Diretta/ Svizzera Irlanda del Nord (risultato finale 2-0): la chiude Fassnacht!

- Fabio Belli

Diretta Svizzera Irlanda del Nord (risultato finale 2-0) streaming video tv del match valevole per le qualificazioni al mondiale del 2022 in Qatar. Gli elvetici si portano a -3 dall’Italia.

Svizzera esultanza
Pronostici Europei 2020 - I giocatori della Svizzera (LaPresse)

DIRETTA SVIZZERA IRLANDA DEL NORD (RISULTATO FINALE 2-0): LA CHIUDE FASSNACHT

La Svizzera torna a vincere battendo l’Irlanda del Nord per 2-0: gli elvetici si portano così a -3 dall’Italia anche se gli azzurri continuano ad avere una differenza reti (+11) decisamente migliore e che sarà decisiva in caso di arrivo a pari punti. Nel prossimo match contro la Lituania gli uomini di Yakin dovranno fare più gol possibili ma dalla gara di stasera si è visto benissimo che i rossocrociati fanno davvero tanta fatica a capitalizzare le molteplici occasioni create nell’arco dei novanta minuti. Embolo ad esempio ha sbagliato di tutto e di più divorandosi in svariati frangenti il raddoppio che poi è arrivato all’inizio del recupero con il nuovo entrato Fassnacht che non si è emozionato di fronte a Peacock-Farrell e lo ha freddato mettendo di fatto la parola fine alla contesa. Niente doppietta per Zuber che al 79’ si è visto arrivare il pallone addosso senza avere la possibilità di coordinarsi per depositarlo in rete. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA SVIZZERA IRLANDA DEL NORD STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Svizzera Irlanda del Nord sarà affidata a Canale 20: si parla di un canale Mediaset, e dunque la visione della partita sarà in chiaro per tutti sul digitale terrestre, appunto al numero 20. In assenza di un televisore sarà poi possibile assistere alla seconda semifinale di Nations League grazie al servizio di diretta streaming video: tutti coloro che ne avessero bisogno potranno collegarsi, senza costi aggiuntivi, al sito Mediaset Play con dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU MEDIASET PLAY

ELVETICI A CACCIA DEL RADDOPPIO

A metà del secondo tempo la Svizzera è sempre avanti sull’Irlanda del Nord per 1-0. Gli elvetici stanno giocando con un uomo in più per l’espulsione di Lewis che ha lasciato i suoi in inferiorità numerica e giustamente puntano ad archiviare la pratica andando a caccia del raddoppio. Al 55’ Peacock-Farrell compie una paratona ai danni di Embolo tenendo la partita ancora palla, un paio di minuti più tardi Zuber – l’autore del gol che sin qui decide la contesa – sbaglia il controllo e si trascina il pallone sul fondo. Prosegue l’assedio dei rossocrociati che al 62’ attaccano di nuovo con Mbabu il cui tiro da fuori area esce davvero di un soffio. Solo un miracolo a questo punto potrebbe salvare gli uomini di Baraclough dal KO. {agg. di Stefano Belli}

1-0, GOL DI ZUBER NEL RECUPERO

Intervallo allo stadio di Ginevra dove si è appena concluso sul punteggio di 1-0 in favore dei rossocrociati il primo tempo di Svizzera-Irlanda del Nord. VAR di nuovo protagonista al 24’ quando gli elvetici chiedono un calcio di rigore per un presunto fallo di mano, in effetti la conclusione di Shaqiri si è arenata sul braccio di Brown che però era attaccato al corpo e quindi il tocco non era sanzionabile con la massima punizione. Altro colpo di scena al 37’ quando Lewis, già ammonito, perde troppo tempo e l’arbitro Vincic gli sventola in faccia il secondo cartellino giallo, gli ospiti restano così in dieci uomini e i padroni di casa da qui in avanti potranno sfruttare pure la superiorità numerica per impossessarsi dei tre punti e avvicinarsi all’Italia nella classifica del gruppo C di qualificazione al mondiale del 2022 in Qatar. Al 40’ Zuber va al tiro senza impensierire più di tanto Peacock-Farrell, nel recupero il centrocampista dell’AEK Atene – servito da Embolo aiutato anche da un rimpallo piuttosto fortunoso – trova il modo di lasciare il segno e sbloccare la contesa a pochi istanti dalla pausa. {agg. di Stefano Belli}

