fiorentina di nuovo in campo per il secondo tempo, sono passati circa dieci minuti da quando è ripreso il gioco con il punteggio sempre fermo sull’1-1. Al 48′ gran giocata di Chiesa che apre per Agudelo, il giovane centrocampista colombiano non riesce a inquadrare lo specchio della porta con il pallone che esce di poco. Sei minuti più tardi Vlahovic sfiora la traversa con un colpo di testa. Dall’altra parte l’unico che prova a calciare in porta è Valoti, conclusione debole e innocua per Terracciano che blocca la sfera a occhi chiusi. {agg. di Stefano Belli}

D’ALESSANDRO PAREGGIA I CONTI

SPAL e Fiorentina rientrano negli spogliatoi per l’intervallo sul punteggio di 1 a 1. Al 37′ la formazione allenata da Iachini sfiora il raddoppio ancora con Duncan che calcia al volo, stavolta Thiam ha il tempo di tuffarsi e bloccare la sfera. Due minuti più tardi i viola vengono raggiunti dai ferraresi che pareggiano i conti grazie al sinistro imprendibile di D’Alessandro, nulla da fare per Terracciano che poco dopo però è bravissimo a respingere sul tentativo dell’ex-Tomovic, momento di sbandamento per la retroguardia ospite che ha rischiato di incassare un uno-due fulmineo che poteva lasciare il segno. Nel recupero i gigliati tornano in avanti con Missiroli che pulisce l’area di rigore prima del duplice fischio di Prontera. {agg. di Stefano Belli}

LA SBLOCCA DUNCAN

Spal Fiorentina 0-1 alla mezz’ora del primo tempo. Con il passare dei minuti i ferraresi provano a scrollarsi di dosso tutte le paure e ad affondare nella metà campo viola. Al 13′ Fares prova a servire Murgia ma sbaglia l’apertura e così l’ex-Lazio non può arrivare sul pallone. Al 15′ D’Alessandro tenta l’incursione per vie centrali e solamente l’intervento di Ceccherini salva il clean sheet di Terracciano. Al 17′ il sinistro del numero 93 si stampa sulla traversa, dopo un buon inizio gli uomini di Iachini subiscono le iniziative degli avversari, il tentativo dalla distanza di Chiesa non crea alcun problema a Thiam, per non parlare dell’innocua girata di Venuti che regala di fatto la sfera all’estremo difensore senegalese. Poi al 30′ il risultato cambia quando Duncan trova il modo di gonfiare la rete su assist del figlio d’arte. {agg. di Stefano Belli}

CHIESA SCALDA I GUANTONI DI THIAM

Al Mazza di Ferrara si conclude la stagione di SPAL e Fiorentina che si affrontano nell’ultima giornata di Serie A, al decimo del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Clima estivo con temperatura di 31 gradi anche se in serata sono previsti dei temporali. Con i padroni già retrocessi e gli ospiti già salvi, si gioca con l’unico obiettivo di congedarsi dal campionato con un risultato positivo. Motivo per cui i viola si affacciano dalle parti di Thiam al 7′ con Chiesa che carica il sinistro, il giovane portiere senegalese si fa sfuggire il pallone che finisce sui piedi di Vlahovic, l’attaccante serbo non riesce a concretizzare il tap-in. Tre minuti più tardi ci prova Agudelo da fuori. La formazione di Di Biagio non è ancora uscita dalla sua metà campo. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Spal Fiorentina è riservata in esclusiva ai soli possessori di un abbonamento alla televisione satellitare: il canale di riferimento è Sky Sport Serie A che troveranno al numero 202 del decoder. In assenza di un televisore resta ovviamente possibile l’alternativa garantita dall’applicazione Sky Go, per seguire la partita di campionato in diretta streaming video e senza costi aggiuntivi, utilizzando come sempre dispositivi mobili quali PC, tablet o smartphone.

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA

Prende il via la diretta di Spal Fiorentina: tutto sommato i viola hanno fatto bene in trasferta, nel post lockdown sono riusciti a limitare a due le sconfitte esterne perdendo per di più sempre all’Olimpico, e in entrambi i casi con polemiche per due rigori concessi che sono apparsi molto dubbi. Ci sono però anche le due vittorie contro Parma e Lecce, così come il pareggio di San Siro contro l’Inter; in generale il quadro esterno della Fiorentina ci racconta di 6 partite vinte che sono più di quelle centrate all’Artemio Franchi, la squadra ha viaggiato meglio quando ha potuto giocar fuori casa e lo dimostra anche il numero di gol segnati, che sono 26 – mentre il quadro delle reti subite è in equilibrio. C’è rammarico per come sono andate le cose in casa, e ovviamente per la prossima stagione bisognerà pensare soprattutto a migliorare questo aspetto; ora però è arrivato davvero il momento di metterci comodi e stare a vedere come andranno le cose al Paolo Mazza, dopo aver letto le formazioni ufficiali possiamo lasciar parlare i protagonisti di questa Spal Fiorentina che finalmente prende il via! SPAL (4-4-1-1): Thiam; Tomovic, Vicari, Bonifazi, Fares; D’Alessandro, Dabo, Missiroli, Murgia; Valoti; Cuellar. All. Di Biagio FIORENTINA (3-5-2): Terracciano; Ceccherini, Milenkovic, Igor; Lirola, Agudelo, Pulgar, Duncan, Venuti; Chiesa, Vlahovic. All. Iachini (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Studiamo i precedenti di Spal Fiorentina: da quando gli estensi sono tornati in Serie A non sono mai riusciti a battere la Viola, che anzi ha portato a casa le ultime tre partite. Due di queste si sono giocate al Franchi, mentre al Paolo Mazza nel febbraio di un anno fa la squadra affidata a Stefano Pioli, appena prima di entrare in crisi di risultati, aveva rimontato il gol di Andrea Petagna con Edmilson Fernandes, il rigore di Jordan Veretout, Giovanni Simeone e Gerson. Un successo che ha permesso alla Fiorentina di tornare a vincere a Ferrara dopo 53 anni: bisogna infatti tornare alla vigilia di Natale del 1966 per trovare un 2-1 viola che era stato firmato da due nomi di eccezione, ovvero Giancarlo De Sisti e Kurt Hamrin (in mezzo il temporaneo pareggio di Carlo Dell’Omodarme). Poco più di un anno più tardi, ecco arrivare una vittoria esterna per la squadra biancazzurra: il contesto era sempre quello del campionato di Serie A, nella Fiorentina c’era in campo anche Amarildo (già campione del mondo con il Brasile, da protagonista) ma la formazione allenata da Francesco Petagna, nonno dell’attuale attaccante della Spal, si era imposta grazie al gol che Orlando Rozzoni aveva realizzato al 79’ minuto. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Spal Fiorentina sarà diretta dall’arbitro Alessandro Prontera, che appartiene alla sezione Aia di Bologna e sarà dunque oggi pomeriggio in campo allo stadio Paolo Mazza di Ferrara per guidare una squadra arbitrale che sarà poi composta anche dai due guardalinee Robilotta e Sechi, dal quarto uomo Sozza, dal signor Piccinini davanti al monitor della Var e al suo fianco il signor Lo Cicero in qualità di assistente Avar. Tornando al primo arbitro, possiamo segnalare che il signor Alessandro Prontera fa parte della Can B, ma oggi lo vedremo protagonista in una partita di Serie A. Fischietto di sicuro avvenire, il signor Prontera è nato il 15 settembre 1986 a Tricase e nel corso di questa stagione ha già arbitrato una precedente partita di Serie A. Curiosamente, anche in quel caso era protagonista la Fiorentina: dobbiamo tornare al 6 ottobre 2019, quando Prontera fu l’arbitro Prontera diresse allo stadio Artemio Franchi la partita Fiorentina Udinese 1-0, nella quale il fischietto bolognese comminò tre cartellini gialli, ma nessuna espulsione e nemmeno calci di rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Spal Fiorentina, in diretta dallo stadio Paolo Mazza, si gioca alle ore 18:00 di domenica 2 agosto: siamo arrivati alla 38^ giornata della Serie A 2019-2020 e dunque si conclude finalmente un campionato che passerà alla storia per i tre mesi di lockdown e le porte chiuse in una ultima parte che ha visto le 20 squadre giocare 12 partite a testa (in certi casi anche 13) nello spazio di un mese e mezzo. Un vero e proprio tour de force, al termine del quale la Spal tornerà in Serie B: sarà presumibilmente anche l’addio di Gigi Di Biagio alla panchina degli estensi, dopo il 3-0 incassato dal Verona i biancazzurri sono certi dell’ultimo posto in classifica ma vogliono se non altro salutare la Serie A con una vittoria.

La Fiorentina però sta bene: purtroppo i viola si sono svegliati troppo tardi, tra un inizio positivo e un finale in crescita hanno perso tanti punti in maniera anche incredibile e non sono riusciti a lottare per l’Europa, come la rosa a disposizione dell’allenatore avrebbe concesso. Dopo aver schiantato il Bologna, per Beppe Iachini potrebbe essere l’ultima panchina: Rocco Commisso sogna Roberto De Zerbi, qualora il Sassuolo non lo lasciasse andare le soluzioni in casa toscana potrebbero comunque contemplare un cambio in panchina. Vediamo ora in che modo le due squadre intendono disporsi sul terreno di gioco; aspettando il calcio d’inizio nella diretta di Spal Fiorentina valutiamo dubbi e certezze dei due tecnici analizzando al meglio le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI SPAL FIORENTINA

E’ sempre lunga la lista degli indisponibili per Di Biagio, che potrebbe affrontare Spal Fiorentina con un 3-5-2 nel quale non potranno essere schierati due attaccanti come Floccari e Cerri ma anche Etrit Berisha e Lucas Castro. In porta c’è sempre Letica; davanti a lui Thiago Cionek, Vicari e uno tra Salamon e Bonifazi formano il terzetto difensivo che sarà supportato in fase di non possesso dai due esterni Strefezza e Fares. Murgia e Missiroli potrebbero essere le mezzali, il secondo avrà anche compiti di regia visto che l’ex Bryan Dabo sarà in posizione centrale ma come frangiflutti; Petagna saluta la Spal essendo destinato al Napoli, sarà verosimilmente titolare insieme a Federico Di Francesco.

Nella Fiorentina prova a stringere i denti Ribéry, assente mercoledì ma determinato a chiudere bene una stagione sfortunata; davanti a Terracciano si piazzano Milenkovic (due gol consecutivi), German Pezzella e Caceres, a centrocampo è squalificato Rachid Ghezzal e allora a giocare dovrebbe essere Duncan, che agirà al fianco del regista Pulgar (ma occhio a Badelj) con Castrovilli sull’altro versante. Da valutare se il centrocampo sarà a quattro o a tre: nel primo caso fuori un centrale e spazio a Venuti e Lirola (o Dalbert) sugli esterni, con un tridente che comprenderebbe Federico Chiesa – altrimenti schierato come quinto in mediana – Cutrone o Kouamé e appunto Ribéry.

QUOTE E PRONOSTICO

Il pronostico che l’agenzia Bwin ha tracciato per Spal Fiorentina indica chiaramente come i viola siano largamente favoriti: per la loro vittoria bisogna puntare sul segno 2 e andreste a guadagnare una somma corrispondente a 1,48 volte quello che avrete messo sul piatto, per contro il segno 1 che identifica il successo interno degli estensi vi farebbe intascare 5,75 volte la vostra puntata. Il pareggio, regolato dal segno X, porta in dote una vincita che ammonta a 4,50 volte l’importo investito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA