DIRETTA/ Svezia-Spagna (risultato finale 1-1): Rodrigo salva le Furie Rosse

- Claudio Franceschini

Diretta Svezia Spagna streaming video e tv: i precedenti e risultato live della partita valida per le qualificazioni agli Europei 2020, ottava giornata nel gruppo F.

sandroramirez_saulniguez_spagna_under21_lapresse_2017
Diretta Svezia Spagna, qualificazioni Europei 2020 (Foto LaPresse)

DIRETTA SVEZIA-SPAGNA (RISULTATO FINALE 1-1): RODRIGO SALVA LE FURIE ROSSE

Il calcio dà, il calcio toglie: se pochi giorni la Spagna si era mangiata le mani per essersi fatta raggiungere dalla Norvegia al 94′, stasera le Furie Rosse proprio in zona Cesarini sono riuscite a riacciuffare la Svezia e a evitare il primo KO nella fase di qualificazione a Euro 2020. La nazionale di Robert Moreno non ha comunque problemi a conservare il primato nel girone F dopo l’1-1 maturato alla Friends Arena di Solna, un pareggio davvero beffardo per i padroni di casa che devono ringraziare di cuore proprio la Norvegia per aver fermato la Romania al 92′, consentendo loro di mantenere il secondo posto. Nel recupero gli ospiti battono un calcio d’angolo, Fabian Ruiz pesca Rodrigo che tira fuori il coniglio dal cilindro e batte Olsen che in precedenza si era rivelato insuperabile. {agg. di Stefano Belli}

BERG TRAFIGGE LE FURIE ROSSE

Al ventesimo minuto del secondo tempo è cambiato il parziale alla Friends Arena di Solna con la Svezia che sta battendo la Spagna per 1-0. Al 50′ i padroni di casa violano la porta di De Gea con il tap-in di Berg che è lesto a ribadire il pallone in rete dopo il palo colpito da Forsberg. Le Furie Rosse, punte nell’orgoglio, provano a reagire con Rodri Hernandez che si conferma pericolosissimo sui colpi di testa, Olsen continua a fare buona guardia in mezzo ai pali. Al 60′ il portiere del Manchester United è costretto a dare forfait, al suo posto entra Kepa che ha sulla coscienza il rigore regalato alla Norvegia qualche giorno fa in pieno recupero, il ct Robert Moreno ha voluto comunque concedergli un’altra chance invece di dare fiducia al “romanista” Pau Lopez. {agg. di Stefano Belli}

FINE PRIMO TEMPO

Il primo tempo di Svezia-Spagna va in archivio sullo 0-0. Alla Friends Arena di Solna non si è ancora visto nessun gol, merito più che altro del portiere Olsen, candidato a diventare l’ennesimo rimpianto per i tifosi della Roma che negli anni hanno visto partire gente come Salah, Pjanic e Szczesny (e meno male che è rimasto Dzeko). Al 20′ il numero 1 di Andersson salva il risultato con una parata da copertina sul colpo di testa di Gerard Moreno che aveva cercato di piazzarla all’angolino approfittando del traversone di Carvajal, un’autentica spina nel fianco per i terzini che occupano la fascia destra. Dall’altra parte del campo De Gea rischia di combinare un grosso pasticcio regalando il pallone a Olsson che decide di servire Quaison, il numero 22 grazia le Furie Rosse calciando clamorosamente fuori da pochi passi. Al 32′ il portiere del Manchester United si fa perdonare con un salvataggio al limite del miracoloso proprio su Quaison che a sua volta doveva riscattarsi per l’errore di prima. {agg. di Stefano Belli}