0-0, SEGNA ZAKARIA MA IL VAR…

Allo stadio di Ginevra l’arbitro sloveno Vincic ha dato il via alle ostilità tra Svizzera e Irlanda del Nord che si affrontano nel match valevole per la settima giornata delle qualificazioni al mondiale del 2022 in Qatar, al quarto d’ora del primo tempo il punteggio resta fermo sullo 0-0. Le emozioni arrivano già al 4’ quando Zakaria – che prende il posto dell’infortunato Xhaka – porta in vantaggio gli elvetici con un missile da fuori area che si infila all’angolino. L’entusiasmo dei padroni di casa viene smorzato dal VAR che dopo qualche minuto non convalida la rete che avrebbe sbloccato la contesa per un fuorigioco millimetrico di Mbabu, autore della sponda per Steffen – poi murato – precedente alla conclusione vincente del numero 6 di Yakin. Scampato il pericolo gli ospiti si distendono con Washington che all’8’ trova l’opposizione di Sommer, bravo a rimanere in piedi e a mantenere la porta inviolata. Dall’altra parte Shaqiri prova a fare tutto da solo ma viene fermato da Peacock-Farrell. Partita che ci riguarda da vicino e che seguiamo quindi con particolare interesse, sperando che gli uomini di Baraclough tolgano altri punti ai rossocrociati come già accaduto lo scorso settembre quando la gara d’andata finì 0-0. {agg. di Stefano Belli}

SI COMINCIA!

Eccoci al fischio d’inizio della diretta di Svizzera Irlanda del Nord, valido per il settimo turno del girone C delle qualificazioni ai mondiali del 2022: prima di dare la parola al campo, vediamo come se la stanno cavando le due squadre. Classifica alla mano notiamo gli elvetici al secondo gradino, alle spalle dell’Italia, ma solo con 8 punti e un tabellino di 2 successi e due pari su 4 partite disputate: la squadra rossocrociata ha poi segnato fin qui 4 gol, subendone uno solo. Altri numeri per l’Irlanda del nord che segue con solo 5 punti e una vittoria messa da parte: pure la squadra di Baraclough ha qui segnato ben 4 gol, ma ne ha incassati 3. Vedremo che accadrà oggi in campo: si comincia! (agg Michela Colombo)

STORICO

Prima di dare spazio alla diretta di Svizzera Irlanda del Nord, ci pare doveroso ora spendere due parole anche sullo storico che unisce le due nazionali, in campo oggi per il girone C delle qualificazioni ai mondiali 2022. I dati utili non sono pochi: dal 1964 a oggi le due formazioni si sono sfidate a viso aperto in ben 7 occasioni, tra amichevoli e tornei di qualificazioni alle competizioni iridate. Nel complesso emergono ben 3 pareggi per tale scontro diretto e due successi per parte.

Va poi detto che naturalmente l’ultimo testa a testa tra Svizzera e Irlanda del Nord è recente e risale allo scorso settembre, quando si sfidarono sempre per le qualificazioni ai mondiali del 2022 (prima comunque il riferimento era del 2017). Pochi mesi fa pure ricordiamo il pareggio per 0-0 occorso a Windsor Park. (agg Michela Colombo)

SVIZZERA IRLANDA DEL NORD: SFIDA DECISIVA?

Svizzera Irlanda del Nord, in diretta sabato 9 settembre 2021 alle ore 20.45 presso lo Stade de Geneve di Ginevra sarà una sfida valevole per le qualificazioni ai Mondiali in Qatar del 2022. Sfida che potrebbe essere potenzialmente già decisiva: la Svizzera è indietro di 6 punti rispetto all’Italia capolista nel girone, ma con due partite in meno disputate e vincendo sempre nel suo cammino potrebbe arrivare a pari punti allo scontro diretto di Roma. Ma al tempo stesso deve evitare un passo falso in questo match che potrebbe costargli anche il secondo posto in classifica.

L’Irlanda del Nord infatti a parità di partite giocate con gli elvetici, quattro, ha solo 3 punti in meno ed espugnando Ginevra avrebbe la chance di puntare al secondo posto e giocarsi la qualificazione a Qatar 2022. parsa subito in salita dopo la sconfitta all’esordio in casa dell’Italia. Il match d’andata a Windsor Park si è chiuso sullo 0-0, così come l’ultimo precedente in Svizzera datato 12 novembre 2017. Gli elvetici non battono i nordirlandesi in casa addirittura dal 14 novembre del 1964.

PROBABILI FORMAZIONI SVIZZERA IRLANDA DEL NORD

Le probabili formazioni della diretta Svizzera Irlanda del Nord, match che andrà in scena allo Stade de Geneve di Ginevra. Per la SvizzeraMurat Yakin schiererà la squadra con un 4-3-2-1 come modulo. Questa la formazione di partenza: Sommer; Widmer, Elvedi, Akanji, Rodriguez; Freuler, F. Frei, Zakaria; Fassnacht, Vargas; Seferovic. Risponderà il Portogallo allenato da Ian Baraclough con un 4-4-2 così schierato dal primo minuto: Peacock-Farrell; Ballard, Cathcart, Brown, Lewis; Smith, McCann, S. Davis, Thompson; Washington, Lavery.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sul match allo Stade de Geneve, ecco le quote fissate dall’agenzia di scommesse Snai. La vittoria della Svizzera con il segno 1 viene proposta a una quota di 1.30, l’eventuale pareggio con il segno X viene offerto a una quota di 4.80, mentre l’eventuale successo dell’Irlanda del Nord, abbinato al segno 2, viene fissato a una quota di 10.50.

© RIPRODUZIONE RISERVATA