DIRETTA/ Tirreno Adriatico 2022: Ewan vince la 3^ tappa, Ganna leader in classifica

- Mauro Mantegazza

Diretta Tirreno Adriatico 2022: Caleb Ewan vince la 3^ tappa Murlo Terni su Demare e Kooij, in classifica resta leader Filippo Ganna ma Pogacar…

Ewan Tour de France Giro
Caleb Ewan (immagine di repertorio)

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022: CALEB EWAN VINCE LA 3^ TAPPA

Caleb Ewan ha vinto la terza tappa Murlo Terni della Tirreno Adriatico 2022 con una splendida volata che ha confermato una volta di più le qualità dello sprinter australiano della Lotto Soudal, al termine di una frazione che ha lasciato Filippo Ganna al comando della classifica generale ma dopo tantissime emozioni, anche francamente inattese. Secondo posto per il francese Arnaud Demare, terzo posto invece per Olav Kooij che conferma le sue qualità dopo il secondo posto di ieri.

Nel finale di tappa è successo davvero di tutto: la UAE Team Emirates aveva annullato in anticipo la fuga da lontano pensando al traguardo volante di Amelia, dove infatti ha attaccato Tadej Pogacar insieme al compagno di squadra Marc Soler, con immediata reazione da parte di Julian Alaphilippe. Al TV è passato per primo proprio Pogacar, che si è così preso i 3” di abbuono per la classifica generale davanti a Soler e Alaphilippe. Fin qui tutto normale: la novità è stata che i tre hanno insistito e che alle loro spalle hanno attaccato anche Tao Geoghegan Hart e Mikel Landa, che però non è riuscito ad agganciare la testa della corsa, a differenza dell’inglese che così è andato a formare un quartetto di lusso. Una fuga Pogacar-Soler-Alaphilippe-Geoghegan Hart in una tappa pianeggiante, inseguita dalle squadre dei velocisti, era francamente difficile da immaginare. Alla fine il gruppo ha avuto la meglio, ma dobbiamo ringraziare questi campioni che ci hanno fatto divertire parecchio. Infine la volata: grande lavoro di Filippo Ganna per Elia Viviani, ma sul rettilineo d’arrivo è stato un duello Ewan-Demare, con il francese che parte forse troppo presto e viene superato dall’australiano. In classifica generale Ganna ha 11” su Remco Evenepoel e 14” su Pogacar. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FUGA ANNULLATA

Stiamo entrando nel gran finale della diretta della terza tappa della Tirreno Adriatico 2022, la notizia è che è già stata annullata la fuga da lontano di cinque corridori, cioè Luca Rastelli (Bardiani-CSF-Faizanè), Mattia Bais, Edoardo Zardini (Drone Hopper-Androni Giocattoli), Mirco Maestri (Eolo-Kometa) e Taco Van der Hoorn (Intermarché-Wanty-Gobert), al comando praticamente dal km 0 di questa frazione che però dovrebbe terminare con uno sprint di gruppo a ranghi compatti a Terni, dal momento che il ritardo del gruppo principale è stato azzerato prima del previsto, cioè a circa 47 km dal traguardo.

L’impulso decisivo è arrivato dalla UAE Team Emirates di Tadej Pogacar, che dunque sembra intenzionato a fare sul serio addirittura già al traguardo volante di Amelia, perché gli abbuoni al TV potrebbero fare gola anche ai big della classifica generale, a partire dallo stesso Pogacar ma anche a Remco Evenepoel, spalleggiato dalla sua Quick Step. Peccato per i fuggitivi che non sono arrivati nemmeno allo sprint intermedio, poi salvo imprevisti sarà sprint di gruppo a Terni. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E TV SU RAI 2: COME SEGUIRE LA DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022 (3^ TAPPA)

La diretta tv della Tirreno Adriatico 2022 sarà come sempre garantita in chiaro dalla Rai: l’appuntamento per l’odierna terza tappa Murlo Terni sarà per le sue fasi salienti dalle ore 16.15 su Rai Due, con la telecronaca di Francesco Pancani affiancato da Alessandro Petacchi, ma la copertura avrà inizio già dalle ore 15.00 su Rai Sport + HD (canale numero 58 del telecomando), dunque possiamo affermare che la copertura della Corsa dei Due Mari sarà eccellente sulla nostra tv di Stato.

Questo significa di conseguenza che la Tirreno Adriatico 2022 sarà disponibile per tutti anche in diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Rai Play, particolarmente preziosa per chi non potrà mettersi davanti a un televisore. La Tirreno Adriatico 2022 sarà però visibile anche sui canali e i servizi streaming di Eurosport, tuttavia riservati naturalmente agli abbonati in questo caso. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO DELLA TIRRENO ADRIATICO 2022 SU RAI PLAY

RITIRO DI PETER SAGAN

La diretta della terza tappa della Tirreno Adriatico 2022 è stata animata fin dai primissimi chilometri da una fuga da lontano composta da Luca Rastelli (Bardiani-CSF-Faizanè), Mattia Bais, Edoardo Zardini (Drone Hopper-Androni Giocattoli), Davide Bais, Mirco Maestri (Eolo-Kometa) e Taco Van der Hoorn (Intermarché-Wanty-Gobert), dunque con ottima rappresentanza delle tre formazioni Professional italiane e la curiosità della concomitante presenza dei due fratelli Bais. Davide è la maglia verde e ha vinto il GPM di La Foce, per poi rialzarsi: consolidare il suo primato in questa classifica era l’obiettivo di giornata e Davide Bais lo ha ottenuto, quindi adesso restano in cinque alla testa della corsa, ma con un vantaggio già in calo nei confronti di un gruppo che oggi fa sul serio fin da subito.

Al momento tuttavia la notizia principale dalla terza tappa della Tirreno Adriatico 2022 è la mancata partenza di Peter Sagan. Lo slovacco, alla prima stagione con la TotalEnergies, non sembra trovare pace: dopo aver contratto il Covid ed essere stato ulteriormente rallentato da febbre e mal di gola, ieri sembravano essere arrivati segnali positivi per il tre volte campione del Mondo, che tuttavia stanotte si è sentito male, con febbre e anche un po’ di vomito che hanno portato alla decisione di non prendere il via oggi per la terza frazione. Anche l’avvicinamento alla Milano Sanremo 2022 si fa dunque sempre più complicato per Peter Sagan. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Finalmente sta prendendo il via la terza tappa della Tirreno Adriatico 2022, Detto che la vittoria di Tim Merlier non ha cambiato le cose nella classifica generale, e dunque Filippo Ganna è rimasto leader con 11 secondi su Remco Evenepoel e 17 su Tadej Pogacar, possiamo adesso fare un tuffo nel passato e ricordare come erano andate le cose nella terza tappa della scorsa edizione. Si andava da Monticiano a Gualdo Tadino, dunque con arrivo nel perugino; tappa di 219 chilometri che era stata la più lunga del percorso, ci si arrivava con Wout Van Aert in maglia gialla con 4 secondi su Julian Alaphilippe (il vincitore del giorno precedente) e 8 su Mathieu Van der Poel, che era stato beffato dal francese nella volata.

Ebbene, a Gualdo Tadino l’olandese si era rifatto: altra volata e questa volta vittoria per Van der Poel, con la differenza che la seconda posizione se l’era presa proprio Van Aert e in terza piazza aveva chiuso Davide Ballerini. Nella classifica l’olandese aveva scavalcato Alaphilippe, Van Aert il giorno seguente avrebbe abdicato in favore di Tadej Pogacar. Ora però concentriamoci sul presente, perché finalmente è tutto pronto: la diretta della Tirreno Adriatico 2022, con la sua terza tappa, sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Mentre ci avviciniamo alla terza tappa della Tirreno Adriatico 2022, andiamo a scoprire in modo più ravvicinato il protagonista della volata di ieri. Tim Merlier, 29 anni compiuti lo scorso ottobre, non è certo un nome sconosciuto agli appassionati: l’anno scorso per esempio ha vinto la seconda tappa del Giro d’Italia (Stupinigi-Novara) e la terza del Tour de France, mentre se parliamo di Tirreno Adriatico il trionfo era arrivato nel 2020, quando Merlier si era imposto nella sesta frazione sul traguardo di Senigallia.

Forse però il successo più prestigioso nella carriera del belga è quello del 2019: qui infatti Merlier si è laureato campione nazionale (ovviamente nella prova in linea) precedendo sul traguardo Timothy Dupont e Wout Van Aert  (cioè il vincitore dell’ultima edizione). Nelle grandi classiche ha preso il via solo alla Parigi-Roubaix 2021 arrivando quarantottesimo; tornando invece alle corse a tappe, sia al Giro che al Tour dello scorso anno si è ritirato  a metà del percorso. Stessa sorte agli Europei su strada di tre anni fa ad Alkmaar; oggi gareggia con la Alpecin Fenix e nella terza tappa della Tirreno Adriatico 2022 andrà a caccia di altra gloria, da ricordare infatti la volata di ieri in cui ha preso la ruota di Peter Sagan riuscendo poi a beffare tutta la concorrenza. (agg. di Claudio Franceschini)

ARRIVO PER I VELOCISTI!

La diretta Tirreno Adriatico 2022 prosegue naturalmente anche oggi, mercoledì 9 marzo: la terza tappa Murlo Terni di 170 km promette di regalarci ancora grandi emozioni in questa edizione della Corsa dei Due Mari che è nobilitata – come da tradizione – da un elenco di campioni in azione, come abbiamo visto fin dalla meravigliosa cronometro del primo giorno vinta da Filippo Ganna davanti a Remco Evenepoel e Tadej Pogacar, mentre ieri a Sovicille abbiamo assistito a un arrivo in volata con vittoria di Tim Merlier.

La terza tappa di oggi potrebbe avere diverse similitudini con quella di ieri: percorso ondulato ma non particolarmente impegnativo, potrebbe essere un arrivo per velocisti anche se le loro squadre dovranno faticare per ricucire il gruppo dopo le inevitabili fughe da lontano per arrivare a giocarsi uno sprint di gruppo a ranghi compatti sul rettilineo d’arrivo a Terni. Da domani ci saranno tre giorni consecutivi decisivi per la classifica generale, oggi invece dovrebbe esserci il duello tra chi cercherà di portare a termine un attacco e chi punta allo sprint. Lo spettacolo di certo non mancherà, andiamo allora a scoprire tutto quello che c’è da sapere per seguire nel migliore dei modi la diretta Tirreno Adriatico 2022 oggi, nella terza tappa Murlo Terni.

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022: IL PERCORSO DELLA 3^ TAPPA

Presentando la diretta Tirreno Adriatico 2022 abbiamo già tratteggiato a grandi linee le caratteristiche della terza tappa Murlo Terni di 170 km, una frazione che adesso andiamo ad approfondire parlando in maggiore dettaglio del suo percorso. Innanzitutto, va detto che il chilometraggio sarà più modesto rispetto a ieri, circa 50 km in meno fra le province di Siena, Perugia ed infine naturalmente Terni, quindi fra la Toscana e l’Umbria. La partenza sarà da Murlo alle ore 13.10, proprio in considerazione della non eccessiva lunghezza della frazione, che però presenterà saliscendi fin dai primi chilometri.

L’unica salita classificata come Gran Premio della Montagna sarà quella di La Foce, con scollinamento al km 35,3. Per tutta la tappa si alterneranno tratti pianeggianti ad altri più impegnativi, come ad esempio salendo verso Ficulle oppure nella zona di Amelia, dove sarà collocato il traguardo volante di oggi al km 142,9. Non si tratterà tuttavia mai di salite particolarmente impegnative, dunque i velocisti potrebbero resistere e arrivare allo sprint, o almeno alcuni di loro. Da Narni in poi saremo in pianura, ci potrebbe essere lo spazio per organizzare la volata di gruppo sull’arrivo di Terni, ma non si tratterà di un epilogo scontato…





© RIPRODUZIONE RISERVATA