MIRACOLO DI OLSEN SU RODRI

Alla Friends Arena di Solna si sta giocando Svezia-Spagna valevole per l’ottava giornata del girone F delle European Qualifiers, a metà del primo tempo il punteggio resta fermo sullo 0-0. I padroni di casa sono obbligati a vincere se vogliono consolidare il secondo posto, le Furie Rosse dopo essersi fatti raggiungere dalla Norvegia nel recupero vogliono ritrovare a tutti i costi la vittoria e garantirsi l’accesso alla fase finale di Euro 2020. Gli uomini di Robert Moreno fanno subito sul serio con Fabian Ruiz che al 3′ prova a impensierire Olsen, nessun problema per il portiere del Cagliari che poco dopo si supera per negare la gioia de gol a Rodri Hernandez. Da segnalare per dovere di cronaca il tentativo di Thiago Alcantara che era anche riuscito a scavalcare l’estremo difensore avversario ma poi si allunga fatalmente il pallone davanti alla porta sguarnita, perdendo l’attimo per la conclusione a rete. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Svezia Spagna non sarà trasmessa sui canali della nostra televisione: questo significa che per seguire questa partita delle qualificazioni agli Europei 2020 non avrete a disposizione nemmeno un servizio ufficiale di diretta streaming video, ma per tutte le informazioni utili sulle due nazionali potrete consultare il sito ufficiale della federazione europea (indirizzo www.uefa.com) e accedere alla sezione dedicata specificamente alle partite per l’accesso alla fase finale degli Europei.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per cominciare Svezia Spagna, e non possiamo fare a meno di notare che la nazionale scandinava nella sua storia partecipa agli Europei ininterrottamente dal 2000. Tuttavia, non supera il primo turno dal 2004: allora aveva vinto il famoso girone con Danimarca e Italia grazie al 2-2 nel derby scandinavo, poi si era fermata di fronte all’Olanda che aveva avuto la meglio ai rigori. Nelle tre edizioni seguenti i gialloblu sono sempre stati eliminati al girone; il migliore risultato rimane la semifinale casalinga del 1992, ma all’epoca superare il gruppo eliminatorio faceva arrivare direttamente alla Final Four. Sia come sia la Svezia aveva pareggiato contro la Francia per poi battere Danimarca e Inghilterra, ma la Germania aveva vinto 3-2 la semifinale e aveva spezzato i sogni di gloria dei padroni di casa. Ora non resta che metterci comodi e stare a vedere quello che ci dirà il campo per questa partita della Friends Arena di Solna, perchè finalmente è arrivato il momento che stavamo aspettando: la diretta di Svezia Spagna prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

SVEZIA CERCA LA QUALIFICAZIONE

Nel presentare la diretta di Svezia Spagna abbiamo già detto che la nazionale scandinava ha il paracadute dei playoff già conquistati, grazie alla vittoria del suo girone di Nations League (Lega B). Tuttavia è chiaro che l’obiettivo è quello di qualificarsi subito agli Europei 2020: la classifica ci dice che la Svezia è seconda con 14 punti e tiene a distanza di una sola lunghezza la Romania, impegnata questa sera contro la Norvegia (in casa). La partita che potrebbe decidere tutto si giocherà tra un mese a Bucarest: la Svezia ha vinto 2-1 all’andata e dunque con un pareggio avrebbe anche la doppia sfida diretta a suo favore, ma per quella data un punto potrebbe non bastare se questa sera arrivasse il sorpasso. Nell’ultima giornata però la Romania andrà in Spagna, al Wanda Metropolitano; la Svezia ospiterà le Far Oer e dunque possiamo già scommettere sui tre punti. L’obiettivo è chiaro: arrivare davanti ai rumeni all’ultimo turno, in caso contrario il distacco non dovrà essere superiore ai 2 punti perchè in quel caso si potrà comunque sperare nella Roja, che sarà presumibilmente già qualificata (il 15 novembre ospiterà Malta) ma ci terrà a chiudere bene il suo girone. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

I nove precedenti di Svezia Spagna sono stati inaugurati da un 3-1 scandinavo nei Mondiali 1950: era il girone finale, quello concluso dalla storica Uruguay-Brasile al Maracanà, e la Svezia con i gol di Stigu Sundqvist, Bror Mellberg e Karl Erik Palmer aveva vinto lo spareggio per il terzo posto. Da allora la Svezia ha vinto solo altre due volte contro la Roja: è successo in un’amichevole del giugno 1988, con la Spagna che preparava gli Europei ai quali gli scandinavi non avevano partecipato, e nell’ottobre 2006 in ambito di qualificazioni al torneo continentale: data storica, perchè dopo le reti di Johan Elmander e Marcus Allback la Spagna avrebbe aperto un’incredibile striscia di imbattibilità nelle partite di qualificazione. Il dato complessivo ci dice anche che gli iberici hanno vinto cinque volte con un pareggio, e che sono reduci da tre vittorie consecutive contro la Svezia; tuttavia le Furie Rosse non hanno mai vinto in trasferta, volendo ovviamente escludere il 2-1 (Fernando Torres e David Villa, in mezzo il pareggio di Zlatan Ibrahimovic) andato in scena in Austria nel girone degli Europei 2008 (vinti dalla Spagna) e dunque in campo neutro. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Svezia Spagna, che viene diretta dall’arbitro francese Clément Turpin, va in scena alla Friends Arena di Solna: appuntamento alle ore 20:45 di martedì 15 ottobre per l’ottava giornata nel gruppo F delle qualificazioni agli Europei 2020. Il pareggio ottenuto dalla Roja contro la Norvegia, facendosi rimontare nel finale, ha impedito a Robert Moreno di festeggiare con tre turni di anticipo il pass aritmetico per la fase finale; a questo punto la Spagna potrebbe anche rischiare qualcosa con questa trasferta in terra svedese, anche se i 6 punti di vantaggio sulla stessa Norvegia (terza in classifica) è un’assicurazione abbastanza certa rispetto all’obiettivo. La Svezia, reduce dalla roboante e attesa vittoria di Malta, ha comunque la certezza di giocare il playoff qualora non dovesse entrare nelle prime due squadre del girone; gli scandinavi tuttavia vogliono chiudere i conti in anticipo e prendersi la qualificazione diretta, per di più potendo ancora vincere il gruppo F. Vediamo allora, mentre aspettiamo la diretta di Svezia Spagna, quali possono essere le scelte dei due CT nell’analisi approfondita delle probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI SVEZIA SPAGNA

A Solna, Janne Anderson affronta Svezia Spagna con il 4-4-2 che ha vinto a Ta’ Qali: significa che dovremmo vedere Danielson e Granqvist a formare la coppia difensiva davanti a Olsen, con Lustig e Bengtsson schierati invece in qualità di terzini. A centrocampo la cerniera dovrebbe essere composta da Olsson e Ekdal, mentre sugli esterni ci saranno Sebastian Larsson (a destra) e Forsberg che darà una mano in regia partendo dalla sinistra. Quaison si gioca la maglia con Guidetti e Isak per affiancare Berg nel tandem offensivo; la Spagna invece agirà con il 4-3-3 nel quale Sarabia cerca spazio a destra per affiancare Rodrigo, mentre Dani Ceballos potrebbe lasciare la maglia a Gerard Moreno o addirittura Luis Alberto. Centrocampo nel quale Rodri o Thiago Alcancara potrebbero operare in regia, prendendo il posto di Fabian Ruiz con la conferma di Sergio Busquets e Saul Niguez; in difesa Sergio Ramos è confermato, Inigo Martinez può giocare al posto di Raul Albiol e Carvajal sostituire Jesus Navas, in porta dovremmo vedere De Gea con Bernat a sinistra.

QUOTE E PRONOSTICO

E’ la Roja a partire favorita nelle quote per Svezia Spagna, come ci dice l’agenzia di scommesse Snai: il segno 2 che regola la sua vittoria vale infatti 1,85 volte la somma messa sul piatto, contro il valore di 4,25 volte la puntata che accompagna il segno 1 per il successo interno degli scandinavi. Il pareggio, eventualità che come sempre regola il segno X, vi permetterebbe di guadagnare una cifra pari a 3,50 volte l’ammontare della vostra giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